martedì 1 febbraio 2011

Sarah Scazzi. Il duo Biscotti/Gentile ed i limiti della decenza


Lettera di Rudy Guede agli avvocati Biscotti/Gentile
 Gli avvocati di parte lesa, in particolar modo Nicodemo Gentile, sono arrivati al bieco eccesso. A quest'uomo che conosce bene la legge, che non rispetta parandosi dietro al rispetto che tutti portano per la povera Sarah, dovrebbero notificare un mandato di comparizione affinché spieghi, e dimostri tramite carte vidimate da un tribunale, che quanto dice è detto in verità e non per una sua sporca mossa atta ad ottenere il massimo vantaggio per sé stesso e per il suo socio in affari. Per chi li conosce, e sa come agiscono da quando lavorano in coppia, non risulta affatto strano il loro comportamento.

Forse non tutti sanno che il duo Biscotti-Gentile è stato impegnato a più riprese nella difesa dell'uomo più indifendibile di questo mondo, quel Rudy Guede che era in casa di Meredith Kercher, la ragazza uccisa a Perugia. Sì, parlo proprio del caso per cui sono indagati Amanda Knox e Raffaele Sollecito, quello in cui il loro assistito era certamente in casa della vittima perché in bagno c'era ancora il water sporco dei suoi escrementi, Quello che a suo dire era fuggito in Germania per paura e non perché avesse commesso il delitto. Parole strane in quanto se uno non ha ucciso quando trova un cadavere chiama subito la Polizia.

Sapete cosa dissero i Biscotti Gentile al processo? Vi riporto il passaggio di un articolo del Corriere della Sera.

"Chi era Meredith Kercher? Non era certo una ragazza estremamente riservata e che non si faceva avvicinare da nessuno, anzi, amava bere, assumeva delle droghe (cannabis) quando si trovava in compagnia. Aveva inoltre una vita sessuale piena, a trecentosessanta gradi, e provava attrazione non solo per il proprio fidanzato italiano".

Qui interviene il giornalista a mettere un po' di ordine e per non  far sembrare la ragazza una poco di buono scrive:

"Una descrizione di Meredith certamente un po’ fuori dagli schemi disegnati dalla famiglia Kercher, che ne parlano in maniera opposta, ma che di fatto rappresentano una ragazza di venti anni come tutte le altre."

Un altro passaggio importante è questo.

"Rudy ha sempre detto che si trovava nella casa di via della Pergola, invitato da Metz, quando gli assassini sono entrati ed hanno ucciso la ragazza inglese. Rudy è la persona più facile da aggredire, lo sapevamo ed è quello che è successo"

Quindi il duo di avvocati, che di corsa e non chiamati da nessuno si sono presentati in casa di Concetta, davano per certo che la ragazza fosse facile da portarsi a letto e che il loro assistito, il poverino, era l'essere più facile da attaccare in quanto fuggito all'estero dopo il delitto. Ma in quel caso erano i difensori ed attaccavano per difendersi e nulla gli importava della morte di una ragazza di vent'anni. Mica venivano pagati dai loro genitori. In questo caso non solo gli frega della morte di Sarah, ma come se fossero i paladini di una propria ed assoluta giustizia aggrediscono la persona più facile da aggredire influenzando i magistrati, i giudici ed il popolo italiano. L'ultima sparata l'ha fatta ieri il Gentile, per una volta senza Biscotti, quando ha affermato:

"E' Sabrina la protagonista principale dell'omicidio di Sarah Scazzi, la massa di informazioni riscontrate ed oggettive consentono di affrancarsi dalle dichiarazioni dell'ondivago Michele Misseri ed impongono di insistere nell'attuale direzione che ci descrive una azione omicidiaria con Sabrina protagonista principale. Michele Misseri è tornato ad essere il solito invertebrato. Infatti si è lasciato vincere da quella nefasta logica familiare che lo vuole da sempre unico autore di un crimine commesso però da altri. Le lettere della vergogna forse saranno idonee a far svolgere un nuovo quanto inutile incidente probatorio ma non serviranno a far sì che l'assassinio di Sarah diventi l'azione solitaria dello zio, magari perché incapace di frenare la propria patologia sessuale".

Avete capito con chi abbiamo a che fare? Come mai quando le lettere erano di Rudy Guede non urlavano al mondo mediatico che si doveva vergognare a proclamarsi innocente? Non c'è scrupolo e non c'è legge in quelle parole, solo un invito a votare per la carcerazione di Sabrina Misseri. Una becera propaganda mediatica che nessuno in Procura vuole frenare perché fa comodo avere alleati!  Persone così  andrebbero indagate poi rinviate a giudizio e condannate a fare altri lavori, molto meglio se manuali. Ma in questa storia senza fine, che somiglia tanto ad altre storie italiane dell'ultimo decennio, non c'è ritegno ed il nome di Sarah Scazzi viene messo avanti quasi fosse uno scudo affinché nessuno possa attaccare chi attacca usando termini indegni e non utilizzabili in fase di accertamento perché c'è una legge che lo impedisce. 

E visto che è stata applicata per non far continuare lo scempio televisivo in atto nei mesi passati non si capisce perché nessuno impedisca a quei due manigoldi di parlare continuamente a sproposito ed in barba alla legge che lo impedisce.

Evviva l'inciviltà dei paesi civili.


I ridicoli della politica italiana
Mussulmani vs Cristiani
Vaticano docet

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Secondo gli inquirenti Misseri avrebbe scritto quelle lettere perchè ancora una volta vittima di pressioni psicologiche di quelle megere delle donne della sua famiglia,a quanto pare dotate anche di poteri occulti in base ai quali sono capaci di telepatia oppure hanno fatto del loro padre e marito una bambola woodo grazie alla quale,a furia di spilloni,sono in grado di comandarlo a distanza.Ma volendo prendere le cose sul serio,se la lettera di Valentina in cui questa chiede al padre di raccontare anche ai giudici ciò che ha sempre loro detto durante i colloqui,viene da loro definita pressione psicologica,in che modo può essere invece definito l'atto di mettere quello stesso Misseri che avevano premiato con l'orticello quando accusava la figlia,relegato nuovamente in infermieria,togliendolgli la tv e sopratutto privandolo di scrivere ancora una volta che l'atto di accusare Sabrina era frutto di ricatti e minacce?
Norma

emax/massimo prati ha detto...

Per quale motivo te ne meravigli? Siamo nella regola. Mancano solo le punizioni corporali, ma di questo non sono proprio sicuro, ed un bel suicidio. Ciao.