mercoledì 14 marzo 2012

Sarah Scazzi. Dai testimoni marginali niente di nuovo o rilevante


Mentre il processo contro Cosima Serrano e sua figlia Sabrina Misseri langue e vive tra sbadigli e piccoli sussulti, la buona notizia, di oggi, ci dice che il Pm Mariano Buccoliero, coadiuvato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Taranto, ha fatto arrestare l'avvocato Fabrizio Scarcella ed il giudice Pietro Vella. Alla base degli arresti una mazzetta di 8000 euro, da consegnare in due trance, che un imprenditore avrebbe dovuto pagare per ottenere un esito processuale favorevole (un dissequestro). Questo fatto ha due facce ed un'unica medaglia. Se da un lato è sconsolante, perché conferma la fragilità con cui una parte del sistema Giustizia si rapporta al facile denaro, ed in special modo chi dovrebbe seguire le regole e chi dovrebbe amministrarla onestamente, dall'altro è rassicurante perché ci fa capire come ancora si possa contare su uomini onesti, su carabinieri integerrimi e su procuratori che, pur seguendo a volte con rigore assoluto una loro convinzione (vedremo alla fine del processo "Misseri" come questa convinzione verrà giudicata dalla Corte), si dimostrano capaci di "tirare dritto" e di non guardare da che direzione viene il peccatore. Il fascicolo riguardante questo episodio di delinquenza giudiziaria passerà alla procura di Potenza, competente sul tribunale di Taranto, e va ad onore del dottor Buccoliero il fatto di aver eliminato una mela marcia dall'albero in cui egli stesso lavora. Con questo dimostrando che in ogni caso opera sempre in buonafede.

Ma torniamo al processo. Le ultime due date processuali hanno rischiato di far addormentare il pubblico perché corte in orario e poco significative. All'udienza del 6 marzo, durata un paio d'ore in tutto, cè stato chi ha detto di aver sentito un uomo urlare, di mattina, all'interno della casa di via Deledda il giorno in cui il Misseri avrebbe poi confessato e sarebbe stato carcerato. C'è stato anche chi ha detto di aver visto Sabrina Misseri ed Ivano Russo parlare di notte, addiruttura sulle tre e mezza barra quattro, e che per qualche minuto con loro c'era pure la madre di lei, Cosima Serrano. Il fatto sarebbe accaduto uno o due giorni prima dell'arresto della ragazza. Infine c'è stato chi ha testimoniato su quanto ascoltato dalla voce del contadino avetranese. E si è saputo che lui, con chi lo conosceva bene, ha sempre sostenuto che la nipote era timida e mai sarebbe scesa nel garage da sola. La irrilevanza di queste tre testimonianze, che si arrabattono attorno ad un livello fra lo zero ed il sottozero, è lampante.

L'urlare in casa non è reato, a meno che non si continui per ore infastidento ed allarmando il vicinato. Ma la testimone ha dichiarato che dopo aver citofonato le urla a poco a poco sono scemate. Quindi cosa possono significare in chiave accusatoria o difensiva? Nulla perché ci possono essere due significati che raffrontati si annullano. Urlava perché non si voleva sottomettere al volere delle due arpie, che gli intimavano di non dir nulla ai procuratori (di lì a poco sarebbero partiti in direzione procura di Taranto), o perché, come si è detto a più riprese, dal marzo precedente era diventato violento tanto che a volte in casa, fra lui e la moglie, volavano i piatti? A voler essere pignoli, col senno del poi, in chiave innocentista si può credere che il Misseri fosse agitato perché aveva la coscienza sporca per quanto fatto, infatti in serata non avrebbe resistito alle parole dei Pm consegnando loro il cadavere della nipote. Ma in chiave accusatoria si può fare lo stesso discorso e credere fosse agitato perché in quella giornata il suo sarebbe stato un compito ingrato, visto che aveva deciso, o era stato costretto a decidere, di assumersi le responsabilità del delitto al posto della figlia. Insomma, la si può girare e rigirare ma una versione smentisce l'altra e la testimonianza su quelle urla non ha portato nulla di nuovo.

Passiamo a Sabrina Misseri intenta a parlare con Ivano Russo alle tre e mezza di notte. Cosa sta a significare in chiave colpevolista? Che aveva una cotta per il ragazzo e che senza Sarah tra i piedi fra i due c'era più intimintà? Ma avrebbero potuto ugualmente parlare fino alle tre e mezza di notte, anche se Sarah fosse stata in vita, bastava accompagnarla a casa sua e tornare in via Deledda. Anzi, dato che è accaduto ad ottobre, il quattordici o il quindici, non c'era neppure da accompagnarla visto che non sarebbe stata d'impiccio a causa della scuola. Inoltre il Russo smetteva di lavorare fra le undici e mezzanotte, parole sue in tribunale, e per lui, se non si sentiva stanco, uscire la sera significava farlo proprio dopo la mezzanotte. O c'è qualcuno che pensa si stessero accordando e vuol insinuare che anche il bell'Ivano ha avuto un ruolo in quanto accaduto a Sarah? E che con loro si sia vista per qualche minuto anche la madre di lei, Cosima Serrano, è irrilevante per due motivi. Il primo riguarda il suo rapporto con la figlia. Di certo non le faceva piacere restasse fino a quell'ora sola con un ragazzo, con cui non era neppure fidanzata ufficialmente, specialmente in un luogo visibile ai vicini. Il secondo riguarda il suo lavoro. Se partiva alle quattro per andare in campagna, era quello l'orario in cui si svegliava per prepararsi. Per cui il tutto è giustificabile anche al di fuori del fatto accaduto, quindi neanche questa testimonianza è rilevante.

Ora parliamo delle confidenze del Misseri ai parenti, quelle in cui diceva che Sarah non sarebbe mai scesa nel garage, quelle a cui i giornali han dato più rilievo pur non avendone affatto. Quale assassino, fosse stato lui ad uccidere la nipote, sarebbe andato a raccontare ai parenti che la ragazza, scomparsa mentre era diretta a casa sua, a volte scendeva nel garage, lo stesso dove lui già inizialmente aveva detto di trovarsi quel giorno? Sarebbe stato facile generare veri e propri sospetti sulla sua persona. Sospetti che lo stesso contadino ha cercato di evitare sviando anche le indagini e parlando, oltre del fatto che mai la piccola sarebbe scesa, di un'auto diesel fermatasi e ripartita ad alta velocità mentre lui si trovava in garage. Ma non è stata l'unica volta. Anche quando ha lasciato il cellulare della nipote in un terreno ai lati della strada che porta al mare ha cercato di far pensare ad un allontanamento della piccola da Avetrana (per questo e non per altro nella sua ignoranza lo ha fatto ritrovare). Quindi al Misseri, fino a quando ha potuto nascondere eventuali azioni delittuose (sia dirette che di complicità), conveniva dire quanto detto ai parenti, per cui ciò che si è ascoltato a processo rimane sostanzialmente irrilevante.

Ora spostiamo la nostra attenzione sull'udienza del 13 marzo. Quattro testimoni non si sono presentati in aula (giustificato motivo o cosa?), dei tre rimasti, pare fossero sette i convocati, solo due hanno qualche valenza. La sorella di Cosima Serrano ed il caporale che il 26 agosto riportò quest'ultima a casa dopo il lavoro. Ma neppure queste al momento paiono aver aggiunto nulla al quadro fissato. Sì, Emma Serrano oltre ad aver parlato dei rapporti familiari, spesso difficili fra le sorelle, ha aggiunto il particolare che alla Difesa è piaciuto molto. Ha raccontato il fatto nuovo, quello che vuole il Misseri aver molestato una ragazzina di quindici anni. Ma il fatto nuovo ha almeno venticinque anni, e gettare un sasso per poi nascondere la mano non va bene ai giudici. Eppure alla Serrano andava bene perché non pareva proprio intenzionata a fare un nome. Quindi, visto il suo atteggiamento ostile, il Pm Buccoliero ha insistito e richiesto l'intervento del giudice che, per farglielo dire, l'ha minacciata prospettandole brutte conseguenze penali. Solo a quel punto è uscito il nome della sorella minore, Dora Serrano, e di suo marito che, a quanto pare, sapeva delle molestie perché la moglie glielo aveva raccontato (ma non si sa se in tempi sospetti o non sospetti).

Ora questo fatto, che dovrà comunque trovare conferme in altre testimonianze, potrebbe diventare rilevante nel proseguo come restare a sé stante. Al momento poco incide dato che i venticinque anni passati paiono eccessivi, quindi se non uscirà qualcun'altra donna molestata in tempi più recenti potrà inserire solo una piccola pulce nell'orecchio della Corte, ma non "farà di certo la differenza". Come non fa la differenza il foglio che manca all'altro testimone, all'uomo che accompagnava le donne al lavoro, Pasquale di Mauro, foglio con cui giustificava al datore di lavoro le ore lavorate dalla "sua squadra". E non la fa perché ha dichiarato in un'aula di tribunale di aver lasciato Cosima Serrano, di fronte la sua casa di via Deledda, fra le 13.15 e le 13.20. Ed una testimonianza giurata vale quanto un pezzo di carta con su scritti degli orari. 

Niente di nuovo quindi a Taranto, solo udienze annoiate che si spera cambino registro già dalla prossima, quella del 27 marzo, quando ad essere ascoltati saranno i due tecnici del Ros che hanno verificato le coperture delle celle telefoniche. Forse dopo queste riusciremo a capire se davvero c'è qualcosa che possa giustificare una condanna.


Ultimi articoli inseriti: 
Roberta Ragusa. Ora che l'amante è uscita allo scoperto...
Melania Rea. E la signora bionda (foto) era incazzata nera e gridava: devi morire!
Stop Kony (articolo e video con traduzione in italiano)
Salvatore Parolisi. Il gioco del sette e delle psicosette...
Dai Marò prigionieri in India ad Enrico Forti...gli italiani all'estero sono soli...
Costa Concordia. La piccola Dayana è morta vestita col suo abitino da favola...
Lucio Dalla. E fu così che tutti cavalcarono il "carro funebre"
Roberto Straccia. Ogni giorno di ritardo aiuta l'assassino a defilarsi...
Sarah Scazzi. Mentre Saetta cerca un nuovo padrone...
Vizi privati pubbliche virtù. L'anima bigotta dell'uomo normale...
Per la legge italiana è peccato fare sesso nel confessionale di una Basilica?
Sarah Scazzi. Piccoli colpi di scena, non ricordo e bugie...
Salvatore Parolisi. Le similitudini al contrario. Se il Binni è colpevole...
Annamaria Franzoni. Ecco le intercettazioni spacciate a prova di...
Marco Pantani. Ad otto anni dalla morte i fantasmi fanno ancora paura...
Sarah Scazzi. Antonio Petarra cambia nuovamente versione...
Whitney Houston. Un'altra morte misteriosa e sotto certi aspetti conveniente
Vittorio Sgarbi torna al nord fra le teste di caz...
100.000 firme da inviare al premier Mario Monti
Sarah Scazzi. Il giudice è un ex sostituto procuratore di Taranto

Speciale Annamaria Franzoni:
Annamaria Franzoni Cap 10 (la vera arma del delitto...)
Annamaria Franzoni Cap 11 (una condanna nata dalle chiacchiere di paese) 

Tutti gli articoli sui casi di:    
Torna alla home page

238 commenti:

1 – 200 di 238   Nuovi›   Più recenti»
Giacomo ha detto...

Ciao Massimo.
Complimenti per il tuo articolo.

Quello che non mi torna sono gli articoli di alcuni giornali pugliesi, secondo i quali Emma avrebbe dichiarato che Sarah non sarebbe mai scesa in garage, neanche se accompagnata. Ed inoltre avrebbe aggiunto che anche Cosima ne conveniva.

Ma per qual motivo Emma avrebbe dovuto fare una dichiarazione del genere che oltretutto sarebbe solo una sua valutazione?
Se fosse andata davvero così l'"ovvia" deduzione è che Sarah sarebbe stata uccisa in casa da Cosima e Sabrina.

Penso che sia stata decontestualizzata una frase che significava tutt'altro.
Aspetto il verbale.

Giacomo

lollo ha detto...

grande massimo,
finalmente un blog serio, mi sai dire dove trovare i verbali delle udienze????

P.S apri una cattedra ad Avetrana per i vari "giornalai" al seguito del caso????

Manlio Tummolo ha detto...

Tutto vero, caro Massimo: eppure quelle due donne, contro le quali non c'è assolutamente nulla di concreto in merito al delitto, salvo le versioni forzate del Misseri, sono ancora in carcere nel pieno "rispetto" dei diritti umani, tanto declamati, ma nessuna Amnesty International si muove, salvo forse magari a Teheran. Comunque di oggi c'è una notiziola interessante che comprova come la perla giudiziaria d'Italia, per gli innocentisti e filo-inquisitori, Taranto, non sia proprio così perfetta, come essi vantano. La notizia è stata data dal GR 1 RAI delle 13, ma penso diffusa anche da altre fonti: un giudice civile di Taranto è stato sorpreso con un avvocato a prendersi da un cliente di questo 8000 euro come tangente. Il cliente dell'avvocato ne aveva informato i Carabinieri che hanno colto l'uomo con le mani nel sacco. Questo anche per far vedere come si possa lavorare sottobanco e soprabanco tra avvocati e magistrati. In questo caso il cliente ha avuto il coraggio di avvisare i Carabinieri, ma se questo non fosse avvenuto ? Quanti casi analoghi ? Ora della vicenda si occupa Potenza per il magistrato, ma Taranto stessa per l'avvocato fedifrago ed infedele patrocinante. Il titolare del sito "Taranto, il Forum dell'Ingiustizia" non è dunque un incapace che non ha saputo passare i vari esami per magistrato o per avvocato, ma uno che descrive una triste realtà. Sarà interessante vederne gli sviluppi.

Sirenetta galatica Francy ha detto...

bell' articolo, Massimo

Michele M. ha detto...

Io la testimonianza di Emma non la trovo irrilevante e inoltre è importante l' episodio del cane Saetta con la corda in bocca davanti al garage dei Misseri. E' certamente l' arma del delitto ma saliva del cane che forse l' ha anche rosicchiata, ha cancellato le tracce.
Il cane non poteva entrare in casa e quindi questo dimostra che il delitto è avvenuto in garage.
Ha un piccolo rilievo anche il caporale che dimostra la sincerità di Cosima.

Manlio Tummolo ha detto...

Il magistrato di Taranto doveva necessariamente intervenire in qualche modo, in quanto la cosa non era tra giudice e imprenditore, ma tra giudice con avvocato e l'imprenditore. Per occuparsi dell'avvocato, inesorabilmente doveva occuparsi anche del giudice (sul quale, del resto, non ha competenza che iniziale). Probabilmente se fosse stato solo il giudice con l'imprenditore, avrebbe fatto intervenire direttamente Potenza o se ne sarebbe lavato le mani. In sostanza un atto dovuto ed inevitabile. Il vero "eroe" della vicenda è l'imprenditore che ha avuto un coraggio che non so quanti altri avrebbero avuto.

carla ha detto...

qua non si tratta di essere colpevolisti o innocentisti,si tratta di ammettere o di riconoscere che in questi indagini di anomalo c'è,che qualcosa disturba che non è regolare,ed ho la sessazione che la gente sia soggiocata dai sentimenti.....perchè non riesco a capire come è possibile che la gente comune non noti certi particolari.......
grazie massimo che dici le cose per come stanno.....sono per la vera giustizia.....buonanotte
ciao sirenetta e buonanotte t.v.b.
buonanotte a tutti

Manlio Tummolo ha detto...

E ancora, non dimentichiamo il non lontano caso delle armi sparite dai depositi del Tribunale di Taranto, di cui non si è saputo più nulla, e lì doveva essere la Procura ad indagare su alcuni dipendenti dello stesso Tribunale. La mia convinzione resta quella che non sia il luogo adatto sia per il processo ai Misseri, sia forse anche per ogni altro processo civile e penale, almeno non senza previa ispezione ministeriale e degli altri Organi competenti. Il CSM, tanto pronto a difendere i soliti noti privilegi di coloro che, unica categoria nel mondo si giudica da sè (con gli effetti che sappiamo), non è mai entrato nel merito della questione, malgrado la denuncia della Camera Penale Romana e le sollecitazioni dell'intera Unione Camere Penali. Posso ben concordare col rischio sbandierato dal CSM, per una legge sulla responsabilità civile che comunque già esiste anche se del tutto inapplicata, del condizionamento esterno dei magistrati e in special modo dei giudici, ma, a parte che sussiste ugualmente come nel caso dei due mariuoli tarantini, occorre una buona volta che la Magistratura sia vigilata e giudicata da Organo esterno, possibilmente eletto dal popolo e costituito da professori di Diritto, ovvero esperti nel ramo. Altrimenti si continuerà con quella eccessiva leggerezza di comportamento che vari autori hanno segnalato.

Anonimo ha detto...

Il cane non poteva entrare ne in casa ne in garage, quindi non prova niente se non che Sara sia entrata lí. Sara nonsarebbe mai scesa in garage, ne sola ne accompagnata, e infatti é stata uccisa in casa . Michele non ha molestato nessuno, e infatti aveva toccato con due dita il braccio di Dora dopo averla aiutata a spostare vasi. Se quella é una molestia... Il caporale dice che Cosima c'era, peccato non possa dimostrarlo visto che non risulta, e peccato che abbia scardinato gli orari di cosima che affermava di tornare intorno alle 14. E ancora peccato che piú volte, il capro espiatorio Michele avesse confermato la sua presenza, al tavolo, con sabrina e cosima, in orario antecedente. Se ci sono due che stanno esattamente dove devono stare, queste sono proprio cosima e sabrina. Pinco Pallino

magica ha detto...

pinco pallino ,, se cerchi dimostrazioni plausibili . come facciamo? la ragazzina non sarebbe mai entrata nel garage.. e chi lo dice?
c'è sempre una prima volta .. infatti quel giorno è entrata .. vuoi per ripararsi del caldo oppure incuriosita dalle imprecazioni dello zio .. e xchè no? aspettava che scendesse la cugina .
la tesi della corda che aveva portato in giro il cane , puo' essere stata quella che poteva confermare corda o cinta .. ma michele conferma corda e solo lui puo' dirlo ..
delle molestie a dora non ho letto . mi pare strano ehh che si possa pensare che le situazioni siano come dice il gentile PINCO PALLINO.. un'altra cosa in tempi non tanto lontani era abbastanza usuale che al sud le 15enni si sposassero .. magari erano considerate mature .. se il fatto con dora successe molto tempo fa anche michele era giovane quindi ...... ora si pensa che uno sia pedofilo se corteggia una 15enne .. eppure una volta era normale ..

Andrea ha detto...

Questo arresto è l'ennesima riprova che Buccoliero è un magistrato onesto ed integerrimo, come ho sempre affermato...perchè io non ho MAI detto che TUTTI i giudici tarantini sono onesti.... io ho parlato di quelli che si occupano di questo caso, che è cosa ben diversa...
Riguardo all'ultima udienza, aspetto di leggere i verbali per capire, ma pare che la frase "Sarah non scendeva mai in garage da sola", Emma Serrano l'abbia proprio detta.. ora bisogna capire che intendesse dire con questo, considerato che questa affermazione sembrerebbe andare a favore della tesi "Sabrina e Cosima colpevoli"... dico sembrerebbe perchè, nella stessa udienza, Emma avrebbe parlato di un Michele molestatore... il che discolperebbe Sabrina e Cosima..quindi, sinceramente, non so come interpretare queste due affermazione che vanno in direzione opposta l'una dall'altra..

Andrea ha detto...

Magica... le tesi che Sarah quel giorno possa essere scesa in garage è piuttosto improbabile (non dico certa, ma improbabile) 1 perchè Sabrina stessa, tempo addietro, ha dichiarato in più interviste che Sarah NON sarebbe scesa MAI in garage da sola 2 perchè Sarah proveniva dalla direzione opposta rispetto al garage... in sintesi sul suo percorso ha trovato PRIMA la porta di casa Misseri....il garage si trova dopo... quindi appare piuttosto improbabile che abbia oltreppasato il cancelletto di casa Misseri per entrare in un garage in cui, per stessa ammissione di Sabrina, lei non era MAi entrata da sola..

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : appunto, le indagini sono state chiuse troppo tardi e, allo stesso tempo, troppo presto. ad ottobre Michele aveva detto di essere stato lui e , per me, le indagini andavano chiuse quando lo zio di Sarah aveva confessato.Buonanotte , un abbraccio T.V.B

Buonanotte Sarah. ti voglio bene

magica ha detto...

andrea ,,
vedendo l'abitazione dei misseri mi pare che x accedere al garage bastano 2 o 3 passi in piu' e si raggiunge il garage che si trova nello stesso marciapiede ..

se le misseri dicono che la sarah non sarebbe mai andata nel garage .. è una affermazione che va' contro di loro .. quindi basta vedere da qua' che loro erano in buona fede quando lo hanno affermato .. potevanno dire l'incontrario se volevano falsare le indagini ,

ho letto che ne primo pomeriggio la sarah x abitudine non suonava il campanello x non disturbare la zia che si riposava , dunque quel giorno suono' invece? non credo .. mando' un ok di risposta alla cugina ,, e aspetto' che scendesse e arrivassse la mariangela .. tanto era questione di minuti .. nel frattempo si affaccio' ne garage ..

Anonimo ha detto...

Ora, che un pinco pallino qualunque arrivi e si metta a pontificare su come la molestia sarebbe stata in realtà una strattonata mi pare un tantino eccessivo visto che la diretta interessata non è ancora stata ascoltata, magari se avesse citato anche la fonte da cui è scaturita una tale affermazione si poteva anche prendere in considerazione ma così mi sembra solo uno sfogo personale. Il fatto che nell'opinione di Emma e quant'altri Sarah non sarebbe scesa mai in garage resta decisamente quello che è e cioè UN OPINIONE, Sarah può benissimo esserci scesa non è che c'era un raggio laser inceneritore o un baubau a spaventarla (il fatto che sul suo percorso ci fosse prima il cancello di casa e irrilevante visto che come ha testimoniato Claudio Scazzi Sarah aveva la tassativa abitudine di non suonare). Al contrario, la molestia, se c'è stata, quella non è un opinione E' UN FATTO ed è decisamente un precedente.
Stefano

Anonimo ha detto...

P.S La testimonianza del datore di lavoro non scardina affatto gli orari di Cosima che ha sempre detto di essere tornata intorno alle 13.30. Alle 14.00 è l'orario in cui dice di essersi andata a coricare, non quello in cui è tornata.
Stefano

carla ha detto...

in effetti come tempi ci puo stare che sara sia passata lì al carage,attirata da michele,che lui fece il tentativo di allungare la mano e sara come è logico abbia reagito.....infondo la sua prima confessione è stato questo,che poi lui voglia adesso dare colpa al calore alla testa che non sapeva quel che faceva è un'altra storia,ben poco credibile....
invece i tempi di cui si voglia accusare cosima e sabrina ,che se la giri come si vuole ,non è possibile trovare in quale momento l'avrebbero potuto fare,quant'è vero si insiste a discutere sul moventi ,ma non si fa cenno quando e come avrebbero potuto fare.....
buonanotte a tutti
ciao sirenetta e buonanotte pure a te t.v.b. a domani

magica ha detto...

si continua con la storia che cosima non ando' al lavoro .. nonostante il corriere dica che la porto'al lavoro .. ma si insiste .. dando credito a uuel furbacchione di michele che le senti' litigare il mattino del 26 agosto., inoltre si continua con la menzogna che michele ando' dal datore di cosima x fargli dire che cosima si reco' al lavoro .(infatti si reco' .. ma facendo supporre che invece non ando' ). facendogli dire a questo datore una balla . in realta' questa è una menzogna xchè ancore non si sapeva come si sarebbero svolte le indagini e michele era ancora libero . ma in un forum indecente si continua a scrivere cosi' mentre la logica e la verita' sono diverse .. la pisano' si ricorda che quel mattino la macchina di cosima non era parcheggiata in strada ??.. una memoria fenomenale dopo tanti giorni ,, queste sono carognate altro che aiutare gli inquirenti nelle indagini ..

Anonimo ha detto...

IL RACCONTO DELLA SORELLA

L’episodio delle presunte molestie che ieri ha fatto tanto clamore in effetti è già presente agli atti della procura. A darne conto ai pm, il 18 gennaio del 2011, è stata proprio la vittima di quelle avances, Dora Serrano, che all’età di 13-14 anni avrebbe subìto questo: «Un pomeriggio — ricorda la donna che ora ha 44 anni —, le mie sorelle Emma e Concetta mi chiesero di andare sul terrazzo e di mettere al riparo alcuni vasi di piante. Mentre mi accingevo a fare ciò mi raggiungeva mio cognato Michele Misseri il quale, dopo avermi aiutato a spostare i suddetti vasi sotto ad una tettoia, mi disse testualmente “ammà fa ‘na cosa” (dobbiamo fare una cosa, ndr), sfiorandomi con le dita della mano sinistra il mio braccio destro. D’istinto — continua la donna nel suo racconto — mi allontanai da Michele e scesi in casa. Ricordo solo che mi spaventai ma in realtà Michele non andò oltre a sfiorarmi il braccio per cui non sono in grado di stabilire cosa volesse fare».
da "Corriere del Mezzogiorno"

Ivan ha detto...

Sul convincimento di Emma che Sarah “non sarebbe mai scesa nel garage” occorrerà leggere i verbali e non fare affidamento sulle sintesi giornalistiche. Occorrerà capire se si basa su specifici episodi, su sensazioni etc.
Ma l'affermazione sembra eccessivamente perentoria soprattutto in considerazione della fase evolutiva in cui si trovava Sarah; riferita a una persona adulta, con carattere e abitudini consolidate e stabilizzate ha un valore; nel caso di Sarah, l'ambiente tetro del garage se in ipotesi poteva averla intimorita da bambina, ora forse non esercitava più su di lei lo stesso effetto. Le impressioni o sensazioni di Emma (e di Cosima) potrebbero essere state focalizzate su un profilo fanciullesco di Sarah che però non le apparteneva più.

Ivan

Manlio Tummolo ha detto...

Che Sarah avesse o non avesse avuto voglia (paura perché ? un fatto inconscio ? aveva avuto brutte esperienze in garage ? soffriva di claustrofobia nei sotterranei o seminterrati ? una speciale ripugnanza per quello dello zio ? non si sa, nessuno lo spiega) di scendere nel garage, di solito o d'abitudine o sempre, non è affatto prova di nulla, in quanto di fatto nessuno ha mai visto il corpo di Sarah né in garage, né in cucina, né nel salotto di casa Misseri, ma in un pozzo abbastanza lontano. Ammesso che quanto narrato ai magistrati nelle varie versioni sia vero (ossia che è stata uccisa lì, unico denominatore comune delle varie versioni), si dovrebbe spiegare come mai tale ripugnanza fosse stata vinta: con la forza, con qualche promessa di darle i celebri 5 euro per la ricarica telefonica ? Tutto ciò rimane sul vago e si ricollega, alla faccia dell'ottimismo sulla buona fede giudiziaria, alle dichiarazioni sfacciate, sia nel primo verbale di udienza del riesame, sia nel verbale dell'incidente probatorio, degli illustri infallibili e onestissimi SS. Inquisitori, alla faccia dell'art.61 CPP e dei correlativi, di avere usato "tecniche suggestive nell'interrogatorio", chiaramente vietate per tutti.
A ciò si aggiunge la non meno gloriosa opera di aver adoperato sistemi intimidatori sui testimoni, sollecitati, pena denuncia, a cambiare versione e ad adattarsi agli orari voluti dagli stessi SS. Inquisitori, e perfino su quattro avvocati della difesa, di cui tre prosciolti ormai, e il quarto sotto processo, ma ancora da interrogare. Segno che gli attori principali della vicenda non interessano agli infallibili SS. Inquisitori tarantini, ma solo sentire o non sentire se il signor Ivano Russo arrivò o non arrivò al culmine delle sue brame amorose, se Sabrina aveva o non aveva litigato con la cuginetta la sera prima per gelosia, se era o non era infatuata fino all'ossessione del Casanova locale, se qualcuno ha urlato o no il giorno della sparizione di Sarah, e via danzando. In clò consistono l'infallibilità, la correttezza, la moralità, la buona fede, la precisione, la ricerca della verità, dei SS. Inquisitori tarantini !

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : neanche io credo al calore alla testa (qualcuno aveva anche detto che il calore alla testa non esiste), ma sono sempre convinta che Michele c'entri e che abbia fatto tutto lui. credo abbastanza alla storia del trattore, anche se il racconto del calore alla testa mi sembra strano. buonanotte , un abbraccio t.v.b

buonanotte a tutti

buonanotte Sarah. ti abbraccio.

lollo ha detto...

Ho appena finito di vedere 4 grado, CHE SCHIFO E CHE VERGOGNA, certo che ha un coraggio quella RORRO, 40 Secondi di trasmissione per dire che emma ha inguaiato sabrina e cosima che il quadro si fa sempre più pesante perche'gli sono stati notificati in carcere nuove accuse.....
CHE VERGOGNOSO SPETTACOLO..
Bisogna fare qualcosa, una petizione qualcosa per fermare questo tipo di giornalismo....

magica ha detto...

la situazione selle misseri si ulterirmente aggravata .. per il sequestro di sarah , allora se si è aggravato ora prima non era tanto grave quando hanno arrestato la cosima .. l'avevano arrestata ma non erano sicuri del sequestro? lo sono ora . dopo mesi di prigione che il fioraio vide giusto e non era un sogno .. ci prendono per allocchi .. ma non darei la colpa agli inquirenti .a vergogna è dei giornalisti televisivi . che parlano e dicono ,, svergognati!
la palombelli poi .. è pazzesca .. .

carla ha detto...

lollo,se mai si facesse la petizione avrai il mio appoggio,purtroppo non posso altro che provare la stessa cosa,il disgusto di come vengono raggirate le cose....ciao
ciao magica,purtroppo nel mondo esiste questi menti contorti e dobbiamo fare i conti con essa....un abbraccio
ciao sirenetta ,sai cosa che penso,che me la vedo dura che michele riameterrà di avere quella tendenza della molestia,secondo me come fu la prima volta le dovrebbero di nuovo toccare quelle corde della coscienza,se no lui continuerà a dire del calore alla testa ,come dire che non è colpa sua di quello che ha fatto,è colpa della testa......a mio parere se si facesse una domanda precisa lui lo riametterebbe,non si puo stare ignari diffronte tale cose......proprio in questi giorni ho sentito un caso,che si può dire più che raro,di una persona aveva amesso di avere tale debolezza e si trova talmente impotente di tenerlo bada e che non lo vorrebbe avere ,ed ha chiesto al giudice di farsi castrare....be! ti dico una persona così ,merita rispetto ,ma con questo non è detto che non debba pagare il male già fatto......ma posso dire che è sulla via della guarigione,sia come al livello materiale e sia spirituale......perchè loro si trovano dentro un abisso che è difficile venirne fuori.per questo dico basta sapere toccare le corde giuste e confessano.....è vero in qualche modo li si liberano da questo inferno,ma con questo non vuol dire che non paghino il male già fatto,ma è sempre pur il modo di non commettere altro male....a mio parere uno che non ammette la propria colpa è schiavo del male ed è portato di creare altro male....perciò sirenetta bisogna stare guardinghi.....un bacio a presto t.v.b.

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : giusto. la vedo pure io dura x Michele. e sono curiosa di sapere cosa diranno Cosima e Sabrina quando diaranno la loro. buonanotte baci t.v.b

X Sarah : spero che tu sia felice, ovunque ti trovi. spero che tu sorridi ancora e sono certa che la tua anima vive ancora e vivrà per sempre. ti voglio bene e sarai sempre nel mio cuore, x sempre. buonanotte.

Anonimo ha detto...

Una debita precisazione circa la notifica della nuova misura cautelare inerente il sequestro. La notifica fatta in questi giorni a Cosima e Sabrina non è affatto un nuovo sviluppo processuale e nemmeno una novità a livello di notizia questo va ribadito. L'accusa di sequestro e la relativa richiesta di misura cautelare era vecchia solo che non poteva divenire effettiva prima di una pronuncia della Cassazione. Avendo però i difensori delle imputate rinunciato in toto al ricorso in Cassazione tale richiesta di misura cautelare ha potuto trovare applicazione solo ora e per questo è stata notificata alle imputate con tanto di grancassa mediatica ma di fatto non è una novità, ne aggiunge niente al processo.
Io invece devo chiedere scusa all'utente "pinco pallino" per aver dubitato delle sue affermazioni in assenza di riscontri, ora che ci sono riconosco che sono validi e che in effetti, stando anche al verbale dei Carabinieri mostrato da "Quarto grado" non si può parlare di "molestie" da parte di Michele Misseri nei confronti della più piccola delle sorelle Serrano. Resto personalmente convinto della sua esclusiva colpevolezza ma quel che è giusto è giusto, le "presunte" molestie precedenti non sono affatto provate.
Stefano

carla ha detto...

buon giorno atutti ,come al solito le notizie vengono storpiate tra un giornale a l'altro,basti che qualcuno cambi la virgola e il significato cambia.......ora qua non si capisce se c'è una interpetazione sbagliata di ognuno involontario o volontario.....
riterrei che origine del giornale dovrebbe essere di portare la notizia per come sono,senza pregiudizi personali.....
ora in ultima al processo si parla di mano lesta di michele avuto precedentemente e chissà quanti altri ,il che non si sà,perchè la gente ha paura di parlarne e come darle torto....perchè a mio parere,quando un uomo ha le mani lunghe non c'è l'ha con una persona sola,però nonstante tutto i giornali di oggi cosa fanno sminuiscono,dicendo sarà stato così o colà o perfino aggiungono con quasi poverino michele anche questa accusa si deve subbire,e la gente comune ci va dietro perchè l'ha detto il giornale....
comunque ognicaso sta di fatto pur si voglia credere quel che viene pubblicato,questo ipotetico michele che sia stato travolto nell'omicidio,se era una persona normale,non avrebbe messo la bambina che l'ha visto crescere che poteva essere altro che una figlia e visto che sara era di casa,non c'è ragione di seppellire nel pozzo.....come minimo si disconosce la figlia e questo non è avvenuto...anzi dai verbali risulta che il non nulla ,come se fosse una passeggiata"e mo mi devo prendere la colpa io"......
neanche nel caso ligure,avvenne tale cosa,nonstante il padre avendo la figlia in prigione,che avvesse prese le difese,le stette vicino in silenzio.....come pure si senti ancora che i genitori se sanno che un figlio è un assassino hanno disconosciuto....
ritornando al discorso di prima ,insomma il giornale dovrebbe dare notizia e l'oppinione sarebbe meglio che c'è lo facciamo noi del pubblico,se si vuole dare importanza al pubblico,oppure se si vuole dirla tutta se la libertà personale conti ancora,se no come al solito succede si viene giostrati come le marionette e non c'è ne rendiamo conto.......saluti

un abbraccio a sirenetta t.v.b.

Andrea ha detto...

Non so cosa Dora Serrano dichiarerà in Tribunale, perchè non ho la sfera di cristallo...certo che a leggere le dichiarazioni rese da Dora tempo fa e pubblicate più sù, a tutto si può pensare, tranne che a molestie. "Dobbiamo fare una cosa", le dice Michele... una cosa vuol dire sesso?? Può voler dire QUALSIASI cosa!! Le sfiora un braccio...un braccio!! Non il seno o il sedere o le parti intime!! Ora, è anche vero che noi non sappiamo con che tono Michele avrebbe detto quella frase a Dora o in che modo le avrebbe sfiorato il braccio, ma leggo che Dora stessa, in quell'interrogatorio, ha dichiarato di NON SAPERE cosa Michele volesse fare e che il cognato non andò oltre!! Parole Testuali "in realtà Michele non andò oltre a sfiorarmi il braccio per cui non sono in grado di stabilire cosa volesse fare"... quindi credo sia presto per fare ipotesi su un Michele molestatore.Se poi Dora, in Tribunale, dovesse confermare questa versione..beh...non credo che sarebbe determinante per poter parlare di molestie... in generale, aspettiamo l'interrogatorio di Dora..

Andrea ha detto...

Un'unica cosa mi sembra strana, anzi, stranissima: un molestatore non lo è la prima volta e poi nuovamente 30 anni dopo!!più di 30 anni dopo!! Un molestatore lo è CONTNUAMENTE!! E tutti i teste finora hanno dichiarato di non aver mai sentito nulla sul conto di Michele... in paese nessuno ne parla in questi termini e le stesse figlie hanno detto categoricamente che Michele non lo era!!Sinceramente, non credo neanche che all'improvviso Sabrina e Valentina diranno che invece il papà le molestava.. se lo facessero adesso, tutto sarebbero meno che credibili, anzi, si riempirebbero solo di ridicolo!!

Giacomo ha detto...

Ma io non capisco certi discorsi. Come se la responsabilità del Misseri nell'omicidio della povera nipotina dovesse necessariamente passare attraverso molestie recenti o passate. Forse Misseri non è un molestatore seriale, ma al 95% è un assassino.

PAROLA DI PROCURA!

Giacomo

Giacomo ha detto...

A sentire parlare certi "pinchi pallini" qualsiasi indottrinati da trasmissioni trash come "quarto grado" e simili, sembrerebbe che Dora Serrano fosse un'isterica visionaria. Ma questo proprio non sembra. Dora Serrano è una donna normale, che si è formata una famiglia normale, con marito normale e figli normali e vive una vita normale, anche se purtroppo funestata dalla tragica fine della sua nipotina Sarah.
Probabilmente deve la sua salvezza all'istinto che la indusse a fuggire rapidissimamente alle laide intenzioni del Misseri quel giorno sul terrazzo.
Anche Sarah si mosse per fuggire quel tragico 26 agosto dal garage in cui l'aveva attirata il Misseri con la scusa del trattore che non partiva; ma purtroppo quella volta il "mite" contadino fu più lesto di lei e la ghermì, non lasciandole scampo.

Giacomo

carla ha detto...

sono daccordo con te giacomo,come già detto sopra una persona normale ,non mette una bambina nel pozzo in quel modo ,per coprire la figlia.....a volte mi domando chi dice certe cose se ne hanno coscienza di cosa si parla.....si parla di un omicidio e poi di una bambina e non di nascondere un malefato.....saluti

Manlio Tummolo ha detto...

Più volte mi ero chiesto, fin dall'inizio della storia, se Michele Misseri fosse mai stato implicato in vicende penali o che avesse avuto rapporti poco chiari, magari quando lavorava in Germania. Non mi pare che nulla sia emerso in questo senso. Penso che, se avesse avuto qualche denuncia anche minima, nel passato, a quest' ora si sarebbe saputo. Si era pure parlato di "molestie" a donne del luogo, ma di concreto nulla mi pare che sia risultato. Sfiorare o carezzare un braccio ad una cognata, per quanto allora giovanissima, non mi pare proprio un peccato mortale. Anche se le avesse fatto una qualche proposta senza imporsi, sarebbe rientrato nel naturale costume maschile quando tenta di sedurre: cose che rientrano nei normali rapporti tra maschio e femmina (in qualche modo bisogna pur iniziare se vogliamo riprodurci, il corteggiamento fa parte del comportamento animale), e non dovrebbe suscitare scandalo alcuno in questi tempi dove tutto appare lecito ed ammissibile. Resta dunque il problema di capire che cosa sia scattato quel terribile giorno d'agosto, in lui o chi per lui, ma non credo assolutamente in quella casa e neppure in quel garage, visto che non se ne è trovato il benché minimo riscontro materiale a parte le sue contraddittorie e varie narrazioni, infusegli su suggerimento inquisitoriale.

Anonimo ha detto...

Ma quanto sei acido Giacomo anzi Giovanni . E sempre offensivo verso chi non la pensa come te.
Comunque tu la voglia girare ....e piu' la giri e piu' puzza, la signora Dora, NON ha subito alcuna molestia.
Ma piantiamola con ' sta storia...
Topolino

Sirenetta galattica Francy ha detto...

X Carla : concordo con quello che hai detto riguardo i giornali. basta che qualcuno cambi una virgola e la gente gli va dietro. come e' possibile che Cosima avrebbe aiutato sua figlia ad uccidere su nipote....per una gelosia ? e' tutto assurdo. scusa se ieri non ho potuto scrivere qui. baci t.v.b

Sirenetta galattica Francy ha detto...

X Carla : concordo con quello che hai detto riguardo i giornali. basta che qualcuno cambi una virgola e la gente gli va dietro. come e' possibile che Cosima avrebbe aiutato sua figlia ad uccidere su nipote....per una gelosia ? e' tutto assurdo. scusa se ieri non ho potuto scrivere qui. baci t.v.b

Sirenetta galattica Francy ha detto...

x Carla : intanto domani c'e' una nuova udienza, vedremo che succederà. ciao t.v.b
Saluto Manuela, Daniele.......

Manlio Tummolo ha detto...

Mi pare che domani non vi sia udienza, causa sciopero degli avvocati. Bisogna attendere il 27 c.m. per una nuova emozionante puntata dello "show" tarantino.

Sirenetta galattica Francy ha detto...

ah, ok. grazie Manlio

lollo ha detto...

Si il 27/3 ci saranno tra gli altri i carabinieri del ROS che avevano individuato i telefonino di sarah in garage.....
Da martedì comincierà la fase degli accertamenti tecnici, e allora questo caso piano piano si sgonfierà, anche se credo che, purtroppo, alla fine, in primo grado le condanneranno.......
Non ci si può aspettare altro da un giudice che era una ex collega dei pm .....che strano......

carla ha detto...

ciao sirenetta,è proprio così come dice manlio ,ormai la disgrazia diventa uno spettacolo....se dici che tristezza ti ridono anche in faccia....allora mi permetto di dire che un degrado dell'uomo tale comportamento ed c'è poco da ridere...ecco....c'è solo da pregare che DIO ci liberi da questo male che ci soccombe.....buonanotte a domani t.v.b.

carla ha detto...

ciao lollo buonanotte

Anonimo ha detto...

Se ci saranno le prove verranno condannate. Altrimenti no.
E la sua insinuazione sulla imparzialità della DR.ssa Trunfio e' molto grave. E' d'obbligo la prudenza quando non si conoscono nei dettagli i documenti processuali. E la stessa prudenza soprattutto nell' esprimere giudizi diffamatori.
Minnie

Anonimo ha detto...

Se ci saranno le prove verranno condannate. Altrimenti no.
E la sua insinuazione sulla imparzialità della DR.ssa Trunfio e' molto grave. E' d'obbligo la prudenza quando non si conoscono nei dettagli i documenti processuali. E la stessa prudenza soprattutto nell' esprimere giudizi diffamatori.
Minnie

Manlio Tummolo ha detto...

Perché mandare due volte lo stesso commento ? Forse per aumentare la pubblicità ? Cara signora Minnie, riguardo alla diffamazione, quello che sta succedendo a Napoli ed altri luoghi comprova quanto sia seria la Magistratura italiana, ben pagata sì, ma per il resto tutta da riesaminare. Quanto alle prove, molte condanne, almeno in primo grado, sono avvenute con prove inesistenti o truccate o barate. Il fatto stesso che si mandino a casa violentatori conclamati di gruppo e si lascino in galera due donne, su cui non sussistono che pettegolezzi vaghi e contraddittori, la dice lunga su come funzioni la SS. Inquisizione tarantina nel quadro di una Magistratura tanto supponente quanto poco logica.

magica ha detto...

anche secondo me le misseri verranno condannate . anche se risultassero innocenti .
le hanno messe in carcere per tutti questi mesi .non avendo prove certe di colpevolezza .. sopratutto la cosima condannata per un sogno . non le lasceranno libere . per non fare figuracce . le tv e gli opinionisti hanno contribuito a diffamarle . hanno inculcato nel popolaccio. che sono assassine . sono condannate per sempre ..... .e tutti vissero contenti felici ..

Manlo Tummolo ha detto...

Per sempre non credo, cara Magica, ma è assai probabile che lo siano in primo grado, giusto per non smentirsi tra loro della stessa bottega. In secondo grado o in Cassazione, non credo però che resisterebbero le accuse, che già fin d'ora sembrano insussistenti. Se il CSM avesse applicato la richiesta della Camera Penale Romana di un'indagine disciplinare a Taranto in merito alle patenti violazioni della difesa, se la Corte di Cassazione, invece che lavarsi mani e piedi da questa vicenda, avesse trasferito il processo, si potrebbe esser più tranquilli in merito alla sua regolarità. Qui è cominciato male, con una gabbia illegale, e ora va avanti per inerzia, senza aver ancora sentito il "perno" di tutta la vicenda, ovvero Michele Misseri che dovrà spiegare non solo i fatti, ma anche le ragioni delle 8 tra versioni e varianti delle versioni. Intanto si continua con un esame inutile, mentre quello di Misseri, se parla, potrebbe "tagliare la testa al toro". Nondimeno, per i soliti entusiasti della SS. Inquisizione tarantina, tutto va alla perfezione !

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : infatti credo che a molta gente la giustizia non gli interessi, ma gli interessi solo condannare Sabrina. hai ragione : la disgrazia diventa uno spettaccolo. stasera non ci sono. a domani t.v.b

vito da catania ha detto...

x. il prof manlio tummolo.HO ascoltato attentamente, la confessione del misseri quella in cui descrive cosa ha fatto giorno 26 agosto , poi ho letto la descrizione che lui fà presso lo studio AGATI, mi dica una cosa le sembra possibile chè dopo un mese uno dia quella versione ,che a me personalmente ha fatto venire parecchi dubbi .Credo personalmete chè il suo carissimo avvocato è la Dottoressa Bruzzone hanno indotto il misseri con astuzia a canbiare versione .perchè all,INIZIO SI PARLA DI CORDA POI si parla di cintura , per non parlare di tutto il resto della descrizione che lui fà .Descrizione chè fà acqua da tutte le parti . Mi dica è quella la versione che lui fà durante l.incidente probatorio. Se si allora vuol dire che si è toccato il fondo perchè mi creda io da ignorante in materia hò dedotto una sola cosa, chè andrebbero denunciati il suo avvocato è la consulente Dott sa Bruzzone per aver fatto dichiarare il falso al loro assitsito .ATTENDO UNA SUA CORDIALE RISPOSTA ,grazie .

carla ha detto...

vito ti dò pienamente ragione,basta che si pensi che tutto è partito da loro,perchè una sera a porta a porta proprio la dott.s bruzzone dichiarò,che sono stati loro ad invitare inquirenti ad ascoltare michele...perciò l'accusa verso la figlia è partito da loro e non dai inquirenti.....son partiti incominciando dal avv.galoppa sensibilizzando la popolazione dicendo,che michele era una vittima di casa,che in casa non era trattato bene e che mangiava i avanzi e ecc.....e se ci sarebbero riusciti fare uscire michele dal carcere l'avrebbero trovato il posto al convento ,perchè non poteva più stare con le donne.....e così la massa ci son caduti come le pere cotte e in seguito ad accusare la figlia è stato una ciliegina sulla torta.....diciamo che al momento ci sono riusciti a loro intento....
inoltre ho perfino miei dubbi che,che i inquirenti non sappia la verità,il che siano fatti coinvolgere alla situazione....chissà altro si geli dietro e preferiscono mantenere il gioco.....
quello che era stato dichiarato al probatorio da michele ,che sara è morta giocando al cavaluccio assieme sabrina e che è stato un incidente.....lui non fa cenno ne di litigi e ne di amori contesi....la conclusione se la sono fatti i inquirenti al di là del incidente probatorio,in seguito,aggiungendo la gelosia ,visto che non era sufficiente hanno aggiunto l'invidia.....è come se l'è stato cosegnato un imputato,per non dire una vittima sacrificale come definisce tumulio e se fatto di quello che hanno voluto,ma mi rimane ancora il perchè di questo?....perchè sia voluto scagionare michele?.....il perchè le hanno lasciato a michele solo la soppressione?.....e se non mi sbaglio non misembra che ne sia parlato che ci sia prova di tal senso,anche questo fa parte della confessione di michele,la soppressione senza prove,perchè prendere in consderazione questo e non l'omicidio?......non posso fare a meno di pensare che altro si nasconde?!.....saluti

ciao sirenetta ,buonanotte a domani t.v.b.

Fox ha detto...

Siete da manicomio....

x il dottor Manlio Tummolo: Cosa significa per lei spostare la "location" del processo? Cambiare aria? Cambiare i testimoni? A cosa dovrebbe giovare questo spostamento?

2) State insinuando garantismi e nepotismi fra PM e magistratura... secondo me sareste soggetti a denuncia!

Ponetevi piuttosto il quesito per cui si sono verificate tutte queste bugie in questa storia, ve ne pongo uno... secondo voi la Cosima dormiva o era sveglia quel 26 agosto alle 14.00?

carla ha detto...

certo tu sai che era sveglia cosima,fox?!......se a te la costruzione che hanno fatto inquirenti sia giusta o savio che tutto ruota intorno a quella mezz'ora,non è detto che per tutti sia valido.....manlio ha detto la sua,ma nemmeno io ne sarei da meno,se si vuole dare colpa a sabrina a tutti costi,non c'è altro che cambiare il scenario,ma non in quella circostanza,trovo tutto assurdo .... de mo il fatto rende sospettabile che han voluto mettere in piedi 2 moventi la gelosia e invidia.....quando sottonaso si ha l'occultamento di cadavere da parte di michele,questo direi un forte possibile movente a cui pensare ,perchè se uno arriva a tanto è anche sia stato capace di aver ucciso è innutile chiudere i occhi diffronte ad essa.....saluti

Fox ha detto...

Di qua ti chiamo Chiara.... Anche io esprimo i miei pareri, ma nei limiti del possibile e diversamente da voi non sono cosi prevenuto nei confronti dell'operato di tutte le persone che lavorano a questo orribile caso!

Saluti

darpi ha detto...

x fox - lascia perdere purtroppo dalle tue parte siete prevenuti x concezione e mi dispiace non poter più dialogare ma spe ro che sarete più tranquilli tra di voi ..ciao niente di personale

Fox ha detto...

@Darpi: te lo dico anche da questa parte... sinceramente non ho capito per quale motivo hai cambiato identità (almeno due volte), cosa volevi dimostrare? o nascondere?
Vedi? non è servito a nulla!

Ti ripeto, nessuno tra gli utenti che partecipano al forum, è prevenuto nei confronti delle imputate, uno si fa un'idea in base a ciò che viene fuori man mano. Non si puo' non considerare il fatto che i protagonisti di questa vicenda abbiano sempre mentito spudoratemente! Perchè durante gli interrogatori (quando la bimba risultava ancora scomparsa) non hanno riferito dettagliatamente quello che sapevano? E' normale che i SS. inquisitori (come li chiama il dott. Tummolo) si siano insospettiti scoprendo vistose incongruenze tra i racconti fatti dalle due e quello che è venuto fuori da intercettazioni telefoniche e ambientali. Perchè non hanno saputo... in un certo senso giustificarsi?

Ti saluto!

carla ha detto...

ciao darpi c'è una cosa da prendere in considerazione,che chi è prevenuto ed è scontato che ci ragiona sulle cose che vien detto,in cui non ha niente a che fare con pregiudizio.....altrimenti si dimostra che sono gente inquadrati,liberi di essere se a loro piace così....ognuno la sua scelta......infondo se ci pensi ci hanno fatto dei complimenti.....insomma non tutti sono disposti di camminare con le proprie gambe.....saluti

emax/massimo prati ha detto...

Le polemiche rimangano e si sviluppino dove sono nate. Non si ricominci con gli attacchi personali altrimenti ricomincio ad eliminare. Si parli del caso in questione, a questo serve lo spazio commenti.

Massimo

darpi ha detto...

x max scusa in effetti questo è fuori luogo ...ciao

darpi ha detto...

x max - piuttosto non riesco più a trovare la conferenza stampa del p.m. sebastio del 6 ottobre 2010 in cui affermava senza ombra di dubbio che viste le imponenti prove contro michele misseri il caso era chiuso ..da qualche giorno detta conferenza non si riesce più a trovare ..ne sai qualcosa? grazie

emax/massimo prati ha detto...

No Darpi, non so che fine abbia fatto quel video. Ma credo che ormai sia roba vecchia, roba superata come quanto fatto dai pm durante le indagini.

Ora c'è un processo, una fase nuova che poco ha a che vedere con quanto detto dal Sebastio o da altri in tempi ormai antichi. Penso sia su quanto esce dall'aula del tribunale che ci si deve confortare, sulla differenza di testimonianze, sulle novità (se ci saranno) processuali, il resto serve solo ad alimentare le solite sterili polemiche fra chi commenta. Polemiche che poco aiutano le discussioni, non avvicinano i commentatori ed alzano altre barriere fra chi crede una cosa e chi ne crede un'altra.

Ciao, Massimo

lollo ha detto...

x fox
vedi a differenza di voi colpevolisti, noi, su questo blog, non abbiamo certezze, si evidenziano enormi bestialita' che si stanno dicendo in questo processo.
Ti faccio un esempio:
testimonianza della mamma di sarah;
P.M. M. BUCCOLIERO - Senta, quando stavate in Caserma quando
ha fatto la denuncia che ha firmato, risulta l'orario
alle 17.20, quale era l'atteggiamento di Cosima? Ha
notato qualcosa di particolare in Cosima?
DICH. Cosima SERRANO SPAGNOLO - Sì, mi ha impressionato una
sua sfuriata, così diciamola, le scappavano delle
lacrime e poi ha detto in maniera molto arrabbiata:
"questa volta l'ha fatta veramente grossa, questa sera
se viene gli devi tirare uno schiaffone", cioè io sono
rimasta un po' spaventata, dico: "ma che cosa avrà fatto
Sara, che cosa avrà detto"?

Secondo te non sarebbe una frase che direbbe chiunque quando si cerca qualcuno....a cui si tiene??

Invece tutti i giornali e giornalai tutti a fare titoloni.....

Le Bugie della procura ne vogliamo parlare......
La lite della sera prima dov'è finita....la famosa litigata che ha scatenato tutto....dov'è andata a finire.....
e queste sono solo pochi dei tanti dettagli che per voi che avete già condannato le imputate di certo non cogliete......

Fox ha detto...

x Lollo: non è da tutti affermare, parlando di una persona scomparsa: "Questa volta l'ha fatta grossa e se torna le devi dare uno schiaffone!"... In genere si pensa prima a ritrovare questa persona senza fare proclami del genere e poi si vede (almeno come la penso io).

2) come interpreti invece una frase detta da una persona che non sa di essere intercettata e che dice: "Vi scoprirò... quello che vogliono fare fanno a tua figlia!". Con chi ce l'ha secondo te? Secondo me i pareri vanno sviluppati considerando il materiale che si ha a disposizione, in modo generale, e non prendendo affermazioni sporadiche da una parte e dall'altra a propria convenienza.

Saluti!

Fox ha detto...

E poi non facciamo giri di parole... il colpevole è in quella famiglia, penso che questo sia assodato! E voi non è che non avete certezze, la vostra certezza sta nel fatto che l'unico responsabile di tutto è Michele!

Rinnovo i saluti!

darpi ha detto...

agganciandomi a quello che dice max faccio presente che nel processo le ultime udienze dicono solo che vi è tanto da dimostrare visto che le testimonianze dal petarra a massari x finire con la stella si sono dimostrate ballerine e passibili di altre verità ma quello che veramente fa male anche alla memoria di sara è la contrapposizione in fazioni dove invece il processo dimostra la difficoltà a discernere la verità dalla millanteria...saluti

Andrea ha detto...

Per Lollo... che significa giudice che è ex collega di un Pm? E' inevitavibile, quando si ha alle spalle una lunga (ed aggiungo ONORATA) carriera come la dottoressa Trunfio! se una persona fa il magistrato da 30 anni, inevitabilmente si ritroverà a lavorare con persone che ha conosciuto quando ricopriva altri gradi della magistratura!! E questo può accadere sia se si lavora in uno stesso posto per tanto tempo, sia se si è lavorato in posti diversi. Mi permetta, ma la sua è un'osservazione fine a se stessa...e comunque, se conoscesse la buona nomea della Trunfio, saprebbe anche che è un magistrato al di sopra di qualsiasi sospetto.

Andrea ha detto...

Gentile Magica, abbiamo informazioni diverse.. a lei risulta che Sarah, quando andava a casa di SAbrina, non suonava il campanello per non disturbare la zia... io ho letto da più parti che invece suonava, tanto che la zia puntualmente si arrabbiava, perchè era stanca e voleva giustamente risposare. Di voci in questa storia ne circolano tante e sinceramente credo che alcune notizie siano volutamente messe in circolazione per confondere le acque agli occhi dell'opinione pubblica. Ecco perchè è fondamentale quello che viene dichiarato in Tribunale... ai fini processuali vale solo quello. E sono curioso di sapere che emergerà in proposito in Tribunale.

lollo ha detto...

x fox
certo che e l'unica certezza anche perche' L'UNICA certezza di questa brutta storia c'è l'ha data solo michele misseri il ritrovamento di sarah.
Poi io non prendo brani qua e la' era un esempio .....
della traduzione in macchina aspetteremo l'udienza del perito io non darei per scontato quello che dice in quanto ci sono varie interpretazioni..
Comunque fino ad ora e parlo del processo mi dici quali prove schiaccianti ci sono contro le imputate??

Andrea ha detto...

gentile signor Giacomo, non capisco perchè alcuni commentatori cambino le proprie affermazioni per giustificare a tutti i costi la propria tesi. Finora molti innocentisti (non solo qui, in generale, intendo) hanno esultato (in senso lato) alla notizia che Michele fosse un molestatore, perchè questo avrebbe giustificato l'omicidio di Sarah. Adesso sorge qualche dubbio sulle molestie a Dora, viste le stesse dichiarazioni di Dora, e subito si dice: ma le molestie non hanno alcuna importanza!! a mio modesto parere, le presunte molestie sono fondamentali!! Se Michele non ha molestato Sarah, l'idea che in preda ad un raptus l'abbia uccisa così, solo perchè non gli partiva il trattore, mi sembra piuttosto labile se non ridicola. Un uomo che, a detta di un intero paese e delle stesse figlie, è sempre stato mite, tranquillo, accondiscendente, mai violento, non diventa dall'oggi al domani un assassino!! La letteratura della psicologia insegna che ci sono sempre dei segnali e che i raptus improvvisi non esistono. Ecco perchè continuo a ribadarire: aspettiamo cosa verrà dichiarato nel processo.

Andrea ha detto...

gentile signor Giacomo, non capisco perchè alcuni commentatori cambino le proprie affermazioni per giustificare a tutti i costi la propria tesi. Finora molti innocentisti (non solo qui, in generale, intendo) hanno esultato (in senso lato) alla notizia che Michele fosse un molestatore, perchè questo avrebbe giustificato l'omicidio di Sarah. Adesso sorge qualche dubbio sulle molestie a Dora, viste le stesse dichiarazioni di Dora, e subito si dice: ma le molestie non hanno alcuna importanza!! a mio modesto parere, le presunte molestie sono fondamentali!! Se Michele non ha molestato Sarah, l'idea che in preda ad un raptus l'abbia uccisa così, solo perchè non gli partiva il trattore, mi sembra piuttosto labile se non ridicola. Un uomo che, a detta di un intero paese e delle stesse figlie, è sempre stato mite, tranquillo, accondiscendente, mai violento, non diventa dall'oggi al domani un assassino!! La letteratura della psicologia insegna che ci sono sempre dei segnali e che i raptus improvvisi non esistono. Ecco perchè continuo a ribadarire: aspettiamo cosa verrà dichiarato nel processo.

Andrea ha detto...

Non capisco perchè i post partano due volte. Mi scuso con gli altri utenti.

darpi ha detto...

x andrea- nel suo post vi è una contraddizione, se è vero che michele non ha mai mostrato segni di squilibrio la stessa cosa vale x sabrina visto che non esistono precedenti in cui si è comportata male con sara tranne "la discussione " della sera prima del delitto cosa assai normale tra ragazze..come vede tutto in questo caso ha il suo contrario...saluti

Andrea ha detto...

Gentile Lollo, per quel che è emerso finora, non ci sono prove, ma indizi. Quando l'indizio è uno, si tratta di un caso, ma se gli indizi sono tanti e convergenti, la casualità perde di valore... Non dimentichiamo il caso Franzoni: solo indizi ed una condanna di colpevolezza ribadita in più gradi di giudizio.Ora, io non sono cosa altro emergerà dal processo perchè non prevedo il futuro, ma finora ci sono stati alcuni elementi a favore di Sabrina ed altri contro.Non dimentichiamo poi, le intercettazioni ambientali, come quella in caserma, con Sabrina che cerca di spingere Mariangela a dire una cosa diversa oppure gli sms... è chiaro che finora si ha un quadro parziale, ma i dati emersi finora sono soprattutto contro Sabrina e in minima parte a suo favore... voglio però ribadire che siamo ancora all'inizio, per avere un quadro completo occorre arrivare fino in fondo... anzi, direi, per avere un quadro completo occorrerebbe conoscere tutti gli atti processuali o addirittura seguire le udienze, perchè un conto è una trascrizione, un conto è vedere le espressioni di chi testimonia, le sfumature della sua voce..

Andrea ha detto...

Gentile Darpi, mai detto che Sabrina fosse una violenta!! Ma la Procura ha detto che Sabrina avrebbe ucciso Sarah non perchè violenta, ma per gelosia, in quanto ossessionata da Ivano e l'ossessione è indice di patologia. Ora, dalle testimonianze rilasciate finora, è emerso appunto che Sabrina era ossessionata da Ivano: lo pedinava, faceva scenate di gelosia, parlava sempre e solo di lui, ecc ecc. Di Michele, invece, emerge un quadro di uomo mite, che non aveva mai infastidito nessuno. E un uomo non diventa pedofilo dall'oggi al domani, a meno che non si voglia dare valore alla tesi che più di 30 anni fa abbia molestato la cognata!! Un molestatore non si ricorda di essere tale ogni 30 anni!!

darpi ha detto...

x andrea- altro piccolo particolare fino ad ora è ventuta fuori l'ossessione di sabrina x ivano ma anche nelle ultime udienze è risultato che non avesse nessuna gelosia x sara quindi da dove si deduce questa gelosia ? la procura farebbe bene a spiegare come è arrivata a concludere ciò anche se x me il nodo critico dei p.m. rimane il sequestro ad oggi non visto realmente da nessuno a parte i sogni...saluti

Andrea ha detto...

Gentile signor Darpi, resta comunque il fatto che personalmente non so se Sabrina sia colpevole o meno. A differenza di altri che un pò ovunque sostengono con certezza l'una o l'altra tesi, addirittura scaldandosi ed offendendo chi la pensa in modo contrario, io non ho certezze. Il processo è ancora in corso, anzi, siammo all'inizio, occorre sentire tanti testimoni... occorre valutare tanti aspetti. Ci sono, indubbiamente, alcuni elementi incontrovertibili. Ad esempio, io ho ascoltato le registrazioni dell'interrogatorio di Sabrina, perchè all'inizio erano in rete e, detto schiettamente, l'impressione che si ha è quella di una ragazza che mente. Ma nonostante questo non mi sono voluto far condizionare... la ragazza potrebbe mentire per mille motivi, non necessariamente perchè è colpevole. Ecco perchè attendo di seguire tutto il processo e le decisioni della corte... non ci dimentichiamo che Alberto Stasi appariva a tutti colpevole ed è stato assolto... come è accaduto nel delitto di Perugia.

Andrea ha detto...

Gentile signor Darpi, purtroppo che Sabrina fosse gelosa di Sarah è sì venuto fuori! Dico purtroppo, perchè mi fa male il solo pensiero che una ragazza poco più che ventenne possa essere un'assassina. Sabrina era gelosa di tutti, ha fatto una scenata anche sproposita ad una ragazzina, la sera al pub...era anche un pò invidiosa del fisico di Sarah, come dimostra un sms ad Ivano... e sugli sms non ci posso essere dubbi.... scripta manent... ora..questo è, sia chiaro, il mio giudizio da esterno.. da persona che non conosce i fatti processuali, gli unici ad avere valore.Sono quindi abbastanza sereno in questo senso perchè, come ho ribadito più volte, ho fiducia nei giudici Misserini e Trunfio, non in quanto magistrati, ma in quanto Misserini e Trunfio!!

Andrea ha detto...

Gentile signor Darpi... secondo me la storia del sequestro sarà oggetto di un lungo e feroce dibattito in aula... ora, ragionando per logica, appare assurdo non che una persona abbia potuto fare un sogno così preciso e dettagliato, ma che lo ricordi nei minimi dettagli dopo mesi e mesi...appare assurdo che gli orari del sogno coincidano con quelli dei fatti accaduti... appare strano che le manovre azzardate fatte dall'auto nel sogno coincidano con le manovre azzardate descritte dal geometra nella sua deposizione...vi sono poi dei dati di fatto: 1 il fioraio ha dapprima deposto, riletto la propria deposizione e firmato il verbale, per poi dire guardate vi siete sbagliati, sognavo!! Lui ha riletto il verbale... poteva rifiutarsi di sottoscriverlo... 2 c'è un'intercettazione telefonica che riguarda la suocera del fioraio... la donna dice non ricordo a chi che il fioraio le avrebbe parlato del fatto come realmente accaduto, non come un sogno... comunque vedremo che cosa dichiarerà il fioraio in tribunale.

magica ha detto...

x andrea ..
i tuoi commenti fanno..acqua marcia ,, da tutte le parti ,
allora le molestie le ha dette michele .. le aveva toccato il sedere poco tempo prima .. poi lo dice anche al ritrovamento della nipote .
se sono balle queste affermazioni ,perchè non sono balle anche le altre? e ne ha dette molte . poi penso caro ? no!....anonimus che tu senta odio verso chi ti contrasta ... io ho percepito questo ed ho alzato i tacchi andandomene da dove sono partita .. mi costringevi ad avere lo stesso sentimento .. ho preferito andarmene.. . .

magica ha detto...

xfox.
scrivi che chi commenta come innocentista debba essere indagato . l'ho letta varie volte negli interventi dei coplevolisti .. certo siamo esseri inferiori? la plebe? che deve sottostare a tutte le malefatte dei potenti? con questo non asserisco che chi sta indagando stia commettendo abusi .. stanno facendo un processo come si usa nei paesi democratici .. oppure ti piacerebbe la cina o cuba? la' esiste la pena di morte .. una bella soluzione scritta da qualcuno e piu' volte letta nel tuo sito e nei blog .. ma non ho mai letto che qualcuno dissentisse a questi commenti ,, anzi si da' il benvenuto . e lo si accoglie con simpatia . basta che sia contro le misseri
lo avete capito tutti chi fu ad infinocchaire misseri ,, ma nonostante lo escludete .. questa è ipocrisia ,

magica ha detto...

ho poco tempo ma rileggendo i commenti

andrea? certo puo' essere che in altri tempi la sarah potrebbe aver suonato il campanello mentre la zia riposava a casa misseri e per questo ripresa dalla zia .. mah ci sra' stato un comportamento diverso ultimamente ,, lo dice anche claudio il fratello . poi l'ok di srah per confermare l'arrivo o la lettura del' sms .. perchè' andrea vuoi affermare che continuo' a suonare il campaanello?.. roba da matti ti arrampichi sugli specchi ..

Fox ha detto...

Magica ... chi sta indagando sta cercando di fare giustizia solo e soltanto per la piccola sara, poi mi rincresce dirlo, ma forse non capisci il senso delle parole quando leggi, io ho scritto, e come penso tanti altri, che per difendere ciò che affermate, non esitate a gettare fango su PM, magistratura, sulla povera famiglia della ragazzina e chi più ne ha più ne metta... limitatevi a scrivere i motivi per cui pensate che le due donne sono innocenti non offendendo nessuno!

Saluti!

lollo ha detto...

per andrea:
bravo solo indizi, prima del processo poi è cominciato e gli stessi si stanno sgretolando udienza dopo udienza:
1. La lite 2. gelosia 3. ripicca per la storia dell'amplesso con ivano; 4. gelosia patrimoniale;5. orario di arrivo a casa misseri, 6. sogno.

1. La lite dopo le dopisizioni dei testi sparita e se hai seguito l'udienza o letto le trascrizioni ridimensionato a un rinfaccio.( tra cui la stessa frase la dice concetta a sarah qualche giorno prima......quindi)

2 Gelosia tutti i testi confermano che NON esiste gelosia tra le due anzi sono come sorelle,

3. La storia di ivano scopriamo dalla deposizione di claudio scazzi che sabrina e ivano non sapevano chi lo avesse detto a lui, quindi quale ripiccca

4.La gelosia per l'eredità lo spiega Concetta che è avennuto tutto nel 2009, quindi all'epoca dei fatti e su specifica domanda dell'avv. di Cosima i rapporti tra le due famiglie e buono;

5. I vari orari 15 testimoni 10 orari diversi di avvistamento di sarah e ogni testimone esclude l'altro.

6. Lei ha ragione del sognoche coincide con quanto visto dal geometra ma deve essere preciso e dire che c'è 45 minuti di scarto tra i due racconti e che se buoni o l'uno o l'altro la riscostruzione della procura e sballata.

basta leggere la confessione qui affianco del misseri del 5 novembre
per capire come si sono ingegnati (Male) per tirare dentro sabrina, sia il suo avvocato che la D.ssa Bruzzone, da quella trscrizione capisci tante cose e non c'e' nisogno di audio si capisce benissimo...

Poi per quanto riguarda STASI PERUGIA e tra poco anche via POMA,sono tutti casi mediatici dove erano tutti colpevoli ma hanno tutti un filo conduttore, sono tutti casi enormemente mediatici dove la stampa e tv con i vari "giornalai" hanno contribuito a mescolare le acque già torbide di queste brutte storie, solo per il dio Audience o tiraggio,e infatti tutti assolti o quasi

carla ha detto...

ciao magica,sul riguardo di infinocchiare intendi la stessa cosa che penso io?.....perchè mi sembra impossibile che altri non abbiano notato,come già spiegato da dove è partito l'accusa alla figlia,il che non è partito dai inquirenti,che sono stati i consulenti ad invitare i inquirenti ad ascoltare michele,perchè questo lo dichiarò la dott.sa bruzzone a porta aporta......per me è stato indotto e niente mi toglie il pensiero che lui michele in quella circostanza ha cercato di trovare una scappatoia......
sul riguardo della intercettazione ,a parte che bisogna vedere se si tratta una giusta interpetazione,però ognicaso,pur lasciando le cose così:-vi scoprirò....ecc.-scusate si sa cosa si legge che senso ha "vi scoprirò..."con ilfatto che stesse coprendo la figlia,quando stesse andando a farsi interogare,che la quale si autoaccusò?!....non c'è ne motivo di scoprire,quando si pensa che tutto sia stato studiato a tavolino che lui doveva essere carpio espiatorio......che cosa doveva scoprire se lui era al corrente di tutto?......oppure in secondo tempo quando lui parla sul fatto " che muccia sabrina...."anche lì è da rivedere nel complesso del discorso.....a mio parere l'ho inteso visto che gli si era riferito che sabrina si trovava in carcere,lui afferma a riguardo cosa cercano in sabrina che può mai nascondere sabrina? che lui intenda questo......
in cui si contraddice dal fatto che michele non era ignara dal fatto se si tratta di sospetto sia stato tutto organizato che doveva prendersi la colpa......non so se mi sono spiegata ,perchè sinceramente ho fatto fatica pure io a mettere insieme le cose ....in pratica risulta che lui in qualche modo sapeva finchè si tratti che l'hanno costretto di prendersi la colpa,ma nello stesso tempo risulta che non sappia cosa sia successo tra sara e sabrina.....certo all'incidente probatorio ha sparato il discorso del cavaluccio.....ciao
x max è vero che ora si costruisce con tutto quello che viene fuori al processo,ma il dubbio mi rimane che non ci sia l'influenza di quello che c'è stato prima .....poi basta vedere certi giornali come tu stesso hai notato,che ognuno tende di cambiare qualcosa da quello che si dica al processo e si continua ad influenzare il publico.....non si può ignorare che qualcosa di anomalo c'è in questo caso......certo dovrei armarmi di pazienza ed aspettare a vedere ,come si conclude questo processo,speriamo che si chiuda in maniera giusta,che questa sara abbia la giustizia fatta e tanto vale per la madre di sara che le hanno tolto la figlia......saluti

ps scusate se non scrivo un perfetto italiano,perchè sono uscita solo con la terza media e con l'insuffienza all'italiano e non sono una scrittrice come si puo vedere.....scrivo da un anno a questi parti su questo caso e mi esprimo meglio che posso,sperando di essere comprensibile di quello che scrivo,al caso contrario mi scuso.....grazie e saluti a tutti.

darpi ha detto...

x andrea- vale la pena riepilogare il sequestro, il fioraio disse del sequestro quasi subito tanto che i familiari già sapevano salvo essere chiamato da una segnalazione della fatidica pisanò dai cc dove dichiarò ciò che pensava fosse avvenuto ma non firmò il verbale tanto che non è agli atti il giorno dopo ritornò in questura x dire che si erra trattato di un sogno quindi valore giudiziale zero...non contenti ip.m. andarono in germania a sentire certa vanessa parente del suddetto che confermò anche lei il sogno..comunque credo che rimarrà difficile per i p.m. far combaciare il sequestro con gli orari e i cellulari tutto questo allo stato delle cose oggi se poi cambia il quadro vedremo ..saluti

Ivan ha detto...

x Andrea

Lei trascura due episodi in cui Misseri lancia una pietra e poi un'accetta contro la moglie, per cui non si può affermare che "a detta di un intero paese Michele Misseri era un uomo mite". Proprio quegli episodi (che risultano da sms di Sabrina mandati molto prima del delitto, quindi incontrovertibili) dimostrano come la vox populi (che ha già condannato le due recluse) può sbagliare.
Dell'sms in cui Sabrina dice: è così magra che mi fa + male è stata data la spiegazione che intendeva riferirsi al fatto che le facesse male standole appiccicata addosso e non la considererei una spiegazione risibile (a meno di non voler pretendere di conoscerne il senso meglio dell'autore).

Quanto al sogno del fioraio, io ribalterei l'analisi: la quantità di dettagli riferiti non è strana per trattarsi un sogno, ma è strana per trattarsi di una scena reale, in quanto mentre si guida non si può fare caso a tanti particolari, o se vi fa caso in quel momento non li si "trascrive" nella memoria perchè di scarso significato.
Se Cosima fosse stata vista dal fioraio e come dice questi si fosse accorta di essere stata vista non avrebbe ucciso Sarah, e Sabrina non avrebbe creato quella messinscena dei messaggi, perchè ormai inutile. Non potevano sapere in anticipo che (per motivi assolutamente imperscrutabili) il fioraio si sarebbe tenuto tutto dentro.

Quanto al fatto che Sarah evitasse accutatamente negli ultimi tempi di suonare il campanello, questo è stato confermato da Claudio Scazzi per averlo visto con i suoi occhi.

Ivan

magica ha detto...

x fox..
è sempre la solita cavolata che non capisco quello che leggo .. lo capisco molto bene ma sai sorvolo xchè sento cavoli a merenda .. credete che altri non abbiano letto e non si siano fatte le loro convinzioni?. dunque quello che asserisci te e altri a me non interessano -.. oppure dovrei scrivere rispondendo a chi dice frasi che sono sempre le stesse .(obsolete) e di qua e di la' . considerazioni che mi paiono sciocchezze .. io considero la logica e fedele alla mia ipotesi .. non cambio .. michele è colpevole . io deduco cosi' ..

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Vito da Catania,
la natura delle confessioni di Misseri (tutte, a mio parere) va determinata con il vanto fatto dai SS. Inquisitori, in barba al'art. 61 del CPP e degli altri (concernenti appunto la doverosa spontaneità della confessione), di aver ottenuto già la prima volta una confessione tramite tecniche di natura suggestiva, da "suggerire" e non da "suggestione" (che è sentimento interiore). Questo vanto dimostra che l'avvocato Galoppa e la dott.ssa Bruzzone hanno cooperato con i SS. inquisitori, non agito soltanto di propria iniziativa (ricorderà che, in un primo momento l'avv. Galoppa chiese, viceversa, una perizia psichiatrica sul suo patrocinato). Di qui, al momento della ricusazione di Galoppa, l'ira degli steesi SS. Inquisitori contro gli avvocati Russo e consorte, e contro gli altri due nuovi difensori di Michele Misseri, abusando vergognosamente dei loro poteri, come lo stesso proscioglimento degli avvocati ha poi largamente dimostrato. Suppongo che il comportamento di Galoppa sia stato condizionato da minacce nei suoi confronti, se non cooperava come ha cooperato.

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Signor Fox (Volpe in italiano o Zorro, in spagnolo...), a Sua differenza io metto tanto di nome e cognome, e sono reperibile in qualunque istante per ciò che dico e ciò che scrivo. Non amo gli anglicismi, e non parlo affatto di "location": sono Italiano, parlo esclusivamente in italiano!
Siccome non ero presente in casa Misseri in quel momento, né prima, né dopo, né mai (probabilmente), non posso sapere se Cosima dormisse, fosse sveglia o non fosse in quella casa. Nè la cosa mi riguarda, né mi interessa: ho già detto, stradetto e ripetuto fino alla noia che, a mio modesto ma convinto parere, in quella casa non è avvenuto nulla, perché nulla vi si è trovato. E non ripeta le solite domande retoriche da gazzettiere. La vostra obiettività è data dal ripetere ossessivamente le baggianate e le assurdità dei SS. Inquisitori tarantini. Il non-sequestro dell'intera casa dimostra, sul piano delle indagini giudiziarie, che sanno benissimo che lì non è avvenuto nulla, e lo sapevano fin dall'inizio. Il fatto che lascino Misseri a casa e non lo abbiano ancora chiamato a deporre e a dire la sua ultima eventuale versione in processo, dimostra giudiziariamente che sanno benissimo che non c'entra nulla col delitto. Il resto si deduce per via logica. Quattro avvocati denunciati, di cui tre prosciolti, una gabbia iniquamente inserita in un processo, ancorché poi lasciata vuota, dimostrano che la loro è vendetta personale e sistema persecutorio contro le Misseri, ree di non aver accettato la storia del "cavalluccio" con cui chiudere il caso come incidente colposo.

Manlio Tummolo ha detto...

Su "La Gazzetta del Mezzogiorno" di nuovo c'è che i SS. Inquisitori si stanno scatenando anche con la psicologa del carcere accusata di aver mentito sul numero di incontri o che altro con Misseri. Ma qual è il reato ? Menzogne di uno psicologo ? Art. ? Naturalmente il bravo GIP Rosati, sempre lui (deve essere l'unico GIP della circoscrizione) ha mandato avanti la cosa. Chissà che cosa se ne ricaverà. Sta di fatto che chi testimonia a favore dei Misseri è rinviato a giudizio, chi si adegua alla SS. Inquisizione è lodato e premiato. Equità ed equanimità che comprovano la natura di quell'ambientino imparziale. Mi auguro che prima o poi qualcuno cominci ad interessarsi di quella brava gente sicuramente spinta da spirito domenicano e caritatevole. Vogliono salvare l'anima ai bugiardi. Peccato per loro che l'Illuminismo abbia vietato l'uso della tortura, se no, chissà quale godimento avrebbero nel salvare le anime !

Fox ha detto...

Per favore Dott. Tummolo, la bimba è stata ritrovata dopo ... una quarantina di giorni? In quel momento si parlava di una ragazzina scomparsa, nel frattempo pero' i bravi membri di famiglia avevano avuto tutto il tempo di ripulire la casa in ogni piccolo particolare.... e di intercettazioni ce ne sono, che si riferiscono a questo.... In merito al "cambio di posto" del processo (forse si capisce meglio) mi può spiegare in base a che cosa avrebbe voluto questo?

Saluti!!!

darpi ha detto...

x manlio- anche se i p.m. hanno mandato a giudizio una psicologa dovranno x forza di cose trovare qualcosa contro l'altro psicologo che ha affermato le stesse cose ..vedremo

Manlio Tummolo ha detto...

Signor Fox, 40 o 100 giorni dopo, visto che tracce si possono trovare anche dopo decenni (lo dimostrano il caso di Via Poma e quello di Pordenone, ed altri meno noti), andava fatto PER LEGGE immediatamente dopo aver "scoperto" o supposto che vi fosse avvenuto un omicidio. Non c'è nessun termine di tempo. Lo stesso garage venne sequestrato in ritardo e per pochi giorni. Se la finiste di ripetere sempre le stesse manfrine a pro dei più potenti, che hanno già di per sé troppi strumenti di sopraffazione sul cittadino, sarebbe una gran cosa. Ognuno è libero di pensare come vuole, ma non scocciare gli altri ripetendo sempre le stesse frottole. Il sequestro dell'intera casa era un atto dovuto, obbligatorio, necessario per le procedure di indagine. Gli abitanti della casa dovevano essere allontanati, come si fa in tutte queste analoghe situazioni. Se lo capite, bene, se no fa lo stesso ! Non si può abusare della pazienza altrui. La richiesta di trasferimento delle indagini in luogo ben lontano da Taranto (a mio parere. Bolzano o Aosta), presentata dalla difesa, doveva essere eseguita dalla Cassazione inevitabilmente dopo la presentazione della denuncia della Camera Penale Romana, creandosi un'evidente incompatibilità. Anche qui se si vuole capire bene, altrimenti è inutile discuterne ripetendo sempre le stesse cose. Abbiamo capito che amate la SS. Inquisizione, probabilmente avete rapporti diretti con essa, ne siete succubi o che altro, ma con me tutto ciò non attacca. Rivolgetevi ad altri, io personalmente ho già detto, ripetuto e riaffermato il mio modo di vedere e non mi faccio convertire da slogans propagandistici, e con coloro che, non firmandosi con nome e cognome, si fanno coraggio difendendo il più potente tra le varie parti in causa, non ho intenzione di discutere ulteriormente. Se non siete d'accordo, non me ne curo affatto. Spero di essere stato sufficientemente chiaro ed esaustivo !

Manlio Tummolo ha detto...

Quanto alle intercettazioni, esse, riportando frasi spezzate, incomprensibili, quasi sempre nel dialetto locale, manipolate e manipolabili, interpretate secondo i comodi dei SS. Inquisitori, analizzate semanticamente non dicono assolutamente nulla. Sfido chiunque a trovare una frase chiara del tipo "Abbiamo ucciso Sarah e l'abbiamo sepolta nel pozzo". Solo di fronte a frasi esplicite, chiare, incontrovertibili, non interpretabili, di significato evidente, solo allora le intercettazioni possono considerarsi prove. Il resto è fumo, chiacchiera, propaganda, slogan. Su Cosima e Sabrina non vi è alcun elemento, nel primo caso nemmeno le versioni del marito, nel secondo solo dichiarazioni estorte vilmente ad un individuo debole e facilmente condizionabile allora, stando per la prima volta in galera, cosa che oggi non corrisponde più. Perché non è stato interrogato per primo al processo ? Perché non si cerca di capire per quali ragioni ha dato 8 versioni di un fatto ? Perché non si vuole la verità, ma solo vendetta su due donne che non si sono fatte infinocchiare dai SS. Inquisitori, non hanno ceduto sull'incidente colposo, sul "cavalluccio" ed altre facezie inventate dalle loro menti furbesche per chiudere il caso senza troppo sforzo. Intimidazioni ai testimoni, agli avvocati, ai consulenti tecnici, sono elementi gravissimi che il Consiglio Superiore della Magistratura e la corrispettiva Procura devono indagare con estrema attenzione.

Fox ha detto...

Dottor Tummolo, il fatto che l'omicidio sia avvenuto per strangolamento, penso che possa giustificare l'assenza di tracce significative, oltretutto quelle poche tracce che forse potevano dare un aiuto, sono state opportunamente eliminate (le parlo della corda o cintura, abiti della piccola e quant'altro). Quindi secondo il mio modesto parere dopo la confessione e il ritrovamento del corpo, sarebbe stato quantomeno superfluo mettere la casa sotto sequestro. Tenga presente che Michele proprio per convincere i giudici della propria colpevolezza, li indirizzò verso l'analisi del compressore in garage se ricorda.... hanno trovato qualcosa di interessante? mi risulta di no!

Inoltre lei dice: "La richiesta di trasferimento delle indagini in luogo ben lontano da Taranto (a mio parere. Bolzano o Aosta), presentata dalla difesa, doveva essere eseguita dalla Cassazione inevitabilmente dopo la presentazione della denuncia della Camera Penale Romana, creandosi un'evidente incompatibilità."

Mi scusi continuo a ignorare questa "evidente incompatibilità", forse lei è più "ferrato" in materia e mi puo' spiegare meglio?

Concludo dicendo che, io non amo ne la SS. inqusizione e ne la magistratura, ma amo che venga fatta giustizia per la piccola, ma "vera giustizia", e non che venga fatta mandando in galera la persona sbagliata! "Ognuno deve pagare per le sue colpe"



cordiali saluti Dott. Tummolo

darpi ha detto...

un'altra cosa non mi sovviene quale interesse pùò avere una psicologa a dire il falso? i p.m. ogni volta ragionano a modo loro ma dovrebbero riflettere xchè con la deposizione dell'altro psicologo rischiano il boomerang come è successo con gli avvocati indagati e poi prosciolti meno uno che probabilmente verrà assolto anche lui...mah!!!

Fox ha detto...

@Darpi: ti giro anche io una domanda: che interesse può avere una criminologa (che non conosceva minimamente nessun personaggio della famiglia) ed un avvocato d'ufficio e sottolineo "d'ufficio", a far testimoniare cose non vere al proprio assistito? E come mai queste due figure non sono state indagate per aver istigato il proprio assistito a dire cose non vere?

darpi ha detto...

x fox - il mproblema è un altro e cioè che due medici del carcere hanno testimoniato una cosa ,i p.m. ne hanno indagato uno ma basta che l'altro confermi e anche il primo risulta attendibile e poi cosa c'entrano galloppa e bruzzone qui stiamo discutendo di quello che michelle ha detto ai dottori e voglio vedere il 4 luglio su quale base contesteranno gli psicologi.. d'altra parte il motto dei colpevolisti sta sempre nel detto " che interesse avevano i testimoni a dire cose non vere" bene e che interesse ha un dottore che non è coinvolto nel caso di dire il falso? ciao

Fox ha detto...

Scusa Darpi... tu hai postato dubbi sulla convenienza o no di una psicologa a dire il falso... ho letto bene? Io ti ho postato una domanda simile ma con soggetti diversi, se così si puo' dire! Mi sono spiegato meglio?

darpi ha detto...

x fox ma infatti le domande sono complementari ed entrambe non hanno una risposta se non che o c'è del dolo in entrambe ma chi può dire che galloppa e bruzzone sono in buona fede e gli psicologi no? i p.m. sanno che se confermate le testimonianze deidottori potrebbero incrinare il loro quadro accusatorio mentre galloppa e bruzzone lo confermano ed è chiaro che la procura cercherà sempre di difendere i due che portano acqua al loro mulino ma rimane sempre il dubbio: a meno di essere stati pagati da qualcuno quale è l'interesse dei dottori di dichiarare il falso? ciao

lollo ha detto...

x fox
basta ascoltare l'interrogatorio di michele missseri il 6 ottobre, il galoppa non sembra n avvocato d'ufficio, dove a qualsiasi domanda sconveniente consiglia al suo assistito di non rispondere, ma anzi e proprio lui che fa le domande insieme ai PM....solo se era di fiducia poteva essere al di sopra di ogni sospetto, vedasi la richiesta di perizia psichiatrica i Pm sconsigliano e lui non la richiede più...ridicolo, per quanto riguarda la Bruzzone se e seria nel suo lavoro non va a porta a Porta a parlare del caso o della querela al misseri.. ecco perchè, tutti gli altri dai testimoni ai dottori sono tutti stati MINACCIATI con indagini

Anonimo ha detto...

Dei tre operatori carcerari chiamati a testimoniare, il cappellano del carcere è il depositario della prima “confessione” del Misseri. La sua deposizione sarebbe stata interessante e avrebbe potuto portare luce alla vicenda. Ovviamente non ha parlato, rispondendo anche sdegnosamente ad una sollecitazione del prof. Franco Coppi, trincerandosi dietro al segreto professionale. Va ricordato che durante l’incidente probatorio, presente Sabrina, il Misseri dichiara: “Quando sono arrivato in carcere ho parlato con il prete don Saverio e mi sono confessato… e mi sono scaricato tutto il peso che avevo“. E ancora “Don Saverio ha detto, tu devi dire tutta la verità, se non dici la verità questo peso ce l’hai sempre sopra“. Incalzato dal Gip, Misseri in quell’occasione dichiara che già due giorni dopo il suo ingresso nel carcere confessò a don Saverio quello che avrebbe detto ai magistrati quasi un mese dopo. “Che era stata Sabrina?” gli chiede il Gip “Si, questo ho detto io“. Chi ha avuto più influenza sul Misseri,gli psicologi o il sacerdote?
giuliano

Fox ha detto...

x Lollo... Si è detto che era proprio un avvocato d'ufficio ed a parte tutto è proprio questo il mestiere dell'avvocato, aiutare il proprio assistito (ed apro una parentesi... adesso Michele ha un avvocato che lo sta aiutando a dichiararsi colpevole....non mi ricordo altri casi del genere nella storia della giustizia italiana). Perchè poi solo se era di fiducia poteva essere al di sopra di ogni sospetto? Anzi io la vedo al contrario (Vedi l'avv. De Jaco per esempio che con tutto il rispetto sembra sempre arrampicarsi sugli specchi ogni qualvolta gli si fa una domanda un po scomoda). Per quanto riguarda la Bruzzone, lei come tutti non avrebbe dovuto partecipare alle varie trasmissioni televisive, ma visto che lo stanno facendo tutti i protagonisti di questa vicenda, perchè proprio lei avrebbe dovuto declinare?

Saluti!

darpi ha detto...

x giuliano- resta il fatto che non vedo perchè gli psicologi si sarebbero inventati i discorsi di michele con loro ,non credo che fossero parenti e il sacerdote vale il fioraio a livello giuridico se non parlano ( il prete è giustificato) x legge non può far parte degli atti ..punto saluti

emax/massimo prati ha detto...

Fermi tutti. Non si può inserire un articolo di Nazareno Dinoi e dire che quanto scritto è la verità quando quel giornalista la verità non la scrive mai (ho scritto un articolo sulle sue mezze verità, tutte provate dopo l'uscita dei verbali del processo che manco si assomigliavano a quanto da lui riportato). Quanto postato da giuliano è un articolo in cui il Dinoi accomuna due cose ben distinte, lontane un anno una dall'altra, facendo intendere siano concordanti quando invece non lo sono affatto. Lui parte col parlare dell'udienza preliminare, quella presieduta dal gup Carriere, ma finisce per inserirvi l'interrogatorio di convalida d'arresto fatto dal Gip Rosati, presenti il galoppa e la bruzzone, quello in cui il Rosati capì che era innocente dal fatto che non si spostava dal raggio di azione del condizionatore.

Parliamo solo dell'udienza fatta davanti al gup Carriere, l'altra non vale più nulla nell'economia del processo perché si torna a dover considerare quanto dice il Misseri del suo ex legale (ci penserà un giudice al momento opportuno a stabilire se è stato indotto a parlare in un modo o in un altro).

Il giorno in cui il sacerdote fu chiamato in aula e non volle parlare, pur incalzato dal Coppi, il Misseri disse al giudice che avrebbe potuto dire lui quanto aveva confessato al prete. Quindi di fronte allo stesso Don Saverio ribadì di avergli sempre detto di essere l'unico colpevole.

Questo per la precisione è ciò che è accaduto in aula. Il resto è la solita mezza verità del Dinoi.

Massimo

Ivan ha detto...

Che Misseri, fedele alla linea che si era imposto (confidando in forti sconti di pena per lui e la figlia se passava le tesi del "cavalluccio"), al Gip che gli chiedeva: “Che era stata Sabrina?” possa aver risposto: “Si, questo ho detto io“ non dice nulla del contenuto genuino e autentico della confessione; Misseri era lì per recitare una parte e l'ha recitata sino in fondo. Quando risponde “Si, questo ho detto io“ non parla della confessione, ma ripete la lezione che aveva imparato a memoria. Come la Gertrude manzoniana quando viene interrogata sulla sua vocazione: "L'esaminatore fu prima stanco d'interrogare, che la sventurata di mentire".

Supponendo che al cappellano possa aver dato una versione diversa da quella data agli psicologi occorrerebbe anche trovare una giustificazione a questo singolare comportamento.

Se non ricordo male Don Saverio il giorno dell'udienza davanti al Gup era sorridente, almeno così viene riportato; non che questo voglia dir molto ma l'impressione che se ne può trarre è che non vi fosse stata discordanza tra la confessione e quanto il Misseri aveva detto quel giorno in aula, quando di di fronte allo stesso Don Saverio ribadì di avergli sempre detto di essere l'unico colpevole.

Ivan

Manlio Tummolo ha detto...

Al solito si vuol fare della sofistica di bassa lega, procedendo all'infinito sempre sulle stesse cose (la ripetizione infinita non è dimostrazione). Intanto: quando fa comodo Sarah è una "bambina", ma che diventa una rivale pericolosa quando fa comodo dirlo (ad uso e consumo dei SS. inquisitori); quando si strozza qualcuno, è stato sostenuto che (io non lo so, non avendo mai strozzato qualcuno, finora almeno), lo strangolato si orina addosso e perde sangue dalla bocca ; quando non fa comodo questo asserto, allora lo strangolato non perde nulla e non lascia tracce. L'arma del delitto è sparita, quando fa comodo, però si sa tutto di essa (corda che si trasforma in cintura e, come nei miracoli dei maghi d'Egitto, si trasforma in serpente o che altro). C'è la versione del Misseri che Sarah, cadendo sul compressore, ha battuto la testa, quindi avebbe lasciato tracce, ma poi di queste, stranamente, non si trova nulla. Se la scienza investigativa si facesse bloccare dall'uso di Spic & Span o qualche altro prestigioso detersivo, sarebbe assai povera cosa. Utile o inutile che sia, il sequestro è d'obbligo ogni qualvolta sia avvenuto in quel luogo un omicidio: ma è tanto duro da capire ?
Ora, cari amici della SS. Inquisizione, è da oltre un anno che si discute su questo: cerchiamo, almeno, di essere logici e coerenti in ciò che sosteniamo. DOVE NON C'E' ALCUNA PROVA VERIFICABILE, LI' NON C'E' NULLA, SE NON LA FANTASIA, CHE ACCUSI I DOMICILIATI DI QUELLA CASA. L'INESISTENZA DI PROVE NON E' UNA PROVA DI COLPEVOLEZZA DI QUALCUNO. E' INUTILE INSISTERE SU VAGHE ILLAZIONI. Guardate il caso di Via Poma dover persino residui e tracce sono interpretabili variamente, figuriamoci dove tracce e prove non vi sono! Arrampicarsi sugli specchi significa, o far cadere lo specchio o cadere da sè; nell'un caso come nell'altro, ci si fa male e basta. Sentire Misseri per primo, al processo, era doveroso, e il girare intorno alla questione di partenza con i pettegolezzi e le illazioni farà sì che la giustizia per Sarah, tanto invocata da ogni parte, diventerà solo una cattiva recita e un cattivo spettacolo.

Sirenetta galatica Francy ha detto...

x Carla : la cosa che mi chiedo e' come mai Cosima e' finita in carcere. che prove c'erano contro di lei ? e dato che sua figlia Sabrina era in carcere, che motivo avrebbe avuto per scappare ? come avrebbe potuto abbandonare sua figlia ? non ha senso..... eppure, nonostante tutti i famosi "sogni" del fioraio Giovanni, sono sempre più convinta che abbia fatto tutto Michele. ciao baci t.v.b

magica ha detto...

xfox.
hai scritto che michele ha un avvocato che lo aiuta a dichiararsi colpevole )? che dovrebbe cpmportarsi questo avvocato secondo te .. insistere sull'innocenza di michele mentre michele si confessa colpevole?.

Fox ha detto...

x Magica: ricorda che Michele allo stato attuale, non risulta imputato come possibile autore dell'omicidio. E' proprio per questo l'avvocato deve difenderlo solo per il reato di occultamento, ma ci metterà del suo per farlo imputare anche per omicidio... a buon intenditore poche parole!

magica ha detto...

x fox,,
michele è autore dell'omicidio . e di occultamento . lo dice lui .
non hanno prove di altri colpevoli .. sono solo supposizioni che non trovano riscontri .. .
è inutile inventarsi gelosie invidie o sequestri .. non sono dimostrabili questi indizi ..
è inutile fox .. che insisti . non regge l'impianto accusatorio ..

magica ha detto...

x fox..
basta leggere il post di giuliano scritto sopra x comprendere come vi comportate voi colpevolisti .. lo sapete che certi giornalisti scrivono menzogne e non si sa per quale tornaconto ..
( deve esserci un tornaconto ).... ma nonostante vi incaponite a scrivere anche voi belle balle ,, e credete che che chi legge non abbia vuto le proprie fonti di notizie .. magari quelli che vi credono diventano sempre piu' forcaioli ..

lollo ha detto...

x magica
oltretutto si spacciano all'udienze quando sono a migliaia di Km di distanza.
Leggono e sentono i vari"giornalai" nominato sopra o come quella inviata da porta a porta mi sembra la Santoro che per il TORNACONTO dell'Audience o del clic o per qualche copia in piu o addirittura per qualche ospitata in tv,
mentre scritori come
Max o come la Corbi, o non vengono invitati alle trasmissioni o addirittura ignorati.
Come la corbi quando ando' a la vita in diretta con un faldone di carte di indagine e sburgiardo il giornalista del corriere della sera che che era lì.
Questo per dire come dice il dr Tummolo, non sanno di cosa paeìrlano

Manlio Tummolo ha detto...

Lo si è detto tante volte, ma non serve a nulla. Il saggio proverbio "a buon intenditor..." è ignorato, e pure quello sul sordo. L'occultamento di cadavere si fa quando perlomeno si è complici di omcidio; nessuno occulta il corpo di una nipote uccisa in casa (?), solo perché la figlia glielo chiede. Cerchiamo di essere seri. Se è vero che Misseri ha occultato il corpo di Sarah, è ineludibile che sia il complice dell'assassino (non necessariamente in casa) o che sia egli stesso l'assassino. O fa comodo non capire o non si è in grado di capire che non si occulta (sopprime, dicono i SS. Inquisitori) un corpo umano (della nipote della moglie ! uccisa in casa !!) come se si trattasse di un animale morto nel cortile. Ecco un altro punto di incongruenza di questa SS. Inquisizione, di cui spero dovrà un giorno o l'altro rispondere.

Fox ha detto...

Per il Dottor Tummolo: Michele è imputato solo per occultamento perchè sulla scena dell'omicidio non C'ERA!

Lollo mi sa tanto di Carla, Chiara!

Anonimo ha detto...

e quale sarebbe la scena dell'omicidio , visto che prove non ce ne sono?
P

Bingo P.A. ha detto...

Max, solo una precisazione.

Il teste Bruno Scarciglia ovvero la persona a cui il Misseri avrebbe confidato che "Sara non sarebbe mai scesa in garage", NON É, nel modo più assoluto, un parente. É solo un vicino di casa. Quella dell'esistenza di una parentela tra i due (Scaricglia e Misseri) è solo una delle tante mistificazioni giornalistiche.

darpi ha detto...

x fox- che michele non era sulla scena dell'omicidio lo dicono i p.m. peccato che senza di lui la procura starebbe ancora a cercare sara... ma chissà forse era solo di passaggio al pozzo mentre raccoglieva fagiolini... ciao

Bingo P.A. ha detto...

Un'altra precisazione.
Non riguarda l'autore dell'articolo ma un commentatore (Andrea 21 marzo 2012 14:02:00 CET).
Falsa è l'affermazione con la quale si vuol far credere che il sequestro di Sara raccontato dal fioraio, trova riscontro nella testimonianza del Geom. La Stella, falsa e assolutamente tendenziosa.
Il fioraio racconta di aver visto l'auto di Cosima Serrano "ferma" in Via Umberto I. Lo stesso teste non riferisce di "manovre strane" fatte da quel veicolo.
Il Geom La Stella, al contrario, afferma di aver notato un veicolo di colore "chiaro" (o bianco se fa più comodo) effettuare una manovra strana su una strada che incrocia Via Kennedy (presumibilmente si tratta di Via Raffaello) e cioè ad una distanza di circa trecento metri da Via Umberto I.
Come queste due circostanze possano riscontrarsi a vicenda è davvero un equilibrismo (eufemismo) mentale degno del peggior scrittore di libri gialli.

Manlio Tummolo ha detto...

E si continua con vuote illazioni: se Michele ha occultato, Michele ha ucciso o cooperato con gli uccisori; se Michele non ha fatto né questo, nè quello, non ha neppure occultato nessuno. L'insistenza, tra l'altro, senza uno straccio di elemento nel ripetere sempre le medesime cose, dopo aver venti volte girato frittate, ma sempre e solo allo scopo di fare di Sabrina la colpevole principale con l'aiuto della madre, non serve a nulla, perché tutta la storia ruota SOLTANTO su quanto Michele Misseri, di vero o di falso qui non importa rilevare, ha affermato o gli è stato fatto affermare con i soliti sporchi trucchetti tipici delle polizie tradizionali ed autoritarie di antica e mai sufficientemente sprezzata memoria. Come si fa ad affermare con la solita impudenza chi fosse o non fosse presente al delitto senza affermarsi a propria volta presente al deltto ? sulla base di dichiarazioni altrui ? Di chi ? Evidentemente solo del Misseri, il quale unico affermò, provvisoriamente, che fosse stata presente la figlia. Chi altri ? Nessuno. Quindi, non state a ripetere vuote, monotone e penose facezie, che certo non aiutano ad individuare l'esatto svolgersi dei fatti. Date solo noia nel senso di fastidio, senza il benché minimo contributo alla discussione. Mettetevi davanti al Tribunale di Taranto con un bel cartello "W la SS. Inquisizione", e lasciate il campo a chi approfondisce con dati precisi il fatto.
C'è la soddisfazione di vedere in secondo grado battuta la superficialità dei giudici del primo: lo si vide con Pacciani, lo si è visto a Perugia ed ora a Roma. Mi auguro di vederlo presto, dopo Taranto (di cui non mi fido ASSOLUTAMENTE per i segni già dati in lungo ed in largo), a Lecce o in Cassazione.

Fox ha detto...

Dott. Tummolo, la invito ad ascoltare , e se lo ha già fatto, a riascoltare, l'audio dell'interrogatorio di Michele Misseri del 6 ottobre 2010. Mi faccia sapere cosa ne pensa....

Fox ha detto...

Ovviamente ci vuole pazienza... l'interrogatorio dura circa 1 ora e mezza!

Saluti.

carla ha detto...

in effetti sirenetta,ancora non ho capito che ci fa in galera cosima.....per una invidia anche se fosse, che riguarda al passato?!.....perchè la procura pensa che sia stata presente ,mentre sabrina ,seconda procura,strangolava sara,anzi la procura specifica perfino ,che una la teneva e l'altra strangolava.....a parte è tutto da provare,si dimostra che l'omicidio ,sempre secondo la procura, si è effetuato da 2 persone.....ecco ,non si trova strano,che si parli solo di sabrina unica artefice dell'omicidio,con il movente del bel ivano? e l'imputazione di cosima si finisce tutto lì,con probabile l'invidia avuto nel passato?!......quando c'è di peggio ,sempre parlando a secondo la procura,che a michele si riconosce la soppressione ,il che è peggio dell'invidia e lui è a piede libero!!!.......ciao sirenetta a dopo t.v.b.

x fox è chiaro che inizialmente all'interogatorio del 6 ottobre 2010,inizialmente michele ,come tutte le interviste fino a l'ora ha tentato di depistare,che tutto poteva essere avenuto al di fuori della famiglia,infine visto che era preso alle strette e c'è chi aveva definito che le era toccato certe corde,il che non potè fare a meno di confessare il delitto e di dire dove si trovava il cadavere....poi in seguito non vedo altro,un susseguirsi delle cose in cui si è creato tutt'altra realtà, che a mio parere non corrisponde alla verità.....che mi sa tanto d' immaginazzione......
poi chiamai pure come vuoi per me non cambia nulla,di ciò che penso e come vedi non sono unica che vede le cose diversamente,ma anche se fosse,non potrei dire una cosa che non penso,sarebbe contro la mia natura,indipendentemente che tu ci creda o no......ciao

magica ha detto...

buongiorno a tutti e ciao a carla...
l'interrogatorio fatto a michele nell'ottobre che fox invita tummolo a leggerlo è un interrogatorio penoso . michele viene tirato di qua e di la' e dice quello che vogliono sentire ..infatti da corda passano a cintura e la corda diventa cintura , non si raccapezza alle domande che gli vengono poste , annuisce e conferma quello che gli dicono .. non so come si faccia a non capire questo interrogatorio ..
comunque parlo' di un incidente .. gioco del cavalluccio.finito in tragedia ..
una notizia posto qua ,, ma non ne sono sicura ,, e mi scuso se non è veritiera , ma se risulta parliamone ,,
misseri dopo l'incidente probatorio dice al prof strada .. ho detto che è stata sabrina ma sono stato io .. vi risulta?
poi un carabiniere dopo aver assistito all'interrogatorio dice a michele . tu uscirai ma . tua figlia non uscira' piu' dal carcere si era reso conto che non aveva parlato di un incidente ( cavalluccio) non conosceva il significato della parola probatorio .. a quel punto comincio' a scrivere lettere x rimediare al danno ,, che fece a sua figlia .. ed è inutile che si voglia credere al contrario ..

lollo ha detto...

per fox
vuoi conoscermi per vedere se sono una donna????????
Perchè quando non sapete rispondere alle evidenze fate sempre gli stessi giochini e quello equell'altra ecc.

magica ha detto...

un'altra bella notizia x i colpevolisti.. una notizia che da' soddisfazione .. si esulta x l'incriminazione della psicologa .. se questo è voler giustizia .. non credo .. c'è solo tanta cattiveria . chissa' xchè la dottoressa avrebbe voluto aiutare michele dicendo il falso .. questa poi . ahh beh forse ha timore delle misseri ..
quelle arpie sono pericolose anche se sono carcerate ..

Andrea ha detto...

Signora Magica, non capisco il perchè di tanta aggressività nei miei confronti!! Esprimo solo un parere, non sto mica condannando o assolvendo le imputate... se i miei ragionamenti fanno acqua da tutte le parti non è un problema, la mia è solo un'opinione, come la sua e quella di qualunque altro scriva qui.... per lo stesso motivo non mi sto arrampicando su nessuno specchio: esprimo semplicemente delle opinioni. E per fortuna toccherà ai giudici emanare la sentenza..

Andrea ha detto...

Gentile Darpi, mi permetta ma si sbaglia... il problema sta proprio qui... il fioraio il primo verbale l'ha firmato...ecco perchè non regge che possa essersi trattato di un sogno...ecco perchè rischierebbe di essere accusato di falsa testimonianza se in tribunale dicesse di aver sognato.

magica ha detto...

alcuni dubitano che ci sia lo zampino di coppi ..
pensate un po' che gente ci sta' in giro .
un avvocato che si mette d'accordo con la psicologa ..
come si fa a pensarla proprio non la capisco .. mentalita' da terzo mondo ..

carla ha detto...

ciao magica buongiorno,volevo precisare una cosa ,quello di che parla fox,si riferiva al interogatorio del 6-10-10 in cui feci cenno sopra.....invece di quello che parli tu si tratta del incidente probatorio il che è un 'altra cosa,in cui si è fatto dopo circa un mese,dopo di chè anche a mio parere hanno indotto,volontariamente o involontariamente,di dire le cose in cui lo portò michele ad accusare la figlia.....quant'è vero lì per lì michele non sapeva che dire e tirò fuori la storia del incidente con il cavaluccio,il che è stato accantonato questo argomento.... e si è passato al ipotetico movente del bel ivano.....visto che michele al incidente parlò del cavaluccio,non potevano approfondire in tal senso di come successe? da passare da cavaluccio, in cui dichiarò michele a passare al movente ossessione del bel ivano nè passa differenza.....batuta a parte scusa avrebbero in mano la prova con il cavaluccio di come è stato uccisa sara,perchè non approfondire in tal senso ,invece che fossilizzarsi sul possibile movente?......
allora diamo più importanza al movente,il che se ne puo costruire a osa ,invece che cercare la prova?......ciao

Andrea ha detto...

Sinceramente penso che gettare fango sulla dottoressa Bruzzone, sull'avvocato Galoppa o sulla psicologa del carcere sia veramente un comportamento assurdo, se così si vuole sostenere la propria tesi, qualunque essa sia!! Ecco perchè i processi si fanno nei tribunali e non nelle piazze... E ritengo veramente assurda l'affermazione letta più sù, che la Procura avrebbe incriminato la psicologa, perchè le sue dichiarazioni vanno contro la tesi della colpevolezza di Sabrina e Cosima!! La psicologa ha semplicemente dichiarato di aver incontrato Misseri per un numero di volte che NON coincide assolutamente con quello che risulta dai registri del carcere. E questo è un dato di fatto. Scripta manent....Ora, vi prego, non iniziate a dire che i registri sono stati falsificati, magari le pagine strappate, ecc ecc, perchè sarebbe molto grave. Perchè ritenete che tutto ciò che va contro Sabrina e Cosima sia oggetto di una mistificazione?? non potrebbero invece essere elementi che vanno realmente contro le due donne? E dico "potrebbero", perchè il processo è ancora all'inizio, occorrerà ascoltare tutti i teste...riguardo a don Saverio non c'è nulla da dire, se non ottime parole!! Lui è sempre sorridente, il fatto che sorridesse in aula non vuol dire nulla, anzi, potrebbe essere solo un modo per non far capire nulla di quello che gli passa per la testa. Michele quindi, può dire quello che vuole: anche se ora accusasse nuovamente figlia e moglie, don Saverio non parlerebbe. Neanche morto!!Michele, in sintesi, può anche "inventarsi" di aver detto a don Saverio di essere stato lui... don Saverio non confermerebbe nè smentirebbe. E' un prete per vocazione e non romperebbe mai il vincolo sacramentale della confessione. E' una persona eccezionale... e se lo dico, è perchè lo conosco da anni.

Andrea ha detto...

Magica... io la psicologa non la conosco, come non conosco nè l'avvocato Galoppa, nè la dottoressa Bruzzone...ed ho detto anche che non tocca a noi esprimere giudizi. in teoria e ribadisco IN TEORIA c'è anche gente che se viene pagata profumatamente, può essere disposta ad accantonare professionalità o regole morali, dichiarando il falso.... lo ribadisco, con questo non intendo dire ASSOLUTAMENTE che la psicologa abbia mentito, così come non lo dico di Galoppa e della Bruzzone... ma teoricamente c'è pure gente che si vende per i soldi... nella nostra cronaca nazionale ci sono un'infinità di esempi... in questo caso l'unica cosa che mi lascia perplesso è la discordanza tra quanto dichiarato dalla psicologa e i registri del carcere.... ma aspetto il momento in cui la professionista sarà interrogata, magari ha una spiegazione valida per questa discrepanza..

Bingo P.A. ha detto...

@Andrea
Altra inesattezza: il fioraio è già imputato per falsa testimonianza. Il suo processo si celebrerà subito la sentenza di primo grado nei confronti delle due donne.

Per dovere di precisione.

Andrea ha detto...

Bingo, se è imputato per falsa testimonianza, allora è la conferma che quel verbale lo ha firmato.... e comunque non c'è bisogno di conferme... l'ha firmato... l'ha firmato...
Ps eventuali imprecisioni sono le mie come quelle di altri... ecco perchè i processi si svolgono in tri
bunale..

Andrea ha detto...

a chi diceva che la signora Corbi era una giornalista attendibile... non lo metto in dubbio, ,ma vorrei far presente che a diverse udienze delle quali faceva il resoconto in diretta da twitter, lei non era affatto presente... non era nemmeno a Taranto... ora io, personalmente, mi fido solo di ciò che vedono i miei occhi ed ascoltano le mie orecchie, o quelli di persone di streetta fiducia..e mi merraviglio che una giornalista scriva per sentito dire...

darpi ha detto...

x andrea mi sa che qui ci si scorda che la testimonianza della psicologa è confermata da un altro psicologo del carcere ..ora a meno che i p.m. non trovino qualcosa contro anche quest'ultimo registri o no quella testimonianza è valida..

poi il fioraio non ha verbalizzato il primo racconto ma il sogno altrimenti lo avrebbero chiamato a deporre visto che una volta verbalizzate le dichiarazioni non possono essere ritrattate ed enventualmente lo avrebbe potuto fare in aula vedremo ma senza la conferma del sequestro da parte del fioraio tutto il resto è aria fritta visto che nessun altro avrebbe assistito a detto sequestro e i vari testimoni sono troppo discordanti tra orari vie varie e auto con persone con i baffi oppure cosima anche lei probabilmente con i baffi e se non siconferma il sequestro cade anche l'accusa alla stessa cosima visto che le altre versioni del delitto non la vedevano coinvolta...saluti

Anonimo ha detto...

Lo psichiatra, che non e' uno psicologo, e' stato interrogato sui farmaci, sulla posologia etc etc. Non certamente sugli incontri e sul numero di essi fatti dalla psicologa.
La stessa ha testimoniato di avere incontrato Misseri un elevato numero di volte. E gli incontri non e' che sono quelli che si fanno nei corridoi : " ehi ciao come stai ? "
" bene, ho ucciso mia nipote e sto scrivendo un memoriale".
Ogni incontro e' una seduta che comporta il redigere un piccolo verbale sulle caratteristiche salienti dei contenuti Questo fanno, e sono obbligati per legge , a fare i professionisti psicologi. In qualsiasi posto svolgano la loro opera.
Caterina

Manlio Tummolo ha detto...

Personalmente tornare sulle questioni straesaminate, mi annoia e non ho né tempo (non vivo solo per questi processi), né pazienza. Mi basta l'attacco dell'incidente probatorio in cui il SS. Inquisitore di turno si fa bello dei suoi metodi "suggestivi", dicendo che ciò è lecito con i semplici indagati, non ancora imputati. Ciò è falso, stante l'art. 61 CPP, e meraviglia che i difensori non abbiano sollevato obiezione. Sorvoliamo sui metodi successivi. Non passerò certo la mia superstite esistenza, per far contente volpi spelacchiate o con code di paglia, a rileggere per l'enesia volta cose che, ormai, non hanno più significato, se non per la storia di questa farsa giudiziaria. Ora, come ha rilevato bene, ma inascoltato, Massimo Prati, tutto è "sub judice", ed è solo questo di cui si deve oggi tener conto. Se poi qualcuno vuole ugualmente gingillarsi con quanto detto da Michele Misseri, dal 6 agosto 2010 al 6 agosto 2050, si accomodi pure, io allora sarò già defunto (forse, non si sa mai...).

lollo ha detto...

x andrea
la Corbi presente o non presente parla sembre in presenza di carte inquisitorie prima e delle trascizioni delle udienze dopo, e sinceramente, lei che parla tanto di non criticare avvocati e consulenti poi critica una dei pochissimi scrittori coerenti e realisti di questa vicenda....
Poi i registri non per forza devono essere modificati o manomessi, per esperienza quando si ha familiarita con alcune persone alcune volte non si registra in buona fede, senza pensando che poiservirà per un processo.....e poi c'è l'altro psicologo che ha dichiarato la stessa cosa, perchè uno si e l'altro no, comunque con questa sono 17 pesone denunciate dalla procura un pò troppo sinceramente....senza parlare delle varie diffide alla difesa per non svolgere le indagini difensive,

Anonimo ha detto...

Nessuno psicologo ha confermato il racconto della psicologa. Sono stati sentiti la psicologa e lo psichiatra che NULLA ha riferito sul numero e contenuto degli incontri che avrebbe fatto la psicologa. Perche' si continua a reiterare la stessa falsa notizia ?
La Corbi NON essendo in aula ha scritto cio' che le e' stato riferito e non aveva certamente gli atti sottomano visto che conclude gli articoli scrivendo " in attesa delle trascrizioni poi ci confronteremo". Leggere su la Stampa . Blog dei giornalisti.
Caterina

Manlio Tummolo ha detto...

Stranamente i fans della SS. Inquisizione non notano che sono oggetto di imputazione tutti i testimoni a favore delle Misseri, mentre non lo sono i testimoni che hanno annacquato la loro iniziale versione con i liquidi della fontana inquisitoriale. Credo che sia uno dei pochi processi di uno Stato, che si dice civile e democratico (un caso analogo si può trovare nell'URSS staliniana), dove tutti i testimoni a favore e perfino i legali difensori (nemmeno nell'URSS di cui sopra), siano stati imputati di qualcosa. Ciò basta ed avanza per definire la mente di questi individui che, mi auguro, siano presto sottoposti a processo disciplinare e penale, ma disgrazia vuole che i magistrati, per loro professione, amino giudicare gli altri senza mai essere giudicati, e le rare volte in cui lo sono, lo sono da colleghi: di qui una legge sulla responsabilità civile e penale sui magistrati sarà sempre inefficace, per il loro sfrenato spirito di corpo: guadagnare molto a pubbliche spese, andare in giro con i loro mantellacci neri e rossi, godere di un mal posto prestigio pubblico: questo sì, ma confessare di aver errato o mentito o falsificato mai !

Fox ha detto...

Grande Dottore... quando non si riesce a controbattere si passa alle offese gratuite...Non la nomino più neanche io, si tenga tutti i suoi articoli del codice penale e la sua avversione verso i PM e la magistratura e continui a parlare con aria di supponenza con gente che la segue solo perchè è a favore delle due imputate!!!

Un forte saluto... continuate pure fra di voi!

magica ha detto...

x andrea
rispondo al tuo post delle 15.25..
michele nell'omicidio non ha mai tirato in ballo la moglie '
poi non penso che qualcuno sospetti che si siano strappate pagine scritte con colloqui della psichiatra .. o manomessi .. sicuramente qualcosa non ha funzionato .. comunque la dottoressa dara' le sua versione .. non so come andrea possa immagianre che uno sia a quel livello .. cioe' una mente talmente contorta da pensare oscuri intrighi ... poi che andrea sostenga che un professinista importante che potrebbe determinare l'innocenza o colpevolezza di persone e farle fare l'ergastolo lo farebbe x denaro .. e chi sarebbe questo pagatore=? michele? le arpie . o quell'avvocato difensore che le difende .. e per questo essere calcolato come un delimquente che difende le asassine .. ( (letto molte volte nei commenti e nei blog dei colpevolisti .... basta vedere da qua che razza di gentaglia naviga nei siti ) p.s,, ero buona e caricatevole sono diventata provocatrice dopo aver frequentato certi siti ...

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : appunto: che ci fa in galera ? perchè è lì ? per il sogno del fioraio ? boh... ciao t.v.b






X Sarah : sorridi sempre e continua a essere viva. ti voglio bene

Manlio Tummolo ha detto...

Qualcuno parla di controbattere quando non sa nemmeno pensare per conto proprio, ma ripete come un vecchio disco rotto la solita lagna "I SS. Inquisitori sono insuperabili, hanno sempre ragione, sono perfetti, vanno adorati ecc. ecc. Anche se girano la frittata, pur di incolpare due donne, lo fanno sempre allegramente, mentendo. Ritornello, un, due e tre..., all'infinito!". Dadaumpa, dadaumpa...

Daniele ha detto...

@Andrea,
la invito a guardare il seguente video, in cui il fioraio spiega come si sono svolti i fatti:

http://www.youtube.com/watch?v=rB-ijycgA1c

Certo potrebbe aver mentito, ma sa quante persone firmano senza neanche leggere attentamente?
Tra l'altro per quanto leggo dalle ordinanze (mi corregga se sbaglio), tutti quelli a cui il fioraio ha raccontato tale episodio, confermano che abbia sempre parlato di un sogno e non di un fatto realmente accaduto.
In oltre non ho ancora capito per quale concreto motivo il fioraio, i parenti e gli amici dovrebbero mentire, commettendo un reato e rischiando grosso.

Saluti

Manlio Tummolo ha detto...

Una delle tante prove per cui la politica d'indagine seguita dalla SS. Inquisizione (la Magistratura locale, almeno quella parte di essa che si è occupata della vicenda e che è, penso, la prevalente numericamente) dimostra inefficienza ed incoerenza è il fatto che al processo, invece di cominciare con l'escussione degli imputati, ci si disperde a sentire la solita trafila di inutili pettegolezzi, cose che non determinano l'evento in sé, ma neppure le circostanze. Si è impedito ai testimoni della difesa di intervenire quali erano, per trasformarli in "imputati" sollecitandoli così al silenzio, a cominciare poi dal protagonista del fatto, ovvero Michele Misseri. Ora, poiché non è ammissibile pensare in errori di procedura, perché saremmo di fronte ad incapaci da allontanare immediatamente, dobbiamo pensare a persone che agiscono intenzionalmente senza o contro il dettato di legge, il che è ancora più grave. Alternative non ve ne sono. Qui si pretenderebbe non di negare spazio ai difensori ed apologisti della SS. Inquisizione, ma di farci dire da questi quali possano essere le motivazioni effettive di tali abusi e distorsioni processuali, invece della solita caterva di elogi che è negata sistematìcamente dai fatti: gente che, evidentemente non contenta delle ben 8 versioni di Michele, ne ha aggiunte almeno altre due, quando ha visto che ormai l'uomo era sfuggito al loro controllo; che ha girato frittate e , dopo aver parlato di "doloroso percorso e di operoso ravvedimento", ha completamente tolto fuori il Misseri da ogni guaio, riducendolo al ruolo di macabro "netturbino" della famiglia. Ci vuole ben altro quindi per convincermi della serietà, della buona fede, della professionalità di questi SS. Inquisitori, i quali evidentemente o non vogliono scoprire la realtà dei fatti, ma si accontentano di due capre espiatorie; oppure non se ne curano affatto, lasciando alla sorte, ai dadi o a che altro di decidere, per nulla curandosi di una povera ragazzina afferrata, probabilmente violentata e brutalizzata, strangolata e calata in un pozzo, da mano ignota a noi, ma forse ben conosciuta dalla SS. Inquisizione.

carla ha detto...

buongiorno a tutti,
ciao daniele,ho visto il video del fioraio non so se hai ascoltato bene ....inizialmente il fioraio ha ben detto 2 volte che si è sognato che sara era stata trattenuta davanti casa al cancello,in cui si sospetta che l'omicidio sia avvenuta in casa.....in ultima intervista di rosana santoro,a parte che si soprapone con discorsi di bucolieri e se noti li mette in bocca che successo in macchina e da allora venne fuori sempre nei giornali che sara fu prelevata dalla strada strascinata in machina ,in cui tutti ne siamo a conoscenza dai giornali......e non solo, già da allora lui affermava e tutt'ora nel intervista recente,lui ribadisce,che ha rifiutato di firmare perchè in quel verbale viene dichiarato le cose che lui non ha detto......
e questo è una tra tanti incogruenze e mi domando come non si fa a non vederle.....saluti

carla ha detto...

ben detto manlio lo penso anch'io,tutto ciò succede perchè ci sono le persone che si lasciano essere usati ,illudendosi di stare a riparo......e tutto ciò non puo durare per sempre.....
anche di michele si diceva che l'avvrebbero messo in un convento e le cose non sono andate così.....
e così spero che un giorno si sveglieranno e ammettino che ci sia delle cose che non quadrano e ci si renda conto che qualcosa di grave gli è capitato a questa ragazzina e che chiede che giustizia sia fatta.....saluti

magica ha detto...

buongiorno.. ho visionato il video postato da daniele . si notano le stranezze .. il fioraio vide la ragazzina trattenuta .. fuori dal cancello di casa misseri .. mentre il fioraio sta passando con la propria auto .. vede una immagine ferma? .. non vede la ragazzina correre x sfuggire al sequestro .. mi chiedo che ci faceva la cosima dentro la propria auto con la supposta sabrina di fronte a casa propria .logicamente con auto ferma .e ragazzina con testa bassa .. la cosima che fa gesti con le dita x intimorire l nipote
forse nel video non è specificato tutto l'avvenimento? xchè non ho sentito di corse in auto e ragazza che fugge inseguita dalle misseri ..

magica ha detto...

x fox.
appunto perchè il fioraio dovrebbe mentire paura delle misseri? oppure incurante delle intimidazioni dice la verita sostenendo il sogno .. parenti e amici non mentono .. dicono quello che devono dire .. mah le loro supposizioni non trovano riscontri se messe a confronto con altri riscontri .. come orari e altro --

Andrea ha detto...

Rispondo a vari appunti che mi sono stati mossi, non ricordo precisamente da chi (non mi fate andare sù e giù con la schermata) ma vorrei fare alcune precisazioni 1. non ho mai detto che la psicologa abbia mentito... ho solo affermato che il numero degli incontri da lei dichiarato, NON corrisponde a quanto riportato nei registri, in cui, come faceva giustamente notare qualcuno, devono essere scritti obbligatoriamente tutti gli incontri coi carcerati...e questo è un dato di fatto, perchè i registri sono documenti ufficiali 2 a questo proposito ho anche precisato che attendo la deposizione della psicologa, perchè potrebbe avere una spiegazione per questa discrepanza 3 non vedo perchè scandalizzarsi di fronte alla possibilità di una testimonianza falsa, a fronte di soldi ricevuti da qualcuno(e ripreciso che faccio un'ipotesi, non voglio assolutamente dire con certezza che sia questo il caso)...la storia è piena di corrotti e corruttori, non dimentichiamo che c'è anche chi vende i figli per denaro...3 ritengo anche io, come ha detto un utente più sù, che sia veramente scorretto far credere che lo psichiatra abbia confermato le dichiarazioni della psicologa, perchè non è affatto vero 4 è assurdo pensare che uno non legga il verbale di ciò che ha dichiarato, prima di firmarlo... 5 corre voce e ribadisco VOCE che il fioraio avrebbe parlato di sogno, in quanto non avrebbe voluto far sapere alla moglie di trovarsi nella stessa via in cui viveva la Cerra (capisci a me!) forse sono solo voci, intanto questo dubbio è stato avanzato...anche in questo caso, sono curioso di sentire cosa dirà in tribunale il fioraio...6 Non mi fido affatto di un giornalista, chiunque egli sia, che racconta per sentito dire. La Corbi non era in aula, per sua stessa ammissione... quindi non ha raccontato ciò che ha visto...inviterei poi a leggere gli articoli della Corbi.... è un'opinionista, infatti scrive IMPRESSIONI E OPINIONI PERSONALI su Sabrina e Cosima... non si limita a raccontare i fatti come fanno altri giornalisti.... e già questa soggettività mi fa dubitare di questa signora..non ci dimentichiamo, tra l'altro, che è stata scoperta in aula a filmare l'udienza (proibitissimo!) e che per questo è stata invitata ad uscire ed è stata perquisita... quello della Corbi non mi sembra affatto un comportamento deontologicamente corretto, visto che gli unici autorizzati a fare ripreso sono i cameraman di Un giorno in Pretura..

darpi ha detto...

x andrea lo psichiatra non ha confermatole dichiarazioni della psicologa ma ha affermato che michele misseri ha detto le stesse cose che ha detto alla psicologa anche a lui e cioè che era l'unico colpevole del delitto...la storia che il fioraio abbia ritattato xchè aveva una relazione non sta ne in cielo ne in terra ..se voleva tenere nascosta una storia non sarebbe andato di sicuro adire del sequestro ai p.m. ...questa caro andrea è logica e in tribunale non lo faranno parlare fino al giudizio di primo grado..infine se la corbi è scorretta che dire dei giornalisti della gazzettea del mezzogiorno schierati con la procura?...questo caso è di difficile soluzione ,non ci sono rpove ,i testimoni si contraddicono da soli ,gli orari cambiano ogni minuto..resta da aspettere martedì x vedere se anche i cellulari trovano riscontri...saluti

Anonimo ha detto...

DARPI
Sei un pò troppo categorico nelle tue affermazioni. PONDERATI!
Andrea ragiona con logica e pacatezza; imitalo.

carla ha detto...

se non erro mi sembra che si discuta della psicologa ai nummeri della seduta fatta con michele,il che naturalmente invece che dire 3 ha detto 30.....non so se rendo l'idea.....e giustamente come dice darpi che in sostanza si dica la stessa che ha detto il psichiatra.....
invece direi che sia più grave l'accusa che pone michele,anche se per convenienza si preferisce non considerarlo più,che secondo me è una bella e buona scusa inculcato al popolino,a riguardo che lui michele era stato indotto ,perchè non si muove un dito per indagare?....no signori,anzi hanno giusto a malapena parlato che loro a sua volta hanno esposto la denuncia in corso nei riguardi di michele, per non dire attirando il fascino del popolino per contribuire al spirito d' inflizione.......lasciateli pure fare a questi signori,in noi purtroppo esiste il bene e il male..... e conoscono il male quanto lo conosciamo noi e sanno come giocarci e sta a noi a prenderne coscienza se lasciarci influenzare al male o combattere per una giusta causa....saluti

ciao sirenetta tutto bene?! ....t.v.b.

Giacomo ha detto...

Andrea ragiona con logica e pacatezza?
La Corbi è stata sorpresa in aula a filmare ed è stata cacciata dall'aula e perquisita!
Chi lo asserisce? Andrea!
Chi è l'unico testimone di questa rotonda panzana? Andrea!
Chi è che dice che la psicologa potrebbe mentire per danaro? Andrea!
E prima, chi aveva sostenuto che Cosima e Sabrina si rotolavano, o quasi, sui banchi della difesa, sghignazzando alla volta dei testimoni? Andrea!
Chi è il testimone di simile "scelleratezza", inventata di sana pianta? La sorella di Andrea, sempre secondo quello che dice Andrea!
Mi sa tanto che Andrea è un troll, che si diverte a prendere per i fondelli la gente seria che c'è qui e che prima di esprimere un'opinione ha esaminato fin dall'inizio UNA MONTAGNA di documenti.
Continui pure Andrea, se si diverte, ma penso che la sua sia una fatica sprecata!
Il processo si giocherà su pochissime udienze. Una è stata la quinta, non a caso snobbata dai media, perché lì non si è parlato di sesso bugie invidie e gelosie, ma di ORARI e della loro compatibilità con la tesi PRECOSTITUITA che Sabrina e Cosima siano due feroci assassine e Misseri solo un imbelle becchino.
Ebbene gli ORARI riferiti dai vari testimoni, quasi tutti alla loro terza o quarta variazione di testimonianza a senso unico, sono INCOMPATIBILI TRA LORO.
E senza compatibilità di orari non c'è trippa per gatti colpevolisti o finti garantisti.
C'è ancora chi aspetta i ROS per la perizia sullo squillo delle 14,28, per stabilire dov'era collocato il telefonino.
Ebbene gli posso rispondere fin d'ora con cognizione di causa che i ROS riferiranno che il telefonino, IN BASE ALL'ANALISI TECNICA, si poteva trovare in un punto qualsiasi dell'abitato di Avetrana, non esclusa la casa della povera Sarah.
Naturalmente questo i media non lo diranno, ma riporteranno solo giri di frasi ad effetto, tese a far credere a chi altro non aspetta che i ROS hanno stabilito che lo squillo proveniva al 100% da casa Misseri.
Eppure lo sanno pure i bambini dell'asilo come funzionano i telefonini!

Giacomo

Manlio Tummolo ha detto...

A proposito di "Un Giorno in Pretura", perché proprio questo spettacolino, e non "Chi l'ha visto ?", oppure "Quarto Grado" ? E perché non i telegiornali ? Motivi di questo favore ? Non sembra anche questa una cosa regolare: giustamente, qualcuno, in base all'art. 3 della Costituzione e leggi sul servizio pubblico e privato di informazione, potrebbe esigere: o tutti o nessuno. Senza contare che un Tribunale serio è oggi fornito di telecamere interne e proprie, per cui non vi è alcuna esigenza che intervengano telecamere esterne. Mettiamo tutto in conto per il bilancio finale.

Anonimo ha detto...

Scusa Andrea, rispetto la tua pacatezza però questa piccineria sulla povera Maria Corbi sorpresa in aula a filmare e per questo perquisita e allontanata te la potevi proprio risparmiare perchè è veramente un accusa povera, ridicola e squalificante per chi l'ha compiuta oltrechè assolutamente falsa. E' vero che una cosa del genere è successa ma non vi era certo coinvolta l'eminente giornalista de "La Stampa", accludo qui il link all'articolo che riporta il fatto

http://bari.repubblica.it/cronaca/2012/01/10/news/sarah_finti_giornalisti_in_aula-27896725/

Maria Corbi è forse l'unica giornalista che sta affrontando il caso mantenendo un obiettività garantista, fermo restando che è il garantismo un caposaldo del nostro ordinamnento giuridico laddove afferma che chiunque è innocente finchè non venga provata la sua colpevolezza.
Obiettività garantista che al contrario fa difetto alla maggioranza dei giornalisti che si occupano del caso, sempre pronti a conferirie un taglio colpevolista alle notizie che riportano, lasciando trasparire perniciose convinzioni ben più infingarde e dannose delle opinioni garantiste della Corbi.
Stefano

Daniele ha detto...

@Andrea,
l'ipotesi che il fioraio abbia mentito per coprire una presunta relazione con la Cerra è riportata anche nelle ordinanze. Tuttavia a me personalmente vien da chiedermi se per coprire la relazione, al posto di rischiare grosso testimoniando il falso, non avesse fatto prima a dire che si trovava in via Deledda per questioni di lavoro (dato che con la Cerra erano anche colleghi), tra l'altro, non ricordo di aver letto testimonianze che collocavano il fioraio in via Deledda, quel giorno e intorno a quell'orario. Se si fosse recato a casa della Cerra, presumo che lei o la madre (Anna Pisanò), l'avrebbero notato.

In oltre ho letto un verbale (probabilmente riassuntivo) in cui colloca l'avvistamento all'incrocio tra via Umberto1 e via Verdi... perchè ritrattare anche quest'ultimo, dato che tale incrocio dista mezzo Km circa dall'abitazione della Cerra?
Aggiungiamoci che tutti i conoscenti confermano che abbia sempre parlato di un sogno, compresa la stessa Cerra... dubito abbiano tutti mentito su un fatto così grave, soltanto per salvaguardare un matrimonio.

Saluti






@Carla,
il punto che volevo far notare è proprio quello della firma.
Mi sembra stano che inizialmente abbia dichiarato si trattasse di un evento reale e che poco tempo dopo, improvvisamente e a frittata ormai fatta, abbia ritrattato perchè resosi conto di quanto potesse essere compromettente.

Saluti







@Magica,
credo (ma potrei sbagliarmi) che il verbale ritrattato dal fioraio, sia quello in cui dice di averle avvistate all'incrocio tra via Umberto1 e via Verdi.

Saluti

Manlio Tummolo ha detto...

Tra 50 - 55 ore avremo nuovi (?) elementi di cui parlare. Ciò che è avvenuto nel passato, riguardo alle strampalate indagini adattate e riadattate, servirà solo a determinare le responsabilità individuali o collegiali, di tipo amministrativo e penale, di ciascuno che le ha condotte. Per sentire gli imputati, o almeno tentare, aspettano forse di farlo dopo la condanna ? Quando saranno in appello oppure no, forse alla Corte di Cassazione ?
Il problema vero non è stabilire se Sarah fosse o non fosse per la strada ad una certa ora, né sapere se Cosima l'ha fatta energicamente salire sulla propria macchina oppure no, ma se il suo strangolamento fosse avvenuto in quella casa, ad opera di chi e quando.

Sirenetta galatica Francy ha detto...

Ciao carla.tutto bene, e te ? scusami se ieri non ho potuto scrivere qui,ero a casa di amici. mi chiedo il perchè nessuno quasi nessuno prenda in considerazione quello ce ha detto Michele su Roberta Bruzzone. boh..... ciao t.v.b

Sirenetta galatica Francy ha detto...

X Carla : e mi chiedo anche che ci fa Sabrina in galera e quali prove ha contro. perchè è finita in galera ? per la testimonianza di Michele a cui non cedono quando si accusa ma gli credono quando accusa sua figlia e perciò gli credono solo quando viene comodo a loro ? non so se mi spiego.... baci t.v.b

carla ha detto...

vedi sirenetta ,tutto questo succede,perchè l'uomo ha la difficoltà di ammettere l'errore e si continua a fare i pasticci su pasticci,per non dire che si crea altri violazioni consapevoli o no,ma primo o poi si dovrà pure fermarsi,prima che il danno diventi irreparabile....ciao a dopo t.v.b

carla ha detto...

x sirenetta ,tu ti chiedi cosa ci fà in galera sabrina?.....pensa ,per ossessione del bel ivano,ma anche se fosse,con questo non è ancora dimostrato che l'avesse ucciso lei sara......"chi è senza peccato,scagli la prima pietra..."
da quì ad arrivare a uccidere c'è ne vuole.....non basta parlare del movente,perchè nessuno su questa terra è senza difetto.....ma verificare se la persona abbia ucciso o no.....e come?!.....ciao buonanotte t.v.b.

Sirenetta galatica Francy ha detto...

x Carla : appunto, anche se Sabrina era ossessionata da Ivano , questo non significa che avrebbe ucciso sua cugina. concordo : nessuno sulla terra è senza difetto. buonanotte t.v.b

Sarah manca pochissimo al giorno del tuo compleanno. e tu non potrai essere con i tuoi genitori, le tue amiche e Claudio a festeggiarlo. spero che dove ti trovi ora qualcuno possa festeggiare con te come meriti. ma sono sicura che tu non sarai sola : con te ci saranno Yara,Melania, i tuoi nonni che sono morti......e anche chi non ti è vicino fisicamente ma con il cuore. ti voglio bene e sarai sempre nel mio cuore

lollo ha detto...

Il silenzio prima della tempesta....
Il silenzio che hanno stesso le principali testate giornalistiche su questo caso.....

Manlio Tummolo ha detto...

Domani la musica ricomincia, probabilmente monotona come prima. Finché non si cominciano ad interrogare gli imputati di qualche cosa, sempreché parlino, non c'è granché su cui discorrere. Si cominci da Michele Misseri, chiave di volta di tutto l'apparato accusatorio, calunniatorio o diffamatorio sulle donne Misseri.

Fox ha detto...

Eh si che la facciamo a fare quest'altra udienza.... facciamo una cosa, amnistia x tutti!!!!

Fox ha detto...

La musica ce l'ha in testa il dottore!!!

magica ha detto...

povero fox ..
sembri un ragazzotto che fa dispetti . quando presumi che il desinatario abbia chiuso il pc .dopo avere scritto il suo commento .. è un momento propizio e tiri un sasso come fanno i dispettosi .

Anonimo ha detto...

Il momento è propizio? A cosa?

darpi ha detto...

oggi si parla di cellulari voglio prorpio vedere le cavolate che verranno fuori ...stai a vedere che ad avetrana si usano solo telefoni satellitari mah!!!

Manlio Tummolo ha detto...

Non è questo il luogo adatto alle volpacchiotte che perdono le code, ma si credono furbe e anche spiritose.

Andrea ha detto...

No no scusatemi.... che Maria Corbi sia stata sorpresa in aula a riprendere l'udienza è STRACERTO!! Non mi permetterei mai di dirlo se non ne fossi sicurissimo... Riguardo a Giacomo che mi aggredisce, vorrei precisare che 1 non ho affatto detto che la psicologa abbia mentito, non mi permetterei mai!! Ho solo detto che non bisogna dare per scontato che tutti dicano sempre la verità, perchè c'è anche gente corruttibile,.... quindi la mia era un'affermazione di principio, per cortesia, non mi metta in bocca cose che neanche penso!! Ritengo sia troppoo comodo rigirare le affermazioni altrui per vederci qualcosa di losco... 2 Mia sorella ha visto Sabrina sghignazzare in aula e gesticolare in direzione di Mariangela... non posso farci nulla se è accaduto e non ho motivo di dubitarne, sia perchèla notizia viene da mia sorella, che era presente, ma sia, e soprattutto, perchè mia sorella è una CONVINTA innocentista e sentirlo dire da lei mi ha lasciato di stucco...3 Giacomo, io esprimo le mie ipotesi, non offendo nessuno, nè chiamandolo troll, nè dicendogli altre cattiverie...e a questo proposito aggiungo che tutte quelle espresse qui sono opinioni, quindi non vedo perchè scaldarsi tanto... 4 per Daniele.... io non so se il fioraio abbia mentito per nascondere una relazione.. questo è quello che si dice, ma ciò che conta sono i fatti processuali, l'ho sempre detto, per cui vedremo che accadrà in tribunale... ho s9olo detto che se ha firmato un verbale che ha riletto non può poi uscrirsene fuori con la frase MA io avevo sognato, perchè è un'affermazione ridicola.... ha riletto e sottoscritto e non ci sono scusanti!! 5 adesso anche i Ros sono corrotti?? Lo sono solo perchè hanno detto che il cell di Cosima era in garage? Ma è possibile mai che tutto ciò che va contro Sabrina e Cosima sia frutto di corruzione di magistrati, inquirenti, carabinieri?? Tutti concentrati a Taranto?? Una vera associazione per delinquere, non c'è che dire!! 6 sulla Corbi, un'ultima precisazione... qualcuno ha scritto che è l'unica giornalista attendibile... beh... è un pò sospetto il fatto che sia l'unica a dare INTERPRETAZIONI del tutto personali sui fatti processuali.... se si leggono gli altri articoli di qualsiasi testata locale, non ci sono commenti, sono semplicemente riportati i fatti.... anzi, le versioni coincidono su tutte le testate...(e non mi parlate di un'altra associazione per delinquere!!) nel caso della signora Corbi, ogni fatto riportato è accompagnato da un commento del tutto personale, che tende a minimizzare o a trovare una giustificazione a quanto accaduto in aula.... a mio parere giornalista vuol dire riportare i fatti... se si commenta si è opinionisti!! E personalmente preferisco farmi delle opinioni da solo...

Andrea ha detto...

No no scusatemi.... che Maria Corbi sia stata sorpresa in aula a riprendere l'udienza è STRACERTO!! Non mi permetterei mai di dirlo se non ne fossi sicurissimo... Riguardo a Giacomo che mi aggredisce, vorrei precisare che 1 non ho affatto detto che la psicologa abbia mentito, non mi permetterei mai!! Ho solo detto che non bisogna dare per scontato che tutti dicano sempre la verità, perchè c'è anche gente corruttibile,.... quindi la mia era un'affermazione di principio, per cortesia, non mi metta in bocca cose che neanche penso!! Ritengo sia troppoo comodo rigirare le affermazioni altrui per vederci qualcosa di losco... 2 Mia sorella ha visto Sabrina sghignazzare in aula e gesticolare in direzione di Mariangela... non posso farci nulla se è accaduto e non ho motivo di dubitarne, sia perchèla notizia viene da mia sorella, che era presente, ma sia, e soprattutto, perchè mia sorella è una CONVINTA innocentista e sentirlo dire da lei mi ha lasciato di stucco...3 Giacomo, io esprimo le mie ipotesi, non offendo nessuno, nè chiamandolo troll, nè dicendogli altre cattiverie...e a questo proposito aggiungo che tutte quelle espresse qui sono opinioni, quindi non vedo perchè scaldarsi tanto... 4 per Daniele.... io non so se il fioraio abbia mentito per nascondere una relazione.. questo è quello che si dice, ma ciò che conta sono i fatti processuali, l'ho sempre detto, per cui vedremo che accadrà in tribunale... ho s9olo detto che se ha firmato un verbale che ha riletto non può poi uscrirsene fuori con la frase MA io avevo sognato, perchè è un'affermazione ridicola.... ha riletto e sottoscritto e non ci sono scusanti!! 5 adesso anche i Ros sono corrotti?? Lo sono solo perchè hanno detto che il cell di Cosima era in garage? Ma è possibile mai che tutto ciò che va contro Sabrina e Cosima sia frutto di corruzione di magistrati, inquirenti, carabinieri?? Tutti concentrati a Taranto?? Una vera associazione per delinquere, non c'è che dire!! 6 sulla Corbi, un'ultima precisazione... qualcuno ha scritto che è l'unica giornalista attendibile... beh... è un pò sospetto il fatto che sia l'unica a dare INTERPRETAZIONI del tutto personali sui fatti processuali.... se si leggono gli altri articoli di qualsiasi testata locale, non ci sono commenti, sono semplicemente riportati i fatti.... anzi, le versioni coincidono su tutte le testate...(e non mi parlate di un'altra associazione per delinquere!!) nel caso della signora Corbi, ogni fatto riportato è accompagnato da un commento del tutto personale, che tende a minimizzare o a trovare una giustificazione a quanto accaduto in aula.... a mio parere giornalista vuol dire riportare i fatti... se si commenta si è opinionisti!! E personalmente preferisco farmi delle opinioni da solo...

magica ha detto...

andrea che vuoi insinuare? che il fiorario non ha sognato ..ha firmato. e anche se non fosse possibile dimostrarlo dagli orarai dai fatti e dalla logica ,, quello che conta è quello che sostiene lui? cioe' madre e figlia inseguivano la sarah? fatto sta che dice di un sogno -- ci si puo'credere .. la logica ed i tempi ...ed il resto non lo permettono

Daniele ha detto...

@Andrea,
quella del fioraio potrebbe non essere un'affermazione poi tanto ridicola, considerato che tutti i suoi conoscenti confermano che avesse sempre parlato di un sogno. Potrebbe non aver letto bene il verbale prima di firmarlo e potrebbe essersi accorto dell'errore soltanto in seguito, dopo averlo letto attentamente.

Poi ovviamente non sono escludibili altre ipotesi...

Saluti

Manlio Tummolo ha detto...

Quello che vorrei capire è perché si mandano doppi o tripli messaggi uguali, forse perché si pensa così di dire una verità maggiore ? Se è un improbabile guasto tecnico del computer di invio, lo si faccia riparare. Tralascio sulla reiterazione di affermazioni. Piuttosto che cosa è spuntato di nuovo sotto il sole di Taranto ?
Penso altresì che, se una persona è chiusa da oltre un anno in carcere a causa di pettegolezzi, diffamazioni o calunnie, abbia ben che diritto di esprimere la propria insoddisfazione per il suo stato di cose, anche ridacchiando e pure gesticolando, visto che altri si sono permessi ben di peggio. E il giudice, invece di scandalizzarsi delle proteste visivamente espresse, dovrebbe scandalizzarsi di quanto avvenuto precedentemente in quella sede, cominciando da se stesso (vedi gabbia).

Andrea ha detto...

Magica, vorrei chiarirlo una volta per tutte, perchè continuo ad essere frainteso... partiamo da un presupposto: io non so come siano andati i fatti, perchè non c'ero... così come non lo sa nessuno di chi è qui, perchè non c'era... quindi le mie, come quelle di tutti gli altri, sono mere ipotesi..personalmente ho comunque letto alcuni documenti redatti dai magistrati, perchè circolavano in rete... ora... in un documento il pm (non ricordo chi) dice esplicitamente che il comportamento del fioraio è stato fortemente offensivo nei confronti dell'intelligenza altrui, oltre che scorretto, perchè prima ha dichiarato qualcosa e a distanza di tempo ha affermato che si trattava di un sogno... da qui sono stato spinto a documentarmi quanto più sull'episodio ed ho letto 1. che il fioraio aveva firmato il primo verbale... ora... neanche il più deficiente firma un verbale così... e poi gli è stato riletto... 2 di conseguenza desta almeno qualche sospetto il fatto che il fioraio, solo dopo qualche giorno, sia andato lì a dire che era un sogno... 3 personalmente ritengo che un sogno non possa essere ricordato con tanti particolari, come pure quello dell'aria condizionata che non funzionava...4 con questo non voglio dire che il fioraio abbia visto... sono infatti curioso di vedere cosa dichiarerà in aula e come giustificherà le due diverse versioni... perchè, per quanto si cerchi di far credere il contrario, di due versioni differenti si è trattato... 5 le voci e ribadisco voci sono che il fioraio si sarebbe reso conto di essersi messo in un bel casino, perchè, una volta resa nota la sua dichiarazione, la moglie avrebbe saputo che lui era in una via in cui non avrebbe dovuto essere... in sintesi nella via della sua amante...ma ribadisco, si dice.. e per me conta la verità processuale... 6 vorrei far presente solo una cosa: lei dice che gli orari non coincidono... invece combacerebbero perfettamente con quelli di un'altra testimonianza e con quelli ricostruiti dai pm...ma ribadisco.... voglio sentire cosa dirà al processo il fioraio, perchè questa discrepanza fra le due dichiarazioni dovrà pur giustificarla e mi permetta, ho una certa età, ma se il signore dovesse continuare con la storia del sogno, si coprirebbe solo di ridicolo e non farebbe altro che dimostrare che di sogno non si trattava...

Andrea ha detto...

Gentile Daniele, è chiaro che tutto è possibile.... vorrei però farle presente che i miei dubbi nascono da un piccolo, piccolissimo particolare... c'è un'intercettazione telefonica dei parenti del fioraio... pare che dicano qualcosa del tipo: l'ha detto anche a me che l'ha vista che veniva strangolata in macchina... non sono le parole precise, ovviamente, ma il senso è questo.... se così fosse, credo che la storia del sogno reggerebbe ancora poco..Ps credo, ma ovviamente è un'opinione personale, che in un piccolo centro come Avetrana, dove l'apparire conta molto, inteso come nomea, non faccia piacere ad una donna (mi riferisco alla moglie del fioraio) passare come una dotata di appendici sul capo...questo giustificherebbe tante cose...

Ivan ha detto...

@ Andrea

Il presunto episodio della Corbi in quale udienza sarebbe avvenuto? Perchè in alcune ultime la giornalista non era presente.

Ivan

Daniele ha detto...

@Andrea,
se il fioraio avesse addirittura assistito all'istante dell'omicidio (evento che certamente non passa inosservato e non si dimentica da un istante all'altro), mi chiedo perchè non ne abbia parlato subito, e qualora avesse avuto un buon motivo per non farlo, mi chiedo perchè non se lo sia tenuto per se, anzichè raccontarlo a tutti, dando di se stesso l'idea di un uomo irresponsabile al punto da avere inizialmente omesso un dettaglio così importante per le indagini relative alla scomparsa di una ragazzina di 15 anni.

In ogni caso, il fioraio non sarebbe l'unico testimone ad aver modificato le proprie dichiarazioni...

Saluti

magica ha detto...

gentile andrea
è inutile che lei voglia far pensare a chi la legge che lei sia imparziale .. si sante moltissimo che i suoi sono tantativi d far passare le misseri colpevoli ..
poi che i pm dicano che il fioraio non è una persona,seria, si facessero un bel esame di coscenza ...

Anonimo ha detto...

non capisco questo andrea -
ma se il fioraio non voleva far sapere che a quell'ora era sulla via dell'amante xchè poi l'ha detto a tutti i parenti?
tanto ormai si sa che aveva l'amante dunque xchè sostiene ancora il sogno?-- ahh certo ha timore dei misseri ..

Ivan ha detto...

Come è noto, l'interrogatorio di Lee H. Oswald da parte della polizia di Dallas fu svolto senza effettuare registrazioni.
Oggi, si parva licet...si discetta di cosa sia avvenuto durante la deposizione del Buccolieri. Dato che sembra non esserci documentazione sonora della verbalizzazione, anzichè attribuire capitale importanza alla medesima, si dovrebbe ben concedere che un cittadino incensurato, digiuno di legge, convocato e non andato di sua volontà a rendere dichiarazioni, senza un legale, possa per fretta, timore reverenziale, o quant'altro, aver sottoscritto un verbale (verbale che disconosce subito, anche in una intercettazione telefonica), senza sentirsi obbligato a verificare con scrupolo notarile la presenza della clausola "trattasi di un sogno" e senza che in tutto questo sia ravvisabile dolo, volontà di inquinare o depistare.

Ma poi, se il fioraio non voleva che la moglie sapesse, perchè va a raccontare proprio a lei, tra le prime persone, del "sogno"?

Ivan

magica ha detto...

xdaniele
ciao daniele .
non capisco le tue titubanze su questo caso . alla fine dei commenti sei evasivo e pensi ai vari scenari che ci potrebbero essere
saro'presuntuosa ma non credo ad altri scenari assolutamente .. da quello che finn'ora ho letto e riletto mi sono fatta la mia verita' assoluta .. scusa o è bianco o è nero .. grigio no .... tuttavia le tue considerazioni sono acutissime e cogli tutti i particolari che molti compresa me non colgono ..
anche altre persone in altri siti hanno sempre postato particolari .. che ho sempre trovato superficiali ..

magica ha detto...

ciao ivan
infatti in una intercettazione dice che gli hanno fatto dire quello che non voleva dire ,

magica ha detto...

x andrea ..
guarda che non sono tanto allocca ehh
credi che non abbia capito chi 6?
ho avuto maestri che mi hanno fatto diventare sospettosa ,,
anonimus.. dimmi quali sarebbero gli orarai che combaciano..
vuoi dire che la cosima mentre scorazzava in macchina x avetrana inseguendo la sarah... la sabrina seduta dietro era intenta a mandare messaggi a destra e sinistra ? . pero' tanta scaltrezza nemmeno 007..l'ha vuta ..

Anonimo ha detto...

Uno che firma un verbale e dopo due giorni dice che quello che ha dichiarato è un sogno, o è una persona con qualche problema mentale ed allora ha bisogno di un medico o più verosimilmente è uno che cerca di tirarsi fuori da una responsabilità enorme inventandosi una scusa stupida. Neppure sul lettino dello psicoanalista i sogni vengono ricordati e raccontati con tanti dettagli.

Giacomo ha detto...

Mai asserito che i magistrati sono corrotti o che lo siano i carabinieri. Ho grande stima dei magistrati e dei carabinieri, soprattutto di quelli sconosciuti alle masse. Non t'illudere, Andrea. Qui non ci sono dei pericolosi sovversivi, ma solo gente che ragiona con la propria testa! E' inutile che tu ti erga a difensore delle istituzioni. Qui non sono in discussione le istituzioni, ma solo un tragico avvenimento su cui si è innestata una storia d'indagini male iniziate e peggio continuate, con INTERESSATE interferenze mediatiche, parossistiche e furibonde.

Insisto: non stai esprimendo solo opinioni, ma le condisci con dei fatti, noti a te soli e di cui non citi le fonti. T'informo che ci sono noti siti colpevolisti su cui troverai ampi consensi. Per cui non vedo perché debba sottoporti all'inutile onere di venire a convincere delle tue posizioni le persone che sono di tutt'altro avviso.
Non fare la vittima. Io non ho offeso nessuno. Troll non è un'offesa. I troll sono dei personaggi leggendari che traggono origine dalla mitologia nordica.

Io sono talmente rispettoso del lavoro dei magistrati che penso che siano arrivati ad una soluzione corretta del caso già il 6 ottobre 2010. Tutto quello che è avvenuto dopo è dovuto ad un mix esplosivo d'interferenza dei media sulle indagini, che hanno teso a deviare il corso della giustizia.

Checché tu ne dica e ne pensi, i MAGISTRATI stabilirono che la povera Sarah fu attirata dal Misseri nel garage di casa sua ed ivi da lui strangolata tra le ore 14,32 e le 14,42 del 26 agosto 2010. Il Misseri la soppresse, perchè la nipotina si era ribellata alla sua aggressione sessuale.
Il Misseri provvide poi ad occultare il cadavere. Egli agì da solo ed all'insaputa di tutti ed in particolare della moglie e della figlia, che sono completamente estranee alle azioni delittuose poste in essere dal contadino di Avetrana.

Dal processo finora non è venuta fuori una verità diversa.
E sono convinto che non esiste una verità alternativa, ma solo gossip di bassa lega.

Giacomo

manuela ha detto...

Andrea, a parte le tante stranezze che si vuole far passare per prova, chiunque si rifiuta di considerare che chiunque compromettentemente per l'accusa, finisce "intimidito" e poi come per gli avvocati prosciolto, come probabilmente succederà per la psicologa(hai sentito quel che ha da dire lei al riguardo?) chiunque evita di far caso alle versioni di Patarra,Massaro e chi più ne ha più ne metta che pure hanno firmato un verbale, cambiandolo, senza conseguenze e poi chiunque vuol far passare la Corbi per parziale sorvolando sulla Rorro, Mazza etc etc etc , mi comunica una certa difficoltà a credere sia tra quanti cercano la verità libera da pregiudizi!

Manlio Tummolo ha detto...

Se c'è qualcuno che disistima i magistrati locali e non locali, sono io e me ne assumo ogni responsabilità. D'altronde i fatti sono ineliminabili e la violazione delle procedure più che evidente. Intanto vedo che si continua a discutere sulle dicerie del passato su firme e su sogni. Bene fa Ivan a sottolineare il rapporto di timore in chi si presenta da solo presso le Autorità (non per nulla la legge per rendere valido un interrogatorio prevede, per gli indagati, la presenza di un avvocato). Sottoponendolo ad indagine, i SS. Inquisitori annullano da sé ogni valore all'atto firmato non in presenza di avvocato, e tanto basta sul piano formale. Del processo di oggi ormai si occupa solo la stampa locale, dalla quale vedo confermato ciò che qualcuno (non ricordo quale dei colpevolisti) mi aveva contestato, ovvero che il campo di contrada Mosca fosse di proprietà del Misseri. Oggi è stato interrogato il vero ed unico proprietario, Antono Rizzato, che nulla ha rilevato in merito al comportamento dell'uomo, a quel che gli risulta. Ciò che conferma la mia perplessità come si potesse procedere all'occultamento del corpo in quel luogo senza timore di essere sorpresi dal proprietario o senza il suo eventuale consenso ad un'operazione del genere. Nessuno, stando alle due gazzette locali, sembra chiederselo. La difesa ha chiesto di far acquisire agli atti processuali l'intera cartella clinica di Michele Misseri nel periodo di custodia, onde appurare l'uso rilevante o no di medicinali. Riguardo ai fatti telefonici, nulla di particolarmente rilevante, se non i soliti, assai discutibili, agganci di celle, che sarebbero avvenuti nel garage. Lascio ai tecnici del cellulare la disquisizione sull'argomento.
Insomma nulla ancora di particolarmente nuovo sotto il caldo sole di Taranto.

Fox ha detto...

Video interessante... per voi

http://www.youtube.com/watch?v=RdnDQnWfm4E&feature=fvwrel

Ivan ha detto...

Stando a quanto riportato dal sito del Corriere del Giorno la difesa potrebbe eccepire l'inutilizzabilità degli accertamenti dei Ros sui cellulari.

http://www.corrieredelgiorno.com/2012/03/27/caso-scazzi-gli-accertamenti-dei-ros-sulle-celle-telefoniche-rischiano-di-essere-inutilizzabili-87025/

Ivan

Giacomo ha detto...

Perché solo per noi (noi chi, poi?)? Per te no, volpacchiotto?
In quella conferenza stampa il capo della procura dichiarò davanti all'ITALIA INTERA:"Il caso è risolto!"

Giacomo

darpi ha detto...

buon giorno -vediamo di chiarire alcune cose figlie di 40 anni di lavoro in telefonia:
1) la localizzazione dei cellulari senza l'opzione gps è con margini d'errore piuttosto larghi xcui è impossibile dire esattamente dove è l'apparecchio (scarto dai 100 ai 500m)
2) dire che il cell..di sara era nel garage ci può stare visto che michele ha confessato di averla uccisa lì e quindi è valido l'orario delle 14,42 ci sarebbe da stabilire dove fosse il telefono tra le 14 ele 14,30 ma credo che essendo tutti i telefoni agganciati all'unica cella di avetrana sia praticamente impossibile il tracciamento;
3 anche x quanto riguarda la localizzazione in contrada mosca è alquanto azzardato dire dove si trova il cell.. perchè la cella della suddetta è confinante con avetrana e basta una sovrapposizione di segnale e il tutto si confonde perciò se il processo segue questa strada non si và da nessuna parte...
ora siccome è due anni che ho smesso quel lavoro è possibile che siano usciti ( anche se ne dubito)nuovi sistemi di localizzazione e in quel caso mi astengo da giudizi
saluti...

Daniele ha detto...

@Magica,
anche io come te ho una mia opinione in merito, opinione che dal mio punto di vista, come è naturale che sia, vedo più logica e lineare di altre. Tuttavia sono un essere umano come gli altri e in quanto tale soggetto a poter commettere errori, per questo non escluderei l'eventualità che potrei sbagliarmi e che i fatti potrebbero essersi svolti diversamente da come io ipotizzo.
Se proprio non ho un dato oggettivo a confermare le mie ipotesi, tendo a mantenermi cauto e ad esporle come tali, non come certezze assolute.

Ciao Magica












Tratto dall'articolo postato da Ivan:

"...Gli stessi rilievi collocano il cellulare di Cosima in garage alle 15,25. Lei ha sempre sostenuto di non essere mai scesa in garage, tantomeno quel pomeriggio."

Se non sbaglio Cosima aveva anche dichiarato di essersi recata in caserma e, considerato che le cella telefonica (o meglio la frequenza) agganciata dal cellulare di Cosima alle 14:25 circa, non è adibita solo ed esclusivamente per la recezione all'interno del garage dei Misseri, credo non sia escludibile l'eventualità che Cosima in quell'istante si trovasse in altro luogo, magari proprio all'interno della caserma in compagnia della sorella.

Mi chiedo se nello svolgere gli accertamenti tecnici abbiano tenuto conto di una simile eventualità oppure se si siano limitati all'area di casa Misseri, dalla quale Cosima diceva di essersi già allontanata (il che sarebbe a dir poco assurdo).

Giacomo ha detto...

No no, Daniele. Hanno fatto gli esperimenti tecnici solo in casa Misseri. Questo è sicuro!
Il "sofisticatissimo" esperimento è costituito in questo:
Hanno fatto una serie di chiamate dall'interno di casa Misseri con telefonini asseritamente dello stesso modello di quelli in uso agl'indagati. Dopodiché sono andati a vedere i tabulati che cosa hanno registrato!
Questo è il grande esperimento scientifico, fatto oltretutto senza presenza di periti di parte, in base al quale Cosima e Sabrina dovrebbero essere spedite all'ergastolo!
Sono cose che non ci si crede!!!

Giacomo

Giacomo ha detto...

Darpi. E' tutto come dici.
A leggere l'articolo del Corriere del giorno all'indirizzo indicato da Ivan i carabinieri onestamente l'ammettono: "Il nostro esperimento SI BASA SUL PRESUPPOSTO CHE I CELLULARI FOSSERO TUTTI A CASA MISSERI."
E quindi l'esperimento serviva solo a stabilire se, data per vera tale ipotesi, i cellulari erano ai piani superiori o nel garage.
Ecco che si sono scoperti gli altarini che i media tenevano nascosti.
Il presupposto di base dell'esperimento, cioè che i cellulari, si trovassero a casa Misseri, è diventato lo scopo dell'accertamento!
Cioè i Carabinieri partendo dal presupposto che i cellulari si trovassero a casa Misseri hanno concluso che questa ipotesi non la potevano escludere. Grazie mille! Perché, casa Misseri non si trova ad Avetrana? Questa è l'unica cosa certa che potevano concludere: che i cellulari erano nell'abitato di Avetrana!

Giacomo

Manlio Tummolo ha detto...

Da quello che si ricava da certa gazzettineria di profonda conoscenza tecnica, esisterebbero sistemi di localizzazione al mmq, per cui ogni spostamento all'interno di un'unità di superficie verrebbe localizzato. Meraviglie della tecnica, ma dubito che sia così e, ad ogni modo, trattandosi soltanto dell'uso di un telefono, come ribadito tante volte, nulla dimostrano su chi adoperasse il telefono in quel momento, né lo scopo. Del rssto, se si sta telefonando, è difficile supporre che contemporaneamente si strangoli qualcuno. Ora ripropongo i miei dubbi: a quando si tenterà di sentire pubblicamente il protagonista primo della vicenda, il reo più volte confesso, l'autore delle sue otto versioni, per capire sia la prima sia l'ultima o la penultima delle evsrioni, invece di girare attorno al problema col gusto giallistico della suspense? Ma siamo in un processo serio, dove si cerchi semplicemente verità e successione dei fatti o in una fiction gialla per emozionare un pubblico di appassionati ? Si interroghi Michele Misseri, si chieda a lui su quale delle sue otto versioni debba essere la più realistica, il perché delle sue giravolte. Poi di seguito tutti gli altri imputati. Anche riuscire a scoprire che il telefono di Sarah a quell'ora era nel garage ci dice poco, perché non dimostra né che fosse viva, né che fosse morta, ma solo che l'apparecchio si trovava lì.
Capisco che possono avvalersi della facoltà di non rispondere, ma i loro avvocati dovrebbero pur dire qualcosa, e se i patrocinati tacciono, i rispettivi difensori dovrebbero almeno spiegare il perché.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 238   Nuovi› Più recenti»