sabato 22 gennaio 2011

Ruby Rubacuori, Silvio Berlusconi, il Papa il Vaticano e la Morale



Ho notato che quando il Papa, il cardinal Bagnasco o il segretario Bertone parlano, o forse è meglio dire insegnano, all'Italia  e agli italiani, nessun giornale o giornalista si permette mai di rispondere per le rime a questi signori che, anche se vanno rispettati perché considerati simbolo del Cristianesimo, non usano il dono che tutti posseggono, quello della memoria, prima di parlare. Oggi, sia l'uno che gli altri, ci hanno bacchettati dicendoci che noi, popolo di immorali, dovremmo ritrovare  il valore della parola Morale. Ritrovare la Morale?

Ma morale è una parola che andrebbe eliminata da ogni vocabolario! Chi mai ha rispettato la morale? Da che esiste l'uomo non è mai esistita morale. Negli anni antichi la plebe ignorante stuprava, violentava, molto spesso all'interno della propria famiglia, uccideva per poco o per nulla senza mai chiedersi se quelle azioni fossero immorali oppure no. Gli aristocratici, considerati proprio per il blasone uomini di morale, organizzavano feste e festini a base di vino e di orge e comandavano trattando il popolino con arroganza.  I Signorotti erano anche peggio e con la legge non scritta, ma appllicata, detta ius prime noctis, attiravano nel proprio letto tutte le donne del feudo. Era morale la loro? No che non lo era, eppure da quelle ricche famiglie nascevano i futuri  Cardinali ed i futuri Papa che una volta al potere ne combinavano di tutti i colori, non ultime le alleanze ad uso e consumo delle guerre. Era una chiesa immorale, barbara e ingiusta, identica alla precedente che mandava i nobili alle Crociate per convincere con la spada chi considerava esseri inferiori, i mussulmani, in nome di un Dio che non esisteva perché l'unico che professavano di amare mai aveva istigato alla violenza. Caro il mio signor Papa, era o non era immorale il comportamento usato da quei cristiani del Tempio?

Da150 anni a questa parte in Italia ci si è adeguati all'andazzo ed ancora oggi ci si adegua. Il trascorrere degli anni non ha modificato i comportamenti, semmai li ha messi in luce grazie alla maggiore informazione. Le case chiuse, frequentate da uomini e donne privi di morale, oggi sono le strade frequentate dagli stessi uomini e dalle stesse donne immorali, così anche gli appartamenti extra lusso dove le escort immorali ricevono gli uomini altrettanto immorali. Forse lei non lo sa perché è nato in Germania, e quanto a morale gliela raccomando, che fino a pochi decenni fa le donne italiane erano obbligate dalla famiglia a sposarsi, quindi a fare sesso e figli, con chi non volevano. Però ho notato che sa quanti uomini e donne, sull'italico suolo, si sposano e dopo aver creato la famiglia fanno sesso con chi gli pare e si separano. E questo Lei dice che è immorale dimenticando altre situazioni ben più immorali.

I soldi della malavita riciclati lavati e investiti, ad esempio. A causa dei soldi, Lei lo sa, si uccide, ed uccidere è chiaramente l'atto immorale per eccellenza; e mi meraviglio non ricordi che il Vaticano, proprio per colpa dei maledetti soldi, di morti sulla coscienza ne ha tanti. Lo Ior, di cui ho parlato in un altro articolo, era proprietario della fabbrica da cui i fascisti acquistarono le armi da usare nelle guerre arabo-africane; monsignor Marcinkus, pace all'anima sua (sempre che avesse un'anima) assieme a Calvi in tempi più recenti acquistava armi e le rivendeva. Una ulteriore immoralità da ascrivere alla sua Santa Sede è quella subita da Papa Luciani, morto dopo trentatre giorni di papato perché stava cominciando a far pulizia all'interno delle istituzioni ecclesiastiche, e non mi venga a dire che non è vero altrimenti indico una petizione per fare una autopsia. Ma altre enormi immoralità vanno addebitate al lunghissimo conto accumulato dagli uomini che hanno operato in nome e per conto del Vaticano. La più grave è forse la pedofilia, gli abusi sui bambini avvenuti nelle chiese consacrate a Dio ad opera dei preti di ogni parte del mondo.
Tutte queste azioni, che portano come matrice a lato una croce professata  a sproposito e ingiustamente, non sono forse immorali?

Sono azioni ben più immorali di quelle messe in atto durante un festino notturno in cui tutti le partecipanti danno il consenso ed abilitano gli uomini, a fronte di un pegno in denaro o di favori vari, a mettere le mani sulle proprie proprietà. Quelle perpetrate sui bimbi dai suoi funzionari, solo perché celebrano le funzioni, cattolici, sono azioni abominevoli che rovinano il percorso intrapreso nell'adolescenza modificandolo e lasciando un trauma che non cesserà con l'avanzare dell'età e non perderà occasione per uscire dall'inconscio e far sentire quell'odore nauseabondo, ricordo indelebile, che sa tanto di sporco.

Ora ricorda quale morale ha insegnato in due millenni la Chiesa che Lei dirige?

Lunedì ad Ancona inizierà il Consiglio Episcopale Permamente della C.E.I.; sarà presieduto dal Cardinal Bagnasco che ha già anticipato discuterà anche del caso Ruby Rubacuori e della moralità degli italiani e delle sue istituzioni. Mi faccia un favore personale, lo chiami al telefono e gli dica che la morale non è mai esistita. Che il segretario Bertone e Lei le parole etica e morale le avete intese usare quali figure retoriche per dare ai discorsi un effetto particolarmente suggestivo. E se proprio lui insiste e non obbedisce gli urli con tutto il fiato disponibile che non avete il diritto di parlarne perché non siete mai stati in grado di applicarla sto cappero di morale! 

Poi addolcisca la voce e gli faccia sapere che se vuole di Ruby può parlare. O meglio ancora che può parlare direttamente con Ruby all'hotel Savoia. Gli dica di prendersi dietro un qualcosa di soldi perché altrimenti non apre la bocca, pensi che a Berlusconi è costato quasi duecentomila euro fare un paio di chiacchierate con lei. Fra l'altro mi pare di aver capito che altri ne dovrà pagare fra poco...


Potrebbero interessarti anche:



Torna alla home page

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Esattamente quello che penso pure io.... Complimenti per la chiarezza!

emax/massimo prati ha detto...

Grazie, m'ero quasi convinto d'essere il solo a pensarla così. Ciao, Massimo

Anonimo ha detto...

I am really very impressed with the strength you write things, and put your ideas through!. I sometime ponder about the fact whether morality has changed from the middle age to our days. I firm believe that no improvment has been made yet.... I fully agree with you.
Tanti complimenti...ciao

emax/massimo prati ha detto...

Thank you. I'm happy to write your thoughts. Bye, Massimo