giovedì 1 giugno 2017

Caso Bossetti... l’uscita di sicurezza

Di Gilberto Migliorini


Forse neppure il trentenne Truman Burbank così pieno di vita e ignaro d’essere l'attore protagonista di uno spettacolo televisivo, il Truman Show, poteva immaginare che anche il finale fosse già scritto nel rassicurante epilogo dello schiavo liberato come nel mito platonico. Nel mito però lo schiavo fa ritorno nella caverna e rischia il linciaggio per il fatto che racconta che “il re è nudo” per dirla alla Hans Christian Andersen... Ci sono verità pericolose, cose che non si possono dire, meglio la metafora abbastanza generale da lascare tutti in braghe di tela... Per quelli duri d’orecchio non serve nemmeno il cornetto acustico, sono come le scimmiette: non vedo, non sento e non parlo.

L’antefatto - spiegato dal regista demiurgo - ci riporta alle note biografiche… Truman, prelevato da una gravidanza indesiderata, è ignaro di vivere fin dalla nascita in un gigantesco studio televisivo dove perfino il giorno e la notte sono artificiali, un’isola circondata da un mare artefatto e un tessuto sociale dove tutti sono attori professionisti. Lui però non lo sa. Sembra un déjà vu… di quei talk show televisivi dove solo apparentemente si recita a soggetto… con gli opinionisti che ti scodellano i verbo scientifichese. Insomma una vita perfettamente pianificata dalla regia per rendere il più possibile di successo lo show, seguitissimo dagli affezionati telespettatori.

Il protagonista, lui non sta recitando, è convinto che la sua sia una vita vera, non sa di trovarsi in un grande teatro con le telecamere e i microfoni, i fondali scenografici… e naturalmente il pubblico là fuori affezionato al suo personaggio. Chissà, forse oggi gli avrebbero perfino impiantato un chip, non si sa dove, perché il pubblico possa seguire in ogni dettaglio le puntate in diretta. Una inquietudine e un’ombra di sospetto cominciano però a serpeggiare nella mente di Truman, inizia a capire… e a nutrire un desiderio di evasione. Medita la fuga. Compito della regia e degli sceneggiatori è allora quello di dissuaderlo… perché the show must go on e perché il copione non contempla il forfait del protagonista. Chissà, forse ha un contratto da onorare. La chiusa è quella del lieto fine delle favole. Truman nonostante la sua paura dell’acqua si avventura sul finto mare dentro una barchetta ormai consapevole dell’inganno. Va a cozzare contro gli scenari teatrali e trova l’uscita. Si sottrae alla finzione del reality con il suo classico «Casomai non vi rivedessi... buon pomeriggio, buonasera e buonanotte!»

Lo spettatore esulta per il lieto fine. Lo schiavo del più famoso mito di Platone si è finalmente liberato, anche se rimane il sospetto che forse Truman potrebbe essere meno ingenuo di quanto si immagini.  Che anche lui faccia parte del gioco? Che sia il telespettatore il vero Truman che stanno prendendo per i fondelli? Si spegne la tivù con la sensazione che forse l’inganno è più sottile e ci coinvolga tutti... che l’uscita di Truman sia un’uscita di sicurezza ben preparata dalla regia, giusto per illudere che è tutto a posto, rassicurando l’audience che finalmente la verità è venuta alla luce, che possiamo stare tranquilli perché l’imbroglio è stato smascherato....

Nel Bel Paese il genere reality si è evoluto. Il geniale film diretto da Peter Weil - interpretato da Jim Carrey candidato a tre Premi Oscar nel 1999 e premiato con Golden Globe - è stato ormai surclassato da un reality di nuova concezione. Noi abitanti del Bel Paese quando vogliamo ci sappiamo fare, il neorealismo cinematografico trova nuova linfa con attori non professionisti, talvolta ignari di trovarsi sul set. Il vecchio virtual reality è ormai andato in pensione, a parte i nostalgici dell’isola dei famosi che ancora riescono ad appassionarsi alle vicende soporifere degli illustri naufraghi. Nel caso del carpentiere di Mapello, il genere spettacolo della realtà ha ormai superato il ristretto perimetro dello schermo, in una sceneggiatura che coinvolge opinione pubblica, istituzioni e sistema mediatico. Il nuovo reality non è più confinato su un’isola-teatro, è direttamente implementato nei fatti di cronaca con omicidi veri. Nel nuovo genere neorealista, un reality spregiudicato e innovativo, il confine tra realtà e fiction è sempre più mobile e indeterminato, creativo e spettacolare, innestato sulla cronaca.

Lo schema del reality show, da Survivor al Big Brother, è rimasto apparentemente intatto con tutti gli elementi mediatici che coinvolgono il pubblico, le nomination, i giudici, le eliminazioni, il commento degli opinionisti e la critica con l’epilogo di un vincitore. Quello che accomuna tutte le formule è la presenza di sistemi di registrazione (telecamere e microfoni) in grado di seguire i protagonisti nella loro intimità (più o meno virtuale). Tutta l’operazione che riguarda la sceneggiatura e le istruzioni di regia rappresenta invece la parte occulta, la più complessa, quella che pianifica la narrazione e costruisce la storia per il target che sovente crede davvero che il reality sia come il mondo del dismagamento e del disincanto. In tutte le varianti il confine tra realtà e finzione è indeterminato, contaminato e mescolato per rendere il serial suggestivo e coinvolgente.

Nel caso Bossetti il reality ha definitivamente superato la ristretta location del teatro, quella angusta relativa alla situation comedy, una ambientazione che caratterizza i personaggi e la loro interazione emotiva, il recinto ristretto dove le telecamere indugiano sulla nudità psicologica di un attore nature. La soap opera con la fidelizzazione dello spettatore, il tema monocorde della telenovela… sono modelli obsoleti. Il reality è entrato nel vivo del Paese senza più remore di privacy né confini di genere letterario, in una contaminazione di stili narrativi. La sceneggiatura è diventata a tutto campo, con un interprete consapevole di trovarsi a recitare come protagonista involontario e suo malgrado. Il nuovo Truman è senza contratto.

Il caso Bossetti è un nuovo modello di reality con la sua brava sceneggiatura a partire dagli oggetti di scena, quei reperti (nanogrammi di materiale genetico) che per esistere hanno bisogno di una regia e di un bravo scenografo. Per quanto si possa essere profani si sa che alle intemperie per mesi la doppia elica del Dna non solo ha qualche défaillance, non soltanto diventa illeggibile, ma forse perfino passa a ‘miglior vita’. L’acido desossiribonucleico di un muratore, per quanto possa essere risultato di  una peculiare evoluzione darwiniana, non esiste in natura come un ‘nucleotide d’amianto’, di ottima qualità dopo mesi in un campo all’aperto. È un theatrical property che lo scenografo predispone per offrire l’input narrativo e per dare il ciak si gira.

Che poi si voglia di dimostrare che sia o non sia il Dna del carpentiere - quello che la fiction fa trovare sul cadavere della povera ragazza - fa parte delle varianti di un copione ancora in fieri e con tutta la suspense di un acido nucleico che, per quanto impossibile, è parte indispensabile per sviluppare il film e offrire tutto il supporto di effetti speciali, opinionisti, genetisti, nomination.... La fiction ha i suoi nessi e i suoi percorsi collaterali, le sue uscite di sicurezza, proprio come Truman, nel caso il telespettatore cominciasse a subodorare il finale e la storia perdesse tutta la suspense. E poi, nell’ottica dello spettacolo, non sembra così importante trovare i veri assassini, anche perché in un reality la verosimiglianza basta e avanza per un telespettatore in cerca d’emozioni.

Il tema della paternità con la storia del vero padre, digressione sul modello manzoniano – una monaca di Monza o un Innominato – costruisce il nuovo reality  su base genetica, un assommoir con tutto l’albero genealogico e la saga di una famiglia nel suo sviluppo storico, come in tanta letteratura verista e naturalista. La fiction è davvero intrigante, ricca di colpi di scena con i classici ingredienti che suscitano sdegno e commiserazione, un romanzo dove provette, alambicchi e  agitatori molecolari la fanno da padrone con il contorno di alleli, mitocondri e nucleotidi, un versante ricco di ricadute scientifiche, di onorari e di contratti commerciali.

Lo spettatore del reality viene informato che la prova di paternità dimostra inequivocabilmente che il protagonista non è figlio del padre legale. Il fatto è ribadito in ogni puntata del serial, ricordato agli smemorati, riconfermato con l’enfasi di un fatto rilevante per comprendere la storia in tutte le sue sfaccettature e i suoi percorsi narrativi collaterali. Per seguire il reality occorre almeno una infarinatura di ‘geografia della cellula’. La madre del protagonista è esposta alla gogna come adultera e fedifraga, fa parte del copione, anche lei assoldata nel reality senza contratto.

In un reality ovvio che non serve che la prova di paternità sia stata fatta davvero o che vengano trasmessi i risultati del test. All’audience è stato detto che il protagonista non è figlio del padre legale, confermato geneticamente, ribadito mediaticamente, è di pubblico dominio.  Qualcuno subodora che potrebbe trattarsi di un bluff perché non c’è riscontro documentale, solo parole e suggestioni, allusioni e circonvoluzioni? Sono i soliti complottisti, i san Tommaso che ci vogliono sempre mettere il naso,  che perdono di vista il nucleo narrativo e si smarriscono in quisquiglie e pinzillacchere. Al telespettatore deve bastare e avanzare la comunicazione di servizio. Un reality non ha bisogno di un naturalismo letterario alla Zola con il suo J’accuse.


Il nuovo genere letterario, mediatico-genetico-forense, forse sta per arrivare a conclusione. La storia prevede il lieto fine come il Truman show? La sceneggiatura è top secret. I bene informati sussurrano che l’uscita di sicurezza c’è, che gli sceneggiatori l’hanno trovata.... Altri sono convinti che il reality può riservare ancora molte sorprese proprio come in un romanzo avvincente e imprevedibile… 

488 commenti:

1 – 200 di 488   Nuovi›   Più recenti»
Bruno ha detto...

@Gilberto complimenti sempre molto interessante quanto scrivi. Le ultime parole del Bossetti prima della condanna: ....." Ancora oggi vi supplico, vi imploro, datemi la possibilità di fare questa verifica, ripetete l’esame sul Dna, perché quel Dna trovato non è il mio. Se fossi l’assassino sarei un pazzo a dirvi di rifarlo".
L’operaio di Mapello ha concluso il suo breve intervento ringraziando i giudici per l’attenzione e la pazienza a lui riservati. Poi sapiamo come è andata a finire." Penso che se non dovessero far fare una nuova perizia rivedremo lo stesso copione.

Anonimo ha detto...

Non vi illudete, una vacca e uno zozzone, questa è la realtà.
Vedrete, citrulli.

Vanna ha detto...

Viva la Repubblica!
E' molto intrigante la Lettura che fai del caso Gilberto, la condivido in pieno.
Scrivi, tra l'altro:
"Noi abitanti del Bel Paese quando vogliamo ci sappiamo fare, il neorealismo cinematografico trova nuova linfa con attori non professionisti, talvolta ignari di trovarsi sul set. Il vecchio virtual reality è ormai andato in pensione, a parte i nostalgici dell’isola dei famosi che ancora riescono ad appassionarsi alle vicende soporifere degli illustri naufraghi. Nel caso del carpentiere di Mapello, il genere spettacolo della realtà ha ormai superato il ristretto perimetro dello schermo, in una sceneggiatura che coinvolge opinione pubblica, istituzioni e sistema mediatico. Il nuovo reality non è più confinato su un’isola-teatro, è direttamente implementato nei fatti di cronaca con omicidi veri. Nel nuovo genere neorealista, un reality spregiudicato e innovativo, il confine tra realtà e fiction è sempre più mobile e indeterminato, creativo e spettacolare, innestato sulla cronaca."

Di Bel Paese oggi, non so se è rimasto il formaggio, è una marca non più pubblicizzata, è rimasto poco, si va alla deriva verso la posizione finale ed acclarata di divenire l' ultima stella, tra le strisce, di fatto già ci siamo.
Abbiamo perduto la dignità di essere popolo che sceglie, che opera, che pensa, che crea, che sa mantenere il patrimonio del passato.
Ci sono rimasti il cibo come eccellenza e come metafora di un " magna magna generale" e la moda come immagine del " bello" solo per i ricchi però, poiché il popolo va ai mercatini e dai cinesi che dovrebbero essere beatificati per i loro bassi costi.
Sì, siamo finiti in un "reality ... entrato nel vivo del Paese senza più remore di privacy né confini di genere letterario, in una contaminazione di stili narrativi..."... questi ultimi finalizzati per portare avanti confusione e rimbambimento senza regole e principi morali pur di privare i cittadini della libertà di scegliere, difendersi, vivere con dignità.
Rappresenta il caso Bossetti, le prove dello spettacolo che prevedono proprio questo, come scrivi.

Gilberto ha detto...

Grazie Vanna
Mi sento rincuorato per il fatto che qualcuno condivida la mia amarezza. In due si sopporta meglio la delusione, perché al di là dell'ironia c'è lo sconforto per un Paese irretito e spersonalizzato.

Anonimo ha detto...

http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/strong-ad-amatrice-ci-mancava-solo-pedofilo-lorenzo-54-anni-148942.htm

Anonimo ha detto...

quella melma di quel cesso di sito
vergognatevi !

Vanna ha detto...

vacche-sozzoni-cesso: linguaggio usato dall'imbecille che tratta noi da citrulli.
Il bove dice cornuto all'asino, quando non ha altro da esprimere a parte le puzze.

Anonimo ha detto...

sembri la "beata" fra le donne. Concordi sempre con tutti, e rimarchi le frasi degli altri.
Meglio non sai fare
BIBO'
Qui se non rientra Prati, il blog è finito.
E' stato CEDUTO a Gilberto?
Allora il dissenso lo noterete sempre di più con il definitivo allontanamento di tutti i migliori.
Cantate pure..."siamo rimasti in tre, tre briganti e tre somari...

Sandro ha detto...

onnipresenti ed incontentabili questi "anonim*"

Ma... in fin dei conti, suvvia, non deve mica poi essere così male essere talmente tanto dei/delle poveri/e inutili deficente, da non poter aver niente altro di meglio (perché non in grado di altro) da fare nella vita.

La mia più sentita pietas, per quella a mamma e papà (incerto fino a prova del dna quanto la moralità della madre), che coi loro cromosomi non sono riusciti a mettere al mondo nulla di migliore di un/una simil cafone demente.

Sandro

Anonimo ha detto...

"Il racconto porcellino di un ragazzo che danni fa sesso con coppie"
"rocco e malena il ritorno - siffredi non riesce stare lontano dal porno"
"la buona novella - i cetrioli di rocco siffredi in fuga con valentina"
"confessioni di pornotossici"
"il pene è causa del riscaldamento globale"

magica ha detto...

ciaoo

magica ha detto...

non capisco il problema di postazione

Anonimo ha detto...

http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/lorenzo-b-s-pedofilo-yara-molestie-amatrice-indagini/

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
In TV Laura Letizia Bossetti CONFERMA di essere figlia di GUERINONI.
Di essere andata a trovare la moglie del defunto padre ed i " fratelli" e di essere dispiaciuta di non
averlo potuto conoscere. Anche se ovviamente conferma l'amore per il
padre che l'ha cresciuta.
Dopo che mr Peggiorini ci ha smerigliato gli zebedei per mesi mesi mesi sulla paternità di Bossetti .
Che dire? Sarà servito a procurare ossigeno alla dentiera

Anonimo ha detto...

Perchè "Peggiorini"?...sei cattivo anonimo!
Gli zebedei non li ha smerigliato solo a te, ma ad un intero blog.
Lo vedi? lo ha desertificato!!!!!!!
Anonimo 2

Anonimus ha detto...

Agli Anonimi 1 e 2
Duri di comprendonio eh? Vabbè non tutti i troll hanno le ali. Non disperate, prima o poi spuntano sul dorso perfino ai somari...

antrag ha detto...

Come mai gli anonimi sono contenti di comportarsi come sciocchi e superficiali sulla questione importante della paternità biologica?

magica ha detto...

potrebbe essere che , il ginecologo nel periodo nel quale praticava la professione avesse fatto esperimanti sulle donne che avevano difficolta' a rimanere gravide , . facendo esperimanti piuttosto azzardati e difficilmente attuabili , ma che per un colpo di fortuna gli fosse andata a buon fine., pensando di fare del bene ,
giocando con le vite. .
è una ipotesi quasi inverosimile . (logicmente il seme lo avrebbe donato guerinoni )
perchè non si capisce la fermezza di ester nel giurare di non essere mai stata con guerinoni , anche nella puntata di COSTANZO, la signora era moto fiduciosa , che alla fine ul figlio sarebbe uscito di prigione .
essere irriducibili bugiardi ci puo' stare , ma ad un certo punto si dovrebbe capire che ormai è giunta l'ora della verita' . invece la signora continua a dirsi innocente

Sandro ha detto...

@antrag
perché sono degli sciocchi e dei superficiali, come da somma ed intreccio dei dna dei loro proceatori biologici (chiunque il padre eff
ettivamente possa essere, nonostante magari quello che afferma la loro madre).
Tutto lì.

Sandro

Wolf ha detto...

Ma che deve dire una donna che non ha mai avuto rapporti con Guerinoni di fronte a delle affermazioni "scientifiche" che indicano il padre di suo figlio in Guerinoni?.
La poverina disarmata da cotanta "scienza" non riesce a spiegarsi come abbia potuto concepire un figlio da un uomo che non l'ha mai sfiorata.

Lei cercando delle risposte si chiede:
è un abbaglio degli "scienziati"?, assolutamente no, dicono loro
è opera dello spirito santo?, no non puo essere.
l'unica alternativa che le rimane è nel pensare che forse il suo ginecologo l'abbia inseminata.

Non lo avrà affermato pubblicamente per salvarsi la faccia da un adulterio mai commesso e nemmeno pensando di scagionare suo figlio.
Se ha ipotizzato l'opera del ginecologo è semplicemente perchè persone "autorevoli" insistono a dirle che il padre di suo figlio è Guerinoni.

Vorrei vedere qualcun altra al suo posto, che spiegazione si sarebbe data.

sandro ha detto...

Chissà se il G. si sarà mica anche ingroppato la madre di "anonimo" ?

Da quanto ci han raccontato, sembra ci fosse l'allegra coda di donne a farsi ingravidare dal G. (e poi a mentire a mariti e figli sulle reali paternità).

Come possiamo quindi escludere (a parte con un bel esame del dna!) che anche quella del maleducato "anonimo" non si sia fatta ingravidare dal G. (o da chissà chi altri, eccetto il padre legale)?

Senza un esame del dna in tal senso, direi che alla mamma di "anonimo", il caro "anonimo" può cucire addosso esattamente tutti gli stessi gentili epiteti che riserva alla sig.ra E.

Ma... ma forse è proprio questa la ragione per cui il buon "anonimo" insiste monotematicamente e volgarmente tanto sul punto:
ha dei dubbi sulla propria, oppure sa qualcosa su di lei che non gli torna, e per transfert si sfoga sulle mamme altrui.

Sandro




Anonimo ha detto...

"ingroppato" : educata metafora usata dai "colti" che contraddicono, senza alcun titolo, i luminari che hanno stabilito senza alcun dubbio che il dna di ignoto 1 corrisponde a quello di b
basta questo
poi che codesto risulta certamentissimamente figlio come minimo di una poco di buono poco è vero che poco importa ma è uno sfogo verso un essere odioso e la sua famiglia di mentitori
ma sono sicuro che presto verrà fatta giustizia
fate solo ridere e non rispondo con i vostri toni
voi si che siete tutti dei figli di Guerinoni

Paolo A ha detto...

Wolf

Quello che hai scritto su Ester Arzuffi è anche il mio pensiero, solo che credo che sia lei che la figlia stiano recitando un copione, anche perché dire che Massimo Bossetti sia stato concepito con un'inseminazione artificiale col seme del Guerinoni, dal punto di vista dell'imputazione non cambia nulla.

Credo che la difesa abbia un quadro molto preciso di cosa sia successo durante le analisi di Ignoto1, e potrebbe aver effettuato delle analisi di verifica con alcuni dei Guerinoni per controllare se tutto quello che è stato detto dai consulenti dell'accusa è vero, per esempio il fatto che Massimo Bossetti avrebbe in comune con Pierpaolo Guerinoni ben 20 marcatori su 21, tranne appunto quello in TH01.

Anonimo ha detto...

il quadro della difesa è moltissimo preciso :
tanti begli euri da guadagnare.
ci sentiamo dopo la condanna.

Dudu' ha detto...

Già , la condanna... con uno che dichiara erbette radicate contraddetto dall'anatomopatologa, anatomopatologa che scrive mummificazione ma conviene fosse una corificazione , il capo del ris con i vostri soldi produce video "per i media", e Giuffrida che vi racconta quanto fosse stupefacente il dna vecchio di cinque mesi.
Davvero gatti 'sti anonimi! E si credono furbi ! Auguri a voi....

vanna ha detto...

L'anonima-o di sempre scrive:
""ingroppato" : educata metafora usata dai "colti" che contraddicono, senza alcun titolo, i luminari che hanno stabilito senza alcun dubbio che il dna di ignoto 1 corrisponde a quello di b
basta questo..."

Ovvero, non avendo noi "alcun titolo" ....che ne sai tu dei nostri " titoli"?
Sempre giudizi eh! Non ti smentisci mai!
Titoli o non titoli abbiamo la capacità di pensare, questo è certo, quindi TACI, chiudi i tuoi giudizi in posti adeguati.
Continui:
"...poi che codesto risulta certamentissimamente figlio come minimo di una poco di buono poco è vero che poco importa ma è uno sfogo verso un essere odioso e la sua famiglia di mentitori
ma sono sicuro che presto verrà fatta giustizia
fate solo ridere e non rispondo con i vostri toni
voi si che siete tutti dei figli di Guerinoni"
La suddetta frase è demenziale perché nulla è certo in questo caso lo abbiamo declinato in tutti i modi, tempi, persone.
Men che mai il giudizio malato e alterato dato alla famiglia.
Chissà che le simpatiche frecciate di Sandro contro di te non siano veritiere al 100%.
Comunque oggi è la Pentecoste:
Buon Spirito Santo a tutti, soprattutto a chi accusa e giudica con gli occhiali affumicati dai propri limiti umani e non vede la propria trave che lo acceca.

Sandro ha detto...

anon.citaz: "il quadro della difesa è moltissimo preciso: tanti begli euri da guadagnare".

Ed infatti la difesa lavora a patrocinio gratuito.

Sandro

Anonimo ha detto...

http://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_02/a-marita-danno-100-mila-euro-ma-lei-non-vuole-andare-porta-porta-6dde2952-c0b9-11e4-b2c9-4738a8583ea9.shtml?refresh_ce-cp

Sandro ha detto...

@anonimo

Marita è la "difesa"? da quando ?
una trasmissione televisiva è un "tribunale"? da quando ?

Per sostenere che una intervista di un parente sia la difesa legale di un imputato bisogna essere:
- o subnormali incapaci di intendere anche l'italiano più semplice e basico di un articolo di giornale (eh... a volte, l'incrocio di ovuli con spermatozoi ignoti... può capitare. tanta voglia tra le cosce e nessun esame preventivo di profilassi... succede. succede. chiedi a mammina di chi erano i 'serpentelli' bianchi! chissà se stavolta ti dice la verità?!)
- o in perfetta malafede.

O anche le due cose assieme (e non stupirebbe nemmeno più di tanto).

Sandro

Anonimo ha detto...

lasciamo perdere per un momento la madre, tutti suppongono che la moglie è stata l'amante dell'avvocato, in aggiunta ad altri indubbi soggetti, bazzeccole eh ?, voi in queste vicende non ci vedete niente di male ma dimostra in quale schifo di ambiente vive l'invasato.
fortuna che c'è il DNA, PROVA che non si può smontare e ci mancherebbe altro.

Wolf ha detto...

Attento che con tutto il letame che spargi, un giorno ti daranno l'ergastolo per il tuo dna scoperto sugli slip di qualche vittima.

Se poi insulteranno tua madre e tua moglie non ti arrabbierai, vero?

Anonimo ha detto...

Tutti li sogni cascheno, ma resta la prigggioneeeee, ecc. ecc.

Paolo A ha detto...

http://www.dailymotion.com/video/x5odiyz_ignoto-2-quinto-episodio_creation

La storia di come siano arrivati all'allele 26 di SE33 cambia di continuo.

Il maggiore dei carabinieri dice che ad inizio 2014 era stato chiamato per trovare Ignoto1 e testualmente la Ruggeri doveva decidere di "riprendere in mano degli accertamenti che erano già stati fatti e decidere di ripeterli con modalità diverse".

L'Ignoto1 che aveva in mano Previderé è Bossetti, quello di maggio 2011 col quale è stato trovato Damiano Guerinoni è un altro.

Bruno ha detto...

Meno male che la pm non voleva dare spettacolo durante le udienze per rispetto verso Yara ed i genitori, poi è diventata l'attrice principale nel docu-film.

Sandro ha detto...

Il maggiore dei carabinieri dice che ad inizio 2014 era stato chiamato per trovare Ignoto1 e testualmente la Ruggeri doveva decidere di "riprendere in mano degli accertamenti che erano già stati fatti e decidere di ripeterli con modalità diverse".


ripetere fino a che le risposte non sono quelle che piacciono ?

Sandro



Vanna ha detto...

Buon giorno!
Mi viene un dubbio:
chissà se al posto della ruggente ( nomino lei perché negli ultimi post la si evidenzia) ci fosse stato un uomo giudice, mi chiedo se si sarebbe comportato nella stessa maniera.
Poiché vedo un accanimento contro MGB che mi sembra visceralmente femminile e non razionalmente maschile.
Anche le donne sono razionali quando non sono viscerali.
E non venitemi a dire che la colpa è di quel dna monco poiché se fosse questo allora prima di condannare in quel modo, doveva informarsi a fondo e ponendosi dei sani dubbi, suI dna, mtnda e suglI incroci telefonici parecchio prima-durante-dopo intercorsi tra queI dna, in modo serio e approfondito, magari con controlli a distanza...SE...non si fossero distratti con la saga araldica guerinoniana.
In ultimo mostrare l'umiltà di accogliere il dubbio nei confronti di altri dna anche, e la fermezza del rigore scientifico a tutto campo e non focalizzato sul primo e la sua progenie.

antrag ha detto...

Sconfitto il sussiego che sostiene l'accusa e l'apparato giudicante, non rimarrà alcunché.
Saremo tutti più liberi.

Sandro ha detto...

forza qua, spingi là, scarta su, ripeti giù, ignora questo, interpreta quello... le affascinanti regole investigative dello Stato libero di Procuraland.

Sandro

Anonimo ha detto...

il dna presente negli indumenti della ragazzina è una certezza scientifica.
non ci sono equivoci se non nella vostra ignoranza e nell'avidità degli avvocati, fatevi una ragione.
cosa deciderà il giudice ?.
quello che il folle merita: ergastolo subito !

Wolf ha detto...

La certezza è insita nelle persone ignoranti.
E tu hai tanta certezza.

antrag ha detto...

Laureato, genetista forense, visino vispo, elegante, occhialini da vista dottorali, che dice (parole non testuali):

"... la corte non ha concesso la perizia perché, ovviamente, non era necessaria ..."

costituisce un esempio di comportamento dettato dall'imbecillità o perpetrato per fini fraudolenti.

Anonimo ha detto...

..."siete rimasti in tre, tre briganti e tre somari, sulla via longa longa..."
Che bellissima ed opportuna canzone del caro ed indimenticato Modugno!!!!
Cantatela, vi farà bene al fegato.

Vanna ha detto...

e ascoltatela, fa bene alla coscienza.

antrag ha detto...

anonimo!
spero che tu non ti riferisca a me quando parli di briganti e somari, che non vedo nemmeno in giro ...

magica ha detto...

inoltre la corte non fa una perizia per fare un piacere .
mi chiedo se siamo in balia di persone che si credono padroni de mondo .
LA CORTE è pAGATA DAGLI ITALIANI PERCIO' DEVE LAVORARE PER GLI ITALIANI , E NON PER dar LORO CONVINZIONE DI SUPERIORITA' .

Dudu' ha detto...

Bravissima Magica, bentornata! :)

Anonimo ha detto...

Ah Giggè, qui se sò stancati tutti, de scrive e de parlà.
Ascorta a Romoletto tuo, non li leggemo più, e mannamoli ar quer paese dove er sindaco è amico de Sordi.
Sò sicuro che famo la cosa giusta.
Te salutooooooo!

Dudu' ha detto...

Saremo noi non leggerti piú Romoletto se continui cosi.
Finitela di riempire il blog di spazzatura.

Vanna ha detto...

L'anonima non sa più cosa scrivere, le sono rimaste le cartucce a salve per sparare le imbecillità.

Sandro ha detto...

certate di capirlo/a sto/a poveretto/a di "anonimo".
Sono anni che è roso/a dal tarlo della moralità di sua madre ed dal dubbio di chi sia il suo vero padre.

Ovvio che un simile stress possa angustiarlo al punto -specie essendo dei deboli- da cercare di sfogare le proprie repressioni, riversando allo specchio -rigorosamente anonimamente come da veri quaraquaquà- le proprie personali frustrazioni sulle spalle di persone che vengono da alcuni indicate come nella sua stessa situazione famigliare.

Un palese classico in psicologia.

Solo che "anonimo", aiuterebbe molto di più la sua situazione rivolgendosi ad uno psicologo o facendo finalmente fare la prova del dna a sé e sua madre e al suo padre "ufficiale".
Ma siccome non ha il coraggio manco di quello.... rosica e sversa bile.
Che poi, non è che dall'unione carnale dei suoi genitori (noti ed ignoti) ne sia uscito fuori un qualcuno di particolarmente brillante o intelligente o coraggioso. mediocre sangue: non mente. manco se lo unisci assieme. anzi.

Però, a noi, sinceramente, interessa veramente poco da chi realmente si sia fatta mettere incinta sua madre.
Risolvesse i suoi tarli in casa sua, sarebbe a mio parere assai meglio.

Sandro

antrag ha detto...

Sandro,
non è necessario che alle stupidità di anonimo tu aggiunga le tue congetture ancorché verosimili!

O si trova un metodo per impedire che cose insensate vengano scritte oppure ci tocca attivare un meccanismo mentale di cancellazione/rimozione delle stupidità riportate, come io sono riuscito a fare per la pubblicità in televisione.

Bruno ha detto...

@Antrag credo che la tua sia la soluzione migliore. oppure mettiamoci d'accordo e ignoriamo completamente ogni commento stupido su quanto scrivono gli anonimi. Ignorandoli al massimo può essere una soluzione. Anche io qualche settimana fà ci sono cascato ed ho risposto, ma l'unico modo è ignorali.

Anonimo ha detto...

Già l'avete il vostro personale meccanismo di rimozione :
attivando un malato automatismo mentale cancellate tutte le prove che innegabilmente portano alla colpevolezza del vostro cocco.
Il perchè non lo comprendo, andate da uno psicologo, oppure siete in malafede o interessati per denaro proprio come il pool di difensori.
Paragonare la storia di b ad un reality poi è la pagliacciata più grossa che potevate partorire, ops a proposito di partorire, perlomeno la mammina mente per proteggere il suo onore.
Non rispondete pure, non è il blog che è morto, è che su b non c'è più nulla da dire.

Vanna ha detto...

Bruno,
hai perfettamente ragione.

Magica,
la frase seguente è lapidaria:
"LA CORTE è pAGATA DAGLI ITALIANI PERCIO' DEVE LAVORARE PER GLI ITALIANI , E NON PER dar LORO CONVINZIONE DI SUPERIORITA'."
Non si può che condividere.

Anonimo ha detto...

Ti rendi conto che alle 7:14 stanno ancora dormendo questi fannulloni sostenitori di b tranne tu.
Tra poco è l'orario giusto per quegli sconvolti.

Anonimo ha detto...

Si, ma SIAMO SEMPRE IN TRE, TRE BRIGANTI E TRE SOMARI:... SEMPRE TREEEEEEEEEEE.
Canzone indimenticabile.

Sandro ha detto...

In mancanza di quello che sarebbe normale (un filtro di pre-moderazione) io invece credo che sia importante identificare, comprendere ed esternare le altissimamente probabili motivazioni personali di origine psicologica che muovono i post di "anonimo".
E ricordarglielo.
Tarli mentali e problemi di parnità suoi: che se li risolva nella famiglia sua.

Sandro

magica ha detto...

per anonimo
sei un irriducibile bastian contrario
prova a farti una domanda onesta , perchè le persone che tu contrasti continuano a sostenere BOSSETTI INNOCENTE . le loro convinzioni sono dettate dalla mancanza di prove DI COLPEVOLEZZA di bossetti . anzi quelle gli inquirenti avevano trovato sono risultate invenzioni belle buone . oppure se si vuole essere caricatevoli , sono indizi e prove dibattute, e alla fine risultate inesistenti .(anonimo per caso quelle prove che esistevano tu le trovi convincenti? ) perchè se nemmeno la procura che le avevea supposte . le ha ritenute prove plausibili - tu le convalidi?
il D. N. A. si sa che ha anormalita'- basta rifare tutto . bossetti è un bugiardo? ma intelligente ! se fosse stato lui perchè chiede la verifica del D.N..A . BOSSETTI NON HA POTUTO INQUINQRE LE PROVE . PERCIO' EGLI è CONVINTO CHE ALLA FINE QUELLA TRACCIA NON SIA SUA .

Anonimo ha detto...

Il dna è suo, la perizia è già stata fatta.
Che senso ha ripeterla? per accontentare quell'alienato che sta fingendo come al solito?.
Sono tutti commedianti in quella famiglia: la madre, la sorella, la moglie e soprattutto quell'impostore mentono impudentemente.
Ma è inutile che io scriva qui, non ho bisogno di convincere nessuno, vedrete voi stessi come andrà a finire.
Tolgo il disturbo.

Sandro ha detto...

- "Il dna è suo, la perizia è già stata fatta" [cit]
ah.
E quindi MGB che quel R0a trovato in quelle analisie non ce l'ha... come fa a coincidere?

- "Tolgo il disturbo"
oooh.
semplicemente solo un'altra balla come le tante altre che scrivi

- "Sono tutti commedianti in quella famiglia: la madre, la sorella, la moglie e soprattutto quell'impostore mentono impudentemente."
tsk, tsk.
solo perchè così devi essere abituato a casa tua, non significa che gli altri così comportino.
...Occhio, pagliuzza, trave... ehm ehm ehm.

- "la perizia è già stata fatta. Che senso ha ripeterla? [cit.]
oibò!
parli di quelle con kit scaduti? non filmata? non alla presenza di periti di nessuna difesa? argomentate in aula con ben 13 differenti spiegazioni? quella con l' R0a ? quella con le levitazioni di valori ? con raw data conservati alla rinfusa? etc etc?

- "è inutile che io scriva qui"
clap clap clap!!!
bravo! finalmente ne hai azzeccata una di verità conclamata.

Sandro

Vanna ha detto...

Sandro! Efficace il tuo dire, la conclusione poi racchiude il senso di tutto.

Anonimo ha detto...

Ieri sera in una trasmissione Sulas ha detto che un fratellastro di Bossetti è stato individuato, si sa chi è; Taormina si è offerto di segnalare la cosa agli inquirenti e ha detto che si può fare anche il dna.

Mi sembra una buona notizia, quindi a breve colpi di scena.

Anonimo ha detto...

Avvoltoi e sciacalli, sempre pronti a carpire nuove prede, purchè succulenti.

gugly ha detto...

Io invece andrei a fondo, l'ha detta un giornalista, mica l'ultimo arrivato, avrà i suoi motivi per dirlo,mi sembra giusto approfondire.
Anzi, è stato fatto un appello alla difesa perchè prenda in considerazione la cosa.
Almeno si verifica.



gugly ha detto...

Ehi, nessuno commenta la cosa? Mi sembra molto degna di considerazione1 La trasmissione l'ho vista, Sulas era molto sicuro di quanto affermava, è giusto approfondire, magari con un prelievo di DNA.

Anonimo ha detto...

Gugly
Anche tu ti ci metti?
Sono solo deliri dovuti allo stato di pre-morte di chi si vede al limite estremo.
La faccenda sta perdendo la sua drammaticità, per fondersi col grottesco.
Ha ragione l'anonimo che ti ha preceduto: si sta preparando solo nuovo mangime per i rapaci di turno.

Maria ha detto...

SE gli inquirenti prendono in considerazione la segnalazione. La difesa mica può costringere una persona a fare il test del dna.
Vedremo. Comunque si andrà a sconvolgere la vita di altre persone, chissà quanti altri fratellastri ci sono...

Anonimo ha detto...

Maria
Sono l'anonimo delle 9,46, mi chiamo Body, Gugly mi conosce per aver letto miei interventi altrove.
Sono qui ad esortarti a non lasciarti allacciare dalle ciarle messe in giro, da chi non ha più nulla da dire.
Body

gugly ha detto...

Taormina ha detto che il prelievo di DNA si può fare senza alcun problema, tipo Sempio.

Io lo vedo positivamente.

Maria ha detto...

Perdona gugly,
ma mica possono costringere una persona a farlo? Sempio aveva acconsentito perché voleva lui per primo chiarire la situazione.
E se questo nemmeno sa chi sia suo padre?! Vorrei sapere come abbia fatto Sulas a risalire a lui.
No perché se ha avuto una soffiata significa che la famiglia di questo fratellastro sapeva e non si sono fatti avanti prima.

Body,
io ho le mie convinzioni. Non sono Dio (per chi ci crede), quindi posso sbagliare.
A me non torna la dinamica del delitto e ho molti dubbi sul fatto che l'assassino sia Bossetti.
Detto questo, per quanto mi riguarda egli è figlio di Guerinoni e su questo non ci piove. Almeno per me, ripeto.

gugly ha detto...

Sempio non ha acconsentito, gli è stato prelevato a sua insaputa come noto.

Ma perchè tante resistenze? E' stata fatta un'ipotesi molto importante, che vada verificata! Peraltro è stata detta in una trasmissione che vista potenzialmente da chiunque, inquirenti e magari pure il soggetto in questione...e se scappa? Bisogna agire immediatamente e togliere ogni dubbio.

O no?

antrag ha detto...

Ulisse & Diomede insieme nell'inferno dantesco.
Maria & gugly insieme nel blog.
?

Maria ha detto...

Pensavo di no. Io di Sempio ho visto solo un'intervista di Nuzzi in cui era tranquillo e aveva fornito le spiegazioni del caso, pensavo avesse lui per primo voluto chiarire la questione dna. Non ho letto gli articoli sul web, vivendo all'estero leggo solo notizie dei casi che mi interessano e la Poggi ha già avuto giustizia, a mio modesto parere. Errore mio.
Resistenze di chi? Vedremo cosa farà la difesa.

gugly ha detto...

http://it.blastingnews.com/cronaca/2017/01/garlasco-legittimo-il-prelievo-del-dna-di-sempio-lo-dicono-gli-esperti-001412333.html

è avvenuto a sua insaputa, poi i legali di Stasi hanno fatto una conferenza stampa e il suo nome è diventato di pubblico dominio (anche se i legali dicono che il nome non lo hanno fatto loro).
Solo allora Stasi ha iniziato a difendersi anche in televisione.

Mi sembra strano che qui dentro non si leggano messaggi osannanti per un giornalista di solito apprezzato che ha indicato una pista precisa: un soggetto è stato individuato, a questo punto si facciano tutte le indagini del caso per fugare ogni dubbio; diversamente le affermazioni di Sulas che valore avrebbero?
La difesa è stata chiamata in causa, magari sarebbe utile un comunicato ufficiale.

Maria ha detto...

E dai alla difesa del tempo.
Magari ci stanno lavorando su.

Bruno ha detto...

Solamente se la corte accettasse la richiesta di Bossetti (rifare la prova del dna), la Giustizia italiana (con la G maiuscola) potrebbe salvarsi. Non accettare una richiesta, peraltro sacrosanta per uno che viene condannato alla pena di morte (in fin dei conti questa è stata la condanna verso Bossetti) sarebbe ritornare ai tempi della inquisizione e degli untori. Sulas è uno dei più seri giornalisti italiani, ah se fossero tutti così.

gugly ha detto...

Non è questo il punto.

Sulas ha affermato con una certa sicurezza che questo soggetto è stato individuato, quindi qualcuno ha già lavorato, altrimenti mica poteva fare l'annuncio, ti pare?
E' stato talmente sicuro che l'avv. Taormina si è sentito in dovere di dire "non perdiamo tempo, muoviamoci, ti aiuto io", e siccome Taormina ha un caratterino ma un bravo avvocato, se lo ha detto vuol dire che ci sono i presupposti per i passi necessari.

Ehi, ma dove sono tutti? Mi aspettavo soddisfazione per la notizia.


Maria ha detto...

Avrà lavorato da solo, che ti devo dire?
In realtà di fratellastri ne aveva scovati due, una donna e un uomo e lo disse già un mese e mezzo fa.
La difesa dovrà verificare, no? In questo senso ti dico di dargli tempo.
Se poi tu pensi che dietro l'annuncio di sulas ci sia la difesa, non so cosa dirti.
Sinceramente mi importa poco, basta che venga accettata una nuova perizia e chiariamo tutti i dubbi, altro che andare in giro per mezza Lombardia a fare test alle persone.

antrag ha detto...

Questa del fratellastro è un'ipotesi che accusa e corte avrebbero dovuto esplorare per prime.

Potrebbe costituire una "trappola" perché l'aspettativa che suscita potrebbe di colpo cancellare il cumulo di assurdità e superficialità che questo processo ha proposto giorno dopo giorno ai cittadini italiani.

Il fratellastro, se acconsente agli esami genetici, deve sicuramente avere un alibi ...

E poi un fratellastro non esclude un altro fratellastro e quest'ultimo non ne esclude un altro ancora e così via, visti i pittoreschi racconti che accusa e corte hanno ritenuti veri sul padre di tutti questi fratellastri.

gugly ha detto...

Io non so se ci sia la difesa, ribadisco che un annuncio del genere fatto in una trasmissione che arriva al grande pubblico a mio avviso costituisce un dato rilevante di cui l'autore si assume ogni responsabilità compresa quella di fornire alle autoritù competenti ogni elemento in suo possesso.


Poi, dato che del fratellastro e di teorie alternative si discetta con grande passione anche qui dentro mi stupisco di non leggere messaggi del tipo " Bravo Sulas! Era ora! Indagate!"

antrag ha detto...

gugly ci rimproveri perché non corrispondiamo all'immagine erronea che ti sei fatta di noi?

Non credi di stare ad esagerare?

Vanna ha detto...

Queste ultime notizie non ci sconvolgono più di tanto per molti motivi.
Intanto, per partire, antrag nota che: "Ulisse & Diomede insieme nell'inferno dantesco.
Maria & gugly insieme nel blog.
?"
Cosa che "i tre briganti e i tre somari" rimasti qui hanno notato.

Che MGB potesse avere "fratelli", "cugini", ampio parentame noi lo sapevamo, se si vuole insinuare che il "fratello" è con lui imparentato secondo la via di sangue guerinoniano, anche questo sarebbe scontato visto il successo dell'ei fu con le donne.

Quindi puntualizzare ciò che riporta Sulas è funzionale ad affermare che quel "fratello" condivide col nostro quel sangue, perché altrimenti riportarlo.
Inoltre tra le righe filtra sempre un'attenzione ostica verso la difesa...

Se poi chi lo riporta ha nostalgia del movimentato e annoso dialogo trascorso, i briganti e i somari rimasti non replicano poiché non ce n'è bisogno: niente è scontato in questo caso, anche il salvare capra e cavolo dall'onta e dalla vergogna di aver preso una grande tranvata, così in questo modo tutti insieme appassionatamente o a trovare un nuovo assassino oppure a liberare il B. Strategia scontata e promulgata da tempo da Gilberto che io condivido.

gugly ha detto...

Ragazzi, un giornalista che conosce molti dietro le quinte ha fatto un'affermazione molto importante, e lo ha detto ad un pubblico potenzialmente infinito, quindi è sicuro di quanto afferma.

Davvero la cosa non vi appare importante?

Maria ha detto...

Io non credo sia stato un suo fratellastro ancora in vita.
Mi baso su ciò che ho studiato io e ti dico che, come ho sempre scritto, secondo me questo era un assassino seriale.
Se fosse vivo avrebbe colpito di nuovo, scordati che se ne stia buono a casa a fare le parole crociate.
Per questo io sono convinta che non sia più in vita.
O, seconda ipotesi, non sia più in Italia. E francamente dubito in Europa.
L'errore è stato quello di concentrarsi troppo sul dna. Il dna è importante, ma qua manca la dinamica. E non tornano i tempi.
E men che meno il profilo psicologico.

Maria ha detto...

Io sono intervenuta oggi perché lavoravo e gugly ha postato una notizia interessante.
Non mi interessa intervenire per rispondere ad anonimi che sostengono che chi scrive qua non abbia un cavolo da fare.
Men che meno discutere con chi insulta, pere vanno ignorati.

gugly ha detto...

Ribadisco, Sulas ha detto una cosa precisa: " è stato individuato un fratellastro" quindi, da un certo punto di vista il vero colpevole, giusto?
Dando per scontato che quanto afferma il giornalista è vero, sono partite le procedure di riscontro? E' importante se serve a togliere un uomo dalla galera.

Sandro ha detto...

ma non è Gugly quella che si appiglia sempre a Sulas (che non è la difesa di MGB, né un utente di questo blog), per dare addosso a chi QUI scrive e legge?

ma non è la stessa Gugly (che in altri molto meno interessanti lidi telematici), sparava a zero sul dna prelevato a Sempio?

Mattiamola così:
- può essere interessante sapere che MGB abbia/possa avere altri fratellastri
---> ma nonostante questo, cosa capperi ci azzecca un R04 con MGB?

- può essere interessante sapere che MGB abbia/possa avere altri fratellastri
---> ma cosa centra questo con l'uso di kit scaduti / catene di conservazione e analisi rese inverificanili da mancanza di registrazioni, 13 differenti versioni per sostenere lo stesso risultatom e documentazioni conservate "a casaccio" ?

- può essere interessante sapere che MGB abbia/possa avere altri fratellastri
---> ma ciò non spiega né "l'assenza" di mitocondriale, né la sopravvivenza all'aperto per tre mesi nelle condizioni climatiche note

- può essere interessante sapere che MGB abbia/possa avere altri fratellastri
---> ma ciò non spiega la Hacking Team cosa abbia effettivamente fatto informaticamente, né tanto meno quel suo "modulo dna"

MA SOPRATTUTTO

- può essere interessante sapere che MGB abbia/possa avere altri fratellastri
---> ma ciò non toglie che per nulla interessanti siano -come al solito- le pallosette e reiterate acidule litanie di Gugly.

Provo seriamente più stima e più credibilità per "anonimo" che per Gugly... che almeno "anonimo" non cerca di fare i "giochini per frasi bello altrove",e dice le cosa pane al pane (il suo) e vino al vino (il suo).


Inoltre:
- dopo le pessime figuracce (non conoscere nemmeno la sentenza e sproloquiare) fatte da Gugly con Biologo su questo blog...
sinceramente: ma quale credibilità si può ancora dare a questo personaggio, altrove moderatore di forum?


Sandro



gugly ha detto...

Sandrino, Sandrino....ce l'hai con me per noti motivi ;-)

non deviare, cosa pensi della notizia data da Sulas? Se non fa parte della difesa quindi non è vero quanto afferma? Giusto per capire.

Povero Sandrino, in questo periodo non butta benissimo eh?

Dai, facci capire cosa pensi del giornalista che ha fatto un'affermazione importante, per lo meno dal suo punto di vista.

Maria ha detto...

Mica noi possiamo sapere se sono partite le procedure di riscontro!
Sulas non fa parte della difesa.
Non possiamo sapere se per la difesa quella del fratellastro è una pista già battuta e sterile.
Non trovi risposte qua, Salvagni non c'è.

gugly ha detto...

Ma il punto è proprio questo: perchè un giornalista si sente autorizzato a dare una notizia potenzialmente esplosiva? Perchè la fornisce lui?

Infine risposta seria a Sandro, che continua ad omaggiarmi di attenzioni che non merito: tutto l'elenco da te fatto espone alla solita domanda: perchè il sig. Bossetti va assolto? Per problemi nel merito o vizi di procedura?

La questione fratellastro paradossalmente implicherebbe che il dna è giusto, che entrambi sono figli del sig. Guerinoni (con buona pace di Gilberto), solo che hanno preso il figlio sbagliato, capite la pericolosità di un simile ragionamento? Non varrebbero più kit sbagliati e simili.

Pertanto ritengo che l'annuncio dato ieri debba essere valutato seriamente, tanto più se la difesa non ne è al corrente.

Ok? State sereni e buona giornata.

Maria ha detto...

La fornisce lui perché è un giornalista e fa il suo lavoro. Vive di notizie.
Autorizzato? Ripeto: è un giornalista.
Cosa ne sappiamo se ha fatto delle indagini da solo senza alcun coinvolgimento della difesa? Io credo sia così, la difesa non c'entra.
Ora ne sarà al corrente e vedremo.

Mik ha detto...

Non proprio Gugly. A mio parere, si sta cercando di evidenziare come la probabilità che in piccole comunità esistano persone con corredi genetici simili, non sia congruente con i calcoli biostatici proposti. Fosse vero, la certezza della coincidenza fra il dna di B. e quello di ignoto 1 potrebbe essere rimessa in discussione, a maggior ragione se le analisi svolte fossero realmente inficiate da qualunque ragione (degradazione, alleli sovranummerari etc. etc.). Il problema, é che si sta camminando su una lama di rasoio molto affilata. O per dirla con una battuta, in realtà Tarzan non é nato in Congo.

Mik

Dudu' ha detto...

Mik ha centrato il problema. Il calcolo é su traccia mista dove la vittima compare per un quantitativo del 40%, un altro 40% fú assegnato a ignoto1, MA come furono assegnati se é possibile ci sia un terzo contributore?
La paternità stessa di ignoto1 é pur sempre una provabilità, alta,ma provabile. Ipotesi :
Erano due fratelli nella traccia?

Certo che se le analisi evidenziano una contaminazione, che valore hanno tutti questi calcoli?

Nautilina ha detto...

Sono d'accordo con Mik.
Ha in parte ragione anche Gugly quando osserva: "La questione fratellastro paradossalmente implicherebbe che il dna è giusto, che entrambi sono figli del sig. Guerinoni (con buona pace di Gilberto), solo che hanno preso il figlio sbagliato, capite la pericolosità di un simile ragionamento? Non varrebbero più kit sbagliati e simili."
Ma se lei avesse ascoltato Salvagni recentemente, saprebbe già come la pensa.
Almeno in via ufficiale, perché se c'è dell'altro, lo sa soltanto il pool difensivo.

https://www.dailymotion.com/video/x5fq6j9_l-avvocato-e-l-ipotesi_creation

Ossia, la prima parte del ragionamento di Gugly è vera, però sono sbagliate le sue conclusioni.
Hanno preso il figlio sbagliato proprio perché le analisi sono state condotte in maniera non impeccabile, nemmeno per difetto totale dei responsabili: DNA ritrovato dopo tre mesi all'aperto e due o tre mesi in custodia, tracce miste, kit scaduti, contaminazione involontaria o voluta, etc. C'è solo l'imbarazzo della scelta...
E avrebbero sbagliato di poco, proprio perché fra l'omicida e Bossetti esisterebbe un grado di parentela o comunque di affinità genetica notevole.

In sostanza, o sbagliando di poco la profilazione oppure trovandosi per le mani materiale già contaminato, gli investigatori non sono arrivati a un pescatore di Posillipo o a uno jaeger tirolese, ma a un fratellastro inconsapevole di Ignoto 1 residente in zona.
Che poi Ignoto 1 sia quel tale individuato da Sulas, non è dato saperlo, magari non è lui, magari ce n'è un altro.

L'importante, come osserva Mik, è provare che lo scambio di persona sia possibile.

Poi trovo ragionevole l'ipotesi di Maria che l'omicida di Yara fosse un serial killer, e rimanendo a Brembate o nella bergamasca certo avrebbe colpito ancora.
Ma dal 2010 non sono più accaduti delitti paragonabili, tipo quello di Saur, la ragazza indiana trovata morta 'suicidata'. Almeno, a me non mi risulta.
Può darsi allora che il killer sia davvero morto oppure si trovi all'estero.
Ho spesso pensato che l'omicida fosse un lavoratore provvisorio; quel tragico venerdì era l'ultimo del mese, forse l'uomo aveva terminato il lavoro a Brembate e per quello non si sarebbe dato pensiero di nascondere il corpo, l'ha abbandonato in quel campo (che conosceva) e se n'è andato.

Questa ipotesi del forestiero di passaggio però esclude il depistaggio, che invece sembrerebbe essere stato attuato sul corpo della povera Yara per via di tanti particolari: il reggiseno che cambia colore ed è risparmiato dal taglio, le scarpe infilate ma slacciate, gli abiti troppo in ordine per un'aggressione sessuale, capelli spezzati, peli, piume di polli, polvere di calce, sferette, fibre multicolori anche sotto i vestiti, nonché la maglietta risparmiata dai tagli e il sangue sulle calze... E per completare l'opera, anche qualche DNA, ma poca roba, appena quanto basta, perché metterne di più sarebbe stato sospetto e non avrebbe ricondotto al 26 novembre (per quello serviva la traccia innocua della maestra di ginnastica sul polsino).
Non c'è che dire, o Yara non è morta lì nel modo che descrivono, oppure è stato fatto un ottimo lavoro per confondere le indagini.
E penso pure che Yara potrebbe essere stata messa in quel campo dopo il 26 novembre, perché niente prova che sia morta in quel punto (anzi, è piuttosto inverosimile).
Anche il ritrovamento dopo tre mesi esatti dalla scomparsa è poco credibile sia avvenuto per puro caso.
Già tre coincidenze in fila sono troppe, qui ce ne sono decine.

Sandro ha detto...

dal: 9 giugno 2017 09:31:00 CEST
al 9: giugno 2017 13:43:00 CEST (meno di una mattinata!!!):

ben 9 ripetitivi messaggi, tutti egualmente dello stesso inutile tenore: "Sulas ha detto che... e allora voi? e allora la difesa?".

sarà la stessa acida utente che altrove (sempre a proposito del "fratellastro" che qui adesso tanto mena e rimena) scrive:
"P.s. ma poi il punto è uno solo (e oramai lo sanno tutti): la teoria del fratellastro non è farina del sacco del povero Capra, è una roba presa online e nata come idea di qualcuno che ha evidentemente molto tempo a disposizione per giocare coi numeri (ha iniziato con i codici fiscali) perchè ci gioca da anni, adesso premiano la sua tenacia e gli prendono l'idea, ma mica per altro, mera disperazione."
[Messaggioda gugly » 29/04/2017, 12:42 ]

Sandro

Sandro ha detto...

@Nautilina,

il ragionamento (sic) proposto da gugly ["La questione fratellastro paradossalmente implicherebbe che il dna è giusto, che entrambi sono figli del sig. Guerinoni (con buona pace di Gilberto), solo che hanno preso il figlio sbagliato, capite la pericolosità di un simile ragionamento? Non varrebbero più kit sbagliati e simili." -citaz.]
è profondamente errato.
Lo usa solo ed esclusivamente in chiave accusatoria e denigratoria.

MGB di fratellastri ne può avere centomila, che nessuno di questi spiega le deficienze commesse (kit scaduti etc etc etc).
E proprio in virtù che uno o diecimila fratelli non ovviano e non possono ovviare a tutte quelle forzate deficienze (col top delle 13 differenti versioni per sostenere una unica cosa a conti che non tornano), il problema al limite si sposterebba dall'accusare un innocente e ad accusare uno che (facilmente, visti i presupposti d deficitari di quelle indagini) sarebbe innocente anche lui.

Non ci cascare. è il solito giochino dell'acidula repressa: buttare esche al solo fine di poi prendersela con la "difesa", a prescindere.

Sandra

Anonimo ha detto...

Penso stiate facendo una gran confusione.
Ho letto che il "fratellastro", già rintracciato, sarebbe una "fratellastra", insomma, una donna, nata da una sedicente amante di Guerinone, e data in adozione subito dopo la nascita, ad un amica della madre naturale.
CHE DELUSIONE!!!
Ammesso e non concesso che il fatto fosse vero e che il povero G. Guerinoni (pace all'anima sua) sia davvero stato quello speciale "gallo" dispensatore di paternità, in un infinito pollaio della valle.
Favoline da medioevo!
Eppure restano, sempre imperterriti I TRE BRIGANTI ED I TRE SOMARI, SULLA VIA LONGA LONGA....del sogno di una notte...di metà giugno.
Body

Sandro ha detto...

adesso adesso, a Pomeriggio sera - canale 5- han fatto vedere il video del giubbino che era sul corpo di Yara.

- nessun taglio.
- nessuna macchia di sangue.
- nessun segno di roditori o altra fauna.
- nemmeno sporco come dovrebbe essere dopo 3 mesi all'aperto.

-Completamente differente dallo stato in cui era la sottostante maglietta (intrisa di sangue, con tagli e lacerazioni dovute ad arma bianca e roditori).


Le fanfaluccate delle Procura (video tarocchi a spese dei soldi degli italiani, oltre che ai dna "interpretati alla bisogna", sempre a spese degli italiani): è solo ed esclusivamente fango!

fango che tiene in galera un innocente!

Sandro

Mik ha detto...

Body,
a me piacerebbe fosse fatta una perizia super partes. Dopodiché, visto che in Italia non esiste banca dati dna degna di questo nome, in che modo sono stati eseguiti i calcoli biostatici? Ed ancora: ma quanto é servita questa indagine a far capire al Popolo quanto sarebbe importante avere una ampia base dati? Non so se Bossetti sia un assassino o meno, ma quando si fa "X" per ottenere non solo "Y", ma il resto dell'alfabeto, si fanno pasticci.

Mik

antrag ha detto...

"Ammesso e non concesso che il fatto fosse vero e che il povero G. Guerinoni (pace all'anima sua) sia davvero stato quello speciale "gallo" dispensatore di paternità, in un infinito pollaio della valle."

Questo è un periodo sospeso che ruba solo spazio al blog.
E' di Body che chiama altri SOMARI.

antrag ha detto...

gugly sembra ossessionata.
Maria! cosa ne pensi?

Nautilina ha detto...

Sandro,
però dipende da quanto sono grandi l'errore e l'inaffidabilità delle tracce, se l'errore è minimo, se risiede in gran parte nel DNA materno e se il procedimento di analisi nell'insieme regge (?) l'ipotesi del fratellastro ci sta abbastanza.
Chiaro che le falle potrebbero portare per sbaglio anche alla paternità guerinoniana, ma mi sembra che invece la difesa non intenda demolire subito quell'assunto, puntando in prima battuta su errori nella profilazione materna per via del mitocondriale mancante e di quel profilo R0a.
Vedremo cosa sosterranno in appello, presto lo sapremo.

Quanto al fratellastro, nemmeno io ci ho mai creduto tanto, ma mi sa che è una delle piste scelte dalla difesa, almeno da quanto rivelano Salvagni e Denti (e perfino Capra non smentisce).

Poi la verità potrebbe stare altrove e non potersi dire.


@ Body
I fratelli naturali noti di Bossetti secondo Sulas sono due, un maschio e una femmina. La bambina fu data in adozione, il maschio non so, ma credo finì in un istituto per trovatelli, se non ricordo male (vecchie voci messe presto a tacere).
Tu hai qualche fonte attendibile? Che non sia Giallo però.

Per i numeri che stai dando con tanta insistenza, mi sa che devi migliorare un po' nei conticini, i somari ultimamente sono cresciuti, son diventati più di tre, direi almeno quattro me compresa.
E con te stesso fanno cinque, se non vuoi metterti nell'altra categoria che comincia con la B.
Devi impegnarti di più in aritmetica, è un consiglio spassionato e amichevole di un'anziana signora disinteressata.

Maria ha detto...

Gugly la vive come una battaglia personale. Vuole arrivare al punto (al giorno) in cui le verrà detto "Avevi ragione tu".
È mossa da nobili sentimenti quali la pietà nei confronti di una ragazza brutalmente uccisa. È una buona fondamentalmente. Certo, tutti i suoi commenti di oggi sono ironici. Sta provocando, ma lo sa anche lei.
Anonimo invece riversa in questo blog un livore nei confronti di Bossetti tale da farmi sicuramente propendere per un quadro di insicurezzea personale che ha ben altra natura e origine.


Wolf ha detto...

Per chi si è perso questa puntata, segnalo il video dove Sulas parla del fratellastro e della giacca.

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/caso-yara-nuovi-dettagli-sul-fratellastro-segreto-di-bossetti_3076038-201702a.shtml

Bruno ha detto...

Ho appena visto il video, credo che in appello ci saranno fuochi di artificio. Se a Bossetti la corte non gli accetta la nuova perizia super partes siamo peggio che nel medio evo.

Anonimo ha detto...

Hahahahahahahah le balle della mammina a quarto grado sono uno show, va bè che cerca di difendere se stessa e il suo fanciullo e trovare qualcosa da sborsare alle iene della difesa ma sostenere di non essere bugiarda è oltre la misura.
Usate la fantasia per immaginare i fuochi d'artificio.

Sandro ha detto...

@Nautilina
scrivi: "Sandro,
però dipende da quanto sono grandi l'errore e l'inaffidabilità delle tracce, se l'errore è minimo, se risiede in gran parte nel DNA materno e se il procedimento di analisi nell'insieme regge (?) l'ipotesi del fratellastro ci sta abbastanza. " [cit.]

cioè... vuoi dire che adesso basta che un dna sia "simile" ?

a) un dna senza ulteriori prove di contorno (e qui non solo non ce ne è, ma è pure completamente errata l'invenzione dei 3 mesi morta nel campo. Guardati il video del giubbino, e ti diventa subito lampante), è comunque abbastanza vuoto giuridicamente parlando, visto che in sé non indica né il quando né il come.


b) un dna di cui oplà "scompare" lo scomodo mitocondriale, e sopravvive il comodo nucleare, poi... un dna che a volte "è poco e mescolato che non si capisce" e a volte " tantitissimo, bellissimo, identificabilissimo, issimo issimo issimo"?
parli di quel dna?

c) Però un dna invece, può indicare UN chi (dico può, perché dipende dallo stato di conservazione... e anche in questo caso, marciamo assai male; e dico può perché dipende da come fai le analisi... si consigliano kit di reagenti scaduti, che pare siano il the best, non plus ultra, eh!!! mi raccomando!)

MA IN OGNI CASO:
anche ammettendo le stranezze e il miglior funzionamento post data di scadenza (e indicazioni di non usarli scaduti da parte delle case produttrici), resta immutato che ci deve essere una corrispondenza tra due campioni per dire mister x è il signor xyz.
Non è in alcun modo possibile sostenere una roba così dicendo invece: "beh, ma dai, i due campioni si assomigliano abbastanza". no, no, no.
una corrispondenza è una corrispondenza. una differenze è una differenza. ed un errore è un errore. non è minimo o massimo, quando si parla di "deve essere uguale per num°x loci etc", o è uguale o non lo è.

Sarebbe come dire che siccome le mie impronte digitali (esempio per assurdo) assomigliano a quelle di Richard Gere, allora lui o me, per quelli di Hollywood va bin li stess l'uno o l'altro da scritturare per un film. nah.

Ma anche ammettendo buono l'errato presupposto "vabbè, dai, sono molto simili...": ma sto benedetto R0a?
che facciamo? ce lo dimentichiamo, perché alla procura e ai periti di parte procura e ai giudici di I grado, viene comodo così?

Con questo non voglio dire che un fratellastro di MGB non possa esistere, né magari non possa essere lui il colpevole.
Ma è una cosa che non centra proprio nulla come MGB accusato e condannato.
Perché MGB lo hanno accusato e condannato su presupposti tutti indefiniti e pure sbagliati (vedasi il giubbottino a video, per aver subito chiara la fotografia dell'errore principale reiterato).
E comuqnue se (SE) il fartellastro avesse un dna uguale a quello di ignoto1 (dunque con R0a), non sposterebbe nulla del fatto che se il dna di ignoto1 corrisponde a quello di "fartellastro", NON può al tempo stesso corrispondere a quello di MGB.
Ma... ma, oibò.... fior fior di periti di parte ci ha raccontato - con ben 13 differenti versioni ed interpretazioni- che quel dna di ignoto1 è proprio identico a quello di MGB (eccetto che per il mitocondriale, ma vabbè dai, che vuoi che sia rispetto a mettere qualcuno in galera, eh!)...

Il dito e la luna, il dito e la luna. "l'errore" sta a monte. fino a che non si comprende bene, molto bene, questo.... si rischia solo di colpevolizzare un nome nuovo ma sempre a partire da un lavoro investigativo e peritale pessimo e da buttar via in toto.

Sandro

Bruno ha detto...

La famiglia Gambirasio si è lavata le mani come a Pilato. Non hanno voluto far fare una nuova perizia richiesta da Bossetti. E questa sarebbe la giustizia che hanno chiesto per la loro piccola Yara. In questo modo la stanno uccidendo un altra volta.

MAGICA ha detto...

ho visto la foto del padre biologico di BOSSETTI -
ho notato la somiglianza abbastanza marcata fra giovanni bossetti e giuseppe guerinoni-
non è che le cornA siano STATE di vecchia data ? cioè che i due padri, uno vero ed uno supposto , fossero fratellastri SENZA SAPERLO? avendo in comune una parte di D.N.A.?
MAGARI GUERINONI è LO ZIO DI MASSIMO E NON IL PADRE?

Bruno ha detto...

@Magica, anche questo tuo intervento è interessante.

Nautilina ha detto...

Sandro ha detto...

@Nautilina
scrivi: "Sandro,
però dipende da quanto sono grandi l'errore e l'inaffidabilità delle tracce, se l'errore è minimo, se risiede in gran parte nel DNA materno e se il procedimento di analisi nell'insieme regge (?) l'ipotesi del fratellastro ci sta abbastanza. " [cit.]

cioè... vuoi dire che adesso basta che un dna sia "simile" ?

No, per chi ha eseguito l' analisi i due dna sono identici, Ignoto 1 = Bossetti.
Come Biologo ha spiegato diverse volte, i tredici marcatori confrontati potrebbero essere uguali pur appartenendo a due uomini diversi, e addirittura in casi rarissimi(immagino) anche essendo figli di due padri e madri diverse perché ogni genitore cede al figlio solo la metà dei propri alleli. Quindi le combinazioni sono tantissime, ma in un territorio dove le affinità genetiche sono molto forti la probabilità di confusione fra due individui sale parecchio.
Infatti mi pare che tra PPG e MGB ci sia una notevole affinità, almeno a livello paterno.
Poi si aggiunge l'assenza del mitocondriale o meglio la presenza di un mitocondriale diverso, oltretutto in quantità esigua che non torna con i tempi di decadimento del materiale genetico.
Basterebbe un solo allele differente per indicare una madre diversa da Ester Arzuffi, penso che la difesa intenda questo.
Non sono genetista e lo ripeto sempre, non ho idea di come si facciano le analisi del DNA. Non so se esistano passaggi tecnici delicati in cui uno sbaglio è possibile, tenderei solo a escludere che i RIS abbiano commesso errori gravi e specialmente in malafede.
Insomma potrebbero aver fatto un'identificazione sbagliata, senza per questo intaccare la validità della sequenza o come si chiama.

Parliamoci chiaro, la penso come te sul fatto che quel DNA non doveva neppure essere accettato come prova. Ma intanto l'hanno fatto.
E oggi, prelevare campioni a fratellastri o nuovi sospetti temo che non porterà lontano se il materiale di confronto rimarrà sempre quello estratto nel 2011, con tutti i suoi limiti.
Bisognerebbe rifare tutto da capo! Ma si potrà? Questo credo sia il problema principale della difesa e non è da poco.
Qualcuno addirittura sta già dicendo che la perizia difficilmente sarà concessa, che la procura generale di Brescia è contraria.
Sarebbe gravissimo, però mi chiedo (con un po' di angoscia) cosa ha in serbo la difesa in caso di diniego della perizia.

PINO ha detto...

NAUTILINA
Ct)"Qualcuno addirittura sta già dicendo che la perizia difficilmente sarà concessa, che la procura generale di Brescia è contraria.
Sarebbe gravissimo, però mi chiedo (con un po' di angoscia) cosa ha in serbo la difesa in caso di diniego della perizia.


Infatti, ieri sera a "QG", il giornalista Turlese, piazzato davanti alla Procura di Bergamo, su richiesta di Nuzzi, dichiarava che difficilmente i giudici del processo d'appello concederanno una ripetizione delle analisi biologiche, che, si prevede, saranno incluse nelle richieste che la difesa avrebbe preparato per la Corte.
Rifiuto giusto o meno non saprei, non conoscendo gli estremi sui quali i giudici e la giurisprudenza basino le proprie decisioni.
A questo punto, alla difesa resterebbe, unica ed efficace soluzione, la demolizione totale, con prove scientificamente incontestabili, del dna di "ignoto1".
Ciao.

Vanna ha detto...

"Anonimo MAGICA ha detto...
ho visto la foto del padre biologico di BOSSETTI -
ho notato la somiglianza abbastanza marcata fra giovanni bossetti e giuseppe guerinoni-
non è che le cornA siano STATE di vecchia data ? cioè che i due padri, uno vero ed uno supposto , fossero fratellastri SENZA SAPERLO? avendo in comune una parte di D.N.A.?
MAGARI GUERINONI è LO ZIO DI MASSIMO E NON IL PADRE?

9 giugno 2017 22:53:00 CEST"

MAGICA!
Sapessi quante volte l'ho pensato anche io, ma non mi sono mai "attaccata" alle somiglianze poiché spesso derivano dai nonni.
Ora che lo dici tu, per prima, mi complimento con te e mi associo: in questo caso-territorio tutto è possibile.
Bruno,
anche secondo me la famiglia Gambi.ha avuto un comportamento "pilatiano" e loro consulente Portera ha ribadito che nuove analisi non di devono fare: chissà perché.

Bruno ha detto...

Un probabile innocente condannato all'ergastolo per una lavata di mani. Incredibile, ma dove viviamo in ....Italia ? Per chi vuole intendere in questo blog non si sta difendendo un Bossetti qualsiasi ma la Giustizia ed anche un qualsiasi italiano che potrebbe finire sotto i ferri arruginiti di una giustizia. Il caposaldo di tutto innocente o colpevole è rifare una nuova perizia o sarà la fine per Bossetti e non solo per lui. Chi potrebbe avere autorità ad "imporre" alla nuova corte l'accettazione della nuova perizia super partes. (?) il presidente della repubblica?

Bruno ha detto...

Guardando il video della cattura, mi viene da ridere nel pensare al tentativo di fuga di Bossetti circondato da trenta agenti. Neppure i più grandi capi mafia hanno avuto un simile onore.
Bossetti faceva solo pena, li sopra con i piedi a mollo nel cemento non sapeva cosa fare. Ma lo vedete che fa pena altro che tentativo di fuga, è evidente che qualcuno voleva atteggiarsi ad eroe salvatore della patria che è riuscito a catturare il più grande criminale che la storia italiana ricordi mentre cercava di scappare.

antrag ha detto...

La famiglia della vittima ?
Non solo un comportamento "pilatiano", viste le pretese della parte civile ma, per giunta, quasi per nulla interessato alla verità dei fatti ...

Solo l'immenso dolore potrebbe giustificare una cosa cos+!

Sandro ha detto...

Re: Il Processo Bossetti
Cita
----------
Messaggio da mr.white » ieri, 21:44
Sto seguendo Ester, in diretta!
E' come sparare sulla Croce Rossa, non dovrebbero intervistarla. A parte il look, meticolosamente scelto , si tradisce anche, al primo ingresso dai Carabinieri.
Per chi fosse mosso a compassione (qualche cieco o sordomuto): anche il terzo figlio non è di Bossetti senior...


gugly
Messaggio da gugly » ieri, 21:56
Da non credere: tutte trasparenti e con smalto celeste coordinato, soprattutto totalmente ingestibili.


mr.white
Messaggio da mr.white » ieri, 22:09
Ah, ha un giro d'accavallamento gambe "allegro andante, con brio" S'è contenuta però, ha solo i jeans... stretch.

-------------------

pruriginosi proprio come "anonimo" certi nick coi loro "approfondimenti" (sic!).

NOTA:
così, eh.
giusto per ricordare ai lettori con chi si ha a che fare quando vengono qui a sbrodolare la loro misera e miserevole acidità.

Sandro

Maria ha detto...

Che pena.

magica ha detto...

a vote si legge che ci sono persone che vanno in tv per farsi vedere quanto sei interessante . anche ame non è piaciuta la sorella , infine si andava in tv per aiutare il fratello , ( mi pare che la situazione sia gravissima , perchè massimo rischia l'ergastolo :da innocente o secondo loro colpevole.
x me . bisognava essere dignitosi, non trascurati . pero' conciata cosi' come essere in vacanza : senza preoccupazioni .
almeno per non stuzzicare le malelingue infatti è successo .

Bruno ha detto...

@Magica, io le ho visto sotto occhi diversi. Stanno solo cercando di difendere il loro congiunto. E secondo te come dovevano venire vestire con un saio da frate. Queste due donne hanno e vivono un enorme dolore. troppo facile criticare guardando da fuori, proviamo a guardare la tv da dentro come a Bossetti.

Maria ha detto...

È una bella signora, fa bene a curarsi e a mettere su il vestito buono.
La sorella che ha fatto? Non ha quasi parlato. Mi sono persa qualcosa...
A me spiace vederla in difficoltà, ma gli avvocati perché non le consigliano di lasciar perdere con la storia del ginecologo? Tanto non cambia nulla, a nessuno deve interessare come e quando è stato concepito il figlio.
Non è questo il punto.

Sandro ha detto...

Lasciando da parte le gossipare acide e la loro inutile cerchia di utenti sessisti, torniamo a ragionare su qualcosa di più interessante.

Da un lato abbiamo un delitto che le indagini sono così riuscite a ricostruire (sic):
1- ignota l'ora precisa di Y sia uscita dalla palestra
2- ignoto se Y sia uscita dalla palestra sola o accompagnata (né se dalla palestra sia proprio uscita)
3- ignoto se Y, sul mezzo con cui è arrivata al campo di Chignolo, ci sia salita volontariamente o costretta con l'inganno oppure la forza
4- MGB era in zona palestra in un orario "compatibile" (sic!!!)... ma compatibile con cosa, visto che è ignoto quando Y avrebbe lasciato la palestra???!!!

EPPURE:
eppure, fonte procura e processo I grado, "sappiamo" (sic!!!) che:
1- Y uscita dalla palestra finì volente o nolente sul furgone di MGB che immediatamente la portò al campo di Chignolo, dove, sempre nell'immediatezza del momento, la colpì ripetutamente e la lasciò seduta stante in quel campo, ferita, a morire
2- che Y venne abbandonata in quel campo in concomitanza col delitto; delitto avvenuto pressoché contestualmente al suo "rapimento", e che da lì il corpo non venne mai né mosso né avvistato fino alla scoperta circa 3 mesi dopo
3- che dunque Y al momento della morte indossava quel giubbotto

MA... ma... ma...
1- Ma il video del giubbino ci dice tutta un'altra storia.
- niente che lo possa far pensare per 3 mesi alle intemperie, per terra.
- niente tagli
- niente tagli in corrispondenza delle ferite
- niente intervento della fauna (roditori principalmente)
- niente tracce di sangue dove avrebbero dovuto essercene dato lo stato sia del corpo della vittima, sia della maglietta che aveva sul corpo martoriato, ridotta malissimo per intervento di roditori, ferite, sporcizia e sangue.

Quindi:
a) il giubbino non stette 3 mesi all'aperto
b) non era indosso a Y al momento delle ferite del delitto, né nel post immediato del delitto, ma le venne messo indosso tempo dopo la sua morte già avvenuta [NdA: magari per occultarne il più possibile le condizioni durante il trasporto fino a quel campo ?].

COME:
- Come si conciliano questi dati con la versione (già particolarmente vaga) della Procura?
- E come simili dati possono essere cuciti addosso ad un MGB "colpevole"(sic) secondo la ben differente versione portata a suo carico in tribunale ?

Sandro

gugly ha detto...

Povero Sandro, ridotto a inseguire e sbirciare come un bambino dispettoso...ciaooooo

gugly ha detto...

Davvero, povero Sandro, fa proprio pena!

Anonimo ha detto...

Che b tentava di darsi alla fuga è evidente e lo ha ammesso anche lui: "Ho visto i carabinieri dal ponteggio, da sopra, da sotto. Ho avuto paura di essere portato via come uno spacciatore di droga".
Figuriamoci, raccontatevi le favole tutti assieme, i tuoi parenti e qualche villano fedele sostenitore della tua estraneità alla vicenda, basta con queste fesserie.

Vanna ha detto...

La signora Ester l'ho vista curata, decisa, diretta!
E mi piace. come parla e come replica, la figlia è diversa.
Se pure si fossero vestite col saio tanto qualcuno le avrebbe comunque criticate.

Sandro sei straordinario!
La tua ricostruzione è logica in ogni punto perché ripete sempre ciò che non è andato e che è bene ripetere.

I vari anonimi sono sempre la stessa persona che si veste ogni tanto di nomi pittoreschi tipo "Body"...non contano un fico secco sanno solo ripetere giudizi triti e ritriti sempre uguali su lui, la moglie, la madre. Che noia: non hanno manco un pizzico di fantasia.

Anonimo ha detto...

Non renderti anche ridicola Vanna, perchè sei tu ad essere scarsa della più puerile fantasia; sempre pronta SOLO a CONDIVIDERE O APPROVARE le rifritture degli altri.
Rinsavisciti, per tuo stesso amor proprio.
Body

magica ha detto...

beh concordo il parte con SANDRO,
LE SIGNORE ERANO EUFORICHE .e spigliate .
l'arsuffi ieri sera ha detto che i rapporti con la nuora sono cambiati, la nuora la considera fedigrafa con guerinoni , mi chideo : erano bufale le notti della nuora in hotel con 2 uomini? perchè mi pare che siano anoora peggio I SUOI COMPORTAMENTI se ESTER avesse fatto una scappatella con guerinoni .
c'è qualcosa di ambiguo . la nuora è convinta che massimo sia di guerinoni?allota quel D.N.A.POTREBBE ESSERE VERITIERO?.
SE dovessero rifare il test e MASSIMO risulta figlio di guerinoni come suppone la moglie , perchè sostiene l'innocenza del marito?almeno ,ESTER continua con la tesi di massimo figlio del marito .INFATTI sentendo ESTER ieri sera..DIRE . che , non ruisciva a rimanere incinta ,(IL PRIMO FIGLIO LO AVEVA PERSO) non penso che avere una relazione extra ti porti a volere una gravidanza . GUERININI disse ALL'AMICO che aveva un rimorso, perhè aveva lasciato una donna con UN bambino suo.. ESTER era talmente in combutta con l'amante da volere un figlio da lui? , poi lui si rammarica d'avere un figlio illegittimo .
non è ESTER LA MADRE DI IGNOTO UNO .

Maria ha detto...

Insomma Magica,
Ester non ha detto che i figli sono del marito, addirittura ha parlato anche di Fabio, dicendo che sarà capitata la stessa cosa con lui (riferendosi al ginecologo).
Laura ha raccontato di aver un buon rapporto con la Poli, moglie del Guerinoni, e la sorella dello stesso.
Se non fosse convinta di essere filgia di Guerinoni, sarebbe andata a conoscerle?
Mi pare che la famiglia non metta più in discussione la paternità, sostengono però l'innocenza di Massimo. Marita non crede all'ipotesi "ginecologo", ma pensa che Ester sia andata a letto con Guerinoni.
Anche se figlio di Guerinoni, non è detto sia lui Ignoto 1. Infatti la madre sarà un'altra.

Bruno ha detto...

Basterebbe che la corte ordinasse una nuova perizia super partes e si risolverebbe il dilemma.

Sandro ha detto...

---part I---
@gugly
scrive: "Povero Sandro, ridotto a inseguire e sbirciare come un bambino dispettoso...ciaooooo" [cit.]

Di fronte alla tua ennesima figuraccia sgamata (ma il nick Mr.White, vince in questo caso. tu gli hai dato "solo"(sic) dato manforte), è tutto qui come sai rispondere?
Con una frasetta presa di pacco dall'asilo?
Complimenti.
Contenta te... piegati in due dalle risate noi.

------Part II----
@Magica/others
ma guardate che una persona può andare a letto con chi vuole (tra maggiorenni only, ovvio).
Pure con più persone assieme.
Può farlo sia da scapolo/nubile, sia da sposato/a.
Può andar a letto con gente del sesso opposto o del suo stesso genere.

Da quando in qua sarebbe reato o roba degna di salir in cattedra a pontificarci sopra da parte di altri?
Lasciate tale compito ai beghini, ai repressi invidiosi (che si vergognano ad esternare che dentro gli rode di non essere liberi manco nella propria personale sfera sessuale) e ai preti.

Di anormale nella vita: c'è solo la castità.
(e le scopate tristi alla "non lo fo per piacer mio, ma per dare un figlio a dio").


Ma poi, ed è di nuovo e sempre il punto da tener focalizzato (anziché farsi distrarre dai pruriti di alcuni per i"jeans... stretch" [cit.] o lo "smalto celeste coordinato" [cit.]:
- che centrano notti infuocate di sesso con chicchesia, con l'uso di kit scaduti?
- che centrano notti infuocate di sesso con chicchesia, con analisi non filmate, senza parti a verificarle, archiviate un po' di qua e un po' di là, etc etc?
- che centrano notti infuocate di sesso con chicchesia, con il "modulo dna" e "on_etilometro" dell'HT ?

- che centrano notti infuocate di sesso con chicchesia, con un giubbino intonso su un cadavere pieno di tagli e sangue, abbandonato per 3 mesi all'aperto tra sole, vento, pioggia e neve?

- che centrano notti infuocate di sesso con chicchesia, con un R0a che l'imputato non ha?

NON fatevi distrarre dalle infantili acidule beghinate di alcune/i.
Non partecipate al loro misero, represso e molto servile giochino.

Sandro

Anonimo ha detto...

Appunto perchè vanno a letto con cani e porci è successo sto casino.
Mannaggia, i bergamaschi sono tutti ignoranti come capre.

Anonimo ha detto...

Quasi tutti, mi scuso con la minoranza di bergamaschi per bene.
La moglie frequenta "alberghi" in compagnia di minimo due cornuti, la madre ha prole con g e con conosciuto dalla procura, b insidia ragazzine, y forse frequenta quarantenni, un vero bordello, non è una situazione normale, infatti è degenerata in un delitto, questo intendevo dire.

Anonimo ha detto...

per SANDRO
il sesso degli altri è l'ultimo dei miei pensieri . era solo per puntualizzare il discorso di M .. che se la prende con la suocera perchè ando' a letto con G..
gli da' fastidio questo fatto . perchè non pensa ai fatti suoi'? noi ne stiamo parlando , perchè questi fatti fanno parte del caso-.
sono di larghe vedute , ma fino d un certo punto , sappiamo che ognuno fa quello che crede,infatti lo fa .. non discuto i fatti, ma. posso almeno schifarmi un po?non siamo animali , dove a chi tocca tocca .basta che respiri .

Mik ha detto...


Temo che il tutto sia discretamente diverso da quanto é stato raccontato.

«Io e Fulvio - conferma Patrizio Locatelli - ci conosciamo da molto tempo, siamo compaesani. Dopo essere uscito dal carcere, l'ho incontrato casualmente e gli ho fatto le condoglianze. Lui mi ha abbracciato, dicendo di essere dispiaciuto che i media mi avessero coinvolto, a torto, nella vicenda di Yara. Tutto il resto sono fantasie».

Da: http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/367108_lopav/

Se si analizzano le cronache del 2.010, é abbastanza evidente come si sia creata una situazione diversa rispetto al passato, con vuoti di "potere" che, in un certo senso, andavano colmati. A lot of casualties.

Mik

magica ha detto...

invece anonimo è intelligente .
i bergamaschi sono ignoranti?i bergamaschi sono intelligenti perchè è un popolo che lavora e paga le tasse . forse non sanno chiaccherare come certi che si credono intelligenti, non sanno fare un cazzo , ma chiaccherare sono bravi ,
con le chiacchere non si va avanti nel progresso , oppure si va avanti se i bergamaschi producono e pagano le tasse , bravi lavoratori , pulizia e rigore-
.sono fortunati i chiaccheroni perchè hanno i bergamaschi che si sono inventati fabbriche e artigianato , non aspettano che qualcuno li metta su per loro . i chiaccheroni aspettano che il governo dia a loro un aiutino .

Anonimo ha detto...

Va bene Magica, i bergamaschi sono bravi perchè pagano le tasse, ci tengono alla pulizia, e non sono chiaccheroni ma purtroppo sono tutti figli di zoccola.

Sandro ha detto...

bravo MIK.
+1 !!!
è il solito vecchio discorso di quelli che, pur di accondiscendere ai loro morbosetti pruriti (invece di rivolgersi ad un buon psicologo), s'attaccano anche a distorcere le news pur di sguazzare nel fango a cui sono abituati a casa loro.

PS: notato la frasetta di anonimo "sono di larghe vedute , ma fino d un certo punto" [cit.].
ESATTAMENTE come il famoso "io non sono razzista, sono loro che sono negri"
LOL :)


Sandro

Anonimo ha detto...

E bravo mik con le solite balle, ma se l'azienda è risultata pulita perchè continuate a rompere i cosidetti.

Anonimo ha detto...

Sandro o chi c...o sei, perchè non vai a farti una...pompa serale di lingua italiana?
Ci stai lustrando i corbezzoli con le tue spropositate c.....e.
Perchè non te ne torni nei "quartieri" da dove sei sgusciato come un ratto?
Stai ammorbando questo spazio, mai caduto a tale livello, causa i tuoi dissacrati e dissacranti concetti da microscopico piazzaiolo.
Body
p.s. Hai mai pensato di fare analizzare IL TUO dna, prima di preoccuparti di quello degli altri?

Anonimo ha detto...

Maria ha detto...

A me spiace vederla in difficoltà, ma gli avvocati perché non le consigliano di lasciar perdere con la storia del ginecologo? Tanto non cambia nulla, a nessuno deve interessare come e quando è stato concepito il figlio.

Non è vero!, se ci fosse stata l'inseminazione artificiale, verrebbe meno la fondamentale ricostruzione dell'amico del Guerinoni - il Negroni - che primo e unico parlò della "tresca" fra la Ester e il Giuseppe G.

Angel

Mik ha detto...

Anonimo...ma dai. Non é importante che l'azienda sia risultata pulita.

Mik

Mik ha detto...

Mi sono sempre chiesto chi fosse il pazzo ad avere ucciso la figlia di un amico di Locatelli. Ma se Locatelli era in prigione...

Mik

Anonimo ha detto...

E quindi per te chi cavolo è stato ?, non ho capito.

Dudu' ha detto...

Angel
ha sottolineato un aspetto importante. "Solo" Negroni e nessun altro diede adito ad una "ipotesi...come mai?

Sandro,
Continua con i tuoi ragionamenti, ma non badare alle provocazioni... Aspettano solo che accendi il fuoco..non fare il loro gioco..grazie . (li conosciamo , non dargli corda, non vedono l'ora...).

gugly ha detto...

Chi sta facendo una figuraccia sei tu: hai questione personale con me e vuoi farlo sapere a tutti gli utenti,magari non interessa Luca eh...

Vanna ha detto...

Serena domenica a tutti.
"Anonimo Anonimo ha detto...
Non renderti anche ridicola Vanna, perchè sei tu ad essere scarsa della più puerile fantasia; sempre pronta SOLO a CONDIVIDERE O APPROVARE le rifritture degli altri.
Rinsavisciti, per tuo stesso amor proprio.
Body
10 giugno 2017 20:52:00 CEST"

lo riposto Body e te lo rimando al mittente vedi un po' dove puoi collocarlo.
Le mie fritture rifritte ti procurano acidità? C'è il bicarbonato cara, è molto efficace, io lo uso spesso CONDIVIDENDO e APPROVANDO ciò che mi piace, poiché le cose che tu e anonime-i postate sono veramente indigeste oltre che senza criterio.
Se poi vuoi provare a fare un dialogo sui massimi sistemi: sono qui, non provocarmi, ma non saresti in grado di CONDIVIDERE o APPROVARE tu, sempre pronta a ripetere la solita solfa contro la Bossetti family, compresi gli avvocati.

antrag ha detto...

Vanna condivide!
Ed io condivido Vanna.
C'è qualcosa che non va?

Gli anonimi dovrebbero essere espulsi dal momento che c'è la possibilità di usare un nomignolo a piacere.

Maria ha detto...

E cosa cambierebbe, ripeto, caro Angel?
Anche venisse meno la ricostruzione del testimone, i Bossetti rimangono sempre figli del Guerinoni.
Non è questo il punto, come ha ribadito Salvagni.
Il nodo da sciogliere è ignoto1=Massimo Bossetti.

Ivana ha detto...

Forse soprattutto per motivi economici comprensibilissimi, la signora Ester Arzuffi non ha seguito la linea della riservatezza che, a quanto parrebbe, era stata concordata, tempo fa, con l’avvocato Bonomo, almeno in base a quanto si legge nell’articolo del 17 febbraio 2017 di Giuliana Ubbiali: http://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/17_febbraio_18/mamma-bossetti-l-inseminazione-l-avvocato-errore-andare-tv-aa838630-f5ab-11e6-a891-35892eecc6d0.shtml

Personalmente, nulla da eccepire sia sulla presenza delle due donne a varie trasmissioni televisive sia riguardo all’"ipotesi ginecologo” da loro sostenuta; sono rimasta perplessa, invece, su questi punti:
1) il linguaggio non verbale della signora Arzuffi (che, nella puntata di venerdì scorso a Quarto Grado, calzava scarpe con tacchi che reputo vertiginosi e che a me sono apparsi non adeguati all’età anagrafica e alla situazione) mi lasciava stupita, ma capivo e capisco che ognuno/a può reagire al dolore in modo diverso e sorprendente;
2) la signora Laura Bossetti (che mi è apparsa adeguatamente curata nell’aspetto e figlia decisamente premurosa e solidale) su precisa domanda di Nuzzi ha sostenuto di aver subito aggressioni verbali e un’unica aggressione fisica (documentata da referti medici), ma, in base a quanto riferiva Nuzzi, le immagini delle telecamere non confermerebbero un simile episodio. Rimango, quindi, nel dubbio: come sarebbe avvenuta la dinamica dell’aggressione? Perché nei filmati delle telecamere non compaiono aggressori?

Anonimo ha detto...

Sono affermazioni che la sobria signora ha concepito scioccamente per trovare un modo di salvare il c... al fratello.
Non capiscono che ci vuole ben altro, credono di poter raccontare palle a noi e ai giudici, meschini.

Anonimo ha detto...

Documentata da referti medici che giurerei sono compatibili con una caduta accidentale secondo me, visto di chi stiamo parlando.

Sandro ha detto...

@Gugly
scrive:
"Chi sta facendo una figuraccia sei tu: hai questione personale con me e vuoi farlo sapere a tutti gli utenti,magari non interessa Luca eh..." [cit.]

a) ---"Luca"---
Luca? e chi sarebbe Luca?
Io no di sicuro.

Ma il semplice fatto che tu ti sia auto-convinta che io sia la persona "x" che viene comodo a te, anziché quella che semplicemente è: ossia una persona che si chiama "Sandro" e che "Sandro" si firma, è solo l'ennesima dimostrazione della tua spocchia di immotivato egocentrismo (ripeto, assai probabilmente dovuta ad un abbastanza manifesto senso di insoddisfazione di realizzazione di sé, che traspare di te da ogni tuo scritto).

Esattamente come per le ridicole figuracce che hai fatto con Biologo a proposito della sentenza (mettendo in mostra il tuo scarsissimo livello di conoscenza dei dati di cui ti picchi di parlare), così adesso altrettante ne fai con questa tua (solita) auto-invenzione di un'associazione di identità nei miei confronti, che non corrisponde al reale.

b)---"questione personale"---

Questione personale?
Nessuna questione personale.

A meno che per "questione personale", non si intenda la pecola che leggere un qualsiasi tuo (e di quelli come te) asilesco, acido e fazioso commento mi fa venire.


c)---Conclusione---
Il tuo proprio ma proprio immotivato auto-senso di auto-superiorità (da cui traspare psicologicamente palese "insoddisfazione personale, spocchia e servilismo"), anche stavolta ti ha portato a scrivere una cazzata (non che da te ci si potesse aspettare altro del resto).


Sandro

gugly ha detto...

Continua pure a fare la figuraccia che stai facendo. Ciao ciao Luca,ah scusa Sandro! Se hai coraggio vieni nell'altro spazio a discutere quanto si dice, diversamente rimani ridicolo e un piccolo rancoroso.

gugly ha detto...

P.s. possiamo sapere la tua vera identità Sandro? Grazie mille, immagino non avrai problemi vista la tua sicurezza.

Vanna ha detto...

Sandro-Luca pensa un po' a cosa si va ad attaccare ...a un nome, mica al contenuto del tuo esprimere.
No quello non si tocca, si sofferma sul nome.
Poverina, anche il lessico non è adeguato.
E la figuraccia la stai facendo tu, secondo il limite delle sue meningi, ti giudica: "ridicolo" e "rancoroso", da dove avrà capito che tu sia così?...
A me non sembra, chissà dove ha pescato 'ste qualità...ecco, ho capito!
Le ha prese proprio da lei stessa: ridicola e piccola rancorosa.

Mik ha detto...

Momentomomento! Fa caldo e ci si infiamma per un nonnulla!
Scrivo ancora un pensiero, ma piccolo eh, poi mi ritiro nel mio laboratorietto in cantina
che lì fa fresco. In risposta ad anonimo delle 3,45 che mi chiede "chi cavolo é stato", io
non posso saperlo. Ciò che affermo, con tutta la serenità possibile, é che dall'estate del
2.011 ci si é talmente concentrati sul dna da dimenticarsi bellamente di quanto e come il
tessuto sociale di Brembate fosse sin dal 2.010 in rapido cambiamento.
Vale a dire, si é dato per assodato che Ignoto 1 fosse "L'Assassino", facendo bere al popolo italiano che il DNA sia dotato di parola. Un poco come fosse l'unico testimone.
Un poco smemorato come testimone, questo dna, visto che interrogato in aula su dove avesse
nascosto il suo mtDNA, al pari delle compagne e insegnanti di Yara ha risposto "non mi ricordo". Il resto, le interviste a sorella e madre, ginecologi strambi, mogli fedifraghe e compagnia bella fanno parte di quel rumore di fondo che ha affossato inchiesta e processo.
Mi ritiro, augurando Buona Domenica.

Mik

Sandro ha detto...

@Gugly:
---forum---
grazie ma no.
In quel forumetto di claque di wanna-be, non sono mai stato interessato a scriverci, né ci ho mai scritto, né non mi interessa farlo ora o in futuro.
Ed è in base ai contenuti e a come la gente si rapporta con chi scrive, che seleziono i luoghi virtuali in cui partecipare, non certo in base al -da te citato- "coraggio" [cit.]
E quel forum (eccetto che per Valmont... usato moh un po' da specchietto per le allodole???!!!), per il concentrato sublimato delle spocchiose acide miserie che contiene e presenta: non ne vale minimamente lo sforzo.

---Luca---
So che nel film che ti sei auto-costruita in testa tutta da sola, come minimo per facciata pubblica, non cambierai idea, ma te lo ribadisco: non sono "Luca", non sono "mister x".
Non sono nessun altro che Sandro (come da firma).

PS: Ciò nonostante (visto che dal tuo scrivere si intende che ANCHE un a me ignoto "Luca" a te rivolge critiche (immagino facilmente e correttamente motivate): a lui non posso che esprimergli la mia più calda simpatia.

---cognome---
No. non puoi saperla mia "vera" identità (se per identità intendi il mio cognome, visto che il mio nome vero già ce l'hai: sta in calce ad ogni mio commento).
E non puoi per banalissimi motivi:
- non sei un pubblico ufficiale che mi sta controllando i documenti
- non so chi sei tu (una volta hai dato un cognome, ma... e chi lo sa se corrisponde al vero o non sia una balla come tante altre?)
- un cognome nulla aggiunge e nulla toglie alla sostanza e al contenuto delle parole che si scrivono
- non siamo all'asilo (per lo meno: non io)


Sandro

magica ha detto...

buongiorno
rispoNDO a IVANA al commento delle 10:30
secondo te LAURA sorella di massimo è in combutta con il pronto soccorso dell'ospedale .
a LAURA avevano messo il collare ( i collari si possono trovare al super mercato, oppure piu' logico in farmacia?
e l'occhio pesto se l'è procurato da sola ? tu dici che non ci sono telecamere che confermano l'aggressione ,
pero' alla dinamoca del rapimento della ragazzina . cosi' su due piedi , senza sapere che la ragazzina era in palestra , senza nessun contatto di cell . guarda un po' anche la' senza le telecamere , a quello ci credi vero? sei troppo di parte , un ragionamento vecchio stile ,sei salita sul carro dei potenti e credi che siano infallibili .

Ivana ha detto...

Magica, ho espresso soltanto dubbi in totale serenità e obiettività, come ho dubbi ANCHE sulla dinamica della scomparsa e della morte di Yara …
Non so come possa essere stata aggredita Laura Bossetti e non so perché nei filmati delle telecamere non si vedano gli aggressori.
Sono state manipolate le immagini? Da chi? Perché?
Laura Bossetti si è ferita cadendo accidentalmente e avrebbe inventato l’aggressione? Dove e come sarebbe caduta? Perché? Le ferite sarebbero compatibili, o no, con un’eventuale caduta accidentale? NON ho elementi sufficienti per dare alcuna ragionevole risposta a queste domande, per cui resto serenamente con i miei dubbi, senza salire sopra alcun “carro”.

magica ha detto...

solo sospettare che una persona possa inventarsi una situazione del genere , per quale motivo secondo te LAURA b avrebbe finto una aggressione? non credo centri con un omicidio
le prove cancellate? potrebbero averle cancellate gli aggressori . incazzati perchè la sorella crede il fratello innocente , mentre sono portati a credere nella colpevolezza , . e per primi dei vergognosi , falsari .
non tutti sono cosi'

Sandro ha detto...

...parafrasiamo che è meglio:

ho espresso soltanto dubbi in totale serenità e obiettività:

- Non so come possa essere stata aggredita Y.
- e non so perché nei filmati delle telecamere non si veda l'aggressore/i con Y
- Sono state manipolate le immagini? Da chi? Perché?
- Y sarebbe salita volontariamente su un furgone cassonato aperto ?
- il corpo di Y sarebbe stata davvero tre mesi all'addiaccio non visto e non toccato da nessuno, nonostante le condizioni del giubbino dicano tutt'altro ?
- Y quando sarebbe uscita dalla palestra? E da sola o con qualcuno ?
- Dove e come sarebbe salita sul furgone di MGB? e perché?
- Le ferite sul suo corpo e i tagli sulla maglietta, sarebbero compatibili, o no, con le condizioni del giubbino indossato?
- e l'R0a di cui MGB è privo, come si giustificano con l'assioma di ignoto1 = MGB ?

NON ho elementi sufficienti per dare alcuna ragionevole risposta a queste domande, per cui resto serenamente con i miei dubbi, senza salire sopra alcun “carro”...
ma soprattutto senza provare nemmeno alla lontana a difendere una persona messa in galera su basi così labili e dubbie.

ah. già. comunque, ovviamente, i dubbi sulla aggressione subita da L., sta sempre bene seminarli in giro.
si, insomma, suvvia dai: è quella che si chiama "equidistanza", no?

Sandro

Ivana ha detto...

Avevo già espresso, in tanti miei messaggi precedenti, sotto altri articoli, tutti i miei dubbi riguardo alla questione dell'"affidabilità" di quel determinato profilo genetico, come avevo espresso i vari dubbi sulla questione di quel mtDNA minoritario (su cui sono rimaste zone d'ombra e, come continuo a ribadire, spero venga fatta piena luce almeno durante il processo di secondo grado).

Leggendo questo vecchio articolo del 28 febbraio 2015 i miei dubbi restano tutti ANCHE riguardo alla (presunta? effettiva?) aggressione subita da Laura Bossetti.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/28/yara-gambirasio-procura-nessuna-aggressione-subita-dalla-sorella-bossetti/1463550/
A chi credere? A Laura Bossetti? Agli inquirenti?
Laura Bossetti potrebbe aver mentito per cercare visibilità, attenzione, compassione e, quindi, un qualche supporto per sé e soprattutto per il fratello?
Considerando la notevole esposizione mediatica del caso, le immagini delle telecamere avrebbero potuto essere manipolate da qualcuno con il rischio concreto di venire smascherato e subirne le tragiche conseguenze?
Comunque sia, preferisco evitare di credere ciecamente, a priori, a qualsiasi dichiarazione da qualunque parte provenga, senza avere alcun elemento preciso e certo sul quale fondare la mia fiducia.

PINO ha detto...

IVANA
Sei stata chiarissima (se non fossero bastate le altre numerose occasioni in cui l'hai fatto), nell'esporre le tue legittime convinzioni: fraintenderti è pressochè impossibile.
Ciao.

Nautilina ha detto...

La signora Laura dice di avere i referti del pronto soccorso e io le credo, ci mancherebbe. Afferma la cosa in lungo e in largo, la ribadisce perfino in TV, se mente sono cavolacci (amari) suoi, di cui tra l'altro dovrà rispondere.

D'altra parte non riesco a immaginare che una donna sana di mente si faccia del male da sola pestandosi un occhio (al quale sembra sia stata operata) e simulando l'aggressione di inesistenti nemici, solo allo scopo di aiutare il fratello.
Ma che razza di aiuto sarebbe? Non ha fatto nomi, non ha suggerito nessuna pista investigativa. Mi pare un aiuto un po' vago parlare di qualcuno che ce l'ha con i Bossetti non si sa perché.
E finire al pronto soccorso e sul tavolo operatorio non è come ingoiare una pillola.

Le telecamere non avrebbero mostrato nulla, ma attenzione: bisogna vedere quali telecamere, dov'erano situate.
Perché se stavano all'esterno, qualcosa mi dice che gli aggressori le abbiano evitate con cura (magari perché conoscevano bene l'edificio).
Di certo non sarebbero entrati e usciti dallo stabile passando sotto le telecamere con il passamontagna e i manganelli in mano, questo mi pare chiaro.

Peggio ancora se erano situate al piano interrato dove Laura dice di essere stata aggredita, mi pare, uscendo dall'ascensore.
Mica si saranno fatti riprendere...essendo delinquenti, un minimo scafati per queste cose lo dovranno pur essere.
Ma non ricordo che abbiano mai parlato di telecamere interne.

Io le credo, però non capisco una cosa: le aggressioni non erano tre? Perché ora lei parla di una sola? Boh.

Ivana ha detto...


Grazie, Pino!

Nautilina, anche per me la questione dell’aggressione (o delle aggressioni?) resta un mistero.
Bisognerebbe sapere se i referti ospedalieri sono maggiormente compatibili con un’aggressione subita, oppure se sono più compatibili con un’eventuale caduta accidentale.
È Nuzzi ad aver detto che "Gli inquirenti non videro nei filmati gli aggressori" e mi sembra che Laura Bossetti non abbia specificato se, nel luogo dell’aggressione, c’erano, o no, telecamere di sorveglianza.
A me rimane il dubbio.


antrag ha detto...

Ivana tenta di essere equidistante da tutto e così crede di giustificare i suoi dubbi.

Rimanere equidistanti dal bene e dal male è promuovere il male.
Rimanere equidistanti dal potere e dal cittadino è promuovere lo strapotere.

Di queste cose Ivana sembra non preoccuparsi.
E con il fioretto della logica formale riduce a brandelli la ragionevolezza delle vicende umane.

Mi auguro vivamente che Ivana svolga solo un ruolo (inutile) e non esprima con i suoi scritti convinzioni abiette.

Nautilina ha detto...

Ivana,
ho appena letto il tuo intervento con il link al FQ. Grazie.
Ma niente, purtroppo non trovo riferimenti precisi, si parla solo di telecamere nei luoghi dove Laura avrebbe subito le aggressioni.
Se avesse inventato tutto, sarebbe davvero molto sciocca: doveva sapere che in quel punto c'erano le telecamere che poi l'avrebbero smentita.
E sarebbe doppiamente sciocca a ripetere la commedia in TV anche dopo essere stata sgamata.
Ma la precauzione vale anche per gli aggressori; trattandosi di delinquenti di un certo livello, tendo a credere che quei signori sapessero come gestire le telecamere di sorveglianza. Mi pare di aver sentito parlare di black out, forse hanno tolto la luce nel locale, questo potrebbe forse aver influito?

Per quanto riguarda il look della signora Ester, fossi in te non darei peso, lei è stata sempre esuberante e anticonformista nel vestire. Credo faccia parte del suo carattere molto forte.
Del resto, conosco una signora molto seria, una professoressa come te, che pochi giorni dopo la morte del marito usciva sbracciata e con camicette sgargianti per 'non sentirsi in lutto'.
Così come alcuni, per principio, ai funerali non vestono mai di scuro.
Non li critico, trovo la loro scelta rispettabile. Almeno non sono ipocriti.

Ester è stata criticata anche quando si è presentata da Telese in rigoroso bianco e nero, solo per via delle unghie laccate di blu scuro.
Ora che finalmente ha offerto un piatto succoso alle malelingue, chissà che frenesia per i meschini...ma credo che a lei non possa importare di meno.

Pensa Ivana che quella donna, a 65 anni suonati, faceva ancora la badante a tempo pieno con i vecchietti malati di Alzheimer. Tornava a casa trovando un marito che era a sua volta ammalato da decenni, un marito a cui era devota e che poi ha dovuto assistere per una neoplasia fino all'esito mortale, mentre il figlio 'mostro' veniva sbattuto in prigione e la sua storia personale e familiare spiattellata sui media nei dettagli più volgari.
Questo non lo consideri? Mi sembra più importante di una camicetta trasparente e
di un paio di tacchi esagerati. Non sono quelli a rendere una donna poco seria, almeno per me.

Paolo A ha detto...

Nella trasmissione di Quarto Grado Ester Arzuffi ha sostenuto che lei non è mai stata col Guerinoni, affermazione ripetuta più volte, quindi i figli Massimo e Letizia, secondo lei, sono frutto di fecondazione artificiale da parte del ginecologo, perché non si da altra spiegazione.

Sinceramente a me pare che sia lei che la figlia stiano recitando una commedia, forse inconsapevolmente, ma pur sempre quello che vanno dicendo sulla paternità per me non corrisponde alla realtà.

Per quanto riguarda l'aggressione subita da Letizia Bossetti, quella subita nel seminterrato questa le ha procurato oltre alla lesione al collo e all'occhio, anche una frattura delle costole, inoltre la madre l'ha trovata a terra senza scarpe, questo tipo di aggressione va ricondotta a modi di fare che possono ascritti ad ambienti istituzionali, nessun malavitoso fa togliere le scarpe all'aggredito, mentre altri soggetti lo fanno.





Ivana ha detto...

Antrag, mi sembra di essere stata chiara: ho espresso dubbi. Per avere convinzioni mi necessitano elementi, vel evidenze, che ancora non ho SIA nel caso dell’”affidabilità” di quel determinato profilo genetico nucleare (infatti resto sempre d’accordo con Luca Cheli sulla necessità del test di metilazione) sia nel caso del DNA mitocondriale minoritario (per il quale rimando al mio intervento del 31 maggio 2017 17:37:00 qui:
https://www.blogger.com/comment.g?postID=1557847180149220137&blogID=1405638310708373968&isPopup=true&page=3&bpli=1
sia nel caso delle aggressioni (vere, o no?) a Laura Bossetti.
Io qui non ho alcun ruolo e mi limito a esprimere liberamente i miei dubbi nel rispetto del punto di vista altrui.
Ritengo corretto rimanere equidistante quando non ho elementi per valutare dove siano effettivamente il “bene” e il “male”.
Io esprimo i miei dubbi motivandoli; tu sai dov’è la verità? Io la sto ancora cercando, anche se, come continuo a ripetere, NON riesco proprio a immaginare Massimo Bossetti come un occasionale predatore sessuale.

Sì, Nautilina, avevo già detto che ero rimasta stupita per un determinato linguaggio non verbale, ma avevo capito che ognuno/a può reagire al dolore in modo del tutto personale e sorprendente ...

Maria ha detto...

Ripeto che non è rilevante ai fini del processo sapere come Ester abbia concepito i figli.
Potrebbe anche non giustificarsi.
È gossip da settimanale scandalistico. Il problema è che ci hanno fatto paginoni anche firme autorevoli e quotidiani nazionali.
Idem la questione delle aggressioni. Mi sembra che Denti abbia già indagato in questa direzione e nulla sia emerso. Probabilmente gentaglia che pensava di fare giustizia a Yara pestando la sorella. Metodi da mafiosi improvvisati, sostanzialmente dei poveretti e anche parecchio stronzi.

Nautilina ha detto...

Ivana,
sì è vero, l'avevi detto, scusa se non l'avevo notato.
Forse l'abbigliamento curato e un po' vistoso della signora può essere stato un modo come un altro di reagire alle sofferenze della vita che per Ester - ammettiamolo - non dev'essere mai stata il massimo dell'allegria, se da giovane non portava le gravidanze a termine e aveva il marito già malato a 38 anni.

Paolo,
secondo me le due signore stanno solo mettendo le mani avanti come meglio possono.

Se la scienza non sbaglia e dice che quel DNA appartiene certamente a un figlio di Giuseppe Guerinoni ed Ester Arzuffi, stabilito poi che Ester altri figli a parte i gemelli e Fabio non ne ha mai avuti, ci sono solo due possibilità che Ignoto 1 sia Massimo Bossetti: una è la relazione clandestina fra GG ed EA, l'altra l'inseminazione artificiale.
Siccome lei nega la prima, non resta altro che la seconda...
E se dovesse saltar fuori che Bossetti è davvero figlio di GG, confermato anche dalla perizia, ecco che c'è una spiegazione pronta per salvare il suo onore.

Ma noi invece sappiamo che la scienza sbaglia e può sbagliare.
Credo però che lo sappia bene anche EA (come lo sa suo figlio).
Infatti a QG la signora, sostenuta da Laura, ha detto di sapere che il DNA si può riprodurre...zittita subito da Nuzzi per timore di una querela da parte della Procura, si è corretta aggiungendo di non avere le competenze per affermarlo.
Ma intanto l'ha detto.
Quindi dentro di sé le due donne sospettano che quel DNA non sia naturale.

Come andrà a finire a questo punto non lo so.
Mi sembra che già nel primo grado la difesa abbia detto tutto, muovendo tutte le obiezioni possibili.
Non so come mai la giuria non sia rimasta convinta dai ragionamenti e dalle carte portate in aula, non mi do una spiegazione logica di questo perché il pool difensivo secondo me è stato molto efficace, ha davvero considerato ogni minimo particolare, ogni aspetto della vicenda.
Forse i giurati non hanno avuto modo di riflettere abbastanza.
Probabilmente, come dice Luigi Nicotera in un articolo, non hanno capito certe argomentazioni troppo tecniche e difficili che qui nel blog sono state sviscerate per anni, mentre loro hanno avuto pochi mesi e senza un'adeguata formazione scientifica (che in casi come questo non dovrebbe mancare).

Poi c'è stata l'influenza mediatica in senso colpevolista, come è noto.

Le acque si sono calmate dopo la prima condanna, perciò speriamo che la giuria del secondo grado sia più obiettiva.

Nautilina ha detto...

Maria,
d'accordo con te che non è rilevante sapere come sia stato concepito Bossetti, però è importante sapere se è vero che lui è figlio di GG, perché se lo è potrebbe anche essere Ignoto 1, ma se invece non lo è, il processo finisce subito.
Ognuno si sofferma sui particolari che ritiene interessanti, c'è molta carne al fuoco e anche molto fumo, di conseguenza.

Vanna ha detto...

Nautilina condivido, in più aggiungo che con decisione la signora Ester ha esclamato che se lei fosse stata a letto col Guerino... e i figli fossero stati i suoi, lei lo avrebbe detto al marito e ai figli. E' una donna di carattere, sprizza personalità e capacità decisionale.

Ora, visto che il discorso dna monco racconta di ROA e di mtdna non riconducibili alla linea materna del MGB, ora ci "si attacca al tram" si dice a Roma, delle aggressioni vere o presunte a Laura B. e del look della Ester, pur di inoculate il dubbio intorno ai rappresentanti di quella famiglia.

Insomma il dubbio si veste con fogge e colori differenti dal sottile significato sempre uguale.

E candidamente alcuni aspettano che la Corte stabilisca, bontà sua, il ripetere delle analisi precise già fatte che forse non saranno permesse, tanto è una famiglia di bugiardi, mentitori, desiderosi di avere un look curato, in fin dei conti lui andava a farsi le lampade e la madre usa lo smalto ed è disinvolta nel vestire: tale madre tale figlio).

SEMPRE LA STESSA MUSICA a partire dall'OVERTURE,(si scrive così...non ricordo), riproposta con note diverse ma il ritmo e la melodia sono monotoni e sempre uguali, a parte ogni tanto qualche bemolle o qualche pausa, poi si ricomincia.

Dudu' ha detto...

Davvero,
Un ritorno all'oscurantismo.
'Ste donne sono davvero diaboliche, si menano da sole.. Povera povera Nazione, come siamo ridotti.
Passa la voglia di leggere e scrivere.u

Vanna ha detto...

Nautilina scrivi:

"Se la scienza non sbaglia e dice che quel DNA appartiene certamente a un figlio di Giuseppe Guerinoni ed Ester Arzuffi, stabilito poi che Ester altri figli a parte i gemelli e Fabio non ne ha mai avuti, ci sono solo due possibilità che Ignoto 1 sia Massimo Bossetti: una è la relazione clandestina fra GG ed EA, l'altra l'inseminazione artificiale."

Forse ho capito male, ma mi sembra che il mtna e il Roa presenti in quella traccia non dicano che sia di B., c'è una certa confusione tra Ignoto 1 e Bossetti, non è detto siano la stessa persona.

Luca Cheli ha detto...

@gugly

Se pensi che io sia Sandro hai sbagliato indirizzo.

Certo non stai in cima alle mie simpatie ma certo non passo le mie giornate dietro a te inventando "cyberpersecuzioni"... non sei così importante per quel che mi riguarda.

I colpevolisti mi sono sempre stati antipatici, quelli fastidiosamente insistenti ancora di più e confesso che in determinate condizioni me ne fossi trovato qualcuno particolarmente incattivito davanti forse (ma solo forse) ci sarebbe scappata la scazzottata.

Fortunatamente non è successo e adesso sono passato oltre e ho adottato un approccio funzionalista: inutile perdere tempo con le individualità perché esse svolgono solo una funzione (volontaria od involontaria) nel sistema ed il vero bersaglio non può che essere il sistema, non le sue instanziazioni.

Oramai mi scaldo molto meno anche per i singoli casi, in quanto cerco di astrarmi sempre più dalle individualità per apprezzarne il valore sistemico.

Che per me nel caso di Bossetti è potenzialmente elevatissimo, perché rivelare la natura sintetica di quel DNA (e io continuo a ritenere che tale sia) cambierebbe la storia della giustizia in questo paese ( e non solo), ma temo che non succederà, vuoi per questioni di strategie processuali, vuoi per timori reverenziali.

Comunque si aspetta, si vede e poi si commenterà.

Sandro ha detto...

@Luca Cheli
ah, ma allora "io" sarei stato "Tu" ???!!!
ma LOL e extra super arci LOL!!!

Quindi... oltre che pochissimo ferrata sui contenuti delle sentenze (come le pernacchie prese da Biologo testimoniano nero su bianco ma... ma ferratissima sul "colore coordinato delle unghie" di chi compare in televisione) scarsa pure a fantasia e a focalizzare i differenti pattern di scrittura della gente.

Pensa te che io pensavo che con "Luca" facesse riferimento tipo ad un suo ex partner che l'aveva mollata di brutto vista la palese insopportabilità dei suoi pesantissimi (detti anche: "machedupall!!!") atteggiamenti da maestrina in cattedra.
E, probabilmente, era pure la roba che più mi dava fastidio; una roba da incubo capace di spegnere qualsiasi testosterone.

Sandro

gugly ha detto...

Tranquillo, mai pensato a te, il riferimento è ad un altro molto noto per insultare in modo pesantissimo molta gente.

Bruno ha detto...

"Non credo nella fortuna, credo di essere stato benedetto": ha risposto così al Kansas City Star, il giornale della sua città, Richard Anthony Jones, condannato per una rapina in un parcheggio, che ha sempre sostenuto di non aver commesso, e scarcerato dopo 17 anni dietro le sbarre grazie alla scoperta di un sosia".

Dudu' ha detto...

Gugly,
" il riferimento è ad un altro molto noto per insultare in modo pesantissimo molta gente."

C'é qualcuno che ti batte? Non mi dire ... E fate a gara per caso?
Del tipo: vediamo se li sfianchi tu o li sfianco io?

Nel frattempo si riempiono pagine di nulla per i posteri? Ah già! Vuoi mettere che quando sarai vecchia qualcuno ti loderà per aver fermato il tempo per il colore dello smalto?
Che dire? Il blu era quasi perfetto se non fosse per quel tacco ( 12 ? ) avrei detto che la Arzuffi era colpevole. Peccato, fosse stato rosso era in pàndan con 'na macchinina rossa vista da persona fidata al distributore con una ragazzina corrispondente alla dispersa "fú" Yara.
Peccato, il blu non si intona con la maglietta azzurra di Yara vista da Tironi! Ma vedi un pó che coincidenza! E vedi un pò che l'amico che ospitava Tironi confermò che l'amico con cui stava si era assentato per andare prendere un gioco a casa! Ah che coincidenza eh... Maglietta azzurra.. Effettivamente lo smalto blu non é carino con la maglietta azzurra!

Ma dimmi una cosa in tutta sincerità: hai mai visto che casino che fanno i topi quando rosicchiano?
Di cosa si cibano i topi?
Chi si é cibato delle povere carni per giorni e giorni... L'hanno detto a te gli inquirenti? Vuoi farcelo sapere a noi poveri mortali?

Il morso dei topi é paragonabile a quello delle volpi? E le volpi dove cacciano quando in inverno non ci sono prede?
Ma come, la scienza suprema non é stata usata per tutto ciò?
E dimmi ancora, quanto é diverso il dna dei topi dal nostro? Vuoi vedere che anche la topolina era figlia del Guerinoni?

Dan F. ha detto...

Sulla fantomatica ricerca del "fratellastro": eppure un fratellastro, un maschio, lo avevano trovato gli stessi inquirenti già nel 2011 e con il DNA quasi identico a quello di Bossetti! A cosa è servito parlarne al processo? A nulla. A cosa serve allora cercare adesso un altro fratellastro o anche solo parlare di questa eventualità?
Spero che la difesa stia seriamente pensando ad altro...

Per smontare il DNA restano solo 2 vie: o insinuare un bel dubbio sull'affidabilità della profilazione iniziale o insinuare lo stesso dubbio però riguardo un'apposizione sintetica di materiale genetico. La prima via sembra quella meno disagevole da percorrere, anche se molto disagevole resta comunque.

Dudu' ha detto...

Però però..
Magari la topolina era figlia della Brena! Che abbia una sorellastra? Secondo me la sorellastra aveva lo smalto viola e tacco 13 , mi sà che é lei colpevole! É il nuovo scoop... Non commentate Gugly &Co ????

Dudu' ha detto...

Mik,
Sottraendo il mtdna ( in genetica si puó sottrarre tot dna?) ti rendi conto che il ndna Bossetti corrisponde a ignoto1 in 17 marcatori e il (cosidetto) fratellastro ne corrisponde in 20 ?
Se la matematica non É una opinione il risultato viene da sé...
Che cavolo ci fà Bossetti in prigione??

Mik ha detto...

Dudù, non ho capito, se l'ultimo tuo messaggio era in risposta al mio. Cerco di essere più chiaro: io intendevo dire che, sin dall'estate del 2.011, le investigazioni si sono concentrate sulla ricerca della persona cui apparteneva quel dna monco. Si é levata Yara dal centro dell'indagine, focalizzandosi sul dna di Ignoto1. Questo ha creato aspettative forti , e ha "programmato" l'opinione pubblica a credere che, trovata la persona il cui dna corrispondeva a quello di Ignoto 1, voilà, si sarebbe trovato l'assassino. Tutti siamo stati programmati a credere a questo assunto, tanto che di Yara non si é più scritto né parlato, il dna era diventato l'unico protagonista. L'uomo non dovrebbe mai smettere di scoprire, di indagare, la neofilia é insita nella sua natura di mammifero "non specializzato"; invece ci si é appiattiti in un conservatorismo sub_umano, fideisticamente e acriticamente volendo dare all'analisi del dna delle valenze che non gli appartengono. Prova ne é che di questa indagine, solo un dna traballante rimane, mentre manca tutto il resto.

Mik

Paolo A ha detto...

Nessuno ha mai effettuato i controlli genetici incrociati tra Ester Arzuffi, Massimo Bossetti, Ignoto1 e Giuseppe Guerinoni, analisi con i campioni intendo; i laboratori che si sono interessati alle analisi hanno seguito due direttrici, la prima, seguita da Giardina, quella di Ignoto1 figlio di Guerinoni, la seconda quella di Ignoto1 figlio della Arzuffi, effettuata da Previderé.

I realtà anche la ricerca della madre di Ignoto1 era stata fatta da Giardina, ma non si capisce come ad un certo punto queste analisi si siano spostate a Pavia da Previderé, la mia ipotesi è che i genetisti abbiano forzato la mano pensando che Bossetti fosse il vero colpevole e che dopo poco tempo avrebbe confessato, ma forse avevano fatto male i conti, oppure sono stati ingannati.

Vanna ha detto...

Paolo A, riporto da te:
"In realtà anche la ricerca della madre di Ignoto1 era stata fatta da Giardina, ma non si capisce come ad un certo punto queste analisi si siano spostate a Pavia da Previderé, la mia ipotesi è che i genetisti abbiano forzato la mano pensando che Bossetti fosse il vero colpevole e che dopo poco tempo avrebbe confessato, ma forse avevano fatto male i conti, oppure sono stati ingannati."

In questo caso i genetisti ( ma non solo loro ) sono stati costretti a " forzare la mano" troppo premeva trovare qualcuno da mettere alla forca come colpevole perché altro che c'era dietro doveva restare nascosto.

Perché allora forzare la mano via hacker-computer e via ministero dell'Interno?

Bruno ha detto...

@Dudu - scrivi: " Che cavolo ci fà Bossetti in prigione?? ". Già incredibile ma vero, è ancora in prigione e se la difesa non utilizza tutto quanto ha a disposizione, rischiando anche una eventuale querela, Bossetti anche questa volta rimane in carcere. Speriamo che Ezio Denti tiri fuori qualcosa di grosso, i codici, codicilli e articoli vari nel caso Bossetti abbiamo visto che servono a poco. Non mi sembra più strano che abbiano affidato la scoperta alla Grignani. Nessuno si è voluto esporre.

antrag ha detto...

Chi dice di aspettare la concessione della super-perizia in appello non fa che aspettare ipocritamente un'altra condanna, tanti sono stati gli "errori" e gli "orrori" di accusa e corte durante il processo di primo grado.

Paolo A ha detto...

Ivana

Per me l'Ignoto1 di maggio 2011 non è l'Ignoto1 di giugno 2014, quando al dipartimento di Previderé, hanno trasmesso il DNA di Ignoto1 in realtà hanno mandato quello di Bossetti per individuare la madre.

Se osservi bene, nessuno ha fatto le analisi incrociate tra Ester Arzuffi, Ignoto1, Giuseppe Guerinoni e Massimo Bossetti, con i reperti intendo; in pratica le analisi hanno seguito due direttrici, una quella paterna di Ignoto1 fatta da Giardina e l'altra quella materna fatta da Previderé, anche se Giardina era incaricato inizialmente di seguire la pista materna.

Cosa sia successo nel frattempo lo sanno solo loro, la forzatura con gli hacker i filmati dei furgoni e tutto quello che è stato messo in campo, serviva a demolire Bossetti ed i familiari, per ottenere un confessione, solo che il gioco è andato male, ora c'è il rischio concreto che venga concessa una perizia e che salti il castello di menzogne, per chi si è prodigato in questa mistificazione non sarà un bel momento, rischiano molto dal punto di vista professionale ma anche da quello penale.

Nautilina ha detto...

Vanna ha detto...

"Nautilina scrivi:

"Se la scienza non sbaglia e dice che quel DNA appartiene certamente a un figlio di Giuseppe Guerinoni ed Ester Arzuffi, stabilito poi che Ester altri figli a parte i gemelli e Fabio non ne ha mai avuti, ci sono solo due possibilità che Ignoto 1 sia Massimo Bossetti: una è la relazione clandestina fra GG ed EA, l'altra l'inseminazione artificiale."

Forse ho capito male, ma mi sembra che il mtna e il Roa presenti in quella traccia non dicano che sia di B., c'è una certa confusione tra Ignoto 1 e Bossetti, non è detto siano la stessa persona."


No Vanna, forse mi sono espressa male io.

Secondo i giudici della Corte d'Assise - non secondo me, per quel poco che vale - il DNA trovato su Yara è valido e attendibile, tanto che non l'hanno messo minimamente in discussione. Per loro Ignoto 1 è Bossetti, stop, non serve nessuna verifica.
Ebbene, Ester nelle interviste televisive è partita proprio da questo assunto.
Ha fatto questo ragionamento, con molta furbizia direi:

"Voi continuate a ripetere che la scienza non sbaglia e che Ignoto 1 è Massimo, figlio mio e del povero Guerinoni Giuseppe.
Allora io avevo solo due modi per concepirlo: o 'nature' durante una relazione extraconiugale, che però non c'è mai stata, o dal ginecologo con PMA eseguita a mia insaputa.
A mia insaputa si fa per dire, capite bene che non posso ammettere di essere stata informata e consenziente, dato che nel '70 l'inseminazione srtificiale non era permessa dalla legge.
Ma se invece la scienza ha sbagliato e mio figlio non è Ignoto 1, ho ragione io Ester a ribadire che non mi sono mai accompagnata al signor GG. E soprattutto Massimo è completamente innocente."

Purtroppo sono un po' pessimista (come Antrag) sull'esito di un'eventuale perizia.
Primo, perché bisogna vedere cos'ha chiesto la difesa e cosa concederà la Corte di Brescia.
Se non si rifarà tutto da capo partendo dall'estrazione, finirà in un ennesimo confronto di dati già acquisiti, cioè in una perdita di tempo.

Secondo, perché in caso ci fosse stata una contaminazione (dolosa o meno), il DNA sarebbe sempre uguale a quello di Bossetti.
Quindi servirebbe anche il test di metilazione e/o la ricerca del mitocondriale.
Ma sappiamo se la difesa ha presentato queste richieste? E a Brescia le accetteranno?
Dovrebbero, se non hanno nulla da temere...

Ivana ha detto...

Paolo A, perché ti rivolgi a me?
Comunque, leggo sempre con piacere i tuoi interventi e ho sempre discusso volentieri con te per la correttezza rispettosa che mi hai sempre dimostrato e, quindi, ti rispondo con piacere anche se non riesco a condividere la tua ipotesi sia perché penso che il pool difensivo avrebbe di certo già avanzato un simile dubbio trovando appigli concreti in un’eventuale contraddizione riscontrata nei fascicoli da loro studiati, sia perché nelle motivazioni risulta scritto che nei faldoni 1 e 2 sono contenuti, TRA I TANTI ALTRI, i seguenti documenti ufficiali dai quali non si può prescindere:
1) la relazione del R.I.S. di Parma con allegati gli elettroferogrammi dei campioni di DNA prelevati dai reperti 31 e 62;
2) la consulenza genetico-forense del col. Lago su parte del materiale genetico estrapolato dagli indumenti di Yara;
3) la consulenza genetico-forense dei prof. Cristina Cattaneo e Andrea Piccinini sulla relazione di parentela tra G. B. Guerinoni e “Ignoto1”;
4) la relazione preliminare dei dottori Previderè e Grignani sulle analisi genetico-forensi sul campione di DNA di Ester Arzuffi;
5) il verbale di prelievo salivare di Ester Arzuffi in data 27/7/2012;
6) tutta la documentazione inerente ai passaggi di consegna di tutti i reperti e di tutti i campioni di DNA , la documentazione di tutte le videoriprese delle attività di analisi, di tutti i dati quantitativi e di tutti i dati grezzi relativi a tutte le tipizzazioni genetiche;
7) la relazione dei capitani Gentile e Staiti sul numero di amplificazioni e sui kit utilizzati per l’analisi dei campioni dai quali era stato estrapolato il profilo genetico denominato “Ignoto1”;
8) le relazioni dei consulenti Asili e Giuffrida e i supporti informatici contenenti i dati grezzi delle analisi genetiche eseguite dal RIS di Parma;
9) le due relazioni: una del Prof. Andrea Piccinini autore del confronto tra il profilo genetico detto “Ignoto1” e quello estratto dal cadavere riesumato di G. B. Guerinoni e l’altra del dott. Emiliano Giardina;
10) le relazioni del dott. Previderè e della dott.ssa Grignani sia riguardo alla caratterizzazione del profilo genetico dell’imputato e dei suoi familiari sia riguardo alla comparazione tra il profilo genetico denominato “Ignoto1” e quello di M. G. Bossetti;
11) la relazione del prof. Casari;
12) relazione del dott. Giorgio Portera;
13) la documentazione, prodotta dal PM, in merito alla scadenza dei polimeri per le analisi genetiche;
14) le slide utilizzate dal dott. Capra e dalla dott. Gino nel corso del loro esame.

Personalmente rimango dell’idea di Luca e penso che la richiesta del test di metilazione potrebbe essere percorribile.
Sì, Dan, (per me è sempre interessante leggere il tuo punto di vista in ambito genetico), credo anch’io che non sarebbe un percorso agevole, ma di certo se io facessi parte dei giudici popolari vorrei sapere e capire perché le linee guida nazionali e internazionali (a cui aderiscono i laboratori di genetica forense) non abbiano ancora previsto, per il massimo rispetto del rigore scientifico, che venga effettuato il test di metilazione (da protocollo) soprattutto in presenza di tracce miste e degradate.

Bruno ha detto...

@Paolo, interessante il tuo ragionamento, e se la corte concedesse una nuova perizia il piccolo pesciolino Bossetti è probabile che si possa salvare.

Bruno ha detto...

@Ivana, ritengo che la motivazione n. 6 sia la più delicata anche se non la più importante. Stiamo a vedere cosa accadrà.

Ivana ha detto...

Grazie, Bruno, anche con te mi risulta sempre piacevole qualsiasi dialogo ...

Sandro ha detto...

Scusate, ma per quale cavillo giuridico non dovrebbe essere accettabile rifare la perizia?
Si tratta del II°grado (quindi che dovrebbe analizzare gli elementi e gli indizi fino a determinare nuovamente le prove), mica di un giudizio di cassazione che deve valutare gli aspetti formali

Sandro

antrag ha detto...

Ivana hai presentato tutta carta.
Che divampa e si incenerisce di fronte alla ammissione estratta a viva forza di avere taroccato, data la pressione della stampa, i video sul furgone destinato a milioni di telespettatori.

antrag ha detto...

Ivana, il marcio è sotto il naso di tutti e tu ti otturi il tuo con rotoli di carta...che proponi qui candidamente.

Ivana ha detto...

Antrag, perché continui a leggere i miei interventi?

Il tuo tono mi appare sentenzioso e irritante.
Eppure, se non erro, qualcuno aveva chiesto venissero elencati i documenti presenti nei faldoni processuali ...

Per favore, ignora i miei commenti, grazie, come io ignorerò volentieri i tuoi!

PINO ha detto...

IVANA
E' proprio il lungo elenco documentativo che hai opportunamente riportato che, penso, spieghi la ferrea opposizione della Corte, a concedere ulteriori esami della stessa natura.
La convinzione dei giudicanti del processo di 1° grado, potrà essere invalidata (non mi stancherò di ripeterlo) solo da una equivalente ripetizione dell'intero iter scientifico, affidato, da parte del pool di difesa, ad un manipolo di esperti di identica statura, morale e professionale di quella che ha operato per conto della Procura bergamasca.
Inutile girare intorno allo stesso punto cardinale: l'orizzonte non si avvicinerà di un metro.
Ciao.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 488   Nuovi› Più recenti»