lunedì 27 agosto 2018

Prove tecniche di regia per un futuro catastrofico scenario in cui tutti saremo migranti

Di Gilberto Migliorini

L'Italia del futuro
Quello che sta accadendo in queste ore in merito alla Diciotti e a Matteo Salvini come indagato dalla procura di Agrigento, pare rappresentare l’emblema di un punto di non ritorno. 

"C’è un’Italia che vuole il cambiamento e atti di coraggio e un’Italia che non riesce a sbarazzarsi dei suoi fantasmi, un’Italia perennemente in balia di un sistema mediatico monocorde e conforme al potere anche quando sembrerebbe sviluppare qualche forma di opposizione."

Quello che sta accadendo da subito dopo la formazione del nuovo governo (forse l’unico che possa fregiarsi con l’aggettivo "nuovo" dal dopoguerra ad oggi), che coi provvedimenti annunciati dall'esecutivo ha messo in crisi tutto un mondo di affarismi consolidati da decenni, segue una precisa strategia? Per caso si è messo in atto una trappola per delegittimare l’esecutivo?

Sembra proprio così, anche se il termine trappola è riduttivo perché trattasi di un’azione concertata a più livelli, non solo mediatico, e di un braccio di ferro nel quale è ancora difficile capire a quali esiti si giungerà... dal momento che  proprio l’opinione pubblica e l’elettore possono fare la differenza. 

Qualcuno ha capito cosa c’è in gioco, ha capito che questa potrebbe davvero essere l’ultima occasione per un cambiamento vero nella politica del Bel Paese. Qualcun altro invece conserva ancora tutti gli stereotipi che gli sono stati inculcati ‘socialmente’ e mediaticamente e non sembra rendersi conto che lo stanno prendendo per i fondelli.

In ogni caso si è di fronte a un bivio: "Se il target ancora una volta si farà irretire dalla retorica  sarà difficile ci possano essere altre occasioni di cambiamento."

Da giorni tutti sono al capezzale della Diciotti, una sorta di peregrinazione come a Santiago di Compostela, preoccupati per le donne violentate in Libia (e chissà come è stato documentato) e di uno stato di emergenza sanitaria. Per il resto di tutti gli extracomunitari sparsi per il paese in condizioni precarie, sfruttati e ammalati, o al contrario dediti allo sport del malaffare, nessuno più se ne preoccupa… e chi se ne frega di quelli che non incidono minimamente sullo spot propagandistico che in queste ore tiene banco.

La Diciotti è un’occasione formidabile per ribaltare il consenso che questo esecutivo sta ottenendo?

All’Italia per la prima volta dal dopoguerra si offre davvero la possibilità di voltare pagina. Molti italiani l’hanno capito, hanno capito che potrebbe essere un’occasione irripetibile quella di un nuovo governo che vuole davvero fare gli interessi del paese e non di quei gruppi che stanno muovendo le pedine in un’area sempre più vasta, in un mare dove si gioca una grande partita a scacchi, una sorta di scenario virtuale che fa da cartina al tornasole di strategie comunicative e mediatiche messe a punto così colà dove si puote ciò che si vuole.

I natanti con il loro carico di migranti fungono da pedine e le suggestioni indotte mediaticamente rappresentano gli strumenti di persuasione per ricondurre all'ovile quell'elettorato indisciplinato che inopinatamente ha punito il sistema nelle ultime consultazioni. La propaganda che ha messo profonde radici ideologiche nelle coscienze e induce ai classici automatismi culturali fatti di luoghi comuni e di stereotipi.

Ci sono suggestioni così potenti e così radicate nell'inconscio collettivo! Suggestioni che funzionano sempre, in grado di suscitare emozioni e passioni epidermiche, in grado di ottundere l’intelligenza e di suscitare risposte dove prevalgono i riflessi condizionati.

Nonostante le coscienze devono sempre più essere al servizio di tutto il sistema del marketing, plagiate da una cultura usa e getta e da un sistema di valori implementato con la tv e con lo smartphone, così che sembra davvero esista un enorme dissenso in una parte del Paese, una utenza che non è più quella del Grande Fratello orwelliano, del finto oppositore che recita a soggetto.

Sui temi immigrazione e privatizzazioni si sta giocando una partita emotiva, i padroni dei media e i loro referenti politici sanno che intrecciando opportunamente gli slogan propagandistici si possono creare cortine fumogene ed effetti speciali in grado di imbeccare il target, magari nella prospettiva di elezioni anticipate qualora lo slogan e la strategia di marketing abbiano riscontri ‘positivi’…

Nel foglio elettronico sono meticolosamente raccolti (schedati) i comportamenti collettivi non solo sotto forma di opinioni (quelle vanno e vengono in modo imprescindibile) ma soprattutto nei comportamenti di consumo, nelle modalità di navigazione (quella digitale), in tutti quegli atteggiamenti, anche i più banali, che il software di sistema sa interpretare e derubricare.... La programmazione dell’utente è ormai uscita dalla fase pionieristica e sperimentale e ora rappresenta una realtà affidabile, in grado di offrire indicazioni a chi nella cabina di regia sposta non solo i capitali finanziari ma anche idee e opinioni semplicemente con il taglio di una notizia, con una seduta di borsa, con una intervista ad hoc, con delle fake news.

O più semplicemente anche solo evidenziando con un corsivo, un grassetto o una sottolineatura. Anche solo spostando l’attenzione dell’utente dove conviene che sia diretta distogliendola da dove potrebbe guardare con occhio critico e indipendente.

La spettacolarizzazione è in grado di suscitare risposte fondate su schematismi mentali dove non c’è più confine tra reale e virtuale. L’immersione nella virtual reality ormai rappresenta per l’utente medio un evento del tutto normale, costituisce il teatro dell’immaginario dove predominano immagini fantasmatiche e fantasie collettive.

Il tema del naufrago (più o meno finto e indotto con una precisa regia) costituisce un potente sistema di persuasione, senza nemmeno approfondire i fatti nella loro dinamica e nei loro contorni reali. Non è davvero un caso che i media pongano l’accento sul migrante che rappresenta nell'immaginario collettivo un leitmotiv che suscita suggestioni di pancia e serve a qualcuno per darsi un’aura di santità sulla pelle di ignare comparse portate su un palcoscenico liquido - forse perfino loro malgrado - a recitare secondo un copione predisposto a tavolino. 

Molti opinionisti ci cascano per ingenuità, altri per convenienza e altri ancora per spirito di servizio. Ma sono davvero tanti quelli che speculano su dei disperati, si fanno belli con la retorica sui diritti umani riesumata quando serve alle bisogna.

Il dramma e la sofferenza sono reali per chi è chiamato a recitare un ruolo che non conosce, a far da strumento a un reality che ha le sue strategie e la sua regia in un sistema di collusioni e di interessi (mediatici, coloniali, strategici, ideologici…) che non devono mai apparire sul palcoscenico del mare nostrum.

L’intreccio di interessi comporta comunque - al di là della consapevolezza degli attori, salvati e salvatori -  l’esistenza di una orchestrazione che sa perfettamente dove vuole andare a parare. La partita giocata in mare ha tutti gli elementi di una strategia con i pezzi disposti proprio come su una scacchiera. L’utenza non solo non deve vedere il backstage, ma è strumento necessario per suscitare un consenso emozionale. Nella veste di opinione pubblica, irreggimentata anche nei commenti dei quotidiani on-line e così sapientemente organizzata dove l’audience è programmata e integrata in un sistema di propaganda organizzato in ogni fase della sceneggiatura.

Potremmo perfino immaginare che molti interventi dei media siano già stati messi a punto perfino nei dettagli e nelle specifiche di regia con tutti i requisiti tecnici già predisposti (imbarcazioni in ‘darkness asset, col trasponder spento, con SOS  lanciati con tanto di telefono satellitare… e con i selfie dimostrativi) prima ancora che una scialuppa di disperati sia pronta per essere sballottata dalle onde in mare aperto.

C’è qualcosa di paradossale in tutto questo. Mentre la scienza ci assicura che c’è davvero acqua sulla luna, e la notizia viene enfatizzata in vista delle future basi spaziali, poco risalto viene dato a un’altra notizia che dovrebbe, quella sì davvero impressionare. 

"L’artico si sta sciogliendo e la prospettiva di una catastrofe ecologico-climatica si sta avvicinando a grandi passi (20-30 anni?)."

Quindi nel 2050 saremo un po’ tutti migranti con città costiere che scompaiono sotto il mare. 

Mentre in questo periodo il presidente americano si fa promotore di un esercito di difesa spaziale e sta distruggendo la legislazione in materia di difesa ambientale...


Mentre i media confezionano emergenze vaccinali spesso inventate per preparare tutti a futuri controlli, sempre più invasivi... 

Mentre la politica coloniale provoca viaggi impossibili e velleitari di disperati alla ricerca della terra promessa... 

Noi del mondo industriale-civilizzato stiamo preparando (si può anche dire che ci stanno preparando) il nostro futuro scenario catastrofico.

55 commenti:

Gilberto ha detto...

Un Bel Paese molto pittoresco… La Diciotti potrebbe diventare un mausoleo, un luogo sacro. Il pellegrinaggio aveva già esordito, in un panorama di accoliti dei diritti umani e di fedeli delle ragioni umanitarie, un via vai sulla nave come una visita alla Sacra Sindone.

Un corteo da far invidia a una santo patrono, con devoti per intercessione e per anatema contro i peccati capitali. Anche i migranti fanno all’uopo se serve…. Mentre milioni di connazionali (e i disperati di precedenti flussi migratori) vivono in condizioni precarie nel Bel Paese, d’improvviso è sorta per l’immigrazione clandestina (un tempo reato penalmente perseguibile) una attenzione e dedizione, una levata di scudi, un attaccamento affettivo come se tutto l’esercizio della giustizia sociale avesse finalmente trovato il suo oggetto di devozione…

I proclami e le prese di posizione sono quelle dei più altisonanti principi, idealità declinate secondo la sacralità del profugo a pagamento e del naufrago di comparsata con un copione già predisposto a tavolino, perfino prima ancora che si stacchi il biglietto.

Molti rappresentanti istituzionali fanno a gara per dimostrare quanto stia loro a cuore la sorte dei migranti. È bello vedere quanto siano disinteressate le prese di posizione, i commenti, le arringhe e le omelie di tutto il variegato sistema paese compreso quello di molti commentatori…

Poi… passata la festa… gabbato lo santo…

Antonello ha detto...

Eh si, anche Salvini ha mandato 13 motovedette in Libia, ma perche' chiaramente non hanno forse nemmeno i mezzi per controllare le proprie coste, ridotte convenientemente cosi' da chi la Libia l'aveva invasa, fomentandone poi l'uccisione del suo Capo di Stato, e non che io avessi apprezzato Gheddafi particolarmente.
Ma da li in poi, derubati i pozzi petroliferi italiani i francesi hanno stabilito la via di fuga dalle poverta' di mezza Africa, e che l'Italia doveva diventare un enorme campo profughi saltellando sulla dignita' di chi si ostina a considerare solo cio' che succede nelle motovedette dei porti italiani una coda immorale perche' politicamente opportunistico di fronte al mondo dei cattolici, che di nulla sembrano accorgersi, neanche se gli dai dei pizzicotti.
Linea aperta quindi dai francesi in Libia in direzoone Italia.
Qualche indefinibile che vende l'accoglienza ai soldi pubblici, di solito limitati, poi ci voleva anche aldiqua in cambio di sfori di bilancio per pagare gli amici degli amici, se servisse si elencano Consip, Mose, Expo, Mafia Capitale, Leopolde varie, MpS, Banche e gente che improvvisamente vola dalle finestre ed il gioco e' fatto, con un partito intero ostaggiato dalla negazione dei valori del popolo italiano che lavora e che ogni tanto purtroppo vota.

(Continua )

Antonello ha detto...

( continua da sopra)

Si credono pero' al buio, come se non li si vedesse da qua, buttati dal voto quindi nel cestino democratico, ora fanno code, che neanche in autostrada, lunghissime ad ammirare l'immagine della Madonna sulle motovedette italiane ferme nei porti lamentando violazioni dei diritti umani.
Si, sono quelli che al Governo nulla facevano pro terremotati, forse solo perche' bianchi, non si capisce, terremotati che addirittura vennero manganellati perche' con le loro carriole manifestavano, come fossero stati gli anarco insurrezionalisti di cui temeva qualche politica precedente, allucinante, quelli che con i terremoti si sfregavano le mani, li i diritti umani non esistevano e non esistono, e ti dicono se sei per caso razzista se gli ricordi che furono donati milioni di euro dagli italiani mai poi consegnati a chi di dovere e posteggiati nelle Banche, le solite Banche, in attesa forse delle ordinanze di chi si arricchiva sugli interessi movimentati.

( continua )

Antonello ha detto...

( continua da sopra )

Poi con grande stupore, quelli stessi che ora urlano ai diritti umani sono incredibilmente gli stessi che erano al Governo o nelle massime istituzioni quando ci si accorse che in Africa nessuno fabbrica armi, e quando chiesero conto alla Ministra Pinotti lei candidamente, come se stesse giustificando qualcosa di fronte agli agenti, e non ad un Parlamento, rispose che vendere armi all'Arabia Saudita fosse perfettamente legale, e dimenticando che non gli si chiedeva evidentemente se cio' rientrasse nella legalita' ma nella responsabilita' politica dell'allora Governo, ma anche si fosse parlato di legalita' vi era e vi e' sembra ancora vigente una legge del 1990 che proibisce di vendere a paesi in guerra, a riprova si cito' armi che improvvisamente comparivano in Yemen con le identificative del carnieri militari italiani.
https://www.google.it/amp/s/www.fanpage.it/pinotti-vendere-armi-all-arabia-saudita-e-perfettamente-legale/amp/

( continua )

Antonello ha detto...

( continua da sopra )

La Germania ha fatto anche meglio,dei diritti umani dei greci si e' dimenticata ed ha messo le fabbriche di armi in Sardegna e si son levati i casini dal proprio territorio, almeno son piu' scaltri anche se non meno imbecilli.
Ecco, questi che oggi urlano ai diritti umani dovrebbero rispondere alla domanda di dove fossero quando sembravano sedere al Governo con centinaia di "fiducie" come fossero normalita' ed una democrazia uccisa dalla loro cecita'.
Escono tutti oggi, e sarebbe bene rinfrescargli la memoria, di gente che aveva i risparmi di una vita e che su loro disposizione da un giorno all'altro si ritrovarono nulla tenenti, a favore dei poveri privati banchieri, ed i diritti umani dei riaparmiatori italiani li dove sono, dove sono i diritti umani del popolo italiano con cinque o sei Governi mai votati da nessuno, dove sono i diritti sulla democrazia italiana costituzionali? Dove li hanno difesi loro? Sostituendo etnicamente il popolo italiano che se ne lamentava? Con mezza Africa? Perche' una cosa e' aiutare, costruire canali, portare acqua ai territori, scuole, dighe, ospedali, un'altra e' pretendere che deportare mezza Africa in Italia non sia pregare il vero e proprio fallimento dell'italia, se poi i pochi rimasti dovevano essere quelli che pagavano la loro solidarieta', e non sia istillare una vera epropria sostituzione etnica.
Quando la stessa cosa successe in Argentina agli inizi del 900', l'emigrazione africana non riusci a mettere radici per le malattie a cui non erano abituati, ebbene si vede che dei diritti capiscono ben poco se non loro, ma la storia la sanno bene perche hanno pensato anche a questo con dodici e poi dieci vaccini obbligatori, dove sono i diritti umani di coloro che manco sono malati? Esistono i diritti economici delle lobbies che sono preminenti rispetto a quelli dei bambini? E come mai? Chi lo ha deciso? Qualcuno votato per caso? Perche' bambini forse di colore piu' roseo? Qual'e' il problema a prendersi le sacrosante responsabilita' di cio' che manco votati da nessuno ci si e' seduti e si e' preteso di fare urlando ancora da dietro i gabinetti da vomito? Dove erano i diritti di Di Battista quando semplicemente voleva, in Parlamento eletto, semplicemente Parlamentare? Ed e' legale vendere armi ma non e' legale parlamentare per uno che di mestiere votato fa il Parlamentare? Perche' fare le Sante Maria Goretti scese dal palco e combinarne una piu' del Diavolo appena si sente una poltrona un po' piu' morbida sotto? Verrebe da dire con quale faccia e si rimane interdetti, in effetti certa gente si siede con il kulo...e pardon il francesismo....
Ed infine ma potrei elencare per pagine intere, dove sono i diritti umani di gente che pacificamente percorreva un viadotto dato in concessione al ptimo maglificio che passava in nome di una privatizzazione abbastanza allucinante, per due euro sopravvalutati?
Hanno dei diritti umani gli italiani? Ce li curavano i francesi o i cosidetti europei di Bruxelles? C'era qualcuno che governava e che se ne strafotteva di controllare la sicurezza in Italia allungando le concessioni senza nemmeno gare di Appalto e secretanfone addirittura i contratti? Dove sono i diritti umani dell'onesta', del silenzio e dell'Intelligenza? Dove sono finiti i diritti di chi vorrebbe scegliere cove vivere non volendo e non dovendo essere costretto/a a scappare in gommone dalle armi di chi abbastanza vergognosamente oggi patla di diritti umani e solidarieta'? Mah....tutto lerciume senza il coraggio di alzare la testa ed apprezzare la propria dignita'....dice ma loro hanno i soldi, e che te ne fai di soldi cosi' sporchi? Li ripulisciper caso nelle lavatrici economiche? Pure i soldi hanno diritti, mica solo gli esseri umani, se li tratti bene ritornano, non ti lasciano piu', ti assillano pure, ma di questi che te ne fai?....

Ivana ha detto...

Sono d'accordo con quanto pare abbia affermato l'ex pm Nordio:
https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/13372080/matteo-salvini-carlo-nordio-contro-pm-agrigento-luigi-patronaggio-perche-sue-accuse-non-reggono-smontato-punto-punto-.html

Antonello ha detto...

https://www.silenziefalsita.it/2018/08/28/diciotti-fusaro-cara-boschi-ricordati-anche-le-storie-devastanti-di-barca-etruria/

Pienamente daccordo con ogni minima sillaba di quanto scrive Fusaro, dove sono i diritti umani lo stanno chiedendo gli italiani alla On. Boldrini, all'On. Renzi, ma anche all'On. Boschi, all'On. Monti, alla On. Fornero, all'On. Letta, all'On. Gentiloni, non e' il contrario, ma e' una richiesta grave perche' il discrimine e' sempre piu' ridefinito dai colori.
Mentre gli italiani sono stati schedati e censurati non si possono censire i Rom per i paladini della strumentalizzazione di un finto concetto di diritto umano discriminato e di finta solidarieta', e con i soldi e la serenita' sociale sempre altrui.
Mentre per un italiano ci sono 24/48 ore in caserma per identificazione, se fermato senza documenti validi, per uno straniero arrivato in gommone non sarebbe che lesivo anche solo pensare di identificare, impronte non se ne parla.
La Serracchiani a tal proposito ha addirittura eliminato i Cipe dal territorio della Regione in cui purtroppo era stata eletta, cosi gli immigrati non per vie legali possono entrare, uscire, e rientrare mille volte con mille documenti diversi, ed ogni volta con nomi e responsabilita' e precedenti di crimini diversi, con la Mafia che ci va a Nozze.
Ma non solo, si potrebbe continuare a rotolo, a Torino i mutui agli arabi sono stati stornati degli interessi perche' contrari alla loro religione, mentre chi ha colorazione e religioni piu' rosee deve pagarsi tutti gli interessi propri e degli arabi sotto forma di tasse pubbliche, una roba da razzismo allucinante al contrario, tutto pur di agitare le lotte di religione, annusato che diminuivano quelle di classe, sempre insomma dividit et impera.

(Continua )

Antonello ha detto...

(Continua da sopra)

Uno se di colore toseo deve pagarsi tutto, irpef, imu, enel tasse, gas, metano, luce, affitto, mentre se di colore diverso allora tutto e' dovuto e pagato dalle tasse comuni, oltre a mantenimenti a 40 euro al giorno, cellulari, wifi, e la garanzia sbalorditiva di non poter avere nessuna fonte di reddito se non in nero nelle cooperative od in simil imprese che niente vogliono pagare, e per prime quelle cooperativizzate della cosidetta Sinistra, perche' lavoro per mezza Africa in Italia solo dei pazzi possono pensare di trovarne, siamo al razzismo al contrario, perche' nessuno riesce a capire cosa ci sia di diverso fra un nullatenente roseo ed uno nullatenente un po' piu' scuro, fra uno con un lavoro a cui viene rubato tutto e la dignita' ed uno che non ha manco i pensieti di lavorare perche' qua non c'e' lavoro, nessuno.
Il problema e'che chi e' roseo avrebbe affrontato guerre decennali e secolari per crescere i propri territori e la propria cultura, con la perdita dei nonni e dei padrinper arrivare aduna democrazia che poi si deve vedere umiliata da questi incapaci, che una Costituzione ed una civilta' avrebbero fatto di tutto per costruire, e che ora qualcuno vorrebbe far di tutto per distruggere, mentre chi e' qua fugge dal lottare per i propri paesi, e non in second'ordine anche depredati e sfruttati da Multinazionali che sostengono i cosidetti Sinistri ed anche destri, confindustriali.
Partito trasversali putridi di interessi del tutto privati che vorrebbero e pretenderebbero di arricchirsi alla faccia di quelli pubblici e di massa, delle famiglie, sparite dalle agende della finta politica, del sociale, dei diritti veri di un'economia che funziona e che nella misura dei propri utili potrebbe anche aiutare di piu' popoli poveri a crescere la propria di economia, e del resto paghiamo ancora le accise sulle vanita' coloniali, mentre con i lavori di ipotetica canalizzazione delle acque si potrebbe addirittura cancellarli, ed ottenere anche pribilegi sulle piu' ricche risorse naturali del continente africano, tanto e troppo fastidiosamente frequentato.

( continua )

Antonello ha detto...

( continua da sopra )

E' ridicolo ma sono ancora li con la faccia di urlare e di chiedere qualcosa relativo a cosidetti diritti umani, loro che li hanno disintegrati, compresi settennati e decennati con Governi mai votati da nessuno, compreso quelli dei lavoratori uccisi da una allucinante finta Sinistra, avrebbe diritto di esistere, in casa Boldrini, solo il diritto umano di mangiare, ma non quello di ragionare, non quello di esprimere parlamentando, non quello di risparmiare in banche oneste, e' allucinante la contraddizione a cui si espone certa gente strumentalizzando poi il concetto piu' prezioso e espanso di solidarieta', insomma per loro la solidarieta' si fa con i soldi comuni e sempre altrui, mai con i propri, allucinante, la solidarieta' Dio mio, scendi se puoi e fulminali all'istante, la solidarieta', urlano alla solidarieta', con i soldi altrui, con i terremotati manganellati fuori dalle case distrutte a pagare i mutii e le tasse, con i soldi fermi nelle Banche a sviluppare convenienti interessi privati, soldi donati dagli italiani, sempre altrui, mentre altri soldi gli servivano per alimentare le sostituzioni etniche, un concetto molto partigiano di solidarieta'.
E cosi' si fa solidarieta', alimentando le Multinazionali a cui non conviene di certo dire di no, e le Banche, permettendo di bombardare legalmente dei popoli e costringendoli a fuggire, impoverendo la loro economia e non permettendo che crescano, la Sinistra si dice mondiale ma e' di molto piu' ristretta mentalmente e commercialmente, e' al livello di orticelli personali, altro che mondiale, la solidarieta' si fa con i soldi propri, od al limite fra popolo e popolo, con strutture, canalizzazioni di acqua verwole zone interne africane, appunto, non permettendo la vendita di armi, appunto, non favorendo lo sfruttamento e non rendendo immuni le Multinazionali, ma forti con i deboli e deboli con i forti hanno venduto il vendibile ed oltre, e chiedendo solo ora conto dei benedetti diritti umani, e bravi, ma dove erano quando le leggi sui diritti le dovevate fare voi?

( continua )

Antonello ha detto...

( continua da sopra )

Quando chi ha sudato i propri soldi si e' visto depredato di tutto in una sola notte? E scoperti avete costituito pure un fondo pubblico, di soldi pubblici per aiutare i banchieri a fare i propri interessi sulla gente povera....che schifo, ma ora tutti li a chiedere notizie sui diritti umani, mentre quando legiferavate un Di Battista qualunque si dovette veder sbattere fuori dalla maestrina di turno addirittura da un Parlamento reo di aver parlamentato le proprie legittime opinioni, ma non avete proprio un limite al ridicolo che mettete in scena....diritti umani voi? Mah.....io fossi in voi cercherei i diritti umani dell'onesta' intellettuale, di quella materiale dopo tre quarti di partito inquisito, quelli dell'intelligenza dopo la figura dello stravolgimento costituzionale dei padri mancato, della lealta' dopo queste visite solidali, ma secondo voi perche' un popolo improvvisamente fugge dal proprio territorio puo' interessarvi come diritto umano o e' marginale? Dio mio ma avete uno straccio di coscienza o ve la siete bevuta interamente con gli Champagne e le Ostriche ingurgitati fino a pochi mesi fa? Ma che coscienza umana, politica e culturale vi ritrovate? Un Governo che rende legale vendere le armi a domanda risponde, davanti a tale responsabilita', che sarebbe legale venderle? Invertendo l'onere della risposta sulal domanda? E' chiaro, sei tu che dovresti rendere illegale i traffici e chiedere le riconversioni a chi specula sulle guerre e se non lo fai sei tu che lo rendi legale, mica pinko pallo che te ne chiede conto addirittura in Parlamento, ma che fetore e lerciume....vendi le armi, permetti che si bombardino, depredi i loro territori, favorisci e non sanzioni le Multinazionali, permetti lo sfruttamento, e se scappano come popolo a sera torni su a dare del razzista a chi due domande sarebbe abituato a farsele? E Dio mio, ma che faccia hai? Dio mio, scendi e se puoi fulminali, almeno per te e' legale.......

Manlio Tummolo ha detto...

Bisognerebbe sempre ricordare che i diritti sono sempre frutto di doveri compiuti, di noi verso noi stessi, di altri verso di noi, degli altri verso se stessi. Ci si dimentica che c'è un limite in ogni cosa e che ci vuole buon gusto prima di pretendere dagli altri verso di noi miracoli che non potemmo fare verso i nostri concittadini emigrati nell'800 e nel '900, e che ora popolano discreta parte dell'America, al nord, al centro e al sud. Se avevamo bisogno di incrementare la popolazione giovane, perché dagli anni '90, non si è cercato di richiamarli in patria ? Perché tutte queste messinscene, miranti a commuovere il nostro cuoricino, servono solo ed esclusivamente - secondo le "leggi di mercato" - a ridurre il cosiddetto "costo del lavoro", a creare un'enorme massa di disoccupati che condizionano pesantemente le legittime richieste dei nostri lavoratori. E così avanti: né vanno confuse le esigenze umane con i diritti del cittadino, come si sta facendo troppo spesso. I problemi africani, dovuti agli Africani almeno per gli ultimi 50 anni, devono essere risolti dagli Africani, come noi Italiani dobbiamo risolvere i nostri problemi di Italiani, e non possiamo, né dobbiamo, farci carico dei problemi di tutti gli altri. E, di certo, all'Italia non mancavano enormi problemi irrisolti tuttora, per crearcene di nuovi e di peggiori. I gazzettieri di regime evitano di capirlo e fanno i furbi, propagandando ciò che il capitalismo internazionale pretende per i propri interessi finanziari .

Gilberto ha detto...

Intervista di Peter Gomez a Di Maio. Di Maio ha risposto in modo concreto e molto convincente. L'unica indeterminazione rimane la Lega. Vedremo...

Anonimo ha detto...

CV DI DI MAIO

https://rousseau.movimento5stelle.it/candidati/luigi_di_maio_2.html

Mi sembra che abbia poca esperienza per il compito che ha nel Governo.

Alex

Anonimo ha detto...

Certo chi fa la lotta contro la corruzione è impreparato. Prendiamo lezioni dall'Economist. Prima invece i governi erano molto preparati… Bisogno essere corrotti per avere esperienza?

Vanna ha detto...

La prima "esperienza" che un politico deve avere è quella di fare attenzione all'altro e non a sé.
Se attua questo, è già alla metà dell'opera poiché farà del tutto per aiutare l'altro.

Quelli pieni di "esperienza" li abbiamo avuti... quanti!...Quanti?
La loro "esperienza"l'hanno messa in opera per chi? Per cosa?
Hanno fatto che?
Si sono coperti le spalle a vicenda, hanno fatto sparire insieme le opposizioni: tutti al centro a banchettare.

E' inutile che scriva il tanto fatto male e il poco fatto bene.
Lo viviamo ogni giorno sulla nostra pelle.

Ma una cosa hanno fatto:
pensioni di Platino,di Oro, insulti per i povericristi.
Si può dare una pensione di 800000 euro al presidente della Repubblica?
Liquidazioni da capogiro a chi era a capo delle Ferrovie, poi è diventato capo dell'Alitalia prendendo svariati milioni di euro di buonauscita in ambedue i casi.
Il premio lo meritava visto che le aziende erano così floride che...

Quanto è pagata una pagina di quotidiano al giornalista di successo?
Chi ha stabilito certe cifre?
Poi si decide di cambiare la musica delle pensioni, di far lavorare di più.
I funzionari, i parlamentari, gli assessori alle Regioni...(chi s'è inventato le Regioni?) hanno pensioni e vitalizi o sbaglio?
E pensioni in più!

Questa è l'esperienza?
Ma per favore!

Vanna ha detto...

Si vogliono rinnovare cambiando il nome del partito!
Quanti nomi hanno cambiato?
L'ulivo, la margherita,l'asinello, il campanile, il paese di mezzo...altri nomi dimenticati.
Quanti eletti da una parte sono confluiti in un'altra?
Fondando il nuovo partito dei Trasformisti.
Quanti soldi pubblici hanno intascato per finanziare quell'elenco, ridotto?
Choi ha pagato?
Noi!
Chi ha intascato?
Loro!
Che stupidità!
Come se fosse il nome quel che conta!
Basta solo vedere come da 6 mesi stanno continuando che si spera bene possano sparire, se non fanno un mea culpa totale cambiando atteggiamenti, parole, accuse. Dovrebbero andare a piedi scalzi a Campostela, altro che cambiare nome e insultare il nuovo governo.

Manlio Tummolo ha detto...

Questione Esperienza: è sicuramente utile, ma non va dimenticato che ogni ministro è sempre affiancato da tecnici amministrativi che rivedono le proposte dei politici con soluzioni tecniche idonee. Questo almeno in teoria: in realtà, qua tutto è condizionato da volontà esterne che hanno interessi del tutto contrari a quelli della volontà popolare, e barcamenarsi tra gli uni e gli altri non è certo facile. Personalmente io punterei sul Parlamento Europeo, più che con altri singoli governi o capi o commissari che siano: il Parlamento Europeo, ancorché privo quasi del tutto di poteri effettivi, è però il solo legittimato da elezioni popolari con metodo proporzionale, ma pare che tutti se ne dimentichino. Lì è la sede opportuna per rivoltare la UE come un "calzino", e spero proprio che succeda con le nuove elezioni del 2019.

Anonimo ha detto...

ad ogni nodo qualcosa non è spiegabile .
sarebbe interessante sapere , da dove vengono , quei 49 milioni .
perchè la lega li aveva? la magistratura è al corrente di come la lega aveva speso quei milioni ,se ora glieli contestano .
? come fanno a saperlo SE ORA GLIELI ONTESTANO ? certamente avranno le loro fonti di investigazione se la lega non lo dice ! sara' perchè non hanno documantazione , oppure la furba .. .
inoltre la sinistra , :all'epoca era un partito importante,con personaggi grandi e grossi , .
, PERCHè non aveva quei soldi nelle casse ? credo ne avesse molti piu' della lega , : un partitino da poco . mi sa che i DEM CAVALCHINO QUESTA IDEA DEI 49 MILIONI , PER AFFOSSARE LA LEGA E QUESTO IN POLITICA CI STA .. PERO' CHE VANGANO FUORI TUTTI I DENARI . CHE I DEM EBBERO DALLO STATO ..

Anonimo ha detto...

DI MAIO IN PUGLIA

https://www.ilpost.it/flashes/di-maio-matera-basilicata/

Manlio Tummolo ha detto...

Di oggi è la lieta novella che il prof. Draghi, già chiamato con Monti, Super-Mario negli anni 2011 - 2012 dal giornalismo di regime, ha sostentuto che vuole fondarsi non sulle chiacchiere (da lui presunte), ma sui "fatti" (da lui presunti), perché, egli sostiene, ciò che conta non è la condizione materiale ed economica della maggioranza dei cittadini, ma l'euro. L'uomo ignora che una moneta è nulla se non è fondata sull'esistenza giuridica e reale di uno Stato (cosa che la UE non è), e se non è rapportata nel proprio valore alla situazione effettiva ed economica di quello Stato e dei propri cittadini. Egli difende, con i suoi colleghi, con le unghie e con i denti il valore nominale dell'euro, fregandosene al massimo delle sofferenze dei normali cittadini, sacrificati letteralmente per quell'idolo di carta e di latta, chiamato euro. E con la sua installazione a Frankfurt am Mein le condizioni ci avviano tutti alla mendicità.

Così quell'altro bel tomo di Moscovitì (un nome che è tutto un programma: ricorda Ivan il Terribile, sovrano della Moscovia), che dice di preoccuparsi per i "piccoli Mussolini", ma trascurando il fatto che gli Europei sono soggetti agli abusi di 30 o 28 Tiranni, non eletti da alcuno, che dànno ordini in continuazione come se fossero Faraoni o Re dei Re...

Mi auguro ovviamente che con le elezioni europee del 2019 tutta questa masnada di affaristi sia spazzata via dai popoli della UE.

W IL POPULISMO, W IL SOVRANISMO, NO AI TIRANNI !

Gilberto ha detto...

Proprio così Manlio. A proposito di Moscoviti che si preoccupa dei piccoli Mussolini. Io mi preoccuperei invece del Grande Fratello, quello che ormai domina incontrastato in una informazione asservita al sistema economico mondiale degli affaristi e dei finanzieri, con una democrazia sempre più astratta e nominalistica...

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Gilberto e a chi ci segue,

oggi un ministro (o feudatario) di uno Staterello, il minimo tra i fondatori del vecchio MEC, rimprovera all'Italia di aver avuto negli anni '50 e inizi '60, un bel numero di immigrati italiani nel proprio territorio, come se la cosa fosse colpa di Salvini o dell'intera Italia. Intanto, erano (e restano) le regole del capitalismo internazionale, che ama le migrazioni al solo scopo di ridurre al minimo il cosiddetto costo del lavoro; poi l'uomo non si rende conto che una terra che fu caratterizzata da fortissima emigrazione in tutti i continenti, non può certo divenire in due o tre decenni terra di immigrazione, non essendosi mai allargata dal 1918, e non essendosi trovate chissà quali risorse minerarie, prima ignote. Terra povera prima e terra povera dopo, ma terra ricca di gente che si è data da fare per valorizzare quello che aveva, creando civiltà e cultura che ci invidia il mondo intero. Il Lussemburgo è certo molto più piccolo dell'Italia, ma come il Belgio (a cui De Gasperi vendette i nostri minatori praticamente come schiavi) ricchissimo di carbone. Questo dunque il grazie che un misero granducato ci rende dopo aver valorizzato le risorse che aveva. Se questa è l' "unità" europea, meglio starne senza...

Mi diverte che un partito, nato da interessi locali, dimostri ora molto più senso di dignità nazionale che certi partiti nazionali storici e loro eredi !

Antonello ha detto...

Ha ragione Salvini "Ma possibile che un paese civilizzato come il Lussemburgo non possa esprimere un Ministro migliore di questo"...
Bisognava pero' rispondergli che chiunque e' emigrato, anche i lussemburghesi, ma per andare a lavorare, ed hanno fatto le fortune dei paesi in cui sono andati, ma qui in Italia nel frattempo non avevamo, come l'Africa ha, le piu' ricche risorse del pianeta che anche, ma non solo, splendidi lussemburghesi vanno a depredare.
La differenza e' questa caro menestrello della "finta solidarieta', e di certo se lanpensa cosi' che si riempa lui, casa sua, di africani se non riesce a pensare a dei figli ed una generazione per il proprio popolo che aiuti certamente nei limiti dello psichiatrico anche popoli meno fortunati.
Ma roba da matti, prima gli vendono le armi,.gli rubano il futuro, loro giustamente scappano dalla fame e dalle bombe, ed infine del giro dell'oca la razzista sarebbe l'Italia che da sola sta affondando per quanti ne ha ospitati, e questo dall'alto del suo Salmone ed Ostriche parla di "finta soldiarieta' solo e sempre con i bilanci economicie , culturali e sopratutto sociali degli altri.
E semmai se dovremmo aiutare si puo' anche aiutare non vendendo armi Signor Come si Chiama, e non accettare soldi di riciclaggio di provenienza sconosciuta nelle proprie banche come e' inuso da Voi, ed informi anche il suo ispiratore, Signor Juncker, che da voi si e' formato ed istruito...

Antonello ha detto...

https://m.ilmessaggero.it/primopiano/articolo-3973799.html

Intanto i genii di casa nostra si sono offesi, dice che loro rispondono oramai solo davanti ad una telecamera, questa moda di fargli le domande a cui dovrebbero poi rispondere gli sembra malsana.
Sembra crollato il Ponte per la civilta'...

Vanna ha detto...

Manlio, condivido!
Aspettiamo le prossime elezioni europee!
Intanto che le aspettiamo però c'è da aspettarsi di tutto, da tutti, da dove.
Il vecchio potere non mollerà facilmente.
La cartina di tornasole per intravedere qualcosa, sta negli States: in base a ciò che farà Trump con i poteri che sono lì e che non lo amano.

Miriam Lavoretano ha detto...

Buongiorno. Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti








































.











Buongiorno. Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti
































.
Buongiorno. Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti








































.











Buongiorno. Sono Miriam Lavoretano, io ho beneficiato di un prestito di 15.000€ in 40 mesi presso un prestatore sig.ra Cristina Allegri che presenta offerte di prestito a ogni persona nella necessità. Quindi se siete interessato o avete una persona che è nella necessità di prestito, contattarla per maggiori informazioni:

cristinaallegri09@hotmail.it

Cordiali saluti
































.

magica ha detto...

senti un po' questa qua'
se uno avesse bisogno di prestiti, perchè si trovaa nella necessita', non credo che avrebbe voglia di commenatare e preoccuparsi della situazione di BOSSTTI ,, SI FAREBBE I CAVOLI PROPRI. dal momento che è pieno di pensieri per il proprio problema ? ok

Manlio Tummolo ha detto...

Ineve di un prestito a condizioni di favore, potrebbe essere utile un omaggio, magari più piccolo. Che ne dice la presentatrice ?

Torniamo a noi: cara Vanna, grazie per la condivisione. Ognuno di noi può fare qualcosa nel merito, discutendone in tutte le sedi opportune. Quanto a me, è - da parte mia - in arrivo per voi tutti un "meteorite" che cerca di spiegare le cause antiche e recenti dello stato di cose in cui siamo. A molti non piacerà per le dimensioni, ad altri per il modo d'esprimermi, ma mi basterà la comprensione e, quando si può, la condivisione dei pochi ottimi, che non accettano questo nostro continuo sprofondare di rovina in rovina. Non vi dico altro per non guastare la sorpresa e a taluno la digestione prima del tempo. Saluti a tutti, Manlio

Guglielma Vaccaro ha detto...

Delle Misseri non frega più niente a nessuno in questo blog? Mah...

Gilberto ha detto...

Hai ragione Guglielma

Forse è tempo di riparlarne provando a riconsiderare tutto, ma proprio tutto… senza pregiudizio di colpevolezza neppure per Michele. Tu cosa ne pensi? Su quali posizioni ti trovi?

Guglielma Vaccaro ha detto...

A quanto pare nemmeno sapete che i legali hanno depositato ricorso alla Corte Europea....per me sono colpevoli ma il processo è stato pesantemente viziato; lo ripeto da anni nel silenzio generale, evidentemente non fanno più così comodo come anni fa all'inizio.

MAGICA ha detto...

GUGLIELMA .
IL COLPEVOLE è MISSERI . TUTTI I DATI LO DIMOSTRANO .
MENTRE GLI INDIZI DELLE DONNE SONO TUTTI CONFEZIONATI A PIACERE DAL PM.. HO VISTO LA RICOSTRUZIONE SULLA RETE 8. E QUELLO CHE AVEVAMO SEMPRE SOSTENUTO: LA NON COLPEVOLEZZA DELLE MISSERI .

MAGICA ha detto...

il tipo del lussemburgo non lo sa che in ITALIA abbiamo migliaia di migranti mantenuti dal popolo italiano ?
cosa voleve dire con quella uscita del cavolo da persona buonista , da sinistra che parla a vanvera? che fiN'ora non abbiamo accolto, ed è ora che dobbiamo accoglierE i clandestini delle ONG. anche perchè loro i: lussemburghesi ci avevano sfamato dandoci il pane per i nostri figli ..ORA TOCCA A NOI DARE IL PANE AGLI AFRICANI . SALVINI è STATO TROPPO MITE NEL RISPONDERGLI , ci voleva la MELONI .. CHE LO AVREBBE DISTESO IMMEDIATAMENTE .

Guglielma Vaccaro ha detto...

Magica, protesta invece di urlare solo qui dentro...
ciao a tutti, il blog è in evidente stallo.

magica ha detto...

magari si potesse protestare e cambiare la situazione...nel caso
delle misseri , sappiamo che con l'ultimo verdetto della cassazione i giochi son fatti . mi pare che anchè l'avv coppi non protesti piu' di tanto . GUGLIELMA SECONDO TE , protestando si potrebbe ribaltare la situazione ,?
prima a dell'ultima sentenza della cassazione , chi ritieneva le misseri innocenti . aveva una barlume di speranza ,invece non cambio' nulla .. non capisco come mai siano giunti a questo verdetto .. sarebbe interessante sapere la motivazione .

Guglielma Vaccaro ha detto...

Magica, se invece di postare a caso ti informassi, sapresti che la difesa ha proposto ricorso avanti la CEDU

https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/sabrina_misseri_sarah_scazzi_ultime_notizie_4_settembre_2018-3952518.html

Informatevi almeno

magica ha detto...

beh tu sei del mestiere .
io spero sempre che lavorino con onesta' . il ricorso e stato doveroso . ma non mi fido troppo di certi personaggi , vedrai che alla fine si daranno ragione fra loro .. la cassazione ha ascoltato il suggerimento dell'accusa ,:confermando l'ergastolo ! potrebbe essere stato che ,leggendo tutto il dossier, la cassazione avesse determinato un'altra tesi?? invece hanno considerato l'accusa come l'unica verita'

Antonello ha detto...

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/mcdonald-39-non-paga-tasse-39-ue-tutto-regolare-183383.htm

In Lussemburgo intanto accolgojo talmente bene anche gli immigrati americani che neanche due sistemi fiscali sanno piu' dove Diavolo avrebbero la sede.

In America sanno che la McDonald avrebbe sede in Lussemburgo, mentre in Europa sanno che avrebbe sede in America.

In nessuno dei due sistemi quindi la McDonald paga le tasse, quando si dice le cose fatte con il sentimento e l'accoglienza integrativa.

Manlio Tummolo ha detto...

Personalmente ero in attesa appunto di vedere che ne dicesse la Corte Europea dei Diritti Umani, enormemente violati, che ho scritto ripetutamente a cominciare dal fatto che le testimonianze fra stretti congiunti non sono obbligatorie e determinanti per fatti che non riguardino i rapporti interni della famiglia (es. violenze di mariti sulle mogli, geniitori su figli, ecc.). Sollecitare ad ogni costo un padre a testimoniare sulla figlia è un atto illegittimo, e da lì è partito tutto. Quanto alle innocenze, continuo a sostenere che la famiglia Misseri nulla c'entra col delitto, il che è ampiamente confermato dall'assoluta assenza di prove fisiche e testimoniali, che comprovino l'arrivo in quella casa a quell'ora dell'infelice ragazza. Sostengo altresì che la difesa dei Misseri fu completamente sgangherata, perché se il delitto fosse avvenuto in quelle condizioni, era pressoché impossibile ignorarlo da parte degli altri due. Ma questo l'ho detto e mi sembra inutile ribadirlo. Sono curioso di vedere quanto deciderà la Corte sulla legalità delle procedure, perché, quanto al merito, non può dare patenti di innocente o di colpevole a nessuno.

Gilberto ha detto...

Carissimo Manlio

Condivido tutto quello che dici e aggiungo

Proviamo a immaginare uno scenario diverso... che non si sia trattato di omicidio.

L’adolescenza è un periodo difficile. L’adolescente può togliersi la vita per i motivi più banali che per un adulto risultano incomprensibili. Certo l’obiezione ovvia è “perché occultare il cadavere?” Se non conosciamo i motivi del suicidio è difficile dare una risposta e capire, nel caso, chi avrebbe 'mescolato le carte'.

Non credo che Michele abbia occultato il cadavere e neppure abbia partecipato all’occultamento, forse quello che ha visto l'ha sconvolto.

Guardando varie immagini e filmati Michele appare come un uomo in uno stato di stress post-traumatico, trauma emotivo intendo. Nel caso di una amnesia dovuta a un trauma emotivo un uomo diventa facile preda di memorie illusorie. Tutto quello che sente e ascolta è in grado di influenzarlo e crede di ricordare cose che in realtà sono solo frutto della sua immaginazione e di quello che gli viene detto.

Una mente in stato di amnesia è come una pellicola di una macchina fotografica facilmente impressionabile.

Niente di quello che dice Michele è credibile. Non ha ucciso Sara (non riesce neppure a mimare il delitto), come non l’ha uccisa Sabrina. Paradossalmente proprio la sua assunzione di colpa ha favorito la condanna delle due povere donne.

L’autopsia non mi sembra che abbia escluso che poteva trattarsi di un suicidio. E’ stato il ritrovamento del cadavere in un pozzo a escludere il suicidio. Forse la difesa ha avuto troppa fretta nel tirare le conclusioni… troppa fretta ad addossare la colpa a Michele. Tale strategia ha finito proprio per far condannare le due donne.

magica ha detto...

ciao

magica ha detto...

l'omicida è MISSERI .
non si capisce il perchè , ora, che sta in carcere protetto lui e famiglia , da chi ha ucciso , si supponga che non dica la verita'..da quella volta ,le paure dovrebbero esserli passate ....paure da mafiosi ,o malviventi che potrebbero nuocere a lui, e famiglia
misseri l'omicidio lo mima molto bene .ora insiste sul cordino che uso' per uccidere , mentre nell'inc .(.proba.. torio ) si lascio' abbindolare, dicendo prima corda, e poi, dovette dire cintura per avvalorare tesi..
inoltre misseri descrive bene com'era vestita la nipote , con pantaoncini e maglietta ., era la prima volta che la vedeve vestita cosi', e scendere nel garage viva e vegeta , tanto da commentare il suo l'abbigliamento .. se non l'avesse uccisa lui non avrebbe saputo com'era vestita . tutto il racconto fa supporre alla grandissima che sia stato solo lui acommettere il fatto.
era andato nel campo, con la vittima nascosta sotto un cartone ..
.i fantomatici occultatori sapevano dove esisteva il pozzo ? lo sapeva solo lui . ma ancora non si capisce il nesso ,per il quale si sospetta che non sia stato misseri .. gli altri perchè lo avrebbero fatto??accanirsi su una bambina per quale motivo?

MAGICA ha detto...


SCUSATE
INCIDENTE PROBATORIO .. OK?

Ivana ha detto...

Riguardo a Sabrina e a Cosima Misseri sono in sintonia con Franca Leosini e con i suoi dubbi: con quel modo di esprimersi ruspante e non incisivo, il Misseri ha rilasciato dichiarazioni tanto incoerenti che nulla di quanto da lui sostenuto finora è risultato credibile, neanche quando, molto probabilmente, ha detto il vero.

MAGICA ha detto...

ok IVANA
SONO STATA IO..
OK?

SEI DAL PARERE CHE LE TORRI LE ABBIA BUTTATE GIU' IL PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI ? SULLA LUNA NON ALLUNO' NESSUNO ? TUTTE BUFALE ! PER INFINOCCHIIAR I POPOLI OK?

Ivana ha detto...

Magica,
anch’io, come la Leosini, resto “tormentata” dal dubbio se sia giusto, o no, credere all’innocenza di Sabrina e di Cosima.
Quando ho scritto, nel mio messaggio precedente, le seguenti parole: “il Misseri ha rilasciato dichiarazioni tanto incoerenti che nulla di quanto da lui sostenuto finora è risultato credibile, neanche quando, molto probabilmente, ha detto il vero” intendevo far capire che, molto probabilmente, il Misseri ha detto la verità quando si è autoaccusato dell’omicidio della nipote.
Insomma, il mio punto di vista, che è in sintonia con quello della Leosini, è più vicino al tuo di quanto tu pensassi.

Gilberto ha detto...

Magica e Ivana

Qualcuno ha detto che la verità ama nascondersi. Talvolta le cose non sono come appaiono. Nel caso di Avetrana è particolarmente vero che le apparenze possono ingannare. Comunque dimmi se sbaglio, Ivana, non ho seguito l'intervista, ma mi sembra che la Leosini sia convinta della colpevolezza di Sabrina.

magica ha detto...



lA LEOSINI convinta della coplevolezza di sabrina??ù
se lo pensasse significhebbe che fosse una donna poco intelligente .... invece secondo me è convinta dell'innocenza ... divaga e tentenna per non sputtanarsi con chi condanna .. non siamo allocchi

Vanna ha detto...

All'inizio Sabrina non mi convinceva, la madre pure e il loro congiunto anche.
Sembravano tre ceci in un baccello che tintinnavano colpevolezza.

Poi arrivò in piena notte e durante "Chi l'ha visto", la ripresa in diretta del cosiddetto ritrovamento notturno e questo mi fece aprire tutte le antenne.
Ritrovamento, mi sembra, il giorno della Madonna del Rosario!

La famigliola campestre fu usata per smembrare la famiglia, il paese tutto e fare le prove di distrazione per mesi, ogni giorno sulla scena di Avetrana.
Nel frattempo gli ulivi pugliesi subivano attacchi monitorati per farli ammalare e far passare le tubature dell'oleodotto americano.

No, è stato un omicidio rituale in piena regola esattamente come quello di Yara e di Melania Rea.
Con Sarah hanno fatto le prove sull'opinione pubblica.
Con Yara hanno fatto le prove sul dna nazionale secondo un progetto, una pubblicazione.
Con Melania hanno fatto le prove a pilotare il dna e la semenogelina, per coprire i traffici di droga nelle armi? Lo sporco delle forze armate? Il lavaggio del cervello di Aquino?
Con Melania hanno fatto contare il dna che faceva comodo come per Yara.

L'Italia è stata sotto attacco per questo abbiamo avuto governi fantocci che hanno provato a metterci in ombra a livello di autonomia e alla luce del sole a livello di malgoverno e di corruzione.

Non è che il crollo del ponte Morandi sia stato un limpido evento di ferragosto. Qualcosa non quadra anche lì, a Genova, dove è nato il Movimento 5 stelle.

I benpensanti diranno che ho le traveggole, rispondo che per i primi tre omicidi sono stati incolpati gli innocenti, innocenti come le donne morte.

Guardate quanti innocenti sono morti per quel ponte e quanti hanno avuto la vita stravolta.

Non è un caso.
Ma gli italiani ORA stanno vivendo un momento di "sogno", di speranza, e remano contro... nel senso che si sono svegliati!
I Media riportano la presenza ingombrante di Salvini in confronto a quella di Di Maio, il presidente Conte è inesistente eppure è una grandissima persona come ieri ha confermato Savona dall'Annunziata che lo ha registrato con un guizzo nel viso mentre cercava di fargli dire che discutono tra di loro, ed è stata smentita.

I giochi continuano, ce la metteranno tutta per farli litigare.
Nel frattempo i Cinque Stelle metteranno da parte la loro ingenuità e si faranno furbi e raffinati politici.

Il prossimo de profundis per chi sarà?

Ma ci sarà?
A chi toccherà?

Ancora una volta agli innocenti, questo è certo.
Buona giornata a tutti!

Ivana ha detto...

Gilberto,
io avevo interpretato l’atteggiamento della Leosini, quando intervistava Sabrina, come quello di una persona che intendeva capire senza pregiudizi.
Avevo letto, poi, che la Leosini aveva affermato di essere rimasta tormentata non essendo riuscita a capire se fosse giusto, o no, credere a Sabrina e a Cosima.
Era anche rimasta perplessa nell’immaginare la signora Cosima, non più giovanissima e pesante, correre, dopo tanto lavoro al mattino, e raggiungere, proprio in una delle ore più calde e afose della giornata agostana, una ragazza giovanissima e snella.
Inoltre credo sia significativa la polemica nata tra la Leosini e la Bruzzone proprio in merito a quella determinata intervista a Sabrina e a Cosima...

Manlio Tummolo ha detto...

Carissimi,

mi sembra che sul delitto Scazzi, si sia discusso a fondo qui, e altrove, per quanto possa essere discusso. Quello che Magica non vuole accettare, ovvero l'innocenza di Michele Misseri, alla pari di moglie e figlia, significa, inesorabilmente, che l'intera famiglia sia coinvolta, soprattutto nel luogo, nei tempi e nei modi in cui sia avvenuto il fatto. Anche teoricamente ammessane la possibilità, la rovina per l'intera famiglia era accertata, dovendo in tutti i casi perdere i propri beni, e lo stesso onore veniva mesoo in crisi: ecco perché la difesa delle donne e dell'intera famiglia fu sgangherata, perché divisa e scoordinata.
Avevo già scritto il seguente commento martedì scorso, ma si era interrotto il collegamento: per fortuna si è salvato e lo trasmetto.

Quanto al suicidio, caro Gilberto, tutto è possibile, ma dove e perché sarebbe avvenuto ? Forse per il bell'Ivano ? E perché non avvisare di un tale fatto, perché occultarlo e poi confessare in quel modo così assurdo ?

Dal mio lato, io vedo nella morte della ragazza la mano di qualche "pedofilo" o maniaco, stile mostri del Circeo, ben protetti in alto loco. Di certo lì attorno non manca la ctiminalità organizzata, unica a saper nascondere cadaveri con astuzia, e non certo assassini improvvisati, che si fanno prendere nel giro di poche ore...

Aggiungo: non prendiamo troppo sul serio la presunta indiscutibilità delle sentenze: avete sentito che cosa è successo recentemente in Campania (se non erro), a proposito di giudici e avvocati ?

Manlio Tummolo ha detto...

Il commento soprastante è stato scritto martedì scorso, ma si era interrotto il collegamento. Fortuntamente si era salvato, c'è l'aggiunta finale che vorrei fosse meditata da tutti: l'ambiente giudiziario, in Italia come in tutto il mondo, non è di Santi Perfetti, come si vorrebbe far credere.

Manlio Tummolo ha detto...

A proposito di migranti, e come far diventare un migrante cittadino italiano in modo rapido e divertente, qualcuno ha cominciato a "migrare" nel posto giusto per lui. Ciò irrita molto qualche altro che si qualifica di "sinistra", moderno, aperto ad ogni esperienza, cosmopolita, senza confini, tutto ponti e niente muri, ecc. Ma dovrà rassegnarsi, soprattutto dal prossimo anno (come io auspico), a sentire che la musica sta molto cambiando. Circa, 7 anni fa non c'era anche una ministra cittadina "italiana", a seguito di un felice matrimonio con un matrimonio di cittadinanza ?

Manlio Tummolo ha detto...

Le ultime notizie della UE sono che Juncker, il favoreggiatore della grande evasione fiscale europea, e il signor Moskovity ci sgridano e ci minacciano per la legge finanziaria DEF in corso di completamento. Naturalmente i pulpiti sono inaffidabili, ma d'altronde, se il nostro governo pensa di risolvere i problemi da solo, senza smuovere tutti i movimenti anti-UE (non necessariamente anti-europei), non ce la farà. Si corre il rischio del governo greco che, partito dalle grandi idee di Barufakis (un nome, una garanzia !), è finito per accartocciarsi obbediente alle troike e alle troie di Bruxelles.

Europei, insorgete contro i finti europeisti, contro gli euroaffaristi !

Tortora Giuseppe ha detto...

Salve,
Stai cercando un prestito? Offriamo prestiti a tassi di interesse molto bassi di
3%. Diamo prestiti per tutti i paesi del mondo. Di seguito sono riportati i tipi di prestiti che offriamo.
* Prestito personale
* Prestito aziendale
* la garanzia del prestito
* prestiti non garantiti
* prestito commerciale
* Prestito per studenti
* mutuo ipotecario
* Prestito di consolidamento
* Il prestito di occupazione
* Per pagare i debiti del prestito
* Prestito di investimento
Nota: se sei molto interessato ai nostri servizi e imponi un prestito, ti preghiamo di contattarci: .... tortoragiuseppe54@gmail.com

Whatsapp +39 3891124366