martedì 12 giugno 2018

Migranti Aquarius: Il vomito del governo francese e l'umanità di quello spagnolo. Parole di ridicoli servi del potere mondiale che sta schiavizzando anche i loro popoli


Alcuni politici francesi e spagnoli cercano di farci credere di avere a cuore i migranti. 

Ci vogliono dare lezioni perché noi italiani siamo brutti ignoranti e cattivi mentre loro sono belli intelligenti e buoni. Sì, sono talmente intelligenti che magari pensano davvero che qualcuno creda ancora alle loro ipocrite fanfaronate! Mamma mia che pochezza mentale si agita in certi crani! Ma d'altronde, cosa aspettarsi da chi inizia a sentire la terra sgretolarsi sotto i suoi piedi? Il ministro dell'interno italiano, Matteo Salvini, come promesso in campagna elettorale ha usato lo stesso metodo "duro" che da anni usano quasi tutte le nazioni occidentali e, apriti cielo! a questo punto, la serpe europea con la coda di paglia si è rivoltata e ha cercato di mordere! Perché è notorio che gli italiani devono stare al loro posto (quello concordato dai governi tecnici degli ultimi sette anni) e non permettersi di alzare la voce e chiedere di rifare le regole che li stanno danneggiando!

Che la Francia voglia essere la prima dama di compagnia della Merkel e dei poteri economici mondiali lo sapevamo. Ce lo fecero capire bene quando assieme al primo ministro inglese, senza attendere Nato e Onu, attaccò la "sua cara amica" Libia per trattenersi i tanti soldoni depositati in Francia da Gheddafi e ritagliarsi un ruolo di primo piano nella ricostruzione libica a scapito dell'Italia (da sempre primo partner economico della nazione africana)). E' dovuto a quell'attacco insensato e vomitevole l'aumento a dismisura del fenomeno migratorio verso l'Italia. Quindi la Francia e la Gran Bretagna dovrebbero farsene carico prima di qualsiasi altra nazione. Ma i francesi che si montano la testa quando vanno al potere non ne vogliono sapere e agitano il mare per alzare le onde e non farsi carico di nulla. A dire il vero le alzano anche per nascondere la loro complicità nelle nuove "guerre moderne", quelle attuate dal solito potentissimo potere economico mondiale. E pensare che quelle guerre i francesi le conoscono bene. Sono la fotocopia moderna di quanto faceva anni fa chi voleva espandersi e rubare "opere d'arte" e "oro". E per farle si usa la stessa pratica che erano soliti usare i grandi condottieri dell'era antica. Per pagare i loro eserciti e arricchire i loro Re o Imperatori, invadevano con la forza nuovi territori e sfruttavano i popoli conquistati e sottomessi (perché le guerre arricchiscono chi le vince e schiavizzano chi le perde). Nuove tasse, nuovi schiavi e migliori guadagni!

Insomma, da tempo immemore tutti hanno capito, anche il popolo francese che di rivoluzioni se ne intende, che non ci si può fidare di chi si insedia a Parigi e comanda la Francia... troppo spesso la storia ha insegnato che da questi ci si può aspettare di tutto e di più (stiano attenti anche la signora Merkel e i primi ministri britannici ora coi galli così ben affiatati). Ma se non ci stupiscono più le mosse e le parole degli inquilini dell'Eliseo, ci stupisce molto l'attacco del nuovo governo spagnolo. Un governo di minoranza appena insediato che al massimo durerà fino al tramonto dell'estate. Dopo essersi fatti belli agli occhi dei loro elettori aprendo le porte ai migranti della Aquarius, non era pensabile un attacco frontale visti gli scurrili trascorsi dei governi spagnoli.

Non volendo pensare che sotto le parole ispaniche ci sia lo zampino di quell'Europa economico-dominante che potrebbe essere pronta ad aiutare in futuro il partito del nuovo governo di minoranza a prendere il potere, naturalmente se si genuflette e si piega a novanta gradi, quell'Europa economico-dominante che cerca sempre nuovi schiavi da sodomizzare e nuove nazioni da occupare, si può ipotizzare che il delirio vocale della signora Dolores Delgado (in italiano: "dolore sottile") sia una sorta di propaganda elettorale dovuta al fatto che il governo di minoranza di cui fa parte presto si scioglierà al sole ispanico rendendo inevitabili nuove elezioni. 

Perciò può essere che anche lei, come in Italia sta capitando a tanti politici della minoranza, si senta in clima elettorale e cerchi di saltare sulla groppa del quadrupede del consenso popolar-emotivo. Insomma, è facile che la sottile signora spagnola, da decenni giudice autorevole in Patria, stia cercando di salire sul toro che già corre verso un nuovo passaggio elettorale con l'intento di migliorare la sua posizione politica. E che per questo abbia farfugliato stupidaggini in merito ai migranti trasportati dalla Aquarius e rifiutati dall'Italia. 

Stupidaggini perché per parlare di diritto umanitario e di responsabilità penali della nostra nazione bisogna avere l'anima bianca. Invece la Spagna in questo settore ha l'anima sporca che più sporca non si può! 

Vediamo come si comporta la Spagna coi suoi migranti leggendo un report di "Open Migration" (sito web)

"In Spagna negli ultimi 25 anni – al pari dell’Italia – c’è stato un flusso costante dall'Africa. Ma la tendenza si è invertita negli ultimi anni, soprattutto nella rotta che passa per le isole Canarie, attraverso una strategia di cooperazione e di esternalizzazione delle frontiere tra Spagna Mauritania e Marocco. La gestione spagnola delle frontiere meridionali è un laboratorio politico-tecnologico per la sorveglianza dei confini. Fin dal 2000 è in funzione il SIVE (Sistema Integrado de Vigilancia Exterior), un complesso apparato di controllo che elabora i dati ricevuti costantemente dai radar delle navi che operano nel Mediterraneo e nell'Atlantico, i video delle stazioni lungo la costa, le tracce satellitari e aeree. Una forma di monitoraggio capillare che ha trasformato la Spagna in un esempio per molti. L’altra frontiera arginata è quella di Ceuta e Melilla, le due cittadine spagnole in terra marocchinasono ormai due fortezze di fatto inespugnabili, come sottolinea anche Frontex. Circondate da tre reti alte una decina di metri, da fossati e protette con violenza dalle guardie di frontiera, sono diventate l’emblema della chiusuraA più di 10 anni dal tragico giorno in cui 11 migranti rimasero uccisi dal fuoco delle guardie di frontiera mentre provavano a scavalcare le reti, la violenza non è diminuita. Molte associazioni che si occupano di diritti umani denunciano la violazione dei diritti dei migranti intercettati e respinti direttamente sul suolo marocchino al di fuori di qualsiasi tutela legale".

Hai capito gli spagnoli a che punto sono arrivati? Neppure aspettano che i migranti mettano piede nella loro nazione. Loro li bloccano, se non li ammazzano, quando ancora sono in altri Stati. 

Visto quanto sopra, la signora spagnola di minoranza col dolore sottile deve non solo tacere in futuro, ma fare anche un bel "mea culpa". In alternativa, se non vuole essere considerata ipocrita, meglio che smetta di parlare di Italia e della scarsa umanità degli italiani e si dedichi a migliorare i passaggi umanitari dei migranti che vogliono entrare in Spagna. Magari togliendo le reti alte dieci metri e sopprimendo il SIVE. Se poi, dato che ora è al governo, vuole mostrare al mondo e ai suoi elettori che la sua è una nazione migliore della nostra perché accoglie anche i migranti economici in difficoltà, noi siamo pronti a dargliela una mano e credo che il nostro attuale ministro dell'interno sia disposto a contribuire alla felicità spagnola inviando in Spagna fino a 600.000 migranti economici o clandestini.

Ci faccia sapere fino a che punto si spinge la sua grande umanità signora Dolores Delgado, basta una mail o un fax alla Presidenza del Consiglio e la faremo felice.

Ma lasciamo la signora Dolores e torniamo a chi ha fatto la "voce più grossa". Ad alzare i toni è stata la parte francese più ipocrita, quella comandata dal segno diacritico chiamato Macron. Il portavoce del suo partito, tale Gabriel Latta, scusate mi è apparso a rovescio, volevo dire Gabriel Attal, ci ha accusato di essere cinici, irresponsabili e vomitevoli.

Come se loro e il loro partito fossero grandi uomini umanitari che mai si permetterebbero di rischiare la vita di un solo migrante. Perché loro, a quanto vogliono farci credere, sono migliori di noi e i migranti li rispettano!

Ma quando mai? In Italia entrano e ricevono accoglienza e cure, in Francia non possono neanche farsi vedere se non hanno tanti denari in tasca! Basta vedere come hanno trattato i migranti che volevano entrare in territorio francese da Ventimiglia. Ma a parte Ventimiglia, che ha dato lavoro a troppi media, vediamo cosa accade in una città francese di frontiera tramite gli occhi di Marina Nebbiolo, collaboratrice dell'associazione umanitaria "Melting Pot Europa". Non parlo di quanto accaduto negli anni in cui Macron non comandava il governo francese, anni ben tristi e pericolosi per i migranti (riconosciuti rifugiati politici) scampati alle guerre che volevano entrare in Gran Bretagna (qui ne parla un articolo di Repubblica), parlo di quanto è accaduto di ancora più triste e pericoloso a febbraio di quest'anno nella città francese di Calais., anche in questo caso non si parla di migranti economici o clandestini ma di rifugiati politici.

Calais, Francia.
Una successione di risse tra migranti, 21 feriti tra i 13 e 22 anni, cinque da colpi di arma da fuoco. Quattro eritrei tra i 16 e 18 anni sono tra la vita e la morte. Le associazioni denunciano da settimane l’accanimento poliziesco e il protocollo d’eccezione del governo francese. Venerdì mattina, qualche ora dopo la serie di risse, il ministro ha annunciato l’invio di due compagnie supplementari di CRS che si aggiungono alla presenza di 1150 agenti, tra poliziotti e gendarmi, a Calais, dove al momento ci sono circa 800 migranti

La sindaca di Calais, Natache Bouchart (LR), ha colto anche lei l’occasione per attaccare le associazioni e i volontari dell’assistenza ai migranti, usando politicamente la rissa per accusarle "di attirare i migranti a Calais". 

L’aiuto materiale e il recupero a margine di un briciolo di dignità vengono stigmatizzate e propagandate, soprattutto dopo la fine della jungle, come illegittima complicità con persone abbandonate a se stesse e perse nella "no mans land" amministrativa del rifiuto d’accoglienza e del respingimentoCostrette a rimanere nell'area industriale di Calais, nei boschetti di alberi morti e rifiuti che vengono usati dai migranti come riparo notturno allargando coperte e teloni tra i rami e sul terreno fangoso. Dall'altro ieri pochi sono riusciti a dormire e per proteggersi da incursioni di diverso genere i migranti organizzano veglie di vigilanza, sentinelle che si danno il turno perché le armi non le ha solo la polizia

La situazione si è gravemente deteriorata a partire dalla visita di Macron a Calais il 16 gennaio. Macron ha fortemente criticato le associazioni e calorosamente celebrato l’operato delle forze dell’ordine e deciso un premio di lavoro per l’impegno dimostrato a "brutalizzare" quotidianamente i migranti (link di conferma delle brutalizzazioni). La persecuzione subita dai migranti a Calais e sul territorio nazionale è documentata, registrata, filmata da decine e decine di testimoni, giornalisti, volontari e medici; ciononostante il presidente della Repubblica francese istituisce un "protocollo d’eccezione" che legittima i comportamenti abusivi e pericolosi delle forze dell’ordine

Macron, come e più ancora dei suoi predecessori, confonde "l’ordine pubblico" con la violenza poliziesca. (...)

Litigi frequenti e razzismo tra i migranti spingono le persone a ritrovarsi preferibilmente tra simili, africani da una parte, mentre afgani e kurdi si organizzano per mangiare e dormire separatamente. Si formano "territori" e frontiere tra gruppi e comunità differenti, questo è il contesto. Ma, pur considerando che un precario equilibrio tra gruppi di diversa provenienza geografica diventi essenziale per evitare le risse, la situazione che degenera è in realtà originata dalla gestione stessa "dell’emergenza immigrazione" e dalle condizioni disumane di vita che produce, una "crisi" che si è determinata nel corso del tempo per esclusiva volontà dei governi francese e britannico.

Macron, i suoi prefetti e la sua polizia smantellano all'alba di ogni giorno tutti i ripari improvvisati confiscando coperte e beni personali dei migranti, gasano il loro cibo e l’acqua, gettano nei rifiuti ogni oggetto necessario, esigendo poi dai migranti dei documenti per poter recuperare gli effetti personali. Come ha potuto constatare il "Sécours Catholique", i migranti sono costretti a scavare buchi in terra per nascondere i propri beni, "come gli animali", per evitare di ritrovarsi in una situazione ancora più pericolosa. Le forze dell’ordine hanno intensificato le aggressioni, costringendo i migranti a fuggire e nascondersi. A rifugiarsi nei parcheggi e nelle aree delle stazioni di servizio dove si fermano i Tir sui quali cercano, ogni notte in tutti modi e con un grande rischio, di salire per passare la Manica. E questo a causa della frontiera-fortezza con km di muri e barriere di filo spinato, di telecamere termiche ed altri dispositivi di controllo dei due principali punti di passaggio: l’Eurotunnel e il porto di Calais.

Ed eccoci ancora qui signor "segno diacritico" Macron e signor Latta o Attal o come cavolo lei si chiama. Lei ha detto che siamo "vomitevoli", ma chi fra voi e noi è davvero irresponsabile e vomitevole? Direi che non c'è dubbio alcuno, voi siete le persone irresponsabili e vomitevoli!

Noi non ci accaniamo, sappiamo che voi siete da curare e da da capire, poveri uomini della politica economica moderna che da qualche giorno sentono la terra d'Europa sgretolarsi sotto i piedi. Siete persi e non sapete cosa fare perché nessuno ve lo dice in tempo reale! La situazione è nuova e da capire. Per questo attendete ordini prima di fiatare con l'alito più marcio che avete... segno che invece di mostrare coraggio e cercare di cambiare registro ancora vi genuflettete al nuovo vecchio "Regno" dei poteri schiavisti

Loro vi comandano e voi eseguite come macchinette telecomandate. In Italia abbiamo già dato e ci è aumentata l'esperienza. Tanti sono stati i parlamentari del vostro genere e ora li riconosciamo. Per questo, voi come loro ieri come oggi e sempre più spesso la fate fuori dal vaso senza accorgervi che la paura di non essere più la dama di compagnia "preferita", di non compiacere i vostri "capi", vi annebbia la mente e vi fa essere ridicoli per quanto siete costretti a dire. Poveri esseri vomitevoli e ipocriti!

E la domanda è: Ma il vostro popolo l'ha capito che per cercare di essere i preferiti vi trovate a farvi schiavi di quei poteri che presto faranno diventare i francesi sudditi senza voce dell'economia mondiale in mano ai soliti pochi noti? Lo hanno capito che con voi al comando fra qualche anno si troveranno ad essere schiavi di debito pubblico e spread come tanti altri popoli prima di loro?


21 commenti:

PINO ha detto...

Massimo caro ed UNICO!,
il tuo prospetto geopolitico non ha bisogno di ulteriori aggiunte. CONCORDO SU TUTTO, e ti invio un affettuoso abbraccio!!!!

Gilberto ha detto...

Bisogna ammettere che questo nuovo governo sta dimostrando un coraggio che non si ricordava da tanto tempo. Quello che decine di governi non hanno mai né fatto e né programmato di fare, in pochi giorni il nuovo esecutivo dimostra di saper intraprendere con lucida determinazione e nonostante tutto il vecchiume retorico-demagogico gli gufi contro e utilizzi l’armamentario dei luoghi comuni e degli stereotipi che hanno da sempre tenuto l’italiano in una condizione servile, menato per il naso con una propaganda fatta di frasi fatte e di slogan.

Il ricatto dei Migranti, confezionato per quella parte dell’opinione pubblica sensibile agli slogan serve proprio per perpetuare una situazione nella quale altri disperati andranno a foraggiare gli interessi di paesi e organizzazioni che lucrano sul dramma di tante popolazioni.. Ce solo da sperare che nessuno cada nel tranello colpevolizzante che è già scattato a livello nazionale e sovranazionale.

magica ha detto...

nonostante il nostro governo si sia comportato umanamente , avviando viveri e medici . ancora di piu' accompagnare i migranti con 2 navi italiane verso il porto di VALENCIA , nonostante cio'ci sono arrivate offese, da nazioni vigliacche . (quanto SONO costate all'ITALIA queste manovre di solidarieta?-- gli altri stati non ci vengono incontro nel bisogno --
credo che questa abitudine di :servire , ricevendo poi insulti ) non ci stia bene . percio' secondo me , ognuno si faccia carico delle proprie spese , ok?

Vanna ha detto...

Massimo, articolo bellissimo, completo, documentato.
Come non condividere!
La Francia, sempre per volere della Chiesa, ci ha depredato.
Il Louvre è strapieno delle nostre opere artistiche.

Il panorama mondiale sta cambiando, se prima l'Italia era un fantoccio nelle mani degli States, ora con Trump (populista pure lui)i giochi sono diversi. La sua protezione sull'acciaio in realtà coprirebbe altro e cioè lui vuole arginare la potenza tedesca che è quella che guida l'Europa.

Questo nostro governo è stato inviso, perché era frutto del voto del popolo.
Hanno dovuto accettare a collo torto.

Credo che, in questo momento, ciò che ha fatto Salvini era l'unica cosa da fare per mantenere un ruolo di rispetto di fronte all'Europa.

Tutte le persone che abbiamo accolto non contano più nulla?
Ma come ci volevano dare il Nobel per la pace o ricordo male.

Non ci fa onore aprire le alle persone per tenerle ammassate come bestie.

Che l'Europa se ne faccia carico, non solo con l'obolo che dà nell'accoglienza dei primi momenti.
Ora Salvini e compagnia bella devono indagare quanto, come e chi ci ha lucrato.

Complimenti!

Manlio Tummolo ha detto...

Caro Massimo, condivido in pieno le tue considerazioni: nei nostri tempi la mistificazione è la regola: la tratta degli extracomunitari, particolarmente africani, viene chiamata umanitarismo, e si fa passare per razzista chiunque non approvi un andamento che nulla ha di naturale (scoppiato improvvisamente e chissà perché col crollo dell'URSS), e mandato avanti ormai per quasi un trentennio, con l'intento di vuotare ben quattro continenti in quello che è il più piccolo, ma anche già il più popolato (perché l'Oceania - Australia più arcipelaghi - non ha certo la nostra densità di popolazione e scarsità di risorse energetiche). Tutto ciò solo nell'interesse dei grandi speculatori, affaristi e via discorrendo che vogliono avere molta disoccupazione onde poter ridurre al minimo assoluto il cosiddetto "costo del lavoro". E la cosa più vergognosa è che forze sedicenti di "sinistra" (dove il "sinistro" ha soltanto senso di disgrazia, e nulla di positivamente progressista) vogliano far credere positivo e molto moderno, qualcosa che poteva essere giustificato, sì e no, 2000 anni fa.

Ricordo che una gentile signora, che qualche decennio fa sollecitava le italiane ad abortire anche con la pompa della bicicletta, oggi non fa una piega per la fecondità da ape regina delle immigrate. Ancora: se un genitore italiano abbandonasse i figli al loro destino, verrebbe sanzionato e privato della potestà genitoriale. Per gli immigrati invece si ritiene meritevole di elogio abbandonare i figli minori alla sorte sul Mediterraneo...

Vanna ha detto...

Manlio, condivido!

MAGICA ha detto...

2 h ·

ABERRANTE!!! Edoardo Abinoli scrittore e intellettuale di sinistra si augura la morte di bimbi a bordo della nave "Aquaryus" per accusare Salvini e vedere la fine del governo Conte!

MERDE .

magica ha detto...

non lo so chi sia il giornalista
ho letto l'articolo su FB, ma potrebbe essere una notizia mistificata m possibile una eventualita0 del genere?

antrag ha detto...

La determinatezza di Salvini trova pari nella recente storia solo alla determinatezza di Craxi su Sigonella.

Anonimo ha detto...

Sempre grande Manlio!

Manlio Tummolo ha detto...

Grazie a tutti. Il tema è ormai all'ordine del giorno in Europa e lo sarà stabilmente fino alle elezioni del Parlamento Europeo, unico organo per me legittimo a decidere sul futuro di questa (dis-)unione agonizzante, egoistica, confusionaria ed affaristica. Non ci si può illudere di risolvere il caso con il rigetto di una singola nave, quando di partenze e di sbarchi avvengono in continuazione ogni giorno, e le norme studiate per casi eccezionali non possono diventar pretesto per ottenere vantaggi quotidiani a basso prezzo sulle spalle dei cittadini europei. Certo moralismo di infima categoria è estremamente ed insopportabilmente ipocrita. C'è un aspetto interno da risolvere (chi li chiama, chi li sollecita, per interessi affaristici di lucro), e c'è un problema esterno: in qual modo eliminare i problemi che spingono milioni di persone a muoversi alla ricerca del nulla (perché non sanno nemmeno dove vanno e che cosa vi possono fare).

Solo i popoli europei, attraverso i loro rappresentanti diretti, possono risolvere l'un aspetto e l'altro. Se non vi riusciremo, tanto vale sciogliere il baraccone e cominciare a ragionare da Stati integralmente indipendenti (come fa la Svizzera, tanto per dire, che di immigrazione è esperta da almeno due secoli).

Saluti e grazie ancora, Manlio Tummolo

Manlio Tummolo ha detto...

Un tempo quando esisteva la tratta dele popolazioni africane per l'America, quelle navi si chimavano "navi negriere". Oggi come le chiamano ? Scialuppe di salvataggio ?

Altra domanda: quasi tutti (rarissime le eccezioni) piangono i morti, i martiri, i sofferenti, le donne partorienti, i bambibni abbandonati alle onde, ecc. ecc.,quando arrivano alle coste del Mediterraneo e da lì verso la mitica, ricchissima e ospitalissima Europa; nessuno si chiede viceversa come facciano ad arrivare là sani e salvi dal centro Africa, passando per il comodo e verdeggiante Sahara, dove vi sono, com'è noto, ricche oasi naturali ed artificiali che offrono da bere, da mangiare ed ospitalità gratuita. Qualche giornalista ha detto che il Niger, a nord della Nigeria (circa) e in parte terra sahariana, ospita felicemente milioni e milioni di profughi politici, martiri, ecc. ecc. (altro che noi cattivacci, avaracci e sovranisti !!!).

Con le mie residue conoscenze di geografia, credo che attraversare il Sahara da sud verso nord, sia ben più faticoso che attraversare il Mediterraneo, ancorché in temepesta. Mah, sarà la mia ignoranza, che ci volete fare...

Ma non basta, arrivano al Mediterraneo anche Afghani e, perfino, Pakistani, tutti perseguitati politici (di chi ? dei talebani, degli Americani o di qualche pascià...). Lì la strada è ancora più lunga, sia in linea d'aria. sia per la strada (non voglio far l'elenco delle terre e dei mari da attraversare). Ovviamente, però il pericolo supremo dov'è ? Giuisto di fronte alle nostre coste dove abitano selvaggi e Lestrigoni, e un popolo di sovranisti feroci .

Saluti a tutti, Manlio Tummolo

Wolf ha detto...

Democrazia portami via: no domande scomode alla Mogherini! -

Dal minuto 1.25
https://www.youtube.com/watch?v=tlmixD2Bg6w

Manlio Tummolo ha detto...

Quando avevamo una Sinistra autentica, tra XIX e XX secolo

"... La immigrazione apporta subito nei paesi dove gli operai riescono a star meglio, delle folle di lavoratori famelici che, volendo o no, offrono ai padroni il modo di ribassare i salari. E tutti questi fatti, derivanti necessariamente dal sistema capitalistico, riescono a controbilanciare il progresso della coscienza e della solidarietà operaia..." .

Da Errico Malatesta, già repubblicano, poi anarchico, con Mussolini e Nenni organizzatore della Settimana Rossa del 1914, in "Che cosa vogliamo" del 1897, ripubblicato dalle Edizioni Rivoluzione Libertaria, Napoli 1945.

Con il crollo dell'URSS, il capitalismo è tornato alle origini, ma la sinistra si è messa al suo servizio .

Manlio Tummolo ha detto...

A proposito delle cose del mondo, che si dice di quell'abile allenatore thailandese, ex-monaco buddista che, allo scopo di meditare sulle future partite di calcio, ha condotto una squadra di minorenni in una grotta in prossimità delle piogge monsoniche e che, sia pur involontariamente, ha provocato la morte di un soccorritore? Così, riguardo ai bambini morti in mare, per colpa di genitori o adulti incoscienti (è dir poco), perché nessuno si chiede, ai sensi dei vari Codici Civili, di chi sia la responsabilità civile (e penale) di pportare bambini in luoghi o con mezzi pericolosi e pericolanti? Lo faccia un genitore italiano e, per ben che gli vada, gli tolgono la potestà genitoriale. Un occhio di riguardo verso il mondo di cultura non-occidentale, che oggi si ritiene modello da imitare, seguire, assorbire, ecc. ecc.

Un mondo nel quale la sopravvivenza dei bambini non conta nulla, visto che ne "producono" in serie... Di qui a dieci-venti anni, rifaremo anche noi i Codici non tenendo per nulla conto della resposnsabilità dei sorveglianti nei confronti dei minori d'età o di capacità?

magica ha detto...

mi sovviene la tragedia , del bimbo morto, in GRECIA O TURCHIA? non ricordo ... i media benpensanti ne fecero un cavallo di battaglia per incolpare la destra che non voleva i clndestini ,il cavallo di battaglia lo tirano fuori anche ora che si vogliono chiudere i porti .
molti vip si rifanno a quel caso del bimbo in maglietta rossa . ora la indossano, per far ricordare al popolo la morte di quel bimbo con la maglietta rossa, di (quelli con la maglietta a righe rosse nessuno ne parla, perchè hanno scoperto che i bimbi erano dei bambolotti . percio' non ne parlano , nemmeno per dire che era una falsita', cosi' la colpa la danno sempre a salvini ... anche dei bianchi morti : ma vivi , che imitavano morti in mare galleggianti .
ritornabdo al tenero corpicino , del bimbo morto sulla spiaggia . mi chiedo perchè il padre si sia salvato . credo che se mi trovassi nella situazione tenterei con tutte le mie forze per portarmelo a riva .. invece il padre lo ha lasciato fra le onde .la colpa è della destra, cosi' la maglietta rossa fa piu' colpo , fra le aninme buone . si sono equippaggiati cosi', poi faranno il digiuno in piazza ,, ma devono rimanere la' anche di notte, perchè non credano di imbrogliarci :
facendo il ramadam .

Manlio Tummolo ha detto...

Ed oggi, cara Magica, si è risolto il caso "commoventissimo" degli ammutati del Bounty, che non erano ammutinati, ma volevano annegarsi pur di non tornare in Libia. Obbedendo agli ordini del suo Superiore Spirituale, il presidente della repubblica ha dato ordini di sbarcare i martiri. Poi piagnucoleranno in massa quando alle europee, i voti alla Lega salviniana aumenteranno in modo esponenziale. Quanto fariseismo in tutto questo, anche in coloro che tirano fuori il "Buon samaritano", che salva e cura un mercante aggredito, mercante che era uno, non migliaia alla settimana... Anche la pecorella smarrita era una sola, non a migliaia, e neppure di figlioli prodighi ve n'era più d'uno, ma uno soltanto in famiglia, e fu festeggiato, ma la sua parte d'eredità l'aveva consumata tutta. Questi nuovi farisei che leggono il Vangelo come piace a loro, commettono un peccato doppio, senza tener conto di molte altre questioni post-evangeliche. Amen.

Manlio Tummolo ha detto...

A proposito dei falsi dell'INPS, già Istituto Nazionale Fascista per l'(Im-)previdenza Sociale: poniamo che io sottoscritto non abbia mai lavorato nemmeno un minuto secondo nella mia vita. In compenso ho ricevuto per testamento dalle mie vecchie zie, defunte e senza eredi legittimi, Mafalda e Abelarda la cospicua somma di un miliardo di euro, che investo come capitale per contributi volontari all'INPS, in luogo di quelli da lavoro che mi mancano. Risponda l'illustre Boeri, il quale sostiene che senza immigrati "regolari" (quali ?) non ci sarebbero fondi adeguati per le pensioni, se avendo versato un miliardo, mi spetti ugualmente la pensione, con o senza immigrati, e di quale entità annua e mensile. Grazie, Manlio Tummolo

PS. Colui che pretende di fare i calcoli esatti come previsione del futuro, ci spieghi altresì perché tali calcoli esatti non siano stati fatti negli anni '50, '60, '70, quando si strombazzava sull'eccessiva fertilità delle donne italiane, si derideva la politica demografica fascista, si incitava l'uso dei contraccettivi e, in mancanza, dell'aborto casalingo con pompa da bicicletta, ecc. ecc., esaltato da quel partito che ha anche avviato l'Italia all'uso di droghe "leggere" e all'omosessualità sistematica. Eppure, in quegli anni, a dire dell'antropologo Fiorelli (non sono sicuro del cognome) già in quegli anni la percentuale di figli per donna di 2,15, considerata oggi ideale per mantenere la tanto deprecata "stirpe", era già raggiunta, senza contare le centinaia di migliaia di giovani morti in guerra, o resi sterili da ferite, si siano fatte sentire.

La verità, cari signori, è che si sta rivelando nei fatti un preciso piano clericale, marxista e capitalista, con appoggio mafio-camorrista, di cancellare ogni traccia fisica di italianità, sostituita da masse provenienti da tutto il pianeta, un'orgia multicolore da rave party. Al razzismo di un singolo popolo si oppone il razzismo del melting pot (Verschmelzung, in tedesco)

magica ha detto...

GRAZIE SIGNOR TUMMOLO
per i suoi post molto interessanti .
dovrebbe discutere anche sull'altro post ,che infiamma le persone sul caso BOSSETTI .
SAREBBE UTILE LA SUA PRESENZA ache per farci intendere ancora di piu' . come funziona in certi contesti , dove si decide la vita o la morte, di molto probabili innocenti . dove si insulta con saracsmo e cinismo, chi ha la vista lunga , e capisce il funzionamento .
sono giunta alla conclusione , che esiste una pochezza di intendimentii.
purtroppo siamo messi male .

Manlio Tummolo ha detto...

Carissima Magica,

grazie per le osservazioni e la cortesia. Sull'altro post sono intervenuto, ma non pare che io abbia molto successo. Il caso in sé non l'ho seguito particolarmente. Apprezzo lo sforzo di Gilberto per un'ampia visione scientifica che superi il fatto in sé. Il grave di queste questioni è che sono inficiate piuttosto dalla presunta soluzione di un "giallo", con un "colpevole" da consegnare a tutti i costi, che analizzare la validità del metodo adottato. Infine, dato che non sono più connesso ad INTERNET a casa, ma lavoro in biblioteca 2 o 3 giorni settimanali, per un'ora alla volta, mi è difficile vedere tutti i numerosissimi interventi sul caso.
Quanto alla questione immigrazione, la mia previsione personale è che ci stiamo avviando a tragedie, in Europa, di fronte alle quali perfino I e II Guerra Mondiale impallidiranno a vederle.

Vanna ha detto...

Bene Massimo condivido tutto!
Questo governo mi piace, Salvini a volte è ruvido come la carta vetrata eppure è necessario scartavetrare e rimettere a nudo i problemi che erano stati coperti dai paraventi.
La politica è cambiata: nuove facce, nuove modalità, nuove parole, nuove proposte.
Loro hanno capito bene che non c'è più "trippa per gatti".
Il programma Renzusconi era chiaro: far sparire la sinistra.
Possono pure mettersi insieme a viso aperto e chi li vota?

I nuovi sono decisi, per essere nuovi di governo si stanno dando molto da fare.
Soprattutto hanno le idee chiare e sono fermi nell'affermarle
Finalmente c'è interesse verso i bisogni del popolo.
Anche la politica internazionale va cambiando, Trump è meno guerrafondaio di chi lo ha preceduto.

Micron è già in crisi viste le guerriglie che vanno succedendo in Francia.

La Grecia ormai è sull'orlo del baratro, la Spagna e la Francia ci hanno occupato nel passato con i risultati che conosciamo, ma l'Italia con questo voto, con questo governo ha dimostrato di essere un grande paese democratico.

Potrebbero con qualche sollecitazione a distanza crearci problemi con i vulcani e con le placche tettoniche, potrebbero.
Ora è iniziata l'epoca di fare politica in rete, di parlare direttamente con tutti senza i giornali che riportano a loro comodo.
Tutto alla luce del sole ed ognuno è libero di pensare e scegliere.

Un Nobel per Beppe Grillo lo dovrebbero inventare.