mercoledì 23 febbraio 2011

Sarah Scazzi. Gli arresti di Mimino e Carmine daranno una vera svolta alle indagini?

Ed ecco che quanto era nell'aria è arrivato. Le telefonate del giorno e della sera del 26 Agosto sono apparse da subito strane ed anomale, quindi c'era da aspettarsi che prima o poi i due parenti di Michele Misseri finissero in Procura. E da oggi inizierà il loro calvario. Se davvero sono colpevoli di sopressione di cadavere, difficile da credere in quanto non necessitavano due complici per nascondere il corpo esile di Sarah, forse lo scopriremo presto, se al contrario sono innocenti avranno la vita rovinata perché in paese nessuno più si fiderà di loro e delle loro parole. Ciò che non si comprende è se i Pm stanno facendo come i gatti, nel senso che giocano con chi sanno colpevole e sono pronti ad azzannarlo (fosse così avrebbero indagato in maniera stupenda usando i media e non facendosi usare), ed allora tanto di cappello a loro, o se hanno veramente la convinzione di aver arrestato due occultatori di cadavere. 

 Per capirci, sempre tenendo presente che quegli uomini non hanno ammesso nulla e non si sa se mai ammetteranno qualcosa, il gioco degli inquirenti, che a noi potrebbe apparire perverso, potrebbe portarli a capire realmente quanto accaduto quel giorno (ed anche nei giorni successivi o precedenti). Se per scoprire la verità hanno dovuto essere rigidi ed irriverenti delle leggi nessuno di noi dovrà mai biasimarli perché la piccola Scazzi merita di avere giustizia. Ma se il loro gioco risultasse perverso, in quanto inconcludente e non supportato da prove serie, dovremmo tutti scandalizzarci dei comportamenti tenuti fino ad ora; e non  lo deve fare solo chi è innocentista ma anche chi è colpevolista, perché il loro metodo ha modificato sia le menti degli uni che degli altri.

Per parlare nuovamente degli arrestati e fare ipotesi più realistiche, se davvero chi verrà portato presto in carcere ha avuto un ruolo in quanto accaduto, occorrerà pensare ad un quadro omicidiario completamente diverso da quello finora elaborato e dato in pasto ai giornali. Dato che non è plausibile collegarli alla sola soppressione del cadavere, sempre siano colpevoli di qualcosa (mi raccomando non scordatelo mai), bisognerà ritagliare per loro un ruolo che contempli altre strade. Ad esempio la morte di Sarah in un momento successivo e non necessariamente all'interno del garage o della casa, come fatto intendere da tempo dal cordon bleu digerito. 

E qui entrerebbe in depressione il duo Biscotti e Gentile che da sempre ha puntato sulla soluzione casalinga. Una violenza sessuale potrebbe essere un movente logico perché, pur se non accertabile dopo tanti giorni in acqua, non è stata mai realmente esclusa dai periti; una violenza antecedente alla morte e perpretata da di chi poteva aver messo gli occhi su di lei già da tempo. Quindi, dato che la telefonata al fratello Carmine è partita dal cellulare di Michele Misseri alle 15.08, è logico pensare che lui, sempre che chi è stato coinvolto risulti implicato, lo abbia chiamato per fargli sapere quanto aveva visto e per chiedere un consiglio sul da farsi oppure per avere una mano. Ma altre ipotesi possono trovare posto in un quadro così assurdo. Come ho già scritto le persone ignoranti possono credere semplice ciò che non è affatto semplice. Violentare una nipote, o la nipote di uno zio o di un fratello, perché ci si è resi conto che è cresciuta, anni fa non era così inusuale nei paesini di campagna.

Però, fosse così, si dovrebbe eliminare Sabrina Misseri dal quadro. Non è pensabile, perlomeno non pare plausibile, che per occulatre chi è stata uccisa dalla figlia si chiamino i rinforzi rischiando di far sapere a tutti la verità. Chi di voi l'avrebbe fatto? E' più probabile, a parer mio, sia stata additata la figlia quale colpevole perché il nipote, da tutti definito prediletto, era sposato ed aveva una famiglia. Famiglia che sarebbe stata stata rovinata da una accusa così infamante e che ora, nonostante le accuse non ci siano state (ma chi dice agli inquirenti che il Misseri non volesse vederli per parlare proprio di questo?), lo è ugualmente.

Ma mi sto rendendo conto di fare, alla fin fine nessuno può fare altro al momento, solo chiacchiere, per cui non insisto e fino a quando non spunterà qualcosa di nuovo non ipotizzerò più. Tanto qualcosa potrebbe uscire già da domani, se c'è qualcosa che deve uscire, perché in Procura sono state convocate anche le mogli dei due arrestati. Saranno interrogate, come dovrebbero esserlo i mariti, nel corso di questa lunga giornata che, di certo, per loro non finirà a mezzanotte ma proseguirà fino allo sfinimento. Siano colpevoli o innocenti.





39 commenti:

Anonimo ha detto...

In questo momento ci sono due persone in galera alle quali è stata negata la presenza di un avvocato difensore,meno persone conoscono la proposta che verrà loro fatta e meglio è:"Fate quel nome,salvateci la carriera e presto tornerete a casa,al massimo i domiciliari".
Norma

emax/massimo prati ha detto...

Speriamo almeno centrino qualcosa col delitto, dell'occultamento se non erano presenti all'omicidio, a parere mio, non se ne parla proprio, altrimenti mi tocca lottare anche per loro. Ciao, Massimo

amcesu ha detto...

Anche secondo me, questi due c'entrano poco o niente, per lo meno, non per fare chiarezza sull'omicidio. Saluti,
Annamaria

Anonimo ha detto...

E se fossero loro gli assassini di sarah? se michele avesse paura di andare contro i parenti? g.

Anonimo ha detto...

Perché continuo a vedere questi programmi in tv? Che rabbia! Non capisco qual'è la formula 'arresto di Carmine e Mimino=Sabrina certamente colpevole e delitto avvenuto in casa'. Qualcuno mi aiuta a comprendere per favore?
Lucio

emax/massimo prati ha detto...

Il pensiero che trapela, o che si vuole far trapelare, è che Sabrina abbia ucciso e poi, impegnata a depistare facendo ricerche, abbia lasciato l'incombenza di nascondere il cadavere al padre che nel frattempo lo aveva caricato in auto.

Pare che lui, non sapendo come disfarsene, abbia telefonato al fratello perché l'aiutasse. Erano le 15.08 quindi è probabile che il Misseri fosse già a casa del nipote Mimino che abita a pochi chilometri da contada mosca.

Insieme vanno a nascondere ul corpo poi tornano a fare la loro vita normale fino a sera quando Carmine cerca suo fratello al cellulare. Michele alle prime chiamate non risponde ma alle successive, pare siano altre tre, sì. Alle 18.26 chiama anche il cellulare della moglie di Mimino, lei lo passa al marito e i due si parlano. Dirà che lo ha ha chiamato in quello per spendere meno in quanto sotto lo stesso gestore.

Ma ci stanno raccontando una favola. Una favola che presto cadrà a pezzi perché se non è andata così e davvero quei due, come sembra dalle intercettazioni ambientali (ma occorre capire prima quanto ci sia di vero), sono implicati, ci sarà da vederne delle belle.
La procura, a mio parere, ha due sole strade da prendere.

La prima, la più logica, prevede la confessione del Mimino, violenza sessuale o altri motivi.

Non scrivo gli altri motivi ma tieni conto che a causa della vergogna Stefano Mele, delitto del '67 portato a termine con la calibro 22 del mostro di Firenze, s'è fatto 16 anni di carcere. Restano da capire le accuse a Sabrina ma non dovrebbero essere motivazioni di difficile comprensione.

La seconda, alquanto bastarda, prevede un cambio. Tu confermi che Sabrina Misseri ha ucciso la cugina, te l'ha detto suo padre, e noi ti lasciamo in carcere pochi mesi.

Presto dovremmo capire qualcosa in più, sempre che centrino veramente. Ciao, Massimo

Anonimo ha detto...

Ma lo sapete cosa ha detto Meluzzi oggi pomeriggio ad una Barbara D’Urso dagli occhi sgranati che di più non si poteva? “Sarah può essere morta 4 ore dopo”, se ha mangiato il cordon bleu alle 13,30, ed è per questo che non c’è traccia né di vomito né di urina in casa né nel garage (parole sue). E poi che “la ricostruzione di un qualcosa tra Cosima e Sabrina è del tutto INATTENDIBILE”, con la sua solita veemenza verbale (poco professionale per uno psichiatra, mi si permetta l’osservazione). Ricordo che Meluzzi è consulente dello studio Biscotti Gentile, lo ha ribadito egli stesso in trasmissione …. Commenti?
Mimosa

emax/massimo prati ha detto...

Se ha detto che può essere morta dopo 4 ore non è un male per sabrina, anzi. Ed inoltre va contro la teoria del duo che la vuole morta in casa entro le 14.20.
Su quel qualcosa di inaffidabile bisognerebbe capire cosa è quel qualcosa che intende lui. L'unica che mi sovviene è il ritardo lamentato da mariangela dopo avere lasciato a casa sabrina che sarebbe dovuta salire in auto con cosima.
Ma cosa avrebbero potuto fare in quei dieci minuti, pulire casa? Lo stesso melluzzi ha detto che non c'è alcun reperto sia in cucina che in garage. Quindi?

Domani lo guarderò in replica e poi ti dirò, perché a leggerla così scritta mi sembra quasi favorevole a sabrina. Ciao, Massimo

Anonimo ha detto...

Ma certo, Massimo, proprio così! anch'io sono sobbalzata ... e pensare che in contemporanea su "La vita in diretta" c'era in collegamento l'avv. Gentile il quale – e non me ne sono meravigliata – dopo l’interruzione pubblicitaria tra discorsi abbastanza inconcludenti (io faccio zapping) non è più ricomparso e ti faccio notare che il Meluzzi aveva parlato circa 10 minuti prima ... Sarà andato a consultarsi col collega… In ogni caso ho percepito che l’avv.Gentile stava leggermente cambiando l’atteggiamento intransigente nei confronti di Cosima. Ultima chicca: il servizio di “Chi l’ha visto” di stasera sul caso si è concluso con questa domanda sospesa, dopo aver parlato di loro, “E se le donne Misseri non fossero come sono state dipinte finora?”. Forse qualcosa si muove, finalmente, alla faccia dei forcaioli e dei sanguinari. Speriamo. Mimosa
PS.Quel "qualcosa" è stato detto dal Meluzzi congiungendo le mani come a palla, io ho interpretato il termine come equivalente ad un "intesa", un “accordo”.

sira ha detto...

E se Sabrina la tenessero in carcere perchè ci sono intercettazzioni in auto, come per gli ultimi arrestati, che la compromettessero?
E se per lo stesso motivo non avessero accordato l'incidente probatorio sulle ultime lettere?
Siamo abituati a sapere quasi tutto, visto il clamore e l'audience che procura il caso, che siamo portati a pensare che tutto quello che ha in mano la procura è quanto noi sappiamo ma forse ci sbagliamo.
E se l'intenzione di qualche componente della famiglia e qualcuno esterno alla stessa avesse organizzato un rapimento, a scopo di estorsione, visto le facoltà economiche risapute della Concetta, finito poi male?
Lo stomaco vuoto potrebbe essere legato al fatto che non sia stata uccisa subito ma magari solo dopo che la piccola in qualche modo avrebbe individuato inn uno dei suoi carcerieri un suo parente....
Vedrai piccola Sarah che presto riposerai in pace il cerchio si stringerà, si nel mio cuore
Ciao a tutti Sira

emax/massimo prati ha detto...

Ci sono troppi punti oscuri. L'unica cosa certa è che gli inquirenti sono stati dapprima precipitosi eppoi lentissimi. Non la penso come Liguori che li ha attaccati perché a suo dire incapaci, non lo sono assolutamente e questi arresti lo dimostrano ma un po' più di rispetto, verso le leggi ed i diritti degli indagati, dovevano portarlo. Su questo punto ha detto bene Liguori, che poi è quello che da sempre scrivo io, se un giorno dovessimo incappare nelle maglie di questo tipo di giustizia chi mai ci salverebbe?

Intercettazioni che parlano di Sabrina ce ne sono, ma non in merito all'omicidio. Ciao, Massimo

giovanna ha detto...

il caso di Sarah è una follia familiare questa gente non ci stà con la testa e una ragazzina ne ha fatto le spese.-
Tutti in galera e buttare via la chiave!!!!!!!!!!!!!!!!!
p.s. Michele è stato aiutato anche successivamente secondo il mio punto di vista

Anonimo ha detto...

Un ricodo, così tanto per rievocare :ma non si parlava di un'auto bordeaux-amaranto che era stata vista allontanarsi a tutto gas dalla casa dei Misseri in orario sospetto?E non si era detto che un parente (fratello o altri) ne possedeva una di tal colore?

Anonimo ha detto...

L'arresto di Carmine e Mimino non cambia nulla e non si stringe, ne tantomeno si chiude, alcun cerchio. Anche se fossero colpevoli di qualcosa, ed io ho forti dubbi, questo non vuol dire di conseguenza che Sabrina e Cosima siano implicate.
Credo invece che gli inquirenti, temendo le dichiarazioni di Michele che smonterebbero quello che faticosissimamente hanno costruito fin ora con ipotesi fantasiose e surreali sulle dinamiche e sugli orari dell'omicidio, cercano in tutti i modi di trovare altre strade che possano sostenere la loro ipotesi. Perchè non lo ascoltano????
Lucio

Anonimo ha detto...

Le persone arrestate non c'entrano niente con l'omicidio per una semplice questione:non ci sono i tempi.Per fare tutto Michele ha avuto a disposizione 45 min,di cui solo 25 per andare e tornare da c.da Mosca e 20 per fare tutte le operazioni di occultamento(e secondo me anche di violenza,lui stesso dichiarò che il rapporto durò pochissimo).Dato che non ha chiamato il nipote al tel,sarà sicuramente passato a prenderlo impigando di quei 20rimanenti,almeno 12 min,dato che Mimino abita a 6 km dal pozzo,rimangono quindi 8 min per scavare il pozzo,infilare Sarah e bruciare i vestiti.Ma non è solo il tempo che manca,è che Michele alle 15,08 si trova già al pozzo,se è partito alle 14,45,non può avere avuto il tempo di passare a prendere Mimino,quella è poi anche l'ora in cui chiama Carmine,che si trova a Manduria,ossia a circa 20 km di distanza.Supponendo che Carmine sia partito da casa immediatamente dopo la chiam,può essere arrivato alle 14,28,solo che Michele a quell'ora si trovava già dal cognato per raccogliere i fagiolini.E' chiaro che questi arresti hanno solo uno scopo:avere quel nome in camio della libertà.
Norma

emax/massimo prati ha detto...

Ragazzi proviamo a fare un altro tipo di ragionamento? Perché siamo tutti certi sia stata sepolta in quel pomeriggio? Perché ci è stato detto dal Misseri, che a credibilità ve lo raccomando, e da nessun altri.

Non voglio creare pregiudizi ma solo confrontarmi con le varie possibilità, quindi ciò che scrivo prendetelo con le molle ma se avete idee o riscontri scrivetemele.

Proviamo a cambiare le carte in tavola ed a pensare ad un occultamento avvenuto la mattina successiva. Qualcuno di voi sa qualcosa sui tabulati del giorno dopo? In questo caso ci starebbe dentro anche Carmine che per qualche giorno ha lavorato in campagna col fratello. In quel pomeriggio potrebbe essere accaduto qualche altra cosa. Mettete che Sarah fosse viva fino alle 16.30, cordon bleu, mettete che Michele abbia chiamato alle 15.08 per chiedere un altro tipo di aiuto. Che se ne sia andato codardemente per non vedere quanto stava accadendo e che ne sia stato informato a sera, dal fratello (quattro telefonate), ed abbia chiamato il nipote per avere ragguagli sull'accaduto. Perché non può essere andata così? Quali prove lo dicono? Non dimenticate i messaggi trovati nel suo cellulare, quelli in cui era scritto: "mi fai paura quando fai così".
Aspetto commenti. Ciao, Massimo

Marco ha detto...

Tutto è possibile, ma in questo caso perché, se la sua prima versione era comunque falsa, preferirebbe accusare la figlia piuttosto che rivelare come stavano effettivamente le cose? E' questo che stona in un'eventuale responsabilità di terzi...
Aggiungiamoci poi che nelle famose lettere parla del fratello Carmine come di persona innocente...
Certo che quella telefonata delle 15:08 è davvero difficile da spiegare razionalmente con le motivazioni che danno loro, "dì a Cosima che sono scappati i cavalli", ma mi rendo conto che in questa vicenda di logico c'è ben poco.

Anonimo ha detto...

In effetti nessun inquirente ha chiesto a Michele:ma a che ora sei andato all'albero di fico? a che ora l'hai sepolta? a che ora hai bruciato i vestiti? mentre questi bruciavano,tu cosa hai fatto? in quanto tempo sono bruciati? in che giorno e ache ora hai buttato la corda nel cassonetto? eccetera eccetera... Si fissano sugli orari dei tabulati ma mai un cenno alla tempistica delle circostanze correlate alla sparizione delle prove! E' da tempo che mi pongo queste domande.
Mimosa

lori ha detto...

questa sera Meluzzi da barbara d'urso sosteneva proprio questa tesi: che la ragazza sia stata uccisa dopo le 16.30 , anche perchè questo giustificherebbe il fatto che non ci fosse traccia di cibo nel suo stomaco di quel famoso cordon bleu che la ragazza, secondo le ultime ricostruzioni, avrebbe mangiato verso le 13.30.
Non vorrei sbagliarmi , ma mi sembra che la d'urso abbia detto che meluzzi è un consulente di parte della famiglia scazzi
lori

lori ha detto...

dimenticavo. Sempre meluzzi sostiene che la ragazza potrebbe esserer stata uccisa proprio sotto l'albero di fico

emax/massimo prati ha detto...

Quindi Sabrina ne è fuori... o era anche lei sotto l'albero?

emax/massimo prati ha detto...

Un'altra cosa. Oltre all'auto bordeaux rimane fuori il pulmino blu con il travestito all'interno. E questo è un particolare ben strano se vero.

emax/massimo prati ha detto...

Io ho accennato ieri sera a Stefano Mele che per non far sapere le sue debolezze in fatto di gusti sessuali nel '68 si fece tredici anni di carcere da innocente. Riuscì a parlare, mi pare, solo nel '81 al procuratore, non ricordo se Perugini o un altro, che aveva preso in mano il caso del mostro di Firenze.

Anche lui inizialmente cambiò diverse versioni e coinvolse le persone vicine. Non poteva indicare il figlio che era addormentato in auto al momento in cui spararono a sua madre ed aveva solo 6 anni.
Dimenticavo, era un pastore ignorante, nel termine, e stava in campagna con le pecore 16 ore al giorno. Vi ricorda qualcuno?

La vergogna, il non voler far sapere alla famiglia, ai parenti, al paesello in cui si vive, una determinata cosa, a parer mio può essere un buon motivo per incolpare la persona che, fra l'altro, in procura vogliono e, non dimentichiamo la "falsa", spingono ad incolpare.

Un segreto irraccontabile può rendere un uomo ricattabile e, volendo, lo si può pure costringere a nascondere un cadavere nel proprio pozzo.

E' gia accaduto, ma non chiedetemi di mettere una mano sul fuoco.

Anonimo ha detto...

Riprendendo l'ipotesi del rapimento, che credo qualcuno abbia avanzato nel blog, a scopo estorsivo, o sessuale o in relazione ad eventi a noi ignoti di cui potrebbe essere stata testimone,si creerebbe un nesso con le prima affermazione di Sabrina:- è stata rapita - .
Successivamente segregata in un luogo di prigionia e legata (anche in malo modo, magari dal collo alle caviglie), potrebbe essere morta per un incidente imprevisto. Potrebbe tuttavia anche trovare spazio in questo contesto, l'ipotesi della sua soppressione ad opera di un killer( anche reclutato fra i suoi parenti).
Di questi eventi tutti i Misseri(Sabrina compresa) sarebbero stati informati ed avrebbero tentato di depistare le indagini anche se in modo maldestro.
Ciao

sira ha detto...

Ciao, l'idea del rapimento mi è venuta leggendo una frase di una lettera, scritta dal Misseri, in cui si parla di ricatto o costrizione, riguardo il fatto di dover incolpare Sabrina.
Se il rapimento fosse stato ideato dalla famiglia Misseri, a scopo di lucro, ed eseguito da persone estranee quest'ultime, in seguito alla morte sopraggiunta per un motivo x non previsto, avrebbero potuto ricattare il Misseri dicendole che se non si fosse addossato tutta la colpa lui e/o un familiare, ma avesse fatto i nomi di chi coinvolto avrebbero fatto del male ad uno della famiglia, quindi meglio sapere Sabrina in galera che uccisa da un estraneo coinvolto nel rapimento. Chissà!!
Altra cosa in una lettera scritta da Michele, dove scagionerebbe la figlia, c'è un passo in cui viene usato correttamente il condizionale,e a parte la acca finale di Sarah che può aver visto in tv, come è possibile, una svista di chi ha impostato la lettera da ricopiare? Il nuovo avvocato voluto da Valentina che è riuscito a far fuori il Galoppa?
Sira

Anonimo ha detto...

Tutto molto interessante..l'ipotesi del rapimento..mi ricordo che la mattina del 26 qualcuno (prima si diceva Cosima poi il Misseri(?), cambiò o versò in banca due assegni..

Marco ha detto...

Ma nelle lettere di Valentina al padre c'è l'invito a dire la verità, a raccontare anche agli inquirenti ciò che le ha riferito durante i colloqui in carcere. Se il rapimento fosse stato ideato dalla famiglia Misseri, l'invito a raccontare questa verità sarebbe un autogol clamoroso, perché la responsabilità, seppur indiretta, della morte della ragazza e comunque di un crimine orrendo e gravissimo come il sequestro di persona, sarebbe comunque loro. Quindi cambierebbe ben poco, anzi allargherebbe addirittura le responsabilità all'intera famiglia.

sira ha detto...

Ciao Marco, bisognerebbe sapere a quale verità allude Valentina, ad un altra versione studiata a tavolino con il nuovo avvocato, che scagioni Sabrina ma non Misseri?
Se veramente Valentina fosse portatrice di chissà quali rivelazioni del padre, che cambierebbero il quadro accusatorio, non avrebbe fatto carte false per farsi ascoltare dai magistrati? Lei e la mamma stanno facendo quanto nei loro limiti, legale o no, vero o falso, per far uscire Sabrina.
Ora Valentina si preoccupa di dare al padre un avvocato che li tenga in contatto, che lo aiuti, quando lei stessa disse che il padre per lei era morto che non lo avrebbe più cercato.
E Cosima che va dal fratello Carmine con un cellulare avvolto in un fazzoletto per far imprimere le sue impronte e non riuscendoci lo porta in macchina dove c'è guarda caso un altro telefonino da prendere....
A quelle donne poco importa del Misseri, è solo uno strumento per far liberare Sabrina, giusto o no che sia, da manovrare facendo leva sugli affetti familiari
Sira

lori ha detto...

meluzzi non ha spiegato se all'omicidio sotto il fico fosse presente anche sabrina, ma mi sembra che per le 16.30 sabrina abbia un alibi e , cmq, ha fatto di nuovo riferimento a festini di droga ( molto diffusi secondo lui nella zona) ai quali avrebbe potuto partecipare anche sarah

lori

Anonimo ha detto...

Ciao Massimo, bisognerebbe capire se Valentina, che vive lontano, sia informata su quanto è realmente accaduto.
Risapetto ad un eventuale rapimento, potrebbero essere tutti coinvolti perchè sono stati informati di quanto accaduto e sono stati quindi minacciati affinchè non parlassero.
Nel qui ed ora la Sig.Cosima e Valentina potrebbero essere gli eventuali"ostaggi" ...

piergasp ha detto...

forse valentina si preoccupa di dare al padre un avvocato serio , che cerchi la VERITA,;ma secondo voi chi sarebbe stato ad aver indotto misseri a fare la "FALSA" , pena l'arresto di cosima e del fratello?

emax/massimo prati ha detto...

Ho ascoltato la famosa signora Anna ieri, la donna che nella mattina del 26 era in casa Misseri ed aveva visto una Sarah silenziosa, quasi preoccupata. E' poi la stessa signora a cui Sabrina avrebbe detto, la sera dell'arresto di suo padre, che lei non aveva (o non avrebbe) confessato l'omicidio neppure dopo sette ore di interrogatorio.

Ebbene, lasciamo cadere quanto dichiara di aver sentito quella sera, perché lo sconvolgimento di entrambe può aver avuto un ruolo importante fra il dire cose sensate ed il capire, e fissiamoci su due fatti sicuri.
Anna giura che Sabrina non era gelosa di Sarah, anzi era la cugina piccola ad insistere affinché chiamasse Ivano e si dichiarasse. Questo primo fatto non collima con il movente finora adottato dagli inquirenti.

Ora spostiamo l'attenzione sull'altro fatto, la serietà di Sarah in quella mattina che a detta di tutti era una cosa inusuale. Sappiamo che nel diario aveva scritto che la cugina l'aveva sgridata ed anche che a queste sgridate era abituata. Perché era stata sgridata se non c'era gelosia? Era davvero Ivano la causa dei litigi o c'era altro?

Non credo ai festini a cui potrebbe aver partecipato, se c'è stata lei si dovrebbe ammettere che presente ci sarebbe dovuta essere anche Sabrina, credo invece che a qualcuno Sarah facesse "gola" e che i richiami, o se si vuole le sgridate, siano stati dettati da qualcosa che nel giorno precedente stava per accadere e, probabilmente, Sabrina l'ha ripresa per certi suoi atteggiamenti che avrebbero potuto invogliare qualcuno. Qualcuno che, magari saltuariamente, andava a casa sua.
In tutti i casi Cosima potrebbe sapere qualcosa, non parlo del delitto perché escluso dalle stesse parole dette dall'uomo prima di portare gli inquirenti alla cisterna (mia moglie non deve sapere niente), parlo di altro,Michele è suo marito ed i parenti coinvolti sono quelli di lui, e molto probabilmente un ruolo determinante lo gioca anche la paura... e qui mi fermo altrimenti potrei inserire del pregiudizio e non voglio.
Vedremo se in Procura saranno in grado di prendere la strada meno impervia. Ciao.

Marco ha detto...

sira, per carità tutto può essere, ma il fatto che la difesa di Sabrina insista affinché si interroghi Michele Misseri o almeno proprio Valentina, fa supporre che da parte di quest'ultima l'intenzione di essere ascoltata ci sarebbe.
Sul fatto che non volesse vedere il padre manco morto (reazione che tra l'altro sarebbe naturale, soprattutto a caldo, dopo aver appreso che il padre è un assassino), già pochi giorni dopo la confessione disse testualmente (filmato visualizzabile nel sito di 'Chi l'ha visto', puntata del 23 febbraio 2011, verso 1h e 44'): "ovviamente io a mio padre vorrò sempre bene per quello che è stato, ma non potrò mai perdonare quello che ha fatto, cioè mio padre merita il carcere a vita, non lo possiamo proprio perdonare". Per capire certe reazioni devi cercare di immedesimarti in una persona che vive una situazione simile, ovviamente tenendo conto che ognuno reagisce a modo suo.
Per quanto riguarda la questione del cellulare nel fazzoletto, bisognerebbe vedere come sono andate realmente le cose, e nessuno ancora lo sa, a parte i diretti interessati. Ad esempio, per mesi i media hanno martellato con il fatto che Cosima sarebbe andata in banca la mattina e quindi avrebbe mentito sui suoi movimenti quel 26 agosto, poi alla fine si scopre che la firma è falsa e l'impiegato si è beccato una querela.
Per questo dico che sarebbe bene andarci cauti con i giudizi, che sono comunque pesantemente influenzati da ciò che ci raccontano (o non ci raccontano: a volte basta tacere anche quello che a prima vista sembrerebbe un dettaglio insignificante per far cambiare tutta la prospettiva) i media.

lori ha detto...

che nel giorno precedente stava per accadere e, probabilmente, Sabrina l'ha ripresa per certi suoi atteggiamenti che avrebbero potuto invogliare qualcuno.

guarda massimo che sabrina ha fatto delle dichiarazioni che vanno in tal senso, ma sono state praticamente ignorate

lori

emax/massimo prati ha detto...

Ciao lori, lo so quanto ha dichiarato, ho scritto in ipotesi perché, anche senza sapere che sono state fatte, si notasse ad occhio nudo quanto risultassero le più logiche... sempre si riesca ancora a considerarla una sorella maggiore e non la sua assassina. Ciao, Massimo

sira ha detto...

L'inviata di Pomeriggio 5 da Avetrana ha detto che, secondo indiscrezioni, altre 3 persone saranno indagate, di cui una insospettabile estranea alla famiglia e che a breve verranno rese note.
Per ciò che riguarda il giudizio su Valentina e Cosima è senza dubbio un mio punto di vista, ho pensato diverse ipotesi tra cui; Sabrina innocente, Sarah vittima di un rapimento, Michele unico colpevole. Non sono nè colpevolista,nè innocentista ma le figure di Cosima e Valentina le vedo ambigue. Allontanarsi da Concetta e parlargli attraverso la tv avendola a due passi, e sapendo il dolore che sta provando, se io avessi la coscienza pulita cercherei di recuperare il rapporto e di starle vicino,è la sorella ed ha perso la figlia e ricordo un intervista dove Concetta parlava di questo fatto con stupore e incredulità
Sira

emax/massimo prati ha detto...

Non è facile capirci qualcosa, sapremo fra mesi, forse anni, se il nostro ragionamento sarà stato valido o sbagliato. Per il momento c'è una unica cosa giusta da fare, non tenere in carcere chi ha il diritto, per legge, di non starci. Se risulterà colpevole, non è compito nostro stabilirlo, ci andrà più avanti e sconterà tutta la pena che gli verrà comminata.

Poi sia stata Sabrina, che anche a mio parere sa qualcosa (non dell'omicidio, ma di suo padre)o Michele o Mimino o chiunque altro, non ha importanza al momento. La cosa giusta è poter fare un giusto processo. Ma non in televisione, non in anticipo e creando pregiudizi senza avere tutti i tasselli al posto giusto.

Con questo sistema tutti alla fin fine risulteremmo colpevoli per la massa.
Ed io non vorrei che il trattamento oggi riservato ad altri toccasse un domani a me.
Ciao, Massimo

Anonimo ha detto...

Leggendo qua e la' ho visto chi sono le fonti di tanti qui':
Italia uno, canale cinque ,Meluzzi Liguori, ha ha ha.....ecco perche'...adesso capisco tutte le scemate che scrivete.
Per vs. info Meluzzi nn è consulente di nessuno. Questa ve la regalo!
Cattivi maestri, si vede che vi rispecchiano in qualche modo. Se parla un'imbecille io me ne accorgo e cambio canale. Anzi alcuni canali tv nn li frequento proprio, perchè l'idiozia nn mi interessa.

Anonimo ha detto...

Leggendo qua e la' ho visto chi sono le fonti di tanti qui':
Italia uno, canale cinque ,Meluzzi Liguori, ha ha ha.....ecco perche'...adesso capisco tutte le scemate che scrivete.
Per vs. info Meluzzi nn è consulente di nessuno. Questa ve la regalo!
Cattivi maestri, si vede che vi rispecchiano in qualche modo. Se parla un'imbecille io me ne accorgo e cambio canale. Anzi alcuni canali tv nn li frequento proprio, perchè l'idiozia nn mi interessa.