giovedì 24 maggio 2012

Sarah Scazzi. Un processo onirico dove le chiacchiere delle comari rallentano il corso di una giustizia di per sé già lumaca


Siamo arrivati al punto che al tribunale di Taranto invece di accellerare si rallenta. Di questo passo la sentenza di primo grado, quella che dovrà stabilire chi ha ucciso una ragazzina bionda e piena di vita di nome Sarah (quasi dimenticata dall'informazione) arriverà, se non ci saranno ostacoli imprevisti, solo a fine anno. Il processo è iniziato il 10 di gennaio e di certo alle persone libere poco importa vi siano due donne in cella, due imputate che si proclamano innocenti ed attendono con impazienza una sentenza. Mica le abbiamo messe noi dietro le sbarre. Che ci frega dato che è stata la procura, in associazione col giudizio mediatico locale e nazionale, a decidere che sono colpevoli e devono restare in galera a vita? Così è. E non si dica che è stato un giudice a lasciarle in carcere ad attendere il verdetto, perché il giudizio iniziale di un gup, o di un qualsiasi altro organo giudiziario che entri in scena prima del processo, si fonda sempre sulle conclusioni portate da chi accusa, sugli indizi gravi e concordanti che i procuratori assumono ed assicurano esserci quando portano gli atti in tribunale. Questo accade anche se la procura è solo una delle parti in causa e potrebbe aver ragione come aver torto. Ma è giusto, viene da domandarsi, rimanere un anno in cella in attesa di una sentenza? Non è un tantino lungo un processo che dura trecentosessantacinque giorni?

Se io fossi il giudice smetterei di seguire una scaletta al rallenty ed inizierei a convocare venti testimoni per volta. Tanto ormai si è capito che qualcuno manca sempre, che non c'è martedì in cui non arrivino certificati sanitari o giustificazioni lavorative. Chi pare non mancare quasi mai, anche se purtroppo non può essere interrogata dai pm ad ogni udienza, è la supertestimone, quella Anna Pisanò che l'otto maggio riportò alla Corte, ma in serata anche ad un giornalista locale (andando oltre il limite della famosa e ciarliera fanfara paesana), situazioni e sensazioni da brivido. Addirittura la fantasia popolare vuole che ai suoi racconti, alcuni circostanziati con tanto di precisione al minuto secondo, sul soffitto dell'aula si siano create paurose e gigantesche stalattiti pronte a crollare sulle imputate. Brrr... che brividi il venire a sapere che lei aveva saputo che le avevano detto che c'era chi era a conoscenza di un qualcuno che aveva riferito di aver visto, o sognato, cose da far rabbrividire. E fortuna che le stalattiti si son sciolte quando il tutto si è alleggerito, quando si è scoperto che la signora, nel maggio del 2011, si vestì coi panni di Sherlok Holmes ed armata dai carabinieri, che le fornirono un mini-registratore da nascondere nella borsetta, registrò una conversazione che sarebbe dovuta servire a dare per certa la presenza del Buccolieri, assieme al suo pulmino ed ai suoi fiori, in un albergo della zona (e che significato avrebbe in chiave accusatoria?). Il tutto lo fece, ha detto, perché nessuno in paese sembrava credere alle sue parole.

Su questa registrazione non si è potuto disquisire perche la trascrizione ancora manca. Non si è riusciti ad averla per il processo perché è trascorso solo un anno dal momento in cui è stata consegnata la cassetta... d'altronde che fretta c'è? Detto questo, però, occorre aggiungere che prima della sua testimonianza il brivido lo aveva dato ai Pm la richiesta dell'avvocato Coppi, portata in aula dal Marseglia, che impossibilitato a presenziare avrebbe voluto interrogare la teste all'udienza successiva. Fortuna che tutto si è risolto in un nulla di fatto, fortuna che la Corte non ha accettato la divisione testimoniale preferendo chiuderla in giornata (le chiacchiere ad un certo punto stancano, si sa). E pensare che il Coppi avrebbe potuto tranquillamente interrogarla, vista l'assiduità delle presenze. Infatti, ci informano i cronisti che nonostante abbiano un gabbiotto nei pressi del tribunale non riescono mai a riportare le vere parole dette dai testi in udienza (ahi noi, forse c'è troppa confusione in tribunale e dai banchi della stampa non si capisce una mazza), la signora era in aula anche martedi scorso (per motivi di lavoro non c'erano sua figlia e suo genero, convocati per essere interrogati). Il suo intento? Fissare la moglie del fioraio mentre veniva interrogata e raccontava un altro fatto, un fatto molto diverso da quello narrato precedentemente dalla stessa Pisanò. Ed in effetti la signora Holmes durante la sua testimonianza aveva intercalato le date incrociandole ed aggiustandole a più riprese. Ad esempio sapeva da metà marzo che era il Buccolieri ad aver sognato il sequestro. Ma il 4 aprile, quando per la prima volta andò dai carabinieri a raccontare il sogno a modo suo (con tanto di strappo dei capelli sulla pubblica strada), disse di non sapere chi fosse il sognatore.

Solo il giorno successivo, il 5 aprile, si ripresentò dando nome e cognome. La spiegazione a questo fatto alquanto strano l'ha fornita agli avvocati difensori a più riprese ed in maniera diversificata. Prima ha detto di non aver dato il nome perché ancora non lo sapeva e lo seppe al telefono solo la sera del quattro aprile, poi ha ammesso di sapere chi fosse il sognatore già dal 17 marzo e ha affermato di non aver fatto il nome perché aveva promesso alla figlia di non farlo (una promessa a tempo determinato quindi). Ma le contraddizioni, quando ad interrogarla non erano i Pm, si sono susseguite costanti. Ad esempio ha detto di aver visto triste chi ad altri, nelle stesse ore, apparì gioviale. Ha detto che vide Sarah arrivare dai Misseri alle nove e dieci, mentre sua madre ha testimoniato che uscì di casa alle otto. Ha detto che restò da Sabrina fin oltre le nove e trenta, ma quasi nello stesso orario disse in precedenza di aver anche accompagnato una donna a casa sua perché doveva aggiustarsi le unghie (una sua figlia lavora nel settore). Ha inoltre detto di non aver visto l'auto di Cosima Serrano davanti alla casa, quindi ha insinuato che di certo la donna non era al lavoro quel giorno ma si trovava ad Avetrana a far la spesa (peccato ci siano testimonianze che invece la collocano in campagna e su un pulmino fino alle 13.30), e che in zona non c'era nessuno in quell'orario (peccato che il vicino stesse lavando la sua auto in strada).

Inoltre ha confermato di essere stata presente all'arresto in pompa magna di Cosima Serrano. Ma non perché voleva esserci, lei non sapeva nulla di ciò che da qualche ora stava accadendo dai carabinieri di Avetrana, lei non sapeva dell'imminente arresto, di ciò che per tutto il pomeriggio si era parlato nei salotti televisivi, lei aveva solo visto tanta confusione e credeva ci fosse un incidente. Insomma, la persona in questione si può credere fosse, ed ancora pare esserlo vista l'intervista rilasciata subito dopo le quattro ore di estenuante interrogatorio in tribunale, una presenzialista, una di quelle che se un'auto suona per strada si catapulta all'esterno iniziando, se qualche carabiniere la ascolta, una discussione sull'opportunità di togliere i clacson dalle vetture. Ma forse non se ne rende conto dato che ha detto di aver rilasciato solo due o tre interviste in quel periodo (un altra, o forse un paio, gliele hanno fatte in malafede). Però può essere che la sua memoria stia cedendo perché altre non ne ha ricordate neppure quando le hanno sciorinato i nomi dei vari programmi a cui ha partecipato. Dimenticanze dovute allo stresss o incongruenze? Difficile dirlo, più facile è il sostenere che i suoi ricordi siano dettati da un intrinseco bisogno di aiutare la giustizia ad ogni costo. Ma lei non è un carabiniere specializzato in indagini, ed a questo proposito non si capisce con quale competenza e autorità un maresciallo le abbia fatto avere un registratore da usare per entrare nella privacy altrui, lei non è preparata e non sa scremare. Il rischio è che accumulando tutto nella mente, e sbagliando a giudicare, si sia ritrovata ad avere a che fare con falsi ricordi.

E che ne abbia è dimostrato perché dopo aver detto che ad Avetrana tutti in quei giorni raccontavano di aver sognato Sarah, pure lei l'aveva sognata e l'aveva raccontato, ha affermato che sapeva del "sogno sequestro" già dalla metà di settembre. Peccato che la moglie del fiorista, quella dalla Pisanò fissata all'ultima udienza, abbia dato una versione completamente diversa, dichiarando che il marito la prima volta ne parlò a lei, non presente Vanessa Cerra a cui venne raccontato in data successiva, dopo l'arresto del Misseri. Quindi c'è da capire come poteva la Pisanò sapere a settembre quanto in realtà fu raccontato solo dopo il sette di ottobre. Sono i misteri che avvolgono i fatti quotidiani della vita, sono i sogni che si vorrebbero reali a fregarci. Perché se è facile sognare e convincersi di aver vinto cento milioni al Superenalotto, meno facile è il ritrovasi il denaro in casa o in banca una volta usciti dal mondo onirico che, per quanto reale possa esserci sembrato, resta pur sempre onirico al risveglio. Perché se è facile prendere uno dei tanti sogni raccontati dagli avetranesi in quei giorni e creargli attorno un castello accusatorio, meno facile è il difendere le mura se per costruirle si è usata sabbia di mare.

Ma a noi, ripeto, in fondo cosa importa? In galera ci sono altri, persone che neppure conosciamo e che la maggioranza giudica colpevole perché certa stampa ha fatto uscire sui giornali e sugli schermi solo una mezza verità (l'altra mezza necessitava di lettere che in certe tastiere non esistono). E questo non dovrebbe essere possibile e porta a pensare che noi stessi si stia vivendo in un sogno. Anche perché si sta parlando di un sequestro onirico raccontato da ogni bocca in modo diverso, un sequestro suggellato da ombre e auto intraviste, da chiacchiere insistite che fan solo perdere giorni e costringono i giudici ad ascoltare le comari del paese. Comari che tutto sanno e tutto aggiustano. Sarah nello stomaco non aveva contenuto gastrico a sufficienza? Che problema c'è? Entra in aula la farmacista e racconta che una sua cliente ha ascoltato chi a proposito del sogno ha parlato di vomito dovuto allo strapazzamento. In questo modo, è evidente, tutto diventa oniricamente possibile. E se tutto è possibile può anche essere che io questo articolo non l'abbia mai scritto e che voi non l'abbiate mai letto... perché no? In un mondo che si dice civile un processo non può durare un anno, specialmente se in carcere vi sono persone incensurate che si dichiarano innocenti. In un mondo che si dice civile non si può cercare una condanna all'ergastolo basandosi sulle chiacchiere derivanti da un sogno. Se questo pare accadere significa che non è vero nulla. Quindi datemi retta, svegliamoci perché abbiamo dormito anche troppo.

Tutti gli articoli su: 
Sarah Scazzi
Roberta Ragusa

455 commenti:

1 – 200 di 455   Nuovi›   Più recenti»
Manlio Tummolo ha detto...

Come al solito hai centrato il problema alla perfezione, caro assimo. Hai descritto con fine ironia questa illustre accusatrice, sulla quale però io non concentrerei tutte le colpe. C'è qualcuno che l'ha strumentalizzata al fine di incastrare le due donne, ma la Verità è un iceberg: anche quando è quasi sommerso, c'è sempre una punta che emerge e indica il resto. Più tardi ti manderò un interessante documento dell'Unione Camere Penali sulla faccenda Brindisi, ma con osservazioni valide per tutti i casi qui in esame, compreso Scazzi-Misseri. Si poteva procedere con gli imputati, molti dei quali anche testimoni, cominciando dall'"inaffidabile" Misseri, che nondimeno ha avuto un lungo e "doloroso percorso di ravvedimento". Chissà che di ravvedimento in ravvedimento, non si riesca a capire che cosa è veramente accaduto ?

Anonimo ha detto...

La verità non la conosce nessuno, a parte chi non può raccontarla e chi si è macchiato di un delitto così infame. Se c'è un reo confesso poco credibile, che mima in tv, con la connivenza mercenaria di chi evidentemente ha uno strano senso di giustizia (e tratta un presunto pedofilo-assassino-necrofilo con la cortesia che si riserva agli esseri più buoni) è certo un fatto strano. Questa storia, terribile di per sé, lo è diventata di più nel corso del tempo. E se l'imputata rilascia ancora "interviste, insomma, con portavoce" la responsabilità è sua e di chi la consiglia male. La custodia cautelare la vuole lei.
Se chi è totalmente estraneo alla vicenda si fa un'opinione, sarebbe bene chiedersi il perché, senza almanaccare. Tutti finora hanno visto, "bontà" loro, solo questo. Le uniche che possono contestare comportamenti e dichiarazioni (agli atti) incomprensibili per un innocente sono le imputate, le cui prime dichiarazioni combaciano incredibilmente con le "frescacce" raccontate dal reo confesso capo famiglia. Sono pronta a fare un passo indietro: quando capirò come si giustificano atti e fatti da esse stesse poste in essere, ascoltando le loro ragioni. ma nel processo e sotto interrogatorio (il contraddittorio è questo).

La prossima udienza si prospetta significativa.

Che una giovane sia agli arresti e che una madre sia sospettata di un delitto così atroce mi sconvolge. Ma di più: che una adolescente che aveva tutta la vita davanti sia morta per mano di chi si fidava. Chiunque sia, fa Misseri di cognome. Poi, che si voglia pensare a un supino servilismo (perché, poi) alla magistratura, opinione.

Contro certa magistratura (civile e non penale) ne ho personalmente ben d'onde. Ma cerco di discernere, secondo il mio personale buon senso. E a mala pena di scrivanie riesco a spolverare la mia. La coscienza non abbisogna di compiacimento né di mistificazioni.

Anna Bari

carla ha detto...

condivido in pieno l'articolo che hai postato massimo,vedo che non ti sfugge niente....
però vorrei precisare,una cosa che ancora non si sà a che ora ha sognato il fioraio e se c'è riscontro con la realtà?......
e il riportare da terzi per sentito dire che sara ha vomitato,non dice nulla,perchè non viene menzionato ne come, in che luogo e ne quando,in cui non esiste un testimone diretto che l'abbia vista e tanto meno non si sà chi sia la terza persona.....
giustamente tu massimo puntualizzi che la gente non se ne cura ,e non basta prova il piacere o il gusto di poter sparlare dell'altro,perchè si sentono fuori.....
io aggiungerei una cosa ,a posto loro non mi sentirei tanto sicura,purtroppo la ruota gira,non possiamo mai sapere cosa possa accadere nella vita....è per questo che me ne guarderei,più che di giudicare e di sparlare......perchè c'è una cosa da prendere in considerazione,che le donne misseri ,presunte colpevoli e non dichiarati,che c'è qualcuno che se ne prende a loro difesa,ma non è detto se mai a qualcun altro gli capitasse la stessa sorte ci sia sempre qualcuno disposto di prendere le difese.....
proprio oggi avevo sentito un caso di una parente che ne era scandalizzata della nipote che a distanza di anni fece la stessa cosa anche la figlia.....di questi fatti se ne sente di frequente,non dovrebbe essere una novità.....
hai ragione massimo come hai concluso che sta gente sta dormendo ,ma per bene....
c'è il detto"dove non arriva intelletto,l'esperienza insegna".....con piacere la saluto e buonanotte
buonanotte a tutti amici del blog....carla

Anonimo ha detto...

Ciò premesso, degli "opinionisti" che si auto-sponsorizzano (nessuno escluso) coinvolti professionalmente a vario titolo in cause in corso che, anziché riservare il silenzio dettato prima che dalla deontologia dalla coscienza personale, si espongono a ogni ora in tv egocentricamente, ho una pessima idea personale.

Se poi giurano in un processo è cosa altra: si assumono responsabilità. Vedremo.

Mai vista tanta commercializzazione del dolore come in questa triste storia. Questa, con le implicazioni "familiari" è la ragione per cui mi spendo dicendo la mia: a ogni costo.
Siamo arrivati alle bombe fuori dalle scuole. Di aggressività, anche solo verbale, non c'è bisogno.


Bello massimo l'articolo sulla bellezza e su Melissa.
Quest'ultimo (parere) molto meno.
Le comari preferisco lasciarle a "molto rumore per nulla" . Non è questo il caso.

Anna Bari

magica ha detto...

questa non l'avevo considerata ..
per evitare interviste fuori luogo è opportuna una custodia cautelare ,
infatti sabrina o chi x essa (il suo avv difensore) ha rilasciato una intervista nella quale esprime qualche considerazione dell'imputata . non doveva assolutamente dire o esprimere nulla . pena la custodia cautelare e ben gli sta' .. solo la piasano' ha avuto molti consensi spettegolando in tv : una comare pazzesca . spero che debba avere pan x focaccia ..

Anonimo ha detto...

Ciao, Carla. Come sta Sirenetta?
e la tua "Chiara"?

Peggior danno alle imputate non avreste potuto fare. I forum sono tutti "monitorati", penso anzi credo.


Anna Bari

Giacomo ha detto...

Ciao Massimo.
Apprezzo il tuo articolo ed il modo ironico con cui hai descritto una realtà sconvolgente.
Ci vorrebbero abituare a considerare NORMALE il fatto che una ragazza di ventidue anni incensurata sia in carcere da più un anno e sette mesi, solo perché faceva da sorella maggiore alla cuginetta, che poi è stata assassinata in modo barbaro ed ASSURDO. Ma avuto il torto grave di risultare antipatica!
Normale dovremmo pure considerare che la madre sia in carcere con lei da un anno, solo perché la difende. Il sogno del fioraio è chiaramente un pretesto. La procura non ha fatto altro che scegliere fra le varie voci più o meno anonime quelle che più facevano comodo ad un aprioristico castello accusatorio, fondato sul niente.
Normale dovrebbe essere infine che il reo confesso sia stato addirittura messo in circolazione, solo perché dava l'impressione di essere un persona mite!
Hai detto bene. Questo centellinare pigro di testimonianze ed udienze con due incensurate in galera è un insulto alla civiltà giuridica, anzi alla civiltà tout court.
E questo continuare a pompare mediaticamente i "testimoni"(?) dell'accusa e silenziare le voci e gli argomenti della difesa la dice lunga sulla nostra classe giornalistica, che si allea sistematicamente con i potenti contro i più deboli.
Le cronache giudiziarie nel nostro paese, non solo in questo caso, che comunque risulta emblematico, si possono riassumere in una sola espressione: "DALLI ALL'IMPUTATO!!!!".
Per la soddisfazione di quel giustizialismo irrazionale e fanatico che alligna purtroppo e chissà per quanto tempo allignerà ancora nel nostro Paese.

Giacomo

Manlio Tummolo ha detto...

Naturalmente siamo alla solita signora che attacca altri, ma dice di non saperne nulla, e fa la sdegnata quando viene contrattaccata come merita. Se ha polemiche personali da fare, il mondo è grande e di blogs radicalmente colpevolisti ce ne sono un'infinità, dove saziarsi del sangue virtuale delle vittime. Fino a sentenza definitiva, tutti i Misseri sono "non colpevoli". Si imparino almeno quelle primarie basi di un Diritto moderno e democratico.
Ritorna sul "giuramento" che in sede penale non esiste più da un pezzo e sarebbe ora di toglierlo anche dal civile, in quanto ogni giuramento è un atto religioso che può soltanto coinvolgere la coscienza intima di ciascun individuo, e non il rapporto con altri e la società.
Quando la leggo, mi par di vedere la faccia rugosa e sentire la voce sgradevole e sgraziata del ministro Fornero, la quale, onusta di privilegi, pretende di togliere ad altri anche i diritti elementari del lavoro e della vita.

angelocinque ha detto...

Di certo però che Sarah è stata
ammazzata e non certo da un fantasma,ne tanto meno da michele
misseri,togliendo il fantasma e michele,rimangono solo due persone
nella famiglia misseri in quel giorno dove Sarah si recò nella casa dei misseri,inutile che ci giriamo attorno a questa storia
che quasi quasi sono tutti innocenti! forse Sarah si è uccisa
da sola?? intellettuali,ma fatemi
il piacere! come diceva "totò"

magica ha detto...

ahh ho capito i forums sono moniterati..
sono monitorati tutti pero' non solo quelli dove osannate x far da lecchini ..pensate di avere un tornaconto? non si sa mai .
tutte le persone hanno diritto di avere rispetto ., oppure credi che solo quelle persone che magnifichi te siano considerata oneste ? stanno monitorando? spero che lo stiano facendo da ambo le parti .

magica ha detto...

puo' essere che angelo cinque fosse presente .?
dovresti scrivere xchè hai la certezza che misseri non sia colpevole . posta l tue considerzioni in modo che chi la pensa diversamente faccia le proprie conclusioni ..

carla ha detto...

buongiorno a tutti,
ciao magica c'è una tale persona in nostra conoscenza ,che ancora convinta di poter raccontare delle favolette......
non è la prima volta che succede che lei sparla delle imputate e poi diventa colpa nostra se le imputate sono in galera.......neanche se ci volesse dire che sia la causa nostra che la provochiamo a dire il contrario.......
a chi crede di prendere per i fondelli?......qualcuno la ascolterà per carità e non si sà per quanto,ma non tutti sono fessi.....ti abbraccio

x giacomo vorrei correggere una cosa,che da tale persona di bari,prima di prendere per mira te e manlio,c'ero io,non mi togliere questa onorabilità........sta persona è venuta da quando ci siamo noi,io e sirenetta con l'intento di metterci in cattiva luce......per noi se ne poteva stare bella tranquilla sull'offtopic ......è lei che ha voluto venire qui.....noi c'è ne siamo andate per insulti rivoltici contro, facendo leva con delle amichette che purtroppo l'hanno seguita anche su questo blog.....,il fatto che noi che c'è ne siamo andati via le ha dato fastidio e sperava in un modo o nell'altro,di farci cacciare.....
che ancora tutt'oggi non si rasegna.....porta pazienza....ti abbraccio carla

Vito Vignera da Catania ha detto...

Vito Vignera da Catania. Ciao Massimo complimenti per l'articolo ,come è di tua consuetudine hai fatto centro ,non ti è sfuggito niente . Le dichiarazioni della supertestimone Pisanò fanno acqua da tutte le parti ,che poi non ho capito supertestimone di che cosa ,di aver visto Sarah la mattina del 26 agosto che era triste ,è di non averla neanche salutata ,chissa perchè ,noi sappiamo con certezza che Sarah era offesa con lei per le dicerie spettegolate in paese verso suo padre . Mi avrebbe fatto piacere se al tuo articolo avessi aggiunto qualcosa in merito a quello che potrà dichiarare la prossima ospite del 5 giugno ,ovvero l'altra super teste Dott.Bruzzone ,naturalmente in attesa dell'altro super teste Avv.Galoppa ,sono già in trepidazione per le loro dichiarazioni . Ti saluto con affetto ,saluti a Carla ,e al sommo Prof Tummolo grazie .

magica ha detto...

hanno detto che si prospettano dichiarazioni straordianrie.
mi auguro che stavolta a controbattere ci sia l'avv coppi .
poi spero che la testimone abbia un video o un iterrogatorio firmato di confessione ..
certo che quel padre degenerato l'ha combinata grossa . oltre ead aver ucciso . ha rovinato tutta la sua famiglia con le sue farneticazioni..
una persona psicolabile .. pero' a singhiozzo .con lo psichiatra e alla psicologa non dimostro' sottomissione .. ,,
si è lasciato manipolare anche dalla nipote . xchè si tratta di manipolazione , quella ha voluto mettergli le parole in bocca . si sa che tipo è quell'uomo . mi meraviglio anche degli inquirenti che hanno permesso questa manfrina .. l'importante è che paghi chi senza ombra di dubbio ha commessoil fatto ,, non manipolare una persona la quale di fronte alla nipote adulatrice . dice fatti ambigui

Giacomo ha detto...

Chissà Angelocinque dov'era quando il 6 ottobre 2010, in una conferenza stampa a reti virtualmente unificate, il capo della procura tarantina annunciò: "Michele Misseri è il solitario assassino. Il caso è praticamente risolto".


Giacomo

Michele M. ha detto...

Bravo Massimo condivido in pieno il tuo articolo. La Pisaò racchiude in sè stessa l'essenza di questa burlesque processuale.

carla ha detto...

forse dico forse a pisanò gli avranno promesso qualcosa e magari anche assicurata che non le potrà accadere niente o magari s'immagina di avere le spalle ben coperte,perchè si illude che la maggioranza ha la meglio.......
oppure faranno come con michele misseri che sia stato indotto o suggerito,promedendoli o che si era illuso di cavarsela con poco....
me la vedo quando interverrà la dott.sa bruzzone,siccome l'ho già sentita dire a porta a porta,che michele ha fatto tutto lui...- è lui che ha iniziato a parlare e noi abbiamo lasciato fare....-e chissà forse se la caverà assieme con avv. galoppa.....
e già giusto lui michele ha ben pensato di accusare la figlia ,così se ne veniva fuori in un paio d'anni...a proposito,non è che abbia sognato pure lui?1....buonaserata....ciao vito contracambio i saluti

Manlio Tummolo ha detto...

AD ANGELOCINQUE.
Poiché l'ultimo tratto di strada per recarsi alla casa degli zii è "cieco", ossia privo di testimonianze, non abbiamo altra testimonianza che quella di Michele Misseri. si potrebbe pure prendere per buona, secondo i gusti, la prima, la seconda o l'ottava versione, ma sta di fatto che il SS. inquisitore si è assunta la responsabilità di aver utilizzato con lui metodi "suggestivi", e del tutto illegalmente, stante il da me citatissimo art. 61 CPP, per cui personalmente non vedo perché dovrei ritenere colpevole uno o l'altro della famiglia Misseri, il cui capo non può essere credibile nella prima giornata, ed incredibile nelle altre, o viceversa. Il beneficio del dubbio non solo è lecito, ma è altresì doveroso (scientificamente e giuridicamente parlando).
Del resto, l'articolo precedente, di Autore anonimo (evidentemente per motivi di sicurezza), eeprime chiaramente la perplessità di uno studioso di psicologia clinica e psicoanalisi in merito ai comportamenti del signor Michele Misseri e alle sue dichiarazioni.

Anonimo ha detto...

Sig. Giacomo chissa' dove era Lei il 6 ottobre! La procura ha detto che si trattava di un omicidio intrafamiliare che c'era stata una confessione e che il caso era risolto al 80 e rotti .....non ha MAI detto che l'assassino era Michele Misseri , la riguardi l'intervista , anzi aggiungono che ci sono delle verifiche da fare. Trattavasi sicuramente di omicidio INTRAFAMILIARE! Vada a rinfrescarsi la memoria, che ne ha bisogno. Quanto dovuto per la precisione. MariaAntonia.

Epam ha detto...

Ma, scusate, cosa vuol dire "intrafamiliare"?

Sbaglio o significa "all'interno della famiglia"?. Correggetemi se sbaglio.

Allora dico, bella scoperta fece, il 7 ottobre 2010, il Sebastio quando sostenne che trattavasi di delitto "intrafamiliare". Non poteva trattarsi d'altro considerato che Michele Misseri era "all'interno della famiglia" e non un estraneo.

Però è anche strano che si arresti una persona perchè ha confessato e non si dice che è lui l'assassino! Ma stiamo dando i numeri o cosa?

Vorrei capire, Sig.ra MariaAntonia. In sostanza lei sostiene che Michele Misseri è stato arrestato per aver fatto una confessione, ma non è lui l'assassino? E se non è lui l'omicida, perchè arrestarlo?

Scusatemi, abbiate pazienza, molto probabilmente sono un po' tonto... ma il commento della sig.ra MariaAntonia proprio non l'ho capito.

Eppoi era il 90-95% e non l'80 e rotti.

Anonimo ha detto...

Il commento della sig.ra Maria Antonia è chiarissimo. Dopo la confessione di Misseri e relativo arresto, il Dr. Sebastio disse che il caso era chiuso al 90-95 per cento, ma che c'erano ancora delle verifiche da fare. Infatti le verifiche furono fatte e ciò che ne conseguì lo sappiamo tutti. La sig.ra Maria Antonia ha rimarcato il fatto che nessuno parlò di caso PRATICAMENTE CHIUSO. Continuare a ribadirlo non serve a nulla perché la memoria, grazie a Dio, la possiedono tutti e non solo i "pochi eletti". Buonanotte.

magica ha detto...

strano che tu non abbia capito .. anche xchè voleva essere precisa .
sempre con la solita arroganza .. tipico.
credono di avre sempre ragione a prescindere .
anche non vogliamo aver ragione ma almeno abbiamo toni diversi

magica ha detto...

il mio commento era x epam ..
e condivido la sua risposta a maria-antonia..

magica ha detto...

rrispondo a maria antonia .
se arrestarono misseri vuol dire che lo ritennero colpevole .

Anonimo ha detto...

X Magica. Se poi lo rilasciarono è perché non lo ritennero assassino (anche se io personalmente penso che dietro le sbarre ci starebbe benissimo).

carla ha detto...

clasico ....."il cane che si morde la coda".....e poi credono di farci passare per scemi a noi.....
buonanotte magica e epam e a tutti amici del blog

Anonimo ha detto...

La spocchia del "cane che si morde la coda"... fa... sorridere... in bocca a chi lo dice... bocconi amari da... ingoiare!!!

Anonimo ha detto...

Attenzione, se va storto... c'è rischio di... "vomito"... poi... si deve... tornare a bruciare tutto... per... cancellare... le tracce!!!

Anonimo ha detto...

Tutti i Misseri meritano una condanna "esemplare": chi ha ucciso e chi "ha coperto" chi ha ucciso!!!

carla ha detto...

x anomino delle 2.12" in ogni luogo c'è un idiota,se non lo vedi probabilmente puoi essere tu"...
ti giudichi dalle tue stesse parole ,come non si puo dire la stessa cosa di te,che probabile stai coprendo un assassino o lo stai aiutando,solo che non te ne stai rendendo conto a differenza nostra.....

Epam ha detto...

X Anonimo della notte (ma non sarebbe meglio dormire a quell'ora?)


Di quali verifiche si parla?
Ah, certo sì! Le verifiche fatte dal buon Gal(l)oppa il quale dopo le opportune verifiche da lui effettuate il 15 ottobre manda a chiamare gli inquirenti perchè il suo assistito ha la bomba da far esplodere!
E ancora il buon Gal(l)oppa si riesibisce il 5 novembre e questa volta con la "buona" compagnia della Bruzzone. Manda a chiamare ancora gli inquirenti perchè c'è un'altra bomba ancora più potente.

La smetta di dire scempiaggini.
Gl inquirenti dopo il primo arresto di Misseri non hanno assolutamente verificato una beata mazza. Le indagini da parte dei PP.MM., in realtà (visto che per 42 giorni si erano dati alla "macchia"...mediterranea), cominciano dopo il 5 novembre. Ma solo per andare in giro per Avetrana a cercare fantomatici testimoni e comari dell'ultima ora.

Il caso non era chiuso solo perchè si cercavano riscontri.

Ma abbiate almeno il pudore, non tanto, ma un minimo. Quello sufficiente a non farvi scrivere cavolate.

Credete veramente di avere a che fare con una manica di "cerebrolesi"?

Epam ha detto...

E comunque, Anonimo della notte, quando si dice che il caso è chiuso al 95% è come dire che il caso è "Praticamente Chiuso".

Epam ha detto...

Scusate!
Ciao magica, ciao Carla...

Anonimo ha detto...

Veramente è proprio Lei, sig Epam, a trattare le persone da cerebrolese, a volerle mandare a letto all'ora che dice Lei e a permettersi di ironizzare sul cognome di un avvocato (la elle tra parentesi) per puro gusto di scherno. E, dulcis in fundo, vorrebbe, ancora Lei, togliere la parola a chi non la pensa come Lei. Il mio commento "notturno" corrisponde al MIO libero pensiero, alle scempiaggini ci pensi Lei.

Manlio Tummolo ha detto...

Le "verifiche" fatte furono quelle ribadite dalla SS. Inquisizione, anzi da un SS. Inquisitore, all'inizio dell'incidente probatorio, ed anche prima, di aver utilizzato procedure "suggestive". L'uomo, felice della sua beata ignoranza o malafede giuridica, insieme al giudice, rileva che tali pratiche sono "lecite" con gli indagati pur ammettendo che non lo siano con gli imputati. Ora, né gli avvocati della difesa (allora i coniugi Russo), né ovviamente loro stessi fanno notare che l'art. 61 CPP dichiara esplicitamente che i diritti deli indagati e i diritti degli imputati sono esattamente i medesimi. Con ciò se ne deduce, per chi abbia un po' di intelligenza, che i metodi "suggestivi" ed altre forme di pressione psicologica sono chiaramente vietati dal Codice di Procedura Penale, e che quindi gli autori del misfatto vadano puniti. Quanto agli assassini, come detto in più occasioni, si dovrebbe sempre ricordare che chiunque è "non colpevole" fino a sentenza definitiva, e tale vale anche per rei confessi, a maggior ragione se sottoposti a "pratiche suggestive", che non vuol dre "commoventi", come forse qualcuno pensa, ma il far rispondere la persona a domande retoriche o ambigue nel modo voluto (metodi staliniani). Del resto, leggendo quei verbali si nota come la risposta viene già messa in bocca all'uomo che, pur frastornato ovviamente nel primo periodo, quando comincia a liberarsi dall'opera collaborativa del dr. Galoppa e della sua consulente, riprende almeno in parte coscienza di sé. Una lettura attenta del'articolo precedente insegna molte cose sugli effetti psicologici di fronte a situazioni particolarmente sconvolgenti, e sarebbe bene che tutti ne tenessero conto.
Il nodo del problema nella vicenda è che si è voluto, per comodità, abuso o altro, rovesciare su una singola famiglia le colpe di altri, ignorando volutamente il momento finale e il tratto di strada in cui Sarah Scazzi si sarebbe avvicinata a casa Misseri senza essere vista entrare da parte di nessuno, oltre al "suggestionato" Michele.

Epam ha detto...

Anonimo

Certo, il suo è un libero pensiero, chi lo mette in dubbio? Un po' pedissequo ma pur sempre un suo libero pensiero.

Mi dispiace, ma se Lei (& other) continua(te) a mistificare quanto accaduto nei giorni seguenti il 7 ottobre 2010, facendo passare l'arresto di Sabrina Misseri come una "conquista" dei PP.MM. di Taranto e non come un "regalo" del buon Gal(l)oppa, io continuerò a dire che scrivete "scempiaggini".

Se io non posso ironizzare sul cognome del buon Gal(l)oppa, si immagine se Lei può permettersi il lusso non solo di ironizzare, ma anche di infangare la rispettabilità, l'onorabilita e la professionalità di altri professionisti. E non solo su quelli; c'è più di qualcuno, e Lei è tra questi, che si permettere di ironizzare ed addirittura adombrare sospetti di connivenza e di interessi personali di alcuni commentatori, e di più c'è anche chi ironizza e infanga testimoni che hanno il solo torto di aver detto cose che non piacciono a Voi e ai PP.MM..

Termino qui. Siamo completamente off-topic e le nostre diatribe a nulla portano. Lei resti "pedissequo" del suo libero pensiero. Io resterò libero del mio, che di pedissequo non ha nulla.

P.S. Resta inteso che non risponderò più.

Manlio Tummolo ha detto...

Quanto poi al rilascio del Misseri, condizionato dall'obbligo di firma (come i confinati di fascista memoria), esso è in palese contraddizione con l'accusa che pur gli hanno lasciato addosso: quella di "soppressione di cadavere". Ora è elementare, banale e inconfutabile che nessuno occulti o "sopprima" cadaveri, a maggior ragione presenti in casa, se non è complice diretto e corresponsabile del delitto, perché, altrimenti, avrebbe perlomeno tentato di simulare un malore della ragazza o alcunché del genere. Nessuno poteva obbligarlo, nemmeno le tanto declamate "streghe cattive" a compiere un atto così grave, solo per paura che lo mandassero a letto senza cena o che la bella coniuge gli rifiutasse le sue grazie amorose. Una simile prospettiva è degna del ridicolo a cui questo processo, nato male e proseguito peggio, da gente che dovrebbe evidentemente cambiare mestiere, se non peggio, sta conducendo, dove oltre che pettegolezzi, invidie, odi personali repressi e storielline penose, null'altro si ricava. Intanto è da presumere che i veri colpevoli se ne stiano gozzovigliando lieti da qualche parte del mondo o concionando nei vari blogs contro Sabrina Misseri e la madre.

Vito Vignera da Catania ha detto...

X ANONIMO DELLE 09-02.VEDE QUI NON SI TRATTA DI ESSERE MALATI DI MENTE, è CHE NON CI VA DI ESSERE PRESI PER IL POSTERIORE.SE IN AVANTI DOVESSE AVERE BISOGNO, NON SI PREOCCUPI CHIAMI IMMEDIATAMENTE l'AVVOCATO GALOPPA,E LA CRIMINOLOGA BRUZZONE LE RISOLVERANNO IL CASO ,LEI PASSERà IMMEDIATAMENTE DA CARNEFICE A VITTIMA ,SPERANDO CHE NON LE DISPIACCIA DI SAPERE CHE IL CARNEFICE è UN SUO STRETTO PARENTE FAMILIARE GRAZIE .

Fox ha detto...

Il dottore scrive:
Ora è elementare, banale e inconfutabile che nessuno occulti o "sopprima" cadaveri, a maggior ragione presenti in casa, se non è complice diretto e corresponsabile del delitto.....

Dottore, ma come arriva a sostenere questi "dogmi" indiscutibili?

Anonimo ha detto...

Epam . Chiarisco una volta per tutte : NON HO MAI INFANGATO NESSUNO, a differenza di molti altri. Ma questo è un forum per le libere opinioni o un campo di battaglia?
Vito - Il suo commento ha tutta l'aria di una minaccia, ma completamente fuori luogo. Non si minacciano le opinioni, anche se divergenti dalle proprie. Qui si è perso il limite del buon senso e, francamente, fare la guerra mi fa orrore. Continuate fra di voi, io chiudo qui.

Vito Vignera da Catania ha detto...

x.ANONIMO .IO NON MINACCIO NESSUNO TANTOMENO LEI ,MA SOLO FARLE CAPIRE CHE QUALCUNO LA FRITTATA LA GIRATA E RIGIRATA A PROPRIO PIACERE ,FACENDO DICHIARARE IL FALSO AL PROPRIO ASSISTITO.

Fox ha detto...

Innanzitutto, si scrive in minuscolo.... disabiliti il CAPS_LOCK dalla tastiera.

Anonimo ha detto...

Per la cronaca, la Cassazione annullando con rinvio, ritenne Michele Misseri "inattendibile", argomentando che le sue dichiarazioni riguardanti l'omicidio di Sarah fossero “tra di loro incompatibili e sovente contrapposte. Ognuna porta con sé una totale o parziale, ma sempre significativa, quota di ritrattazione e, con essa, un grave segnale di inattendibilità”.

Non così per gli altri testimoni, dei quali SOLO, in ossequio al monito della Cassazione, si tiene conto nelle motivazioni del rinvio a giudizio del gup di Cosima e Sabrina Misseri per omicidio e di Michele Misseri per soppressione di cadavere (e altro). Capi d'accusa, questi ultimi, per i quali il "sig." Michele Misseri ha già scontato la carcerazione preventiva prevista ma per cui auspico venga condannato quanto prima e sconti il massimo della pena prevista.

Attendo udienza di martedì. Il resto (insulti e altre amenità) è pour parler e mi è ormai completamente indifferente.

Anna Bari (stesso nick, stesso ip di sempre)

carla ha detto...

x anomino e fox avete letto bene l'articolo? e se ne siete contrari,date almeno una spegazione più intelligente e non dal mondo dei sogni, che allora ci comportiamo di conseguenza.......
la presunzione non porta da nessuna parte.....l'attenzione che ha fatto vito ,si guardi bene che non li capiti la stessa cosa e aggiungo che non è detto che troverai un altro avvocato,che le faccia lo stesso regalo.......
per carità del vostro concetto di oppinione me ne guarderei bene di starmene alla larga.....se a voi vi sta bene,buon per voi.....oggi è capitato a misseri ......ma domani a chi va a bussare alla porta?.......burlare sulla disgrazia altrui,può essere molto pericoloso e non ci si scappa......chiarisco che non ha niente che spartire con la giustizia.....qua 2 sono le cose o che nella vostra mente c'è il buio totale,o non volete proprio capire,magari il vostro è di tutt'altro interesse......saluti
un caro saluto a vito ,manlio, epam e magica e amici del blog....

ps non illudetevi che se la maggioranza la pensi diversamente,non è detto che significa che abbia ragione .....le ragioni vanno dimostrate......se no riterrei che c'è un problema nella società molto grave.....
anche nel tempo di hitler e mussolini c'era la maggioranza e poi si sa come si è andata a finire....saluti

Epam ha detto...

X Anna Bari


Rilegga bene la decisione della Suprema Corte di Cassazione; La corte dichiara inattendibile Michele Misseri relativamente alle "ritrattazioni", non per la prima confessione!

Anonimo ha detto...

I rilievi della Corte sono stati considerati uno per uno dal collegio (nuovo) cui è stato demandato il "rinvio", in particolare proprio quello secondo cui il procedimento di verifica delle dichiarazioni di Misseri dovesse essere "compiuto dall'esterno":

http://www.tgcom24.mediaset.it/documento/11.$plit/C_2_documento_99_file.pdf

La Difesa di Sabrina Misseri ha deciso di NON impugnare ulteriormente quest'ultima decisione di "riforma" della precedente ordinanza cassata.


Quanto alle opinioni, maggioritarie o minoritarie che siano, non decidono né condanna né assoluzione, per le quali è rimessa, con tutti i crismi di legge (fino a prova contraria) la decisione a una Corte d'assise, il cui presidente finora ha accolto molte richieste della difesa (tra cui l'estromissione dal fascicolo, per motivi formali, del verbale della Cerra, acquisito con rogatoria intern.).

Anna Bari

magica ha detto...

buongiorno a tutti.
se la procura ha dichiarato che misseri non puo' aver fatto l'omicidio .
vorrei sapere con quali criteri ha dichiarato le donne colpevoli .. dai tabulati dei cell no .. dal sogno del fioraio nemmeno ( è inutile che la procura insista non fu realta' . ma sogno :. dichiarato dal fioraio ) su quali basi? su una scaramuccia la sera prima? sul sesso in macchina mesi prima?
mi sovviene un dubbio .. vogliono vincerla a tutti i costi x dar contro a coppi . non importa se pesrone innocenti - l'imortante è averla vinta ,,

basta vedere come hanno messo dentro la cosima .. cosa ha detto il fioraio?. gli altri chiaccheroni pettegoli che centrano? hanno visto qual'cosa? ma tant'è la cosima è finita dentro ed anche l'hanno fatta uscire dove la marmaglia la stava aspettando x metterla alla gogna .. mi pare che fanno cosi' con i pericolosi mafiosi
.......

carla ha detto...

magica il beneficio dello scoop.....i effetti collaterali non sempre si manifesta subito.....ma ci saranno.....

Vito Vignera da Catania ha detto...

X.Anna Bari,Fox.e Anonimi vari. Mi è Sembrato di capire ,ma può essere che mi sbagli, che per voi a quasi 2 anni dal delitto tutte le indagini siano state fatte in modo corretto ,beh credetemi non è proprio cosi,perché qualcuno ,lascio a voi immaginare i nomi, ha pensato che illudendo zio michele con la storiella dell'incidente prima ,e facendo accusare sua figlia poi ,che di stupidi al mondo c'è ne sono tanti ,senza pensare che ci sono anche persone intelligenti ,istruite, laureati ,che conoscono le leggi del codice penale quando loro ,se non più di loro .Se voi credete alla storiella del fioraio ,ai 6000 sms di Sabrina con Ivano, alla versione del Petarra e che sua moglie alle 14 doveva essere puntuale al lavoro ,a tutte le intercettazioni di dubbja interpretazione ,alla gelosia di Sabrina verso Sarah, per Ivano, ,allora credetemi siete fuori pista .Ma l'avete letto l'interrogatorio dello zio Michele fatto presso lo studio legale Agati? se non l'avete ancora fatto leggetelo, e poi ne parliamo ,tanto per capire se in quel verbale sta scritta la verità come qualcuno ha voluto farci credere .Grazie di una vostra cortese risposta (seria e obiettiva naturalmente .Tanti saluti a Carla ,Magica ,Epam ,e naturalmente al Prof Tummolo.

Ivan ha detto...

Sul Corriere del Mezzogiorno in un articolo di Nazareno Dinoi si trovano alcuno stralci di nuovi sms di Sabrina con un amico.

Uno in particolare:

Sabrina: «Io non voglio più andare avanti vorrei tanto andare a letto a dormire e non svegliarmi più, odio la sofferenza sono realista per me non ha più senso ogni cosa che faccio mi ricorda Sarah».

Amico: «Così ti fai male da sola, non penso che Sarah ti voleva vedere così».

Sabrina: «Io non credo di riuscire a vivere bene con questo senso di colpa. Quel maledetto giorno, nessuno mi farà cambiare idea su sta cosa…».

Una prima impressione a caldo è che quando Sabrina parla di “senso di colpa”, di un “maledetto giorno”, non può riferirsi al fatto di aver commesso un delitto, perchè non avrebbe senso dire: “nessuno mi farà cambiare idea su 'sta cosa”. Non si può cambiare idea rispetto a un fatto compiuto.

Link: http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/notizie/cronaca/2012/26-maggio-2012/sabrina-ecco-nuovi-messaggi-smsnon-ce-faccio-sensi-colpa-201344143807.shtml

Ivan

Fox ha detto...

x Vito.... ho ascoltato l'audio degli interrogatori dei vari protagonisti, ci è voluta molta pazienza perchè sono un po lunghi, ma mi è bastato quello per farmi un'idea! Potete raccontare ciò che volete, disturbi di personlità, comportamenti assunti dopo l'assunzione di farmaci inseistenti etc etc... Queste sono favole....

Fox ha detto...

EC: personalità

Manlio Tummolo ha detto...

Foxie e la sua amica di Bari riappaiono ogni tanto a ribadire come il classico disco rotto le solite vicende, confortati da un terzo, probabilmente uno di loro stessi, che si qualifica anonimo, in quanto non ha coraggio di confermare nemmeno col "nick" le sue cosucce. Intanto, egregio Foxie, secondo Lei è ammissibile che uno si trovi il cadavere della nipote in casa e, impressionato da non si sa ben cosa, decida di "sopprimere" questo cadavere e poi, in via di ravvedimento, prima vada alla ricerca di cellulari, poi li porti ai Carabinieri, e poi si faccia estorcere una serie di affermazioni prima contro di sé, poi contro altri ? E' una fiaba di pessimo gusto, tanto è vero che i Vostri beneamati SS. Inquisitori lo hanno rilasciato. L'obiettivo di questi appare del tutto chiaro: occorreva incastrare qualcuno. Le voci circolanti indicavano Sabrina Misseri, solo perché un po' grassa e non simpatica a molti, quale colpevole. Occorreva attribuire a lei un delitto colposo, un incidente in un gioco pericoloso, il celebre "cavalluccio" (tra l'altro chi è che "galoppa" ? appunto un cavalluccio). sarebbe bastato che, o prima o nell'incidente probatorio, Sabrina dicesse di aver giocato con Sarah al cavalluccio. Un delitto colposo confessato le sarebbe costato poco tempo in carcere. Non ottenendo questa "sincera" confessione, i SS. Inquisitori, tutta gente che ha letto Torquemada e studiato a fondo tecniche e procedure alla Vischinskij, i SS. Inquisitori di Taranto si sono adirati. Eccoli dunque a scatenare la loro vendetta arrampicandosi su testimonianze fasulle, su pettegolezzi, su atti sessuali incompiuti, su frasi spezzate, su crisi adolescenziali che durano dal mattino al pomeriggio e viceversa, per accusare, senza alcun elemento di prova, prima Sabrina, poi la madre. Hanno premiato Michele nella sua parte di "utile idiota", di "cavallo di Troia", poi tirati per le orecchie dalla Cassazione, allora hanno scoperto che era inattendibile. Ma di quanto non lo sanno, poveretti: ora, se Misseri padre e marito è inattendibile al 100 %, cade ogni testimonianza sulla presenza di Sarah in quella casa. La logica è una sola, ma i soliti fanatici duri di cervice, non riescono ad afferrarlo, e ripetono come nei mantra indiani i loro vaniloqui.
Ricambio saluti a Vito di Catania ed altri.

Manlio Tummolo ha detto...

Riguardo all'avv. Galoppa, molte cose si chiariscono dei suoi rapporti con la SS. inquisizione da cui era stato prima investito d'ufficio, poi nominato di fiducia, quindi licenziato in tronco, se si pensa al trattamento subìto dagli avvocati della difesa. Egli stesso aveva rischiato un procedimento disciplinare e penale per violazione del segreto istruttorio, di cui poi stranamente nulla si è fatto, andando in Televisione ripetutamente. Egli dunque, fin dall'inizio, ha avuto un "aut-aut" dai SS. Inquisitori: o collabori con noi, o avrai rogne. Siccome è giovane, non molto esperto e soprattutto un po' pusillanime, ha preferito accettare la collaborazione fin quando ha potuto. Quando è stato licenziato da Michele Misseri, la rabbia dei SS. Inquisitori si è scatenata contro gli avvocati della difesa, particolarmente col De Cristofaro, accusati di cose che sono saltate come tappi di spumante, facendo "Pum" senza altri danni. Intanto ciò ha provocato la più che giusta e doverosa risposta della Camera Penale Romana e dell'Unione Camere Penali. Ovviamente i tempi di indagine sono notoriamente lunghi a Potenza, ma per poco che sia stato fatto hanno ridotto i SS. Inquisitori a calmarsi alquanto nelle loro pretese di annullare ogni diritto alla difesa. Anche la storia dell'avv. Marseglia, di fatto prosciolto da tempo, ma diffamato sulla stampa e da certi cari commentatori di blogs, dimostra che i lupi, come le volpi, perdono spesso il pelame e qualche volta la coda, ma non il vizio. Ad ogni modo, vada come vada questo penoso primo grado processuale, in secondo e in Cassazione i colpevolisti dovranno ingoiare l'amara verità che, accusando innocenti, si finisce per salvare i colpevoli, consciamente o inconsciamente non importa. Personalmente credo che tra i molti dei colpevolisti, che sproloquiano e urlano istericamente, siano gli assassini di Sarah ed i loro complici diretti.

Anonimo ha detto...

Ho scoperto un record! Massimo ci aveva fatto anche un brillante articolo ironico sul "Teste Avetranese Tipo" che non è tale se non ha cambiato versione. Ebbene, vi è un teste che di versioni ne ha cambiate addirittura due. Invito tutti a leggersi nel link con le motivazioni del riesame del 2/12/11 gia postato da Anna

http://www.tgcom24.mediaset.it/documento/11.$plit/C_2_documento_99_file.pdf

da pag 104 a 108 le 3 diverse dichiarazioni fatte da Donato Massari (3/9/10 - 18/11/10 e 2/6/11) ed in particolare le prime, rilasciate nell'immediatezza dei fatti il 3 settembre 2010 e che riporto di seguito:

In data 26/8/10 mi trovavo a lavorare a Torre Colimena, dove sto eseguendo lavori edili presso il bar "Zio Belu". Verso le 14.30, dopo aver finito di lavorare, a bordo della mia auto mi sono diretto ad Avetrana. Giunto nei pressi dell'incrocio con il palazzetto dello sport, ho notato un'autovettura station wagon colore grigio metallizzato, non ho fatto caso al modello, ma ho l'impressione fosse una vecchia Opel Astra, mentre ho focalizzato bene il conducente, il quale poteva avere circa 20-25 anni, carnagione chiara, capelli ricci corti come se fossero una parrucca, baffo folto fino all'altezza della bocca, sopracciglia appena accennate, vestiva una camicia di colore nero. Sembrava essere un extracomunitario però aveva la pelle particolarmente chiara, non abbronzata. Detta auto è uscita dall'incrocio e precedendomi si è diretta verso Avetrana ad andatura normale, anche se ho avuto l'impressione che si stesse allontanando da qualcuno o da qualcosa. Non ho fatto caso alla targa anche
perchè dal predetto incrocio stava uscendo un'altra autovettura, modello monovolume Ford galaxy di colore blu, della quale però non sono riuscito a vedere il conducente. Quetsa auto si è diretta verso Torre Colimena. Ho continuato percorrendo la via Kennedy sino all'incrocio con via Verdi, mentre l'autovettura station wagon mi precedeva a circa 100 metri all'incrocio con via Verdi. Dopodichè ho dovuto rallentare in quanto all'incrocio stava uscendo un'altra auto, una Fiat regata di colore blu, guidata da un anziano di Avetrana che conosco solo di vista. Subito dopo proseguendo lungo la via Kennedy e svoltando per via Dante, non ho più notato l'auto in argomento. Nel vedere il conducente della vettura station wagon di colore grigio ho avuto l'impressione essere un turista, poichè come ho detto aveva la pelle particolarmente bianca, non abbronzata come se fosse arrivato da poco tempo. Il soggetto che ho visto si trovava a circa 7-8 metri da me.


IL MASSARI RIPETE PIU' VOLTE E CON DOVIZIA DI PARTICOLARI DI AVER VISTO BENE IL CONDUCENTE DELL'OPEL ASTRA CHE DUNQUE NON POTEVA ESSERE QUELLA DI COSIMA !!!

Il 18 novembre 2010 invece c'è l'inversione e il conducente della Opel diventa il conducente del furgone mentre il 2 giugno 2011 il Massari ha un ulteriore affinamento del ricordo e si sovviene di aver terminato in anticipo il lavoro quel giorno di quasi un anno prima in modo che l'orario dell'avvistamento, riposizionato in un intervallo tra le 14.00 e le 14.20, coincida con la tempistica omicidiaria accusatoria mentre l'Opel Astra diviene con certezza quella di Cosima.
Io non ho parole !!!

Stefano

magica ha detto...

certo.. e quel bell'imbusto la passera' liscia ?
penso che l'accusa chiedera' i danni x l'omicidio .. ma spero che la controparte li chieda a sua volta .. xdanni subiti dalle chiacchere ..
non lo so cosa credono quelli che testimoniano .. che siccome le misseri sono in galera sbeffeggiate .. non abbiano chi le difende?.
vorrebbero continuare a diffamare . xchè pensano di avere le spalle coperte .. si sentono protetti ? non credo proprio . alla fine i nodi arrivano al pettine ..

Fox ha detto...

Uff. Uff... Tumolo!!!! Esatto dice bene.... impressionato dalle arpie presenti in casa ha dovuto compiere l'estremo gesto! Riguardo al suo sospetto che noi scriviamo anche con Nick diversi.... beh, dovrebbe chiedere a qualcun'altro/a che scrive su questo blog!!!

Fox ha detto...

Il disco rotto è il suo, che parla solo per vomitare addosso a PM e magistratura!

magica ha detto...

e chi sarebbero queste o questi ..
io la carla e la chiara? ahha . il trio ..? e la sirentta .. allora il quartetto ... .

carla ha detto...

fox se fosse in voi non ne sarei tanto sicura,ancora tutto puo succedere e come dice magica tutti nodi veranno al pettine e aggiungo si daranno la zappa ai piedi.....in questo caso di anomalo è così evidente ,se non volete vedere perchè vi siete fatte incantare......non riuscite nemmeno tirare fuori l'orario quando le donne avrebbero dovuto uccidere, perciò il movente puo benissimo farsi fotere....e di michele che sappiamo cosa ha fatto,a parte la sua prima confessione,solo che ha littigato con il trattore e una chiamata solo del cell....altro niente ,con ciò aveva tutto il tempo di fare.... e voi cosa fate vi siete fatte affascinare dal bel galoppa,in cui ancora oggi non c'è riscontri.....saluti
ricambio i saluti a vito e compani,che almeno non tutti siamo allocchi....

Fox ha detto...

Se questo vuol dire essere allocchi... voglio esserlo tutta la vita!

carla ha detto...

fox non è detto magari sarai esaudita......prega solo che non ti capiti la stessa cosa o qualcosa di simile di quello che è successo a queste 2 donne......se a te sta bene...

Manlio Tummolo ha detto...

Vedo che ai colpevolisti di fede incrollabile è sfuggita finora una notiziola apparsa sul "Corriere della Sera" on-line, ma assente per ora da altri quotidiani, compresi i due pugliesi. Ebbene, in un messaggio Sabrina Misseri avrebbe manifestato ad un amico nel settembre 2010 "sensi di colpa e il non poter dormire". Dalle solite frasi criptiche, comprensibili solo ai due interlocutori, il "Corriere della Sera" vorrebbe far credere che Sabrina Misseri abbia ucciso prima i gattini, poi il cane, poi Sarah, e che per questo fosse in crisi e non potesse dormire. Aspettiamo ulteriori informazioni diffuse, via ANSA e simili agenzie, dalla SS. Inquisizione, la quale, viceversa, dovrebbe trasmettere il tutto ai giudici in processo.

Una bella o divertente notizia, invece, data da "La Gazzetta del Mezzogiorno" (una volta tanto positiva dal mio punto di vista) è che il Governo ha deciso di far piazza pulita di molti Tribunali e sedi giudiziarie in Puglia e nel resto d'Italia. Si parla addirittura di "scure". Speriamo che la cosa sia rapida, efficace ed indolore.

Ah sì, se qualcuno mi cerca, sappia che fino a domani pomeriggio sarò assente.

Fox ha detto...

Link please.....

Anonimo ha detto...

Qualcuno lo cerca...oh Dio stiamo tutti tremando per la Sua assenza. Come vivremo senza i Suoi eccelsi divertenti insulti?

A chi piace pubblicare l'ip di chi gli sta antipatico, che pubblichi pure il mio: sempre uguale. Che lo facesse anche per tutti gli altri. Non temo nulla: libero cittadino qualunque, disinteressato. (post prontamente salvato)

Anna Bari

Anonimo ha detto...

La informo Tummolo che contrariamente a quanto da lei scritto per mesi mesi e mesi :
Nessun ispettore è mai stato inviato a Ta
Non c'è stato alcun provvedimento del csm nei confronti dei magistrati che si sono occupati a vario titolo ( circa 12 tra i vari riesame gip e gup) del caso Scazzi- Misseri
Last but not least il tribunale di tranto ha accettato di sottoporsi ad una rilevazione su tutti i tribunali d'Italia( molti hanno rifiutato ) su diversi parametri : il punteggio che tale tribunale da lei tanto bistrattato ha ottenuto è medio alto ed è lo stesso del palazzo di giustizia di Milano.
Poi il suo livore verso queste persone che esercitano il proprio lavoro a mio modo di vedere nasce dal fatto che lei si è solo laureato, in tarda età , in giuriusprudenza ( la informo che solo a Lecce sono iscritti all'albo 6900 avvocati....un po' inflazionata come laurea non trova ?)non ha mai esercitato la professione nè di avvocato non avendo neppure fatto l'esame di stato e meno che mai ha superato il concorso per l'accesso alla carriera in magistratura...
Quindi continui a scrivere sui vari blog ed a tempestare i giornali delle sue lettere... e a farsi omaggiare dai vari Giacomo ( alias giovanni alias Ivan) Epam (manovalanza pseudo legale) Carla Chaira Magica sirenetta ( solo manovalanza ) e la Grande Norma....Veramente di peso.... Notevole.
CHi ha responsabilità istituzionali ha, per fortuna,ben altro altro spessore.
Senza dimenticare anche una migliore educazione.

Epam ha detto...

Sig. Tummolo,

L'articolo da lei citato è presente anche sul sito on-line di La Voce di Manduria ed è sempre a firma di Nazareno Dinoi.
É una questione di scoop. La notizia la si passa prima a chi tiene botta, poi a chi di dovere.
Questo gistifica il modus operandi di alcune testate pugliesi; dare corda ai PP.MM. per non esser tagliati fuori dalle notizia da prima pagina.

carla ha detto...

epam han parlato le commare del mercato....

Vito Vignera da Catania ha detto...

X Fox Si ricorda di un certo Ezio Greggio di striscia la notizia ,bene, tanti anni fa soleva dire per far ridere il pubblico (LEI SI CHE E UN BEL VOLPINO)ora lei non mi faccia ridere dicendomi fesserie per favore ,nell'articolo precedente ho scritto non di sentire il verbale audio di zio Michele, quello gia e tutto un dire , ma la trascrizione scritta presso lo studio legale AGATI .E un po lunga però le fa capire tante cose nuove ,e non faccia il volpino ,la deve leggere tutta ,poi ripassi grazie.Ho scritto leggere ha capito? grazie e saluti . un abbraccio a tutti gli amici del blog.

carla ha detto...

Vito che dici non saranno mica in combuta con l'avvocato galoppa?...quì mi sorge il dubbio....mah!...non hai notato parlano parlano dicono di essere la maggioranza,e poi,sono sempre i soliti che parlano,saranno stati scelti..... un abbraccio

Anonimo ha detto...

Ahò...
Tutti a diatribare tra loro, perchè uno ha usato un termine così...perchè uno ha usato un termine colà...chi cita un articolo così...chi cita un articolo cosà...che niente hanno a che vedere col caso in questione ma trovano strada solo per denigrazioni personali lanciate dall'uno all'altro tra colpevolisti e innocentisti.
Vogliamo restare "In Topic" e restare sul caso...forse ha ragione Massimo quando dice che è tentato e che vuole bloccare i commenti ai suoi articoli sul caso Scazzi.
SAREBBE IL CASO DI RESTARE SUL CASO non trovate?

Stefano

Anonimo ha detto...

Sottoscrivo, Stefano.
Che si resti sul caso.

Insulti gratuiti e discussioni "capotiche" (addirittura sugli orari in cui chiunque decide o può scrivere) non servono a nulla. Non alla ricerca della verità (improbabile o impossibile), né alla comunicazione civile.

Anna Bari

Anonimo ha detto...

Le imputate devono spiegare le incongruenze delle loro prime testimonianze. Michele dormiva in cucina oppure no (come disse lui ma anche Cosima)? Ha parlato con la figlia in casa o armeggiava col trattore? Sabrina alle 14,39 era in strada o dove, visto che disse di aver parlato con il padre, mentre chiamava Sarah? (intervista acquisita). Non ricordo? Come mai le versioni (quelle loro) sono cambiate dopo il 6 ottobre? Vogliamo parlare della sim cercata lo stesso 26? Perché 10 gg, dopo circa Sabrina fingeva di non sapere? Non m'interessano le dichiarazioni altrui, ma le loro. Autentiche. Se poi ripiegano sul "sospettare del padre" senza aver parlato prima, bhè...

Anna Bari

Anonimo ha detto...

Eehh, grazie Anna, anche a leggerti su Intopic mi sembri comunque una persona, certo si, propensa a credere alla colpevolezza delle Misseri/Serrano, ma non in virtù di paraocchi precostituiti, tanto che ricordo come a volte ne convenivi su cose che citavo io, a tal proposito vorrei chiederti un commento su quanto ho postato prima, cioè le dichiarazioni di Donato Massari fatte il 3 settembre 2010 dove dichiarava senza ombra di dubbio e minuziosamente sul come avesse visto il conducente dell'Opel Astra da lui avvistata il 26/8/10, stranamente rettificate da nuove dichiarazioni del 18/11/10 dove tale conducente diventava magicamente il conducente del furgone...
Ora...possibile che ad un'attenta osservatrice e studiosa degli atti come te tale inversione ad U non susciti qualche perplessità?
Forse no, certo, visto che i cambi di versione sono una costante dei testimoni sul caso, e, possibile che TUTTI questi cambi di versione siano TUTTI così accettati supinamente?

Un saluto Anna,
Stefano

magica ha detto...

e h beh , dopo 42 giorni si dovrebbe ricordare veranda o strada ?, sabrina si ricorda veranda e l'amica la strada , chi puo' aver ragione .. la spagnoletti .. o sabrina?
non pensi che sabrina vedendo arrivare l'amica si possa essere spostata fuori in strada? infatti mi pare strano che una si trinceri dietro il cancello anche quando vede arrivare l'amica . non lo so cosa la' trattenga ,, e questo puo' aver creato l'equivoco .

magica ha detto...

stefano infatti ,, i paraocchi ci sono eccome . basta leggere il tuo post .. la storia della opel è lampante ma nonostante i cambi di versione ci credono . credevano alla prima versione poi subentrata la seconda .. buona anche la seconda

magica ha detto...

quello che disse michele si sa che furono tutte balle ,
allora la cosima lo vide in cucina? puo' 'essere .. . la cosima va a riposare? non controla + il marito che si sposta in garage ,.
poi cosima disse anche che la figlia era in camera con lei ,, quindi la figlia l'aveva in vista il marito no

poi la sim non fu cercata il 26 e si sa che non è cosi'. fu cercata dopo alcuni giorni ,, quando misseri si accorse che al cell mancava .. qual'cosa .

quello che successe poi lo sanno tutti .. anche che sabrina era presente quando chiamo' il carabiniere . avvisandolo che probabilamnte il padre aveva trovato una sim ma l'aveva persa in garage ..
ma io dico ,, se sabrina era colpevole xchè avrebbe chiamato il carabiniere? bastava far sparire la sim ed i cell .. e se il padre era stato succube delle donne xchè avrebbe inscenato il ritrovamento della sim ?.. sabrina poteva imperdirglielo no?
non capisco come si fa a non capire queste incongruenze .. . ..

Fox ha detto...

AGATI?....

Io posto il link:
http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/10/10/25/sarah-confessioni-audio-interrogatorio.html

Fox ha detto...

A differenza sua io penso che tramite audio si avvertono meglio le difficoltà/facilità delle persone a dire ciò che corrisponde a verità... Per quanto riguarda la questione Ezio Greggio.... bravo!!! Sta imparando dal dottore che inneggia alla pubblicità della carta igienica, ma io il nick non lo cambio!

Ivan ha detto...

Sempre Dinoi pubblica alcune lettere di Michele Misseri alla moglie e alla figlia.
In una dell'aprile scorso dice alla figlia:
. «Lo so che non sono più un buon padre per quello che ti ho fatto … solo un bastardo di un padre può fare questo però NON E' STATA COLPA SOLO MIA perché già dall’inizio non mi hanno voluto credere».
La stessa frase (non è stata tutta colpa mia) la disse nel colloquio in carcere con Cosima mandato in onda a “Quarto grado” il 15 maggio scorso.
Ecco come commentò Salvo Sottile questo passaggio:
“Insomma avete sentito: Michele dice: “non è stata tutta colpa mia” facendo intuire che ci potesse essere qualcun altro coinvolto nell'omicidio di Sarah Scazzi”.

Ivan

Anonimo ha detto...

Buongiorno.

Stefano, dove trovo la trascrizione delle dichiarazioni di massari del 3 settembre e del 18 novembre? Mi pare che il verbale della relativa udienza non sia disponibile.

Magica: fu la stessa Sabrina a dichiarare nell'interr. del 15 ottobre che della sim il padre le parlò lo stesso 26 agosto, che la cercarono quel giorno ma era buio e quindi ritornarono in garage il giorno dopo. Quando una decina di gg. dopo sabrina convocò l'agente per parlargli dei suoi sospetti su Giacomo Scazzi, fu Michele e non lei a tirar fuori la vicenda della sim, ma finsero entrambi che la cosa fosse accaduta lì per lì e non il 26 agosto

Anna Bari

Giacomo ha detto...

Anna di Bari.
E' inutile che Lei venga a ripetere a noi quello che noi abbiamo detto a Lei.
Certo, la difesa ha rinunciato al ricorso per Cassazione, contro l'ultimo rinvio. Ma lo ha fatto per motivi di opportunità processuale. Era consigliabile porre fine ad un procedimento "de libertate" che si trascinava oltre ogni ragionevole durata e rischiava di sovrapporsi al dibattimento che si sta svolgendo innanzi alla Corte d'Assise.
Stia pur certa che, nella infausta ipotesi che le due imputate dovessero essere condannate e lo dovessero essere anche in Appello (cosa oltremodo improbabile, ma non si sa mai) si ritornerà in Cassazione: e lì non ci sarà nessuna rinuncia.
Tenga inoltre presente che tutte le pronunce sfavorevoli alle imputate, finora emesse dai vari gip gup e riesami, non riguardano la loro responsabilità, tutta da accertare, ma solo l'opportunità di tenerle in galera prima ancora che sia sopravvenuta una sentenza di condanna.
Ed a questo proposito la Cassazione ha sempre detto che manca il presupposto fondamentale, cioè l'esistenza di GRAVI indizi.

Giacomo

Giacomo ha detto...

E non dica fandonie riguardo all'episodio della sim, che oltretutto non ha nessuna consistnza probatoria e dimostra solo che il Suo adorato Michelino, padre esemplare, voleva biecamente e vigliaccamente coinvolgere l'ignara figlia fin dall'inizio.

Giacomo

magica ha detto...

buongiorno ,,
la sim non fi cercata quella sera xchè sabrina dopo essere andata in giro x cercare la srah alla sera ando' in birreria e ci rimase fino a tardi .

misseri dopo tanto tempo non si ricorda di preciso quando la cercarono . disse alla sera ma quale sera? non quella del 26,
è inutile raccontare storie . i fatti non sono cosi'..
poi non sospetto' sullo zio scazzi , ma su alcuni conoscenti che lui aveva nel paese dov'era andata la sarh in vacanza (dalla zia) certo che se fosse stata colpevole sarebbe stata zitta zitta e avrebbe fatto scene , invece credendo di aiutare x trovare la cugina si incasino' ... xchè la gente è sospettosa , e maligna

magica ha detto...

beh ma dico !
li' x li' raccontarono che l'avevano appaena trovata? x falsare? ma roba da matti .. che importanxa ha dieci giorni prima o dopo? non cambia nulla eri presente? queste sono invenzioni li' x li' .

mi sovviene che i primi tempi mei quali cominciammo a seguire il caso ..((( io dapprima seguivo il caso curiosamente ma sempre con l'idea che non tornavano i conti x la mia logicita? ))) .. che misseri chiese a sabrina di aiutarlo xchè le era caduta una vite del trattore ).. se non ricordo male ..
misseri disse nell'interrogatorio che sabrina mentre l'aiutava le chiese....: ma che stiamo cercando?- misseri ad ogni interrogatorio ne aggiungeva una di nuova . ma guarda caso gli credettero solo su storielle + invasive

magica ha detto...

x ivan
allora si sa se si vuole ricordare ,, che misseri tiro' in ballo la figlia nell'incidente probatorio parlando del cavalluccio fra sabrina e sarah nel garage ... pemsando ad un incidente fra le cugine .. subito dopo quando si accorse che quello che aveva detto gli era stato suggerito cioe' di avere uno sconto di pena xchè lui e sabrina se la sarebbero cavata con poco essendo stato un incidente colposo ,,.. e si sa da chi .. ecco la colpa di è stata ..dei 2 avv .. non di sabrina .....i quali non gli volevano credere di essere stato solo lui a fare quello che sappiamo .. infatti se tu ivan vuoi essere veritiero dovresti ricordare quello che disse misseri . che i 2 avv gli avevano suggerito di cambiare strategia xchè la prima non era credibile e faceva ridere .. non ti ricordi di averla sentita? io si xchè non vado in cerca di pettegolezzi o cose che non centrano .. ascolto le parole e me le ricordo molto bene .. e quel giornalista sottile è come uno squalo ch e si fionda sui casi x destare curisita' morbose nelle persone .. disse quella frase sottileneandola con quel suo fare bieco .. untuoso -

Anonimo ha detto...

Anna le trascrizioni delle 3 versioni del Mssari le trovi da pag 104 a pag 109 dell motivazioni del riesame del 2/12/11, file che hai postato tu:

http://www.tgcom24.mediaset.it/documento/11.$plit/C_2_documento_99_file.pdf

Anonimo ha detto...

..Stefano

Manlio Tummolo ha detto...

Come promesso, eccomi qui. Intanto a Stefano. E' certo corretto, come Lei dice, restare nel caso, ma lo si fa finché dove, come e quando vi siano cose nuove in discussione. Peraltro, a chi racconta balle di diversa natura o pretende di mistificare fatti personali, occorre doverosamente rispondere, altrimenti costoro si pompano nel credersi abili dialettici, mentre non sono che dei poveri infelici ciarlatani (dal punto di vista del quoziente intellettivo, intendo). Stanno a discutere per mesi e mesi sempre sulle stesse cose fritte e rifritte, confutate e riconfutate, ma pensano di essere sempre originali. Mi dispiace, ma occorre smentirli.
Per il solito Innominato che riappare sempre con l'illusione di colpire la persona, devo ulteriormente ribadire, come già fatto contro le varie "marike", "rupi", "foxie", "anne", e compagnia stonante, che intanto laurearsi a 59 anni, non in "giuriusprudenza", ma in "Giurisprudenza", sia pure non col massimo dei voti, non è una vergogna, a quel che io sappia. Quanto agli studi giuridici, in sede amministrativa, scolastica e sindacale, da parte mia sono ben più antichi (risalgono almeno al 1968/ 1969, quando sostenni il mio primo concorso pubblico, di insegnante elementare, durante il servizio militare: per la cronaca.la legislazione scolastica è una delle materie fondamentali). Nel frattempo, ho ottenuto la laurea in Pedagogia (1975) e alcuni anni dopo (1987) l'abilitazione all'insegnamento nei Licei. Anche questa non mi pare, caro Illustre Innominato - topic o panteganik che sia, poco mi curo - una vergogna, ma E' DIRITTO, PREVISTO DALLA LEGGE, DELLE PERSONE DIFENDERSI DALLA DIFFAMAZIONE.
Quanto alle ispezioni ministeriali, esse avvengono, piaccia o non piaccia all'Innominato, quando decidono loro, non quando pensiamo noi. Sono state richieste dalla Camera Penale Romana, ovvero da gente professionalmente preparata in Diritto procedurale e disciplinare, sia penalisti di parte civile, sia penalisti della difesa.
Le statistiche sono fatte ad uso e consumo dei creduloni: stanti le statistiche, noi siamo, o eravamo fino ad un anno fa, un Paese ricco, ed oggi invece...
Per mesi ho scritto e continuo a scrivere che la Procura di Taranto è sotto indagine per violazione dei diritti della difesa. C'è tempo due anni per concluderla, e si sa che a Potenza (vedi caso Claps) non sono cime nella velocità.
Riguardo alla SS. Inquisizione, questa spieghi perché ha violato, e continua a violare, i diritti della difesa dei Misseri, perché ha manipolato apertamente e dichiaratamente soprattutto la fase iniziale delle indagini, fino all'incidente probatorio compreso, quindi ha aggredito quattro avvocati dei Misseri.
Infine, a quando i vostri reali titoli di studio, poverelli ? Ce l'avete fatta ad ottenere la terza media ?

Ivan ha detto...

x Magica

Ho inserito il commento di Sottile proprio per sottolineare che le sue deduzioni sono sbagliate e non concordano con il reale pensiero di Michele nell'intercettazione in carcere.
La lettera pubblicata, nel passo: “non è stata solo colpa mia perché già dall’inizio non mi hanno voluto credere” chiarisce che quando Michele dice in carcere: “non è stata tutta colpa mia” non si riferisce al delitto e all'esistenza di altri soggetti responsabili come allude Sottile ma alla sua chiamata in causa della figlia (è questo che gli rinfaccia la moglie nel colloquio) e vuol significare che non sarebbe stata tutta colpa sua quando ha accusato la figlia ma anche di quelli che “già dall’inizio non (gli) hanno voluto credere”.

Ivan

Fox ha detto...

Complimenti Dottore, bella carriera, ma qui si sta discutendo di un caso che, diciamoci la verità... è come se fosse un libro aperto per noi che dall'esterno cerchiamo di inquadrare meglio la situazione, leggendo e rileggendo informazioni riguardo il caso. Le Misseri le hanno avute eccome, le occasioni per difendersi dalla diffamazione...si chieda piuttosto perchè abbiano sempre mentito su punti chiave riguardanti le indagini... non creda che tutto il mondo sia contro di loro, ci sarà pure un motivo per cui sono state rigettate le richieste di scarcerazione che volta per volta venivano presentate dalla difesa!
Per me sarebbe meglio che le due donne cercassero un'altra "pecora" che dovrà andare in galera al posto loro... ovviamente escludendo Michele, sarebbero più credibili! Dato che è così acculturato in materia, mi spiega perchè sono state rigettate....minimo 2 richieste di scarcerazione?

magica ha detto...

x ivan .
dal tuo post si evince la tua serieta' nel dicutere questo caso . grazie della risposta , quando mi risponde uno che ragiona senza pregiudizi . ho tutto da imparare .
. ..

magica ha detto...

eh beh .. michele è un santo uomo .
fox non hai risposto alla mia richiesta dell'altro giorno ,,
dovresti x cortesia postarmi gli indizi a carico delle misseri . x i quali le donne stiano in carcere ??
....poi i. relatvi indizi che escludono michele dall'omicidio .. grazie ..

magica ha detto...

fox
le donne si sono potute difendere dalla diffamazione? quando?
se .. si.. rispondi ..
poi dove hanno mentito . amche in questo caso .. non so .. grazie .

ciao vado a cena ,,

Manlio Tummolo ha detto...

A dire il vero, Cosima Serrano si è difesa dalla diffamazione querelando la stampa. Ovviamente, poiché la Procura conmpetente è quella della SS. Inquisizione tarantina, nulla se ne è fatto. Ovvio. Per quanto ne possiamo sapere, potrebbero essere state depositate migliaia di querele per diffamazione, ma ovviamente passando per la stessa Procura che procura diffamazioni, difficilmente le cose, almeno per ora, andranno avanti. Quindi è del tutto inutile cercare di chiedere a noi, garantisti e legalitari, di dare informazioni nel merito.
Occorre anche trovare giustificazioni per quell'abuso della custodia cautelare, già respinto due volte dalla Corte Costituzionale e confermato in modo più specifico dalla Corte di Cassazione, e nondimeno i SS. Inquisitori, pretendendo un'autonomia assoluta da sovrani del XVII secolo, persistono nel volerle tenere dentro. Alla fine, o direttamente o indirettamente, dovranno sborsare fior di quattrini, anche per le veline che mandano alle agenzie e pubblicate quasi sempre identiche. Qui a destra potete trovare quella di Vanity Fair, ricavata a sua volta dal "Corriere della Sera". Dovranno rispondere di molte cose, anche se il processo andrà avanti sino alla sua attendibile conclusione in primo grado, ovvero la condanna prefabbricata fin dal settembre 2010 o, al massimo, dal giorno del funerale di Sarah in ottobre. Resta il fatto che a Taranto si può decidere solo il primo grado.
Quanto alle nostre carriere, sarei curioso di conoscere anche quelle dei fanatici colpevolisti.
In conclusione sarebbe molto utile sentire i SS. Inquisitori spiegarci il perché di certe loro pratiche, e non mandare qui i loro sguatteri, le loro colf, gli addetti alle pulizie di scrivanie e di servizi igienici, o al massimo qualche impiegatuzzo di cancelleria.

carla ha detto...

buonanotte a tutti,ho notato una frase che leonardo dice
:-così ti fai male da sola,non penso che sarah ti voleva vedere così.-
a sabrina in cui afferma la complicità tra le cugine,in cui non si notava nessuna rivalità....

Fox ha detto...

Dottò.... programmatore piacere... e ignorante in giurisprudenza, tengo a sottolinearlo. Nessun collegamento con chi dice lei (non mi ci ha mandato nessuno, son venuto da solo), amo solo che si faccia giustizia per la piccola, ed i "SS. Inquisitori" non potevano lavorare meglio.

carla ha detto...

sarah ci teneva a sabrina e non mi si venga dire che si vuole giustizia per sara quando si accusa la sua cugina preferita,ritengo che si voglia fare ulteriore male a sara .....ritenere colpevole sabrina vuol dire proprio questo....è come se si volesse colpevolizzare sara che avesse voluto farle del male a sua cugina.....che a mio parere non l'avrebbe mai fatto....e non credo che sara ne sia felice vedere queste angherie...ve ne approffitate perchè non puo parlare....state pur certi che si farà riconoscere,come emanuela orlandi,yara ecc.....non ci sarà pace finchè la verità non verrà fuori....ci sarà sempre qualcuno che parlerà...i trapassati che così le definisco, si farrano voce attraverso di noi.....i pettegolezzi serve solo ritardare il processo della giustizia..... vi viene facile a puntare il dito su qualcuno ,state attenti però che non arrivi un giorno che qualcuno vi punti il dito contro ....
certo potreste pensare la stessa cosa di me nei confronti di michele,ma alla diferenza vostra mi baso sul reoconfesso e su un fatto pratico e non immaginario,perchè di questo si tratta ,che ci si immagina che sia andata così e lo si fa passare per vero....buonanotte

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Di commenti ne andrebbero eliminati anche altri, considerato che si insiste in insulti gratuiti, infondati e di carattere; questo solo l'ultimo del sig. Tummolo:

"In conclusione sarebbe molto utile sentire i SS. Inquisitori spiegarci il perché di certe loro pratiche, e non mandare qui i loro sguatteri, le loro colf, gli addetti alle pulizie di scrivanie e di servizi igienici, o al massimo qualche impiegatuzzo di cancelleria."

Anna Bari

Manlio Tummolo ha detto...

Le nobil-gentildonne baresi, evidentemente, si identificano con i personaggi qui mandati in incognito dalla SS. Inquisizione col nome ed il volto travisati da un bourkha virtuale, altrimenti non riterrebbero offensivo ciò che si rivolge agli altri. Idem, vale per le volpine che uggiolano come al solito.
Di certo, il colpevolista a scatola chiusa è sempre ignaro di Giurisprudenza, in quanto non ne conosce i principi costituzionali e di legge, come pure anche norme internazionali (del Consiglio d'Europa, dell'Unione Europea, dell'ONU).
NESSUNO E' COLPEVOLE FINO A SENTENZA DEFINITIVA.
Finché continuerete a diffamare una famiglia, mi sentirò in dovere morale di cittadino, consapevole dei doveri e dei diritti che tale cittadinanza comporta, a rispondervi sempre per le rime moltiplicate per 10 (almeno). Questo di Massimo Prati è uno dei pochissimi luoghi dove vige ampia libertà di parola, ma che rispetta e fa rispettare le regole fondamentali del Diritto, sostanziale e procedurale. Rassegnatevi dunque, e traslocate dove invece si fanno processi sommari inquisitoriali con condanne prefabbricate all'inizio di un'indagine.
Un'ultima cosa, già più volte detta, ma che ci si costringe a ripetere: una coaa è il fantasma informatico che appare e riappare nelle più varie fogge e sessi e nomignoli (una nullità esistenziale), altro è la persona in carne ed ossa, con tanto di nome e cognome, facilmente individuabile. Offendere i fantasmi (anche quello di Cesare a Bruto prima della battaglia di Filippi) non è un reato, offendere una persona in carne ed ossa lo è. Questa è una differenza giuridica particolarmente significativa, che i colpevolisti anonimi dovrebbero sempre ricordare nel loro esclusivo interesse.

Fox ha detto...

S'è incantato il disco!!! Miiii Tumolo, padronissimo di pensarla così... continui a scrivere che siamo figliocci della SS. inquisizione, per me fa lo stesso!

Anonimo ha detto...

Ognuno dal proprio cuor l'altrui misura, sig. Tummolo.

A questo punto è evidente che qualche ragione "occulta" per perseverare fino al ridicolo in attacchi insulsi l'avrà lei.

Anna Bari

Manlio Tummolo ha detto...

Foxie, di disco avevo parlato io. Cerchi un altro termine di paragone. Tenti, si sforzi di essere originale, almeno. Quanto al "cuor" poi, qui ci si deve misurare sui contenuti cerebrali, non su pompe naturali del sistema di circolazione sanguigna.
Adesso la gentil-nobildonna diviene pure poetessa... Non ci mancava che questa !
La poesia al servizio della SS. Inquisizione !

Vito Vignera da Catania ha detto...

X IL PROF MANLIO TUMMOLO.Lettera aperta .LE Scrivo queste poche righe per ringraziarla del Suo grande impegno nel commentare il caso in questione ,le Sue non sono osservazioni di parte come qualcuno vuol intendere ,ma giuste analisi per come si sono svolte le indagini verso gli imputati con comportamenti suggestivi e minacciosi al limite dei diritti civili che ogni cittadino dovrebbe avere .IL mio titolo di studio è la terza media ma lei da persona intelligente qual è non ne ha fatto mai un problema , perchè credo che il suo motto come lo è il mio è l'abito non fa il monaco ,mi corregga se sbaglio ,nel ringraziarla sempre aspetto i suoi nuovi articoli . Tanti saluti all'amica Carla ,Magica ,Epam , Giacomo ,e Max naturalmente per la Sua ospitalità.

Fox ha detto...

A me è rotto... a lei si è incantato... è diverso!

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Vito,
Lei, a differenza di volpi che sognano di essere pappagalli, e di pappagalli che sognano di essere volpi, ha perfettamente capito ciò che intendo. La mia allusione alla terza media non era un voler svalutare chi ha solo questo titolo, ma solo chiedere a chi sproloquia tanto per i titoli altrui che cosa potesse vantare in contrapposizione. In giugno, appena mi tolgo alcuni impegni di questo periodo, preparerò un articolo sulla difesa della donna nell'antichità (in riferimento particolare al profeta Daniele e la casta Susanna, a Salomone e le due madri, e all'"Encomio di Elena" da parte del filosofo greco-siceliota Gorgia da Leontini). Seguiranno poi altri articoli su processi celebri, dove si distinguerà il metodo di indagine da quello di inquisizione.

A Foxie: tra "rotto" e "incantato", il disco è pur sempre quello. A meno di non credere che esistano "incantesimi" sui dischi. Su, su, sbrigli la Sua fantasia, se ne ha, oppure citi anche Lei qualche bella poesia, come la sua amica gentil-nobildonna Anna Bari, possibilmente senza il "cuore" che fa rima con "amore". Sa, sono un po' vecchiotte.

Fox (ie) ha detto...

Dottor Tumolo... non ci siamo capiti allora! Il fatto di poter vantare i propri titoli su questo blog non è sinonimo di onnipotenza, si ricordi che qui non siamo ad un concorso dove presentare il proprio C.V. Preparerà un articolo sulla difesa della donna? mooooolto interessante! Dovremmo aspettare con ansia la pubblicazione dello stesso? Sarò uno dei primi lettori, ma mi spiega che c... c'azzecca col processo in corso e con l'argomento di cui si sta discutendo? Per quanto riguarda il disco, beh lasciamo perdere non cadiamo in discorsi infantili! In bocca al lupo per il suo articolo!

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Foxie, siccome Lei sa leggere poco e male (altro che terza media, qui siamo alla prima elementare di Scutari...), non ho fatto che rispondere ad una precisa domanda. Delle Sue osservazioni né ora, né prima, né domani, mi interesso. Se rispondo alle vostre poco serie persone, debitamente nascoste da nomignoli che svelano tutta la vostra pochezza, anzi nullità esistenziale, lo faccio solo per quei lettori o amici del blog che lo seguono saltuariamente e senza intervenire, e che potrebbero pensare me con la coda di paglia, invece che Lei, se non Le rispondo nei termini dovuti. L'insistenza con me casca assai male: cerchi di tirare fuori argomenti un tantinello più seri, se vuol renderSi credibile, caro Foxie, altrimenti Si rassegni ad essere trattato come quel materiale che ha la Sua nota marca. Il Suo, più che "stalking", è semplicemente "stolting".

Fox (ie) ha detto...

Ok!

Fox ha detto...

Intanto continui con gli altri che la riveriscono anche se scrive c....te!!

Cordiali saluti!

Fox (ie) ha detto...

Ultima cosa... ma la finisce di mangiare grasso?

Anonimo ha detto...

L'amor che move il sole e l'altre stelle.





ma pensiamo a cose serie, che ce n'è tante in giro e non abbisognano di tutta questa inutile aggressività!

Anna Bari

Manlio Tummolo ha detto...

"Amor che a cor gentil ratto s'apprende...", "Amor che a nullo amato amar perdona", "Voi che per gli occhi mi passaste al core, e destaste la mente che dormìa, guardate a l'angoscia vita mia, che sospirando la distrusse amore", "E par che da le sue labia si mova uno spirto soave pien d'amore, che va dicendo a l'anima: sospira", "Di pensiero in pensier, di monte in monte, mi guida Amor...", "L'empio tuo strale, Amore, è più crudo e più forte assai che quel di morte...","Amore, amor, portami tante rose...", tutto questo è molto bello, romantico e poetico, ma non lo vedo molto intonato tra i tasti del computer di chi esprime il suo odio preconcetto contro due donne, i loro difensori, i loro consulenti, i loro testimoni, e le accusa o diffama continuamente come feroci assassine di una ragazzina, loro nipote e cugina.
Piuttosto, oggi qual novità ha condotto il processo da parte della SS. Inquisizione ? sono tiusciti ad ottenere l'interdizione dell'avv. Marseglia ? Sono riusciti finalmente a dimostrare l'assoluta ed imperdonabile colpevolezza delle due donne Misseri ?
O hanno parlato dell'amore di Sarah per Ivano o chi altro, giusto per restare nel tema prediletto (adesso) dalla nobil-gentildonna barese ?

Manlio Tummolo ha detto...

Visto che parliamo d'amore, approfitto per ricordare una poetessa e pittrice pugliese, Antonietta di Bari Bruno, che fu corrispondente con mio padre, e che forse il nostro Pino ha conosciuto. "In Notturno", essa all'ultima strofa ricorda l'amore leggendario di Ettore Fieramosca, per Ginevra, nel tema classico per cui "Amore e morte ingenerò la sorte".
Antonietta di Bari Bruno meriterebbe maggior fama anche in sede nazionale, tra i maggiori poeti italiani del XX secolo:

"...
Ma in questa notte chiara e senza agguati,
come nel puro sogno d'un poeta,
svola sopra le immagini guerriere
un'ala di romantica leggenda:
per amor di Ginevra il Fieramosca
spinse di là il cavallo,
e sé con lui, nel gorgo del suo mare..." ("Canti Garganici", ed. SIA Bologna, 1965, pag. 32).

emax/massimo prati ha detto...

Manlio, l'articolo tendeva anche a portare il discorso dulle udienze.

La prossima, attesa a testimoniare la Bruzzone, sarà il 5 giugno, poi un'altra se ne farà il 19 giugno e tre a luglio (il 3 il 10 e il 17), quindi i tribunali si fermeranno causa estate ed al ritorno ci sarà da stilare il calendario dalla metà di settembre in avanti.

Ma siccome non si riuscirà ad ascoltare prima dell'estate tutti i testi citati dall'accusa, e siccome la Difesa ne ha altrettanti, ci sarebbe da essere contenti se si riuscisse ad emettere un verdetto per fine anno.

Massimo

Anonimo ha detto...

Finalmente un intermezzo che riconduce il discorso all'oggetto eletto.

Che si pensi alle udienze, senza divagazioni.

Chiaro che se il sig. Tummolo non smette di insultarmi, non gli lascio l'ultima parola in argomenti che mi riguardano personalmente.

Anna Bari

carla ha detto...

buonaserata, non risulta che manlio avesse mai insultato,a diferenza di qualcun altro in cui preferisce di non riconoscersi, il che a parer mio,che la diffamazione è molto peggio.....
poi su che basi avrebbe offeso?....anzi sopra ha riportato una bella poesia,in cui mi ha sol che stupìto.....ritengo che manlio sia ben culturato e senza tante arie.....
si certo caro manlio quando ti vedo,ti leggo con molto piacere....un abbraccio

penso di aver capito cosa abbia voluto dire massimo.....e si ritorna a dire fino a quando capita ai altri ,che c'è ne importa!....
intanto,anche se sarà dura di comprendonio,comunque resta di fatto che le donne resteranno dentro in attesa del giudizio....cosa vuoi che sia è tutto normale oppure si giustfica,che lo si fa per sara....ma siamo sicuri che sara voglia tutto questo?.....un caro saluto a massimo e grazie che ci tenti ad aprire i occhi.....purtroppo si fa conti con persone di aprire occhi non ne vuole proprio sapere ... queste persone ,scherzi, non offendono, ma diffamano alla grande.....la saluto ancora gentilmente....

contracambio con piacere i saluti a vito e tutti amici del blog....carla

Anonimo ha detto...

Che dire Carla: quando uno vede quello che vuol vedere!

magica ha detto...

lo stesso dicasi . dall'altra parte , non volete capire che non è possibile che sia avvenuto quello che da tempo sostenete .. non ci stiamo con i tempi , con gli indizi ,

Anonimo ha detto...

E allora Magica: quando uno capisce quello che vuol capire....

magica ha detto...

appunto la volete capire sbagliata .
almeno dite con quali tempi sabrina ha potuto fare tutto .
secondo me voi avete capito tutto ,, ma nonostante la volete far andare cosi' .. ma questa non è guistizia ..

carla ha detto...

lo vedi anomino te la suoni e te la canti da solo/a......

ciao magica.....si saranno fumati il cervello,non distinguono più cosa sia immaginazione o cosa sia la realtà......
vorrei rivolgere un pensiero ai terremotati,e speriamo che DIO ci aiuti......di sicuro chi sta vivendo questo momento di dificoltà,non arriva ad immaginare certe cose.......notte e auguri a tutti i teremotati

PINO ha detto...

TUMMOLO

O.T.) Non ho avuto il piacere di conoscere la poetessa, ma ho letto alcune sue poesie.
Il bellisimo brano da lei citato, si riferisce alla tragica morte di Ettore Fieramosca da Capua, che una leggenda popolare garganica vuole si sia precipitò in mare, per amore, con il suo destriero, da Monte saraceno, uno dei più belli fra quelli che circondato l'amena cittadina di Mattinata.
Saluti cordiali, Pino

Anonimo ha detto...

p.s.E.C."precipitato" Pino

Manlio Tummolo ha detto...

Grazie a Carla, grazie a Pino. A me pareva, caro Massimo, ma evidentemente la memoria mi ha tradito, che anche oggi vi dovesse essere un'udienza. Quanto alla conclusione entro l'anno non so, può essere, ma ritengo che la procedura sia stata studiata in modo da differirne la conclusione pure con udienze poco distanziate, onde avere un buon pretesto per tener carcerate le due feroci signore. Il periodo di "vacanze giudiziarie" è ora solo nel mese di agosto, e non più come un tempo fino a metà settembre.

Infine un poetico pensiero alla nostra beneamata gentil-nobildonna barese, che tanto mi ricorda il ministro Fornero, e che si offende pure per il cortese appellativo che le ho donato, vedendo l'alto e squisito livello di dignità e fierezza che dimostra nelle discussioni. Si offende anche per le poesie d'amore ? Ma non è stata lei a citarmi Dante con l'amor che move le stelle, o forse anche qui mi sono sbagliato ? La gentil-nobildonna voleva fare sfoggio di grande cultura, ma mal, come al solito, gliene incolse. Poverina: la frequenza lavorativa nel refettorio presso il Convento della SS. Inquisizione non le consente di sviluppare tutto l'amore per la poesia e la bellezza, che muove le stelle.
Si potrebbe approfittare per far qui un excursus poetico sull'Amore spirituale e l'Amore carnale, nella tipica distinzione di Platone. Qualcosa ne accennerò parlando dell'"Encomio di Elena".

Vito Vignera da Catania ha detto...

X.La popolazione Emiliana colpita duramente dal terremoto,per le numerose vittime,e i tanti feriti di questa orribile tragedia ,esprimo il profondo cordoglio del popolo Siciliano.Sono sicuro che il popolo Siciliano non farà mancare l'aiuto necessario, grazie.

magica ha detto...

un grande dispiacere x il terremoto che ha colpito l'emilia romagna .. e altrettanto grande dispiacere x i danni al patrimonio di quella regione ricca di monumenti storici ..
con disappunto seguo i tg .. vedendo quello scempio .. questo disastro ci capita in un momento particolare . al dispiacere x la situazione politica . ci mancava questa tragedia?

Anonimo ha detto...

Constatato che il sig. Tummolo non riesce proprio a fare a meno di me, la prendo con ironia e un punto lo metto io.

Che si pensi a cose serie.

Anna Bari

Manlio Tummolo ha detto...

Ma veramente, gentil-nobildonna di Bari o dintorni, è Lei che cortesemente ed educatamente Si occupa sempre di me. Si dimentica quando pretese, qualche articolo fa, una risposta immediata a non ricordo quale Sua osservazione. Il guaio è che dite sempre che farete punto, poi, tuttavia, ricominciate quando ve ne viene l'irrefrenabile desiderio. Per me fate pure, troverete sempre la risposta adatta alle Vostre capacità di comprensione, notoriamente non elevatissime. Cose serie ? E quali ? Quando ne avete detto una soltanto?
Ripeto io la Vostra fermissima tesi: Sabrina Miseri e la madre Cosima Serrano sono colpevoli dello strangolamento di Sarah Scazzi, rispettivamente cugina e nipote, in tutte le pur varie versioni narrate dalla SS. Inquisizione.
Colpevole è pure il padre/marito come "soppressore" del corpo, ma non colpevole di tutto il resto (si sopprime un corpo per paura di restare senza cena in castigo e senza il bacio della buonanotte). Colpevoli tutti gli avvocati della famiglia Misseri, in quanto difensori di colpevoli. Colpevoli i testimoni a favore, perché sono a favore di due colpevoli. Colpevoli sono pure i consulenti della difesa, in quanto si fanno consultare a favore dei colpevoli.
Non mancherà pure tra le vostre "serissime" cose, che siano colpevoli anche i vari esperti, in quali non hanno trovato in quella casa alcuna traccia significativa che possa concernere il delitto.
Viceversa, sono santi i SS. inquisitori, i giudici e tutti coloro che condannano preventivamente le due colpevoli. Sono santi i testimoni che testimoniano contro le due colpevoli, con ogni genere di pettegolezzo e di banalità.
Sono santi gli avvocati della parte civile.
Sono santi i tecnici telefonisti che sostengono che Sabrina Misseri fosse un'esperta depistatrice telefonica, così come sua madre e magari la nonna, che non c'è. E avanti, marsch...
Come si vede, queste sono le "cose serie" sostenute dai colpevolisti a scatola chiusa, ovviamente tutte "seriamente" comprovate da illazioni, chiacchiere, allucinazioni e/o sogni.

Manlio Tummolo ha detto...

Certo, caro Vito, la solidarietà nostra, morale e per quanto si può materiale, va tutta ora alle popolazioni dell'Emilia, squarciata dalla catena di scosse telluriche, ma senza dimenticare le ancor vive ferite dell'Aquila e quelle di tanti centri, già dimenticati, in cui ancora si vive con difficoltà, perché praticamente in Italia c'è ogni cinque anni un terremoto distruttivo, ed ogni anno qualche alluvione, frana o disastro ambientale. Il guaio è che non si fa mai nulla per prevenire tutto questo. In compenso si impongono tasse, accise, tributi, il cui unico scopo reale è quello di finire nelle tasche di insaziabili speculatori.
A "Prima Pagina" di Radio RAI si è parlato del Friuli, che ha avuto il celebre terremoto tra il 1976 e 1977, con circa un migliaio di morti. Molto si è fatto per ricostruire in modo antisismico nelle zone collinari (quelle allora più colpite), ma nella zona di pianura non si è fatto granché nei centri antichi dei paesi. Sicché, se venisse qui una forte scossa nella pianura, molte vecchie case andrebbero giù senza mnisericordia. I nostri governi pensano solo a chiedere denaro, quanto ad usarlo bene il discorso cambia...

Vito Vignera da Catania ha detto...

Esatto, Prof Tummolo,in un periodo cosi brutto per il popolo Italiano credo che non dovrebbe mancare la solidarietà a sostegno del popolo Emiliano .Il bravissimo cantante Gianni Morandi tante volte ci ha esortati a restare uniti, e farci coraggio l'uno con l'altro, aiutiamoci che DIO ci aiuterà uniamo tutte le nostre forze, e un GRAZIE a tutti quelli che potranno dare un piccolo ho grande contributo con il cuore .Grazie e ancora grazie .Sotterriamo per un pò l'ascia di guerra e poi riparleremo dei vari argomenti delittuosi (Sarah,Yara, Melania e di Roberta Ragusa che non si sà dove sia .Un saluto cordiale e senza ipocrisia a tutti .

magica ha detto...

e non bastano quelle che ha elencato il signor tummolo . dentro al mazzo ci starebbe pure la sorella di sabrina .. la cosidetta valentona come viene nominata .
che ha la colpa di essere un po' grassa . chiamata pure pidocchia dal loro benemerito anonimus :la loro guida spirituale .

vallentona . disprezzata xchè è la colonna depistatrice della famiglia quella che detiene i misteri e che fa girare tutto . anche a quella un . ergastolo .oltre a loro lo dice anche la palombelli .. ne leggo di tutti i generi .
penso che ci siano delle persone che aspettano il malcapitato di turno x sproloquiare .. ci provano gusto . una soddisfazione personale intensa ..

carla ha detto...

hai ragione vito in questo momento ci sarebbe bisogno di pregare.....questo terrremoto ci rende incerti.....sta succedendo troppe calamità,questo si che è una cosa seria,che invece correre dietro ai romanzetti....voglio vedere quando sparisce il tuo abitat ,se si pensa ancora ai gialli romanzeschi,se almeno ci fosse un riscontro che quello si sospetta fosse vero ,invece siamo ancora nella fase del sospetto del possibile movente,non è ancora certa......a volte invece ho la sensazione più che voler la giustizia per sara,c'è il gusto di inveire....poi chi sia non ha importanza,importante avere un nome sul piatto.....
non nascondo il terremoto che mi spaventa di più in questo momento a vedere tutta questa gente in strada che hanno perso tutto e quello che ti rimane,unica cosa preziosa " LA VITA"....e la speranza di poter ricominciare......e come dice gianni morandi,almeno per il momento restiamo uniti....ti abbraccio

ciao magica e manlio concordo con voi in pieno....e sono dello stesso parere che purtroppo nella famiglia capita ,si spera di no,che esista la pecora nera,ma con questo non condivido che debba rimetterci tutti...è già una disgrazia di sapere che ne esiste uno,senza dover appesantire ulteriormente......ne sarei daccordo di renderli colpevoli sol per il fatto che se si sono resi complici,in cui non si è fatto nessuna verifica al riguardo,ma siamo passati a tutt'altra parte.....comunque come dissi già altre volte se uno non vive o non vede direttamente le cose è molto dificile comprendere,anzi si pensa addiritura di avere la voce in capitolo.......sai cosa che penso sono persone vuote,che alla prima scossa crollano e non sanno come reggere,son persone che cantano che non sanno nemmeno loro cosa stanno cantando.......-chi ha pancia piena è molto dificile che si renda conto o che se ne accorga chi ha pancia vuota.......vi abbraccio

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Vito, si tratta di situazioni diverse che vanno trattate diversamente. Un fenomeno naturale terribile quale è quello di un terremoto, di un'eruzione vulcanica, o di un'alluvione o di frane gigantesche, è qualcosa che ci impressiona, ma contro il quale non possiamo fare molto né prima (perché non previsto, sia pure colposamente), né dopo perché occorrono tempi tecnici prolungati per risistemare il tutto. In questi fenomeni esistono sì delle responsabilità umane perché i danni potrebbero essere previsti, pre-calcolati e pre-venuti entro le possibilità di conoscenza scientifica dell'uomo, ma con un margine spesso molto largo di errore (il Giappone insegna...). Nel caso in un'indagine e di un processo per vicende penali o per illeciti civili ed amministrativi, cose che dipendono esclusivamente dall'agire umano, siamo di fronte a volontà deliberate, consapevoli che devono evitare, in qualunque caso anteriormente, distorsioni procedurali. Se queste avvengono, tra persone che non solo devono conoscerle, ma applicarle rigorosamente, la cosa è di particolare gravità e, in certo senso, anche più "gravi" dei terremoti e delle alluvioni, in quanto è più grave non evitare ciò che deve e può essere evitato, che non poter evitare in parte ciò che per un'altra parte si può soltanto ridurre entro limiti dati dalle possibilità concrete tecniche e di applicazione delle stesse. Intendo: sotto certi aspetti è più grave per la società un processo mal condotto, che non un terremoto, il quale non può essere evitato, ma di cui si possono ridurre alcuni effetti distruttivi. Spero di essere stato abbastanza comprensibile.

carla ha detto...

caro manlio più che comprensibile,qua c'è in gioco la psiche dell'essere umano....
e mi viene in mente si salvi chi può.....ed è chiaro che non ci si puo stare indiferenti,perchè c'è il pericolo che se ne viene coinvolti.....ciao

magica ha detto...

buonasera

alla fine del programma
"chi l'ha visto " la conduttrice si è soffermata sul caso di rignano flaminio ..
ho avuto la conferma di come a volte i casi prendano pieghe allucinanti . mi sovviene che di questo caso alcune forumiste ne scrissero ne "in topic" colpovolizzando .. . chiedendo una conferma ad una forumista di come stava andando il caso. questa con enfasi scrisse "" in galera sono ..come devono essere "
io dissi che probabilmente mi pareva molto strano che delle maestre fossero tutte d'accordo nel fare queste nefandezze sui minori .. anche xchè pazienza una maestra ma adirittura in tre con la bidella il marito di una ..in combutta .. adirittura il ragazzo di colore che era alla pompa di benzina .
.
mi sovviene che la forumista scrisse che l'avv coppi centrava con la difesa di queste persone .. e avanti con illazioni verso questo avvocato .un flop . che perdeva colpi. mi pare di vedere il caso di avetrana . una mostruosita' che zia e cugina ammazzino la cuginetta e nipotina non si sa precisamente xchè l'invidia?la gelosia? un sogno? un incubo ...
..

Manlio Tummolo ha detto...

Riguardo a Rignano, qualunque insegnante saprebbe che in una Scuola può pure capitare un docente "pedofilo" (meglio sarebbe dire "pedomane"), ma tutta l'équipe docente e perfino i bidelli, pare effettivamente eccessivo. Un'accusa del genere si basava solo su qualche dubbio disegnino e, soprattutto, su bambini condizionati da qualcuno che voleva rimestare nel torbido in cerca di celebrità.

magica ha detto...

secondo me . un bambino di questi ha visto non visto.. una effusione spinta fra i genitori . altro non potrei immagianre .
poi averla mimata o fantasticata. molto strano che un bambino sappia certe pratiche ..
magari sono state esagerate da genitori maliziosi.

Vito Vignera da Catania ha detto...

In piena sintonia con quello che scrivi cara magica ,seguivo il caso diversi anni fa ,e ad essere sincero avevo parecchi dubbi ,che diversi insegnanti ,con una condotta a dir poco limpida ,e senza dare mai adito a pettegolezzi di colpo fossero diventate dei mostri nei riguardi di tanti bambini,nei racconti che sentivo da parte di alcune mamme non sussistevano quei gravi indizi di colpevolezza ,ovvero quel sadismo violento che descrivevano ,anzi rilevavo tanta affettuosità verso i bambini che trattavano come dei figli ,ma rilevavo, e il mio intuito non mi ha ingannato, che qualcuno voleva specularci montando ad arte un film pedo pornografico . Nel caso di Sarah ,hai pienamente ragione ,in tanti anni che seguo la cronaca di vari delitti, e di anni ne ho 56, non ho mai sentito fesserie a dir poco grottesche ,ma non preoccuparti il tempo ci darà ragione .Buona notte a tutti gli amici de blog.

carla ha detto...

anch'io penso che sia più facile che un bambino abbia visto qualcosa e bisognerebbe vedere da dove è partito,perchè poi probabile fra bambini ci sia stato fatto una specie di passa parola e che si sia stata confusa un po' le cose,che poi tutto questo clamore di sicuro non abbia fatto bene.....perchè ,guardando con occhi da bambino si sarà visto un ritorcersi addosso e il guaio è a parte che ci possa essere una vittima,st'altri,che risposta si possono dare?!....vedrei come una punizione senza aver capito dove aver sbagliato....mi immagino che si saranno sentiti coinvolto di un qualcosa che non avrà mai una risposta e non sapranno a chi devono dire grazie per essere stati indotti in questa situazione.....e vedrei invece chi ne è stata/o una vittima,gli si è buttato adosso un peso,che le potrà ledere,almenochè non ci sia qualcuno che si accorge di lei e potrà darle una mano.....
comunque a parte tutto ciò,succede spesso che chi è vittima dell'abuso,si tende ad essere doppiamente vittima,iniziando con il fatto di non essere creduti e poi il non voler accettare il fatto e ti si ritorce contro e magari ti ci si sente in colpa di aver parlato e dirrei che questi ostacoli comunque vanno superati...non sarà facile,ma non impossibile......saluti

Vito Vignera da Catania ha detto...

Condivido le Sue analisi Prof. Tummolo . In termini semplicistici ci starebbe il famoso detto,( e che trovo scritto in tanti studi medici,avendo una attività di articoli medicali,) è ,prevenire è meglio che curare .Ora ,se i nostri governanti cosi solerti nel curare i loro interessi ,investirebbero di piu nella prevenzione di disastri ambientali ,nel curare il territorio della nostra Italia ,non saremmo ridotti ogni anno per alluvioni ,incendi ,frane e terremoti , a piangere la morte di tante persone ,che tristezza Prof, che tristezza .Buona notte ,sperando che domani sia migliore di oggi e sopratutto di ieri.

Manlio Tummolo ha detto...

Grazie Vito delle Sue osservazioni. Rilevo, tornando a Rignano, che le teorie psicoanalitiche riconoscono nei bambini piccoli la presenza di fantasie "sessuali", anche in assenza di situazioni reali come quella indicata da Magica. Ovvero che i bambini, in tenerissima età, possano immaginare di avere rapporti "sessuali" con i genitori (il celeberrimo e forse abusato "complesso di Edipo" o di "Elettra"). Nulla quindi di impossibile, sotto questo punto di vista, che il bambino abbia rappresentato in uno o più disegni scene di affettuosità con l'adulto, maestro, genitore, bidello, che fosse, e che poi qualche psicologo, stranamente ignorante di psicoanalisi particolarmente freudiana, abbia scambiato per fatto un semplice desiderio inconscio. Ciò non toglie che casi di "pedofilìa" nella Scuola vi siano, ma non possono comprendere l'intero corpo docente e non docente di una Scuola (se non altro per ragioni sraìtistiche: sarebbero stati concentrati tutti in quel luogo ? e per pura coincidenza ?).
Penso che, infine, alcuni genitori puntassero illusoriamente su congrui risarcimenti per risolvere personali problemi economici.

Manlio Tummolo ha detto...

ERRATA CORRIGE:

quintultima riga: "statistiche" e non "sraitistiche".

darpi ha detto...

x max ..a proposito hai mai scritto di rignano flaminio?grazie

Anonimo ha detto...

X darpi...a proposito hai mai scritto di rignano flaminio?
grazie

Anna Bari

darpi ha detto...

x anna bari- credo di aver scritto qualcosa all'inizio della storia sul blog di roberta lerici...

emax/massimo prati ha detto...

Scusa Darpi se ti rispondo solo ora ma proprio non ho avuto tempo di leggere prima i commenti.

No, di Rignano non ho scritto nulla perché mettere il naso nei fatti che riguardano i bambini dell'asilo, se non vi sono certezze è sempre complicato. Se non ci son telecamere che inquadrano e registrano risulta difficile dare giudizi e capire se sono stati i genitori a chiedere conto di un disagio spingendo in una direzione, o i figli a parlarne spontaneamente (se invece di fare il casotto che hanno fatto i carabinieri avessero messo un paio di telecamere per due settimane, ora si saprebbe la verità e nessuno avrebbe nulla da ridire).

Quindi per avere il polso su un fatto del genere ci si deve basare sulla popolazione che nel chiacchiericcio del luogo su certe scabrose questioni qualcosa sempre sa. Ed il fatto che su diecimila abitanti di Rignano da subito cinquemila fossero convinti dell'innocenza delle maestre, dava da pensare fossero innocenti a prescindere.

Volevo scriverne ad inizio processo per dire che l'Istat nei primi anni duemila ha pubblicato una statistica in cui si parla di un caso di pedofilia (quindi un pedofilo) ogni quattro scuole (ma si intendono tutti gli ordini di scuola e nei minori sono compresi anche gli studenti e le studentesse di 16/17 anni). Un dato comunque sconvolgente ma che scagionava le tre della Olga Roveri ed i due "amici" esterni... a meno di credere che tutti i pedofili della cittadina si fossero coalizzati in associazione (ma è difficile in questi casi non trovare caterve di fotografie).

E per capire che si andava verso l'assoluzione (non serviva la Difesa del Coppi o di altri avvocati di grido) bastava che un qualsiasi avvocato avesse fatto ragionare i giudici sul punto certo che le maestre tenevano i bimbi e gli insegnavano già da oltre venti anni, bastava chiedere ai giudici per quale motivo nessuno dei bimbi andati in quell'asilo in precedenza ha mai parlato, neppure dopo le denunce del 2006, di molestie o quant'altro, perché nessuno che avesse dai diciotto ai venticinque anni si è presentato dai carabinieri per dire: io a cinque anni sono stato in casa di tizio o caio e mi hanno toccato (o cose similari).

Poi è chiaro che mi spiace per i bimbi, perché violenza ne hanno subita eccome in questi ultimi sei anni... ma non dalle maestre.

Ciao, Massimo

Anonimo ha detto...

Su questa storia non mi pronuncio: non la conosco bene ed è troppo, troppo delicata. E dolorosa, da qualsiasi lato la si guardi.

Darpi...penso di averti letto altrove e non su un blog altrui. Non aggiungo altro: più "chiara" di così!

Anonimo ha detto...

chiedo venia, sono Anna Bari; l'ultimo post delle 20.52 è mio, nella fretta non ho firmato

darpi ha detto...

x anna- sempre più inconprensibile mi sembri ,e dove di grazia mi avresti letto? forse sul messaggero? io non ti capisco quando scrivi a volte cerca di essere "chiara " appunto....

Anonimo ha detto...

bontà tua, darpi, mi è tutto abbastanza chiaro. E per chi fa la sponda tra i "fora", non c'è bisogno di aggiungere altro.

Anna Bari.

darpi ha detto...

x anna...ultimo e con te chiudo credo che di chiaro tu non abbia niente ...abbi pazienza un pò e vedrai di persona chi è che fa la sponda ...

Vito Vignera da Catania ha detto...

X.Anna Bari,Fox,e Anonimi vari . Vi reputavo delle persone più serie nel documentare gli articoli ma non è cosi, evidentemente a 56 anni non ho capito niente riguardo all'intelligenza delle persone che continuano a scrivere articoli INUTILI ,a riguardo delle stesse persone ,signora Anna Bari, mi dà un significato nel ripetere a Darpi ti ho visto di là ti ho visto di quà in quante altre trasmissioni la visto c'è lo faccia sapere perche è molto im portante cosi lo puniamo con 5 sculacciate nel culetto, grazie, in attesa dei suoi illuminanti e istruttivi articoli.

Manlio Tummolo ha detto...

Cari Darpi e Vito,
gli interventi della gran parte dei colpevolisti sono sempre criptici, allusivi, quasi o intenzionalmente minatori oppure viscidi, anguilleschi, salvo ovviamente che per dare dell'"assassino" a colui che viene accusato formalmente di tale reato. Poi si sdegnano quando si risponde loro come è dovuto. Ormai, li conosciamo, non c'è da stupirsene, solo da rimandarli donde vennero.

carla ha detto...

buongiorno a tutti,ho appena visto intervista fatto dal giornalista dalpietro al avv. coppi.....in cui afferma ed convinto dell'innocenza di sabrina e gli è stato perfino chiesto chi paga?......lui avv.coppi disse chiaro che non è detto a tutti che fa dei favori,ma in questo caso,si sente in dovere di diffendere sabrina,perchè ne è convinto della sua innocenza.....
e personalmente penso che non si fa giustizia a sara mettendo in galera le persone sbagliate.......oppure si stia prendendo con le persone sbagliate....e poi ripeto sono del parere purtroppo capita nella famiglia che ci sia la pecora nera.......con questo non va messo sotto accusa tutta la famiglia almenochè non sia complice......
purtroppo questi disgrazie succedono,proprio ieri si discuteva con un amica dei certi casi,in queste zone che sta succedendo dei ragazzi al di sotto di 20 anni si suicidono ,o perfino una madre di famiglia di 38 anni cade in depressione e si uccide.....eppure giorno prima sembrava tutto tranquillo....e quando succede ci si interoga chi ha sbagliato? e come mai non ci si accorge delle lacune prima?.....penso solo che la società che è malata,che si abbia sottovalutato dei valori...che non si ha più cura della propria persona e si guarda o si fa perchè altri lo fanno .....e così si perde la propria identità......

c ha detto...

intanto che buttavo giù 2 righe ho visto che avevano già scritto manlio e vito che li saluto caramente
una parola per darpi,penso che non ci sia spiegazione il perchè certe persone la pensi a un certo modo,soppratutto quando lo si voglia pensarla così....

carla ha detto...

scusate la c sopra sono io carla

Anonimo ha detto...

E ci mancherebbe che il difensore venga a dire che ritiene il proprio assistito colpevole.!...la difesa di un imputato non si fa in tv ma nelle aule di giustizia e
per adesso l'esimio avvocato si è distinto solo per l'assenza ....e per la bocciatura di NOVE ricorsi, in sedi diverse con giudici terzi, ma anche quarti, quinti, sesti, etc etc
Il suo stentoreo grido al misseri in aula gup di accusarsi della violenza sulla vittima ha del patetico.
E di recitazione da avanspettacolo da quattro talleri...

darpi ha detto...

xanna- domanda: come è che da lunedì passato non si fatto più vivo marco? mah...!
mi scuso con il forum ma in intopic hanno fatto terra bruciata con il sottoscritto...

magica ha detto...

buongorno atutti
x darpi .
caro darpi mi meraviglio di te che insisti ad andare in quel sito . dove vieni tiranneggiato e offeso alla grande. a non solo da anonimus anche da altri forumisti .con allusioni e commenti non spiegabili . io ho cancellato dalla mia mente quel sito .dagli ultimi miei commenti ho deciso che non lo avrei + considerato .. anche xchè mi sa che i moderatori di quel sito sono a loro volta colpevolisti e postano tutti i commenti anche quelli ingiuriosi . ma chi risponde deve stare sul chi va' la' xchè viene bannato oppure oscurato da quei forumisti che vogliono quel sito il loro campo di battaglia ,, qiundi è x loro ..
c'erano alcuni forumisti che si sono affacciati a quel sito con leggerezza sebbene fossero colpevolisti , un po' alla volta sono stati fagocitati nei loro commenti . ed hanno incominciato a scrivere commenti oltraggiosi a loro volta .. .

quindi darpi , chi te lo fa fare?.. pero' a dire il vero anche te a volte non ti capisco .. a volte innocentista e a volte scrivi che ci sono gravi indizi contro .. non capisco . quando eri giustiziere scivevi diversamente . comunque senza nessuna remora . tu logicamente fai quello che ti aggrada ,, sei libero come noi tutti..

magica ha detto...

appunto ..
il commento che designa coppi come un povero mentecatto ,, xchè difende una imputata che ritiene innocente. quella giornalista ha chiesto a coppi chi paga la sua parcella ..
mi viene da pensare che anche dall'altra parte ci saranno dei costi . quella giornalista x le pari opportunita' dovrebbe domandarlo anche a biscotti e l'altro .. mmmh ... mi sa che non lo fanno gratis

Anonimo ha detto...

@anonimo dell 10.48
Semmai le bocciature le hanno subite le ordinanze dei giudici. Non ce n'è una che è una che abbia passato il vaglio della Cassazione, sono state tutte annullate, Coppi da quando è diventato difensore ha vinto tutti i ricorsi in Cassazione tranne quello per la rimessione dove però, non dimentichiamolo, in maniera del tutto straordinaria lo stesso Procuratore Generale della Cassazione aveva avallato la sua richiesta e si era pronunciato per lo spostamento del processo.
Stefano

Anonimo ha detto...

Magica lei parla tanto per dire....
1)La giornalista per intanto e' un uomo e si chiama Belpietro.
2)Chiarito questo nessuno ritiene Coppi un mentecatto...lo ha scritto solo lei
3)Coppi su 17 udienze e' stato presente solo a 4 . Questi i fatti
4) Non mi curo di chi paga Coppi ne' chi paga Biscotti e Gentile : certo e' innegabile che ci sono anzi e' meglio dire c'erano molti interessi in ballo
5) la informo che la parte civile avra' in ogni caso, chiunque dei misseri risultasse colpevole, un cospicuo risarcimento danni e si potranno pagare gli avvocati.
I condannati pagano e basta : con la pena e con gli accessori.
E la informo che non ci sara' nessuna assoluzione neanche con le magie .....

darpi ha detto...

x magica- xquanto riguarda intopic non mi pronuncio essendo un altro forum di cui non mi interesso più se non x fatti a questo collegati..
sul caso rimango convinto della colpevolezza di michele x il sempilce motivo che le uniche prove portano a lui se poi i p.m. riusciranno a convicermi del contrario o.k. e l'unica cosa che mi lascia perplesso è come ha fatto la procura di taranto a convincere tutti i vari tribunali dei ricorsi e qui non ho una rispostaq se non pensare che qualcosa è valido oppure il caso si è avvitato su un clamoroso errore giudiziario...vedremo le prox udienze cosa diranno...ciao

carla ha detto...

ciao magica condivido,c'è in balio un un po' di quadrini......altro che fare giustizia per sara....questa povera sara oltre essersi incappata in una brutta situazione,il che nessuno sia stato in grado di aiutarla,è stata oltraggiata a oltremodo ,è stata messa anche in asta a chi offre di più.....è questo che fanno la fine le vittime!......che disgusto....ciao

magica ha detto...

ma chi è questo?
prima di tutto belpietro o pinco pallino non importa .. il discorso è uguale .. la parcella ...era un commento indirizzato a carla .) l' aveva scritto lei ..

la recitazione di coppi da avanspettaccolo
4 talleri chi l'ha fatta? e chi l'ha postata . ..

ma è un avvocato che mi ha scritto ? che mi informa come andra' a finire la vicenda . un commento questo scritto con saccenza e sarcasmo .
puo' essere che venga da uno informato ? informi anche la procura .. cosi' si risparmia -

magica ha detto...

x il solito anonimo .
che scrive che io parlo tanto x dire .
siete voi che vi incollate sempre su fatti e insistete sullo stesso tasto su indizi che non contano + xchè sono stati sorpassati .. eppure si legge sempre veranda dentro o fuori.. il fiorario vide tutto . la cosima era acasa . sabrina che grida l'hanno presa! le celle di qua e di la' .. poi qualcuno è ancora + invasivo comincia a oltraggiare . offese alle imputate e non contenti anche su valentina e la zia emma e perfino la cuginetta antonella .. . sarebbe molto appagante che il marito lasciasse la valentina . poi che venisse carcerata . messa in gabbia . portata in giro x avetrana . come una belva feroce ..

magica ha detto...

anonimo delle 14,10 . ri leggiti il tuo commento ..
al paragrafo (5) hai scritto usando il condizionale ..
poi alla fine una contaddizione : sicuramente non verra' assolto nessuno ..
infatti io ho sempre pensato che le imputate verranno condannate . ma non x aver colpe di omicidio .. cosi' xchè non si torna indietro .. tanto .. a noi che importa? ma potrebbe toccare anche a noi . . mai dire mai ! ..

magica ha detto...

poi mi sovviene che questo tipo di commenti capisco da dove partono.
da una che è colpevolista in tutti i siti . sotto diversi nik .
basta che uno scriva diversamente .. parla solo x parlare .. certo perchè ragiona con la propria testa .. se parlasse giusto parlerebbe come lei ..... vado ..

Giacomo ha detto...

Ecco un estratto della BREVE intervista telefonica, rilasciata oggi 1° giugno 2012 al Direttore di Libero Maurizio Belpietro dall'Avv. Franco

Coppi, difensore di Sabrina Misseri.

"-Belpietro
Lei ha dichiarato di essere convinto assolutamente dell'innocenza di Sabrina Misseri. Perché?
-Avv. Coppi
Perché, a parte il contatto personale con l'imputata e la mia lunga esperienza professionale, lo studio degli atti mi ha sempre convinto

dell'ASSOLUTA INNOCENZA di questa ragazza, che corre il rischio di essere stritolata da questi meccanismi paurosi che sono i processi penali. Ecco perché sento un mio dovere stare accanto a questa MALCAPITATA ragazza.

-Belpietro
Tutti si domandano chi pagherà la parcella di Sabrina Misseri a Lei che, essendo un avvocato famoso, è anche uno dei più pagati.
-Avv. Coppi
Chi bussa alla porta del mio studio non deve presentarsi con la dichiarazione dei redditi o una borsa gonfia di soldi, perché se non può pagare

non paga, e io sento egualmente il dovere di assisterlo. Quindi non credo di rivelare misteri né di menar vanto di nulla se dico che, laddove

l'assistito che MERITI di essere assistito non può pagare, certamente non riceverà rifiuti di assistenza da parte mia e quindi, in qualche caso,

credo di potermi permettere di difendere GRATIS una persona della cui innocenza io sono convinto."

Giacomo

Anonimo ha detto...

E quindi ???? Ripeto : non ho mai, ripeto MAI, sentito un difensore dire in tv che il proprio assistito sia colpevole.
I giudici, popolari e a latere , emetteranno la sentenza e non credo che terranno conto del libero convincimento del coppi di giacomo (alias giovanni alias ivan ), del mio, di quello che circola adesso in via dei fori imperiali o quant'altro. e non terranno neppure in conto se Coppi viene pagato se espleta gratis il suo mandato.
Negli stati uniti esiste dal 1800 il gratuito patrocinio non solo per i non abbienti, in sede penale .....quindi di che cosa stiamo parlando ?
di una difesa mediatica, dello sdoganamento dell'arringa telefonica e televisiva....
Ma come proprio l'esatto contrario di quello che diceva sino a 2 anni fa l'esimio a lezione ...
Camaleontico oserei dire....

Giacomo ha detto...

Ah certo. Valgono solo le trasmissioni di ore dedicate alla Pisanò! Qualcuno dovrebbe farsi ricoverare nel reparto "Sabrina Misseri è un'assassina a prescindere".

Giacomo

Anonimo ha detto...

Togliendo "a prescindere" credo che sarebbe un reparto super affollato.

Anonimo ha detto...

Un' esempio al solito sbagliato quello di Giacomo (alias Giovanni alias Ivan ed altri alias ancora all'occorrenza) La Pisanò è un testimone ....Coppi è il legale che difende una delle imputate. Ed è certamente di parte. Vogliamo negare anche questo ?

Attendo con ansia la deposizione di Roberta Bruzzone....ovviamente già dichiarata ancor prima di testimoniare INATTENDIBILE dalle difese...

Giacomo ha detto...

C'è pure il reparto "alias", attiguo...

Giacomo

Fox ha detto...

1)L'avvocato Coppi difende la propria assistita per beneficenza? Non credo proprio...Addirittura si sente in dovere di difendere la propria assistita da una vera e propria ingiustizia....

2)La Bruzzone ancora deve testimoniare e già la ritenete inattendibile? (Giacomo)..... Cosa ne sa cosa ha da dire? e se portasse indizi molto utili alla vicenda (per assurdo potrebbe portare indizi anche a favore delle due donne, un po assurdo ma potrebbe capitare)... ma definirla inattendibile in partenza mi sembra per così dire.... "un azzardo".

Ma vi siete chiesti piuttosto perchè le donne sono ancora in galera anche essendo assistite da un pool di avvocati più in vista nel panorama nazionale? (vedi Coppi stesso).

Anonimo ha detto...

Eh sì, c'è pure il reparto "Ridolini".

Anonimo ha detto...

Intanto con l'intervista tarocca alla Corbi , tg com 24 e al giornale di infimo ordine di cui non ricordo il nome qualche soldo l'avranno tirato su giusto per pagarsi i DIRITTI .Che con NOVE ricorsi cassati le spese a carico del soccombente , non sono proprio così marginali
Diciamo che per adesso sono in sospeso gli onorari....

Giacomo ha detto...

Ma veramente, della Bruzzone io non ho parlato.
Mi sono limitato a riportare, SENZA COMMENTI, una notizia di cronaca: intervista telefonica di Belpietro all'avv. Coppi che parlava prima della sentenza di Rignano Flaminio ed in coda poneva due domande su Sabrina Misseri. Ciò ha scatenato una reazione furibonda e personalizzata, che la dice lunga sulla tenuta psicologica (eufemismo) di certa gente...

Giacomo

Anonimo ha detto...

Tenuta psicologica ? Reazione furibonda ? Ma quando? ma dove ?
Giacomo Giovanni ( e Aldo dov'è ) Ivan ma quanti paroloni.....
Mamma mia che impressione....
Waiting for Bruzzone....

Giacomo ha detto...

Non ti accorgi, chiunque tu sia, che hai avuto una reazione isterica e ancora non riesci a rientrare in te stesso/a?
Ti consiglio una massiccia dose di sedativi.
Non capisco perché ci tieni ad informarmi che sei in trepida attesa della Bruzzone. Cosa vuoi che m'importi di costei?

Giacomo

Anonimo ha detto...

quando il gatto dorme i topi ballano ,,
la pisano' una testimone? di aver detto che il fioraio vide giusto? vedreno che dira' il fioraio..
x la bruzzone ,, noi non eravamo presenti quindi lo disse misseri quello che disse ,, vedremo i riscontri ..
poi si aspetta con ansia quello che dira' la bruzzone? xchè in ansia.. si aspettano riscontri seri e veritieri .. e ci sara' la controparte che potra' considerare se quello che disse misseri puo' essere avvenuto ..
poi si continua con allusioni da prese in giro .. la stessa situazione dell'altro sito dove ci sono aggressioni verbali . a ruota libera .

magica ha detto...

il commento delle 21,15 sopra era il mio ..

Manlio Tummolo ha detto...

Si ricomincia in attesa del prossimo martedì, suonando le medesime musiche, anche se stonate. Ovviamente, un avvocato non dice mai che il proprio patrocinato è colpevole. Ovvio e banale, ma con ciò ? Con questo non vuol dire implicitamente che sia colpevole. D'altronde il discorso opposto lo fa l'avvocato di parte civile: ovvio e banale anche questo. Chi, viceversa, dovrebbe essere imparziale, ma solo ricercare la verità dei fatti e non assumere la veste di avvocato di parte civile, è appunto il pubblico ministero. Nel caso tarantino, vediamo che, anzi, si è trasformato in SS. Inquisitore, con tutto il seguito di colleghi, sia inquirenti, sia giudicanti, sia di pubblico, sia di giornalisti.
L'imputato, nel processo penale, paga alla fine se viene condannato in terzo grado; prima no, perché - piaccia o non piaccia ai soliti colpevolisti a scatola chiusa o in mentite spoglie - è "non colpevole" per nostra norma costituzionale, "innocente" per norme internazionali (ONU, UE, Consiglio d'Europa), fino a sentenza definitiva che, in Italia, è al III grado. Solo dopo tale condanna, pagherà. Ma molto probabilmente la cosa finirà come o più che a Perugia, dove nessuno della famiglia risulterà colpevole né del delitto, né d'altro. In tal caso, pagherà l'Amministrazione Giudiziaria, ovvero lo Stato rifacendosi per quanto possibile sui responsabili dell'errore giudiziario. Per le parti private, sicuramente pagheranno anche tutti coloro che, firmandosi o non firmandosi, hanno denigrato chi poi alla fine risulterà innocente.

Epam ha detto...

Massimo, per favore passamelo.
Solo un idiota può credere che quanto raccontato sia frutto di realtà e non di sogno.
E colui in quale ha considerato "vero" il racconto non è affatto in buona fede, non conosce i luoghi, non si è premurato di riscontrare se quanto asserito dal fioraio potesse corrispondere al vero.
Basta leggere quanto riportato a partire dalla pagina 80 dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Sabrina Misseri e Cosima Serrano per rendersi conto che viene raccontato come fosse un flashback.
Il racconto del fioraio, si è detto, contiene troppi particolari.
Infatti, troppi, tanti particolari sono stati descritti per una scena che può essere durata sì e no 15 secondi (ad essere buoni).
Copri vano portabagagli che si alza; sagoma che si abbassa, sportello posteriore destro aperto, donna con i capelli scuri legati a coda, Sarah che ora e sul lato destro della strada ed improvvisamente viene vista salire in macchina (questo farebbe presupporre che Sarah abbia attraversato la strada passando davanti al furgone del fioraio, ma questo l’interessato non lo dice), Cosima Serrano che “strabuzza gli occhi” alla vista del fioraio come se questo fosse un fantasma arrivato dal nulla.
Ma diventa più evidente la malafede dell’interrogante quando pone la domanda al fioraio su quale fosse l’abbigliamento di Cosima trascurando (domanda astutamente omessa perché la risposta potrebbe contraddire quanto dichiarato da altri testimoni) di chiedere quale fosse, invece, l’abbigliamento di Sarah, come se questo, ad un tratto, fosse diventato un particolare insignificante ed invece ci hanno marciato.
E che di un sogno di tratta, il fioraio lo dimostra quando a domanda dell’interrogante su cosa abbia fatto dopo aver assistito a quella scena, egli risponde più o meno così: “Sono andato a Leverano”.
Sei andato a Leverano? E se dovevi andare a Leverano, cosa ci facevi in Via Verdi e poi in Via Umberto I? Tanto per capire, Sig. Buccolieri! Era già sulla strada per andare a Leverano (Via De Gasperi) invece di proseguire dritto (per Leverano) le viene la brillante idea di girare a destra per Via Verdi e poi ancora a destra per via Umberto I poi ancora a destra Via Martiri d’Ungheria e poi di nuovo a destra per Via De Gasperi? Insomma hai fatto un bel giro-girotondo per tornare da dove sei venuto per “andare dove dovevi andare”? Ma poi svolta sempre a destra?! Cos’è? Lo sterzo, a sinistra non funziona o perché a sinistra non si può andare in quello spazio?
Complimenti vivissimi, a te e chi ti ha creduto!
E Sarah?! Che ci faceva Sarah su via Umberto I? Quand’anche fosse vero che fosse inseguita, prima bisognerebbe capire come, avendo ai piedi le infradito, abbia potuto raggiungere Via Umberto I (Via Deledda-Via Umberto I distanza 450 metri ) prima delle due “sequestratrici” in macchina? E inoltre, perché in Via Umberto I visto che sarebbe stato più logico arrivare in Vico Secondo Verdi (Via Umberto I-Vico Secondo Verdi distanza 57 metri) e trovare rifugio sicuro in casa propria?
Ma la ciliegina sulla torta la troviamo quando il fioraio descrive le posizioni delle macchine, il suo fiorino e la Opel Astra di Cosima.
Ebbene sì! Solo nei sogni non esistono i sensi unici. Nella realtà esistono. Certo, si possono anche trasgredire (io lo faccio spesso ma non ho nulla da nascondere, al massimo mi becco una multa e quando lo faccio, non porto con me una persona sequestrata).

Sì, Sì! Solo un babbeo ci può credere.

Saluti a tutti in ordine sparso, a magica, carla, Ivan, Vito, Stefano, Giacomo, Tummolo e al padrone di casa, Massimo.

Manlio Tummolo ha detto...

Grazie, EPAM. Analisi veramente efficace e che dimostra che Lei è effettivamente del luogo. Del resto, sogno ed allucinazione, ma non realtà, lo si dimostra anche dalla totale insensatezza della descrizione, che non ha alcun ordine logico, né fattuale. Qualcuno che sfugge ad un pericolo e sa di essere visto da un terzo, grida, cerca di richiamarne l'attenzione, non si lascia remissivamente far spingere in macchina, e se, viceversa, è presa per i capelli, urla: tipico delle donne fin da bambine. Quando si tiravano loro le trecce, urlavano come se fossero scotennate.

magica ha detto...

non capisco perchè in quarto grado si comportano in quel modo maschino.. si basano sulla considerazione della rorro .. ma perchè' non invitano anche il fioraio .. gli altri parlano per sentito dire o mistificato la faccenda ,
il fioraio dovrebbe dire la verita' . dire anche se è vero che alla prima interrogazione non parlo' di sogno .
e si continua con questa farsa , una volta per tutte che dica la verita' quel fioraio... e perche' si è creato quell'equivoco.. .. ma non lo invitano quel fioraio ,, temono che dica l'incontrario di quello che hanno detto fin'ora in tv..??

Vito Vignera da Catania ha detto...

X. Epam.DIO ti benedica per la descrizione cosi dettagliata del luogo ,naturalmente perchè sei del paese,e conosci tutte le strade ,mi raccomando non andare dalla polizia si potrebbero offendere che c'è qualcuno piu intelligente di loro ,e non andare dai proquratori perchè ti indagherebbero per aver ostacolato il loro percorso giustizialista e sapere che c'è qualcuno con un pò di cervello .Mi raccomando se possiedi qualche altra descrizione ,(illuminaci).grazie Epam. Un saluto cordiale al Prof Tummolo ,Carla e tutti gli amici del blog.

Epam ha detto...

Sig. Tummolo

Non c'è bisogno di essere del luogo per vedere certe cose! Chi vuole indagare, seriamente, con coscienza e tenendo in "seria" considerazione le parole Verità e Giustizia, lo può fare.
Indagare, interrogare e verificare.

Le osservazioni che ho fatto io può farle chiunque, anche chi non è del luogo, basta sapersi muovere con l'attuale tecnologia.

Internet, Google Maps, Street View... bastano questi semplici strumenti per verificare che in quel racconto qualcosa (tutto) non quadra, non torna.

P.S. Street View di Google Maps mostra anche i segnali stradali.
E questo basterebbe.

Epam ha detto...

In realtà, sono stato molto incerto se postare quel commento.

Qui, purtroppo, circola anche gente cattiva... ma cattiva in tutti i sensi, e gente che minaccia.
Ma poi alla fine mi son detto "chissenefrega"?
Ho solo espresso un mio pensiero.
Tuuto qui.

magica ha detto...

epam . se bastassero le minacce..in internet . sono provocatori . cercano di provocarti x farti dire cose che magari in un momento di cazz tura potresti dire , ma che essendo corretto non lo diresti..
hanno queta idea di essere come protetti da chi indaga ,,infatti se hai notato prendono tutto per oro colato senza ragionarci ,, tanto viene tutto dall'alto . e si sentono coperti.
mentre noi siamo allo sbaraglio . sotto tiro e chissa' se ci leggono . potrebbero metterci tutti in galera : sarebbe bellissimo .per loro . .
cosi' impariamo .

carla ha detto...

ben detto epam....
ciao magica ,anche se si da tanto importanza a quello che dice rorror...stasera ha parlato pure una scrittrice sveva che ha detto ,quello che ho detto più volte anch'io,invece di girare intorno,chi meglio di michele misseri possa dirci la verità e visto che è stato lui a portare i inquirenti al pozzo.....abbiamo uno che parla e non lo si fa parlare.....quello che lui dica le bugie non è una scusante buona per non sentirlo.....
tra esperienza personale e quello che si è sempre detto ,che se una persona mente ,va messo diffronte alla bugia,in cui alla fine si ritrova che la verità lo dovrà dire per forza....perchè sono del idea che la bugia si incarta da sola......ma tutto questo con michele non si è fatto e per il momento non ne hanno intenzione.....idem vale anche per le donne che il confronto con queste ipotetiche bugie non si è fatto,per poter attestare se il loro dire potesse trattarsi di bugie o non ricordarsi precisamente oppure di ipotesi che loro lanciavano,come d'altronde un po'noi tutti abbiamo fatto.....una serena notte a tutti i amici del blog

Ivan ha detto...

Che ogni avvocato si proclami convinto della innocenza del proprio assistito non è del tutto vero. In genere il difensore si limita ad affermare che alla luce del quadro probatorio non ha motivo di ritenere che il proprio assistito menta quando dichiara la propria innocenza.
Se Coppi va oltre questo atteggiamento prudente tipico del difensore lo fa a ragion veduta e consapevole della sua lunga esperienza.
Il suo discorso è abbastanza semplice: non tanto egli difende a spada tratta la sua assistita in quanto sua cliente, sibbene ha accettato l'incarico (e annessa parcella insolitamente bassa) in quanto ritiene suo dovere etico assistere una persona manifestamente innocente, pur se sprovvista di mezzi. Ovviamente ciò non è disgiunto dalla previsione che l'assoluzione, se non in primo grado, in appello è altamente probabile, e ciò si tradurrà in accresciuto prestigio per il suo studio.

Ivan

Fox ha detto...

Piano con questi risarcimenti a destra e a manca...... vediamo prima quale sarà l'esito del processo!

Fox ha detto...

Secondo me non ha importanza dove doveva andare il fioraio. E' da considerare che solo un cogl...ne va a raccontare a tutto il paese ciò che ha visto... in sogno! Epam, tu che sei del posto, mi spieghi perchè il fioraio ha sognato proprio la Cosima ed ha raccontato la faccenda prima della confessione di Michele (la Pisano l'ha saputo il 26 settembre, cosi ha detto). Non so se c'è un verbale di deposizione ai carabinieri, dello stesso fioraio prima della confessione di Michele, ma mi documenterò.

Ultima cosa... chiedo scusa a Giacomo per aver frainteso, il post era di Anonimo che era ovviamente ironico (mi riferisco all'attendibilità della Bruzzone).

carla ha detto...

comunque dal ultimo comento di epam e magica sono dell'idea è sempre meglio essere corretti.....perchè penso anche se si vuole ostacolare la verità,alla fine i ostacoli cadono,ma quei che si nascondono dietro a un inganno alla fine possono essere ingannati a sua volta e non solo a sorpresa...invece chi è veritiera non ha nulla da temere.....
vi abbraccio a tutti amici del blog forte,forte,magica,vito ,epam ,giacomo,manlio,lollo,darpi,mimosa,ivan,giovanni e a nostro caro amico massimo mi scuso se ho dimenticato altri nomi naturalmente il mio abbraccio vale anche per loro.....buonanotte
e saluto con un affetto particolare a sirenetta se è ancora in linea,in cui m'immagino che sia presa con la scuola....t.v.b.

magica ha detto...

non penso che fosse del 26 agosto il sogno .. il fioraio lo disse dopo che fu arrestato misseri . o nei giorni seguenti ..
quando succede un evento a volte si dice se si puo' dire ... toh guarda l'ho sognato!
mi pare strano che se lo avese detto il giorno della sparizione di sarah con tutti gli amici e non che andavano incerca di sarah .. il fioraio avrebbe taciuto una eventualita' del genere .
ho letto che avevano messo anche fuori della fioreria un manifesto con la foto di sarah .. ed il fioraio avrebbe taciuto come un allocco? ..
poi disse solo alla moglie e alla cerra quello che aveva sognato . poi le chiacchere volano.. e non basta , succede sempre che vengono aggiunti particolari inventati

Ivan ha detto...

La Pisanò può anche ricordare male, non ha il dogma dell'infallibilità, anche perchè tutti gli altri testimoni dicono il contrario. La figlia dice di non ricordarselo più. Ma se fosse avvenuto a settembre se lo dovrebbe ricordare, perchè il giorno in cui arrestarono Michele e poi Sabrina si sarebbe dovuta accendere una lampadina nella sua testa e avrebbe dovuto ricordare che GIORNI PRIMA il fioraio le aveva descritto la scena che vedeva in azione Cosima e Sabrina (la sagoma nell'auto non poteva essere che lei). E se proprio Vanessa non avesse fatto mente locale ci avrebbe pensato la madre a farle notare la singolare circostanza che “la persona” di cui non fa inizialmente il nome descrive il rapimento ad opera di Cosima e Sabrina PRIMA che i sospetti si appuntino sui Misseri. Dagli di punta, dagli di tacco, Vanessa avrebbe dovuto fissare nella memoria il racconto come avvenuto PRIMA. Invece ai giudici dice di non saperlo più quando avvenne.

Ivan

Epam ha detto...

Fox scrive:
«Epam, tu che sei del posto, mi spieghi perchè il fioraio ha sognato proprio la Cosima…»

Bella domanda Sig o Sig.ra Fox. Lei mi chiede perché il fioraio ha sognato proprio la Cosima. Per lo stesso motivo, immagino, per cui io ho sognato di essere stato a casa di Michele Misseri, di averci parlato (del più e del meno), e quando io gli ho chiesto come erano andate le cose, il Misseri mi ha raccontato il fatto. Alla fine della discussione sono stato accompagnato dalla figlia maggiore la quale, prima di farmi uscire, ha controllato che fuori non ci fosse nessuno. Una volta uscito da casa Misseri, ho alzato lo sguardo al cielo…un cielo pieno così di elicotteri che controllavano la casa.
Soddisfatto? Vuole particolari? Se vuole, glieli posso anche fornire, non ci metto molto ad inventarmi qualche particolare teso a rendere più credibile il sogno.
Questo sogno io l’ho raccontato in famiglia, a parenti, a conoscenti per finire con i colleghi. Nessuno di loro però, a differenza della Pisanò, si è recato dai Carabinieri a riferire. Molto probabilmente perché nessuno di loro aveva dell’astio nei confronti di Michele Misseri.

Buonanotte…

Ops, dimenticavo. Per arrivare a casa Misseri in Via Deledda, non ho percorso nessuna via in contro-senso.
Dimenticavo di dire, inoltre, di non avere nulla a che fare con la famiglia Misseri nè con la famiglia Scazzi perchè non li ho mai conosciuti prima del 26 agosto.
Tanto per essere chiari!

Ari-Buonanotte

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 455   Nuovi› Più recenti»